• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Phractocephalus hemioliopterus

(Linnaeus, 1758)

Lo "squaletto coda rossa" è tra i pesci segnalati dalla Campagna Big Fish per le dimensioni che raggiungono da adulti, e per quelle di una vasca che li dovrebbe contenere. Sono quasi sempre venduti da giovanissimi, piccoli e carini, senza alcuna informazione circa le dimensioni che possono raggiungere, il loro carattere spesso aggressivo e predatore e la loro aspettativa di vita.

Phractocephalus hemioliopterus, squaletto codarossa: lo stesso pesce da giovane e da adulto

nome comune
Red-tail catfish, Squaletto codarossa
dimensioni massime in natura
134 cm TL; peso massimo pubblicato: 45 kg
aspettativa di vita
25-30 anni

Il profilo di questa specie è stato inserito a titolo informativo, in quanto non è consigliabile allevare questi pesci nei comuni acquari domestici, a meno che voi non siate tra i pochi eletti con le strutture disponibili per ospitarli per tutta la vita. Le dimensioni dell'acquario citate più in basso devono essere considerati un minimo assoluto e in realtà questi pesci richiedono un volume straordinario di acqua se devono essere alloggiati a lungo termine.

Purtroppo, il prezzo dei coda rossa, nome comune di questa specie, è diminuito notevolmente negli ultimi anni e i "cuccioli" sono facilmente disponibili a prezzi molto bassi. Di conseguenza molti acquari pubblici hanno tanti esemplari adulti di questa specie, "donati" dagli incauti allevatori, che spesso sono al punto di doversi rifiutare di accettarne altri esemplari. Uno scenario più deprimente, ma altrettanto comune è che i pesci quando diventano troppo grandi per la vasca vengono scaricati in fiumi e stagni locali. Nei climi più freddi ovviamente non possono sopravvivere, ma in diversi stati degli USA e in diversi altri paesi sono apparse popolazioni stabili in natura, che creano notevoli danni alle specie autoctone, a causa dei rilasci di acquariofili irresponsabili.

Circostanze impreviste possono capitare a chiunque, ma un animale che raggiunge la sua lunghezza completa non è una circostanza imprevista (It's not just a fish)

bigfish campaign

E' tra i sei pesci segnalati dalla Campagna Big Fish come non adatti al commercio acquariofilo, a causa delle dimensioni che raggiungono da adulti, e delle dimensioni di una vasca che li dovrebbe contenere. Sono quasi sempre venduti da giovanissimi, piccoli e carini, senza alcuna informazione circa le dimensioni che possono raggiungere e la loro aspettativa di vita, e sono tra i pesci che inondano gli acquari pubblici, gli unici che possono accoglierli una volta cresciuti troppo.

 
distribuzione

Sud America: bacini del Rio delle Amazzoni e dell'Orinoco

habitat

Ambiente: demerso; acqua dolce clima tropicale

temperatura in natura
20 - 26°C
valore pH in natura
5.5 - 6.8
allevamento

Dimensioni minime della vasca: 360x240x120 cm è lo stretto indispensabile per un pesce adulto, anche se anche comunque così non avrebbe comunque spazio per nuotare a lungo come farebbe in natura.

Strettamente parlando, gli arredi per gli esemplari adulti non sono necessari, purché l'illuminazione sia piuttosto scarsa. I giovani invece apprezzano ripari e nascondigli formati da legni, grovigli di radici e rami, cumuli di rocce o pezzi di tubi di plastica del diametro adatto. La scelta del substrato può essere un problema, in quanto la maggior parte dei tipi di ghiaia possono sia essere ingerite che impigliarsi nelle delicate branchie. La sabbia va bene, ma non aspettatevi che rimanga al suo posto. Uno strato di grandi ciottoli lisci è una scelta migliore. E' necessario un filtro biologico grande ed efficace, per far fronte alle grandi quantità di rifiuti prodotti da un pesce di queste dimensioni. Se possibile è meglio mettere tutte le apparecchiature al di fuori della vasca, perché un grande esemplare può facilmente distruggere riscaldatori di vetro, termometri, ecc.

Comportamento e compatibilità: E' piuttosto tranquillo con tutti i pesci che non possono entrargli in bocca, in quanto non esiterà a mangiarsi tutti i pesci più piccoli; può essere allevato insieme ad altre specie di dimensioni simili, in ambienti idonei. Avrete però bisogno di un acquario che per dimensioni si avvicina ad un acquario pubblico per fare questo. La maggior parte dei soliti "tankbuster", giganti d'acquario, sono troppo piccoli rispetto a lui per evitare di essere mangiati. Possibili compagni includono specie della famiglia Doradidae, quali Oxydoras niger o Pterodoras granulosus. Se la vasca è anche molto profonda potrebbero essere aggiunti grandi caracidi e ciprinidi. E' territoriale sia verso i conspecifici che gli altri grandi Pimelodidi, per cui dovrebbe essere l'unico pesce di questo tipo, tranne che lo spazio non sia davvero un problema.

alimentazione

In natura è abbastanza opportunista, è un predatore piscivoro che mangia pesci, gamberi, granchi, ma anche frutti caduti in acqua. In cattività apprezza cibi carnosa come gamberi, cozze, bianchetti o lombrichi. Agli esemplari più grandi possono essere offerti filetti di pesce interi.

Bisogna cercare di mantenere la dieta variata, o si possono abituare così tanto ad un determinato alimento da rifiutare di accettare qualsiasi altra cosa. Bisogna anche fare attenzione a non sovralimentarli. E' facile per le specie predatrici diventare in sovrappeso in cattività, soprattutto se si somministra una dieta ricca di proteine, e questo può portare a problemi di salute a lungo termine. Da giovani si possono alimentare tutti i giorni, ma quando i pesci crescono la frequenza va ridotta. Un esemplare adulto ha bisogno di un solo pasto a settimana al massimo.

Non dovrebbe essere alimentato con carne di mammiferi, come cuore di manzo o pollo. Alcuni dei lipidi contenuti in queste carni non possono essere metabolizzati adeguatamente dai pesci, e possono causare depositi di grasso in eccesso e anche arrivare alla degenerazione degli organi. Allo stesso modo non vi è alcun beneficio nell'alimentarli con pesci vivi, come poecilidi o piccoli pesci rossi. I rischi connessi con questo tipo di alimentazione includono il potenziale pericolo di introdurre delle malattie.

  • Specie che diventa enorme: fino a 134 cm di lunghezza per 45 kg di peso
  • Specie predatrice piscivora
  • Specie molto aggressiva e vorace
  • Specie riprodotta in cattività, tuttavia si possono trovare in commercio anche stock provenienti dalla cattura in natura. Chiedete al negoziante se i pesci che state per comprare sono d'allevamento o di cattura, ma per cortesia non comprateli in nessuno dei due casi.

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Crescita stentata = vita stentata (SeriouslyFish)

Nonostante nel sentire comune i pesci non godano della stessa importanza e sensibilità riservata agli altri animali da compagnia, il problema dei pesci che diventano troppo grandi per qualsiasi comune acquario domestico è reale e diffuso, e condanna ogni anno a morte precoce decine di migliaia di pesci - traduzione in italiano di un articolo di Seriously Fish

Tankbuster (INJAF)

Ampia spiegazione sui pesci da considerare 'tankbuster', nella convinzione che acquariofili più informati significa scelta più consapevole delle specie da allevare, in quanto una maggior informazione fa sì che la gente consideri e capisca pienamente ciò a cui si sta impegnando quando decide di acquistare uno di questi pesci, e che sappia scegliere qualcosa di più adatto se non può fornire loro una adeguata sede permanente. - traduzione in italiano di un articolo di Injaf

La Campagna Big Fish: No Ai pesci giganti in acquario!

E' stata rilanciata nell'estate del 2012 nel Regno Unito la Campagna "Big Fish", che informare sul fatto che nei negozi d'acquari sono in vendita pesci che possono potenzialmente diventare enormi, e se qualche specie può essere allevata in acquari dalle dimensioni adeguate, altre diventano così grandi che solo gli acquari pubblici e pochissimi privati possono avere vasche grandi abbastanza per farli sopravvivere...

Avviso agli acquariofili: Pesci giganti in vendita

Vi segnalo un post che ho trovato in rete: 'Warning to Fishkeepers - Giant Fish for Sale' in cui l'autore avverte gli allevatori di pesci, avvalendosi anche di immagini molto significative, che nei negozi di pesci sono in vendita pesci che in realtà raggiungono da adulti dimensioni gigantesche, e non sono quindi adatti all'allevamento nei comuni acquari domestici, nemmeno se molto grandi.