• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
3 minuti
Letto finora

L'Axolotl non è un pesce: Ambystoma tigrinum

Gio, 30/Nov/2006 - 00:00
Posted in:
0 comments

Nei freschi laghi degli altopiani del Messico e delle Montagne Rocciose, le larve dell'Axolotl non si sviluppano nella loro naturale forma terrestre ma rimangono acquatiche, con branchie e coda simile ad una pinna. Ma se tenuti in ambiente caldo diventano terrestri.

Traduzione dell'articolo:
"The Axolotl is Not a Fish - Ambystoma tigrinum" di David Rentz
su Aquarticles.com, che potete leggere al link seguente nella versione originale in inglese. Pubblicato per la prima volta in Tank Talk, Canberra and District Aquarium Society, Australia.

N.B.: in questo articolo si parla dell'Ambystoma tigrinum come Axolotl, mentre quest'ultimo termine dovrebbe essere riservato al cugino Ambystoma mexicanum; l'Ambystoma tigrinum ha il nome comune di "salamandra tigre".

Axolotl, forma albina con mascherina nuziale - Foto © Manuel www.anfibitalia.it

Di tanto in tanto vedo degli Axolotl in vendita nei negozi d'acquari australiani e frequentemente noto che sono identificati come "pesci che camminano". In realtà non sono affatto pesci, ma sono anfibi chiamati salamandre, correlati con le rane e le lucertole. È facile capire il motivo dell'equivoco: in Australia non ci sono salamandre autoctone, e l'axolotl è probabilmente l'unica salamandra che un australiano medio ha la possibilità di vedere dal vivo.

Gli Axolotl hanno alcune caratteristiche biologiche interessanti, che vale la pena notare.

In particolare, "axolotl" è una parola azteca, probabilmente una delle poche in uso nella nostra lingua. È una specie di salamandra conosciuta come salamandra tigre, Ambystoma tigrinum. Questa specie ha una distribuzione molto vasta rispetto alle altre salamandre. Si presenta nell'America del Nord occidentale e si estende verso sud nel Messico, quindi nel Messico centrale, dove può essere associato alla popolazione azteca nativa della regione.

L'axolotl è una caratteristica nel ciclo di vita normale dell'Ambystoma tigrinum, e presto saprete il perché

L'Ambystoma tigrinum nella sua storia di vita normalmente segue un percorso convenzionale. Gli adulti sono terrestri. Nel tardo inverno, maschi e femmine migrano verso gli stagni dove si riproducono. Luoghi ben determinati sono scena di corteggiamenti ed accoppiamenti.
Le uova all'interno del corpo delle femmine non sono ancora fecondate, ma i maschi depositano sul fondo dello stagno grumi di una sostanza gelatinosa all'interno di una sfera biancastra, che contiene centinaia di spermatozoi. La femmina striscia sopra queste "spermatofore", all'interno del suo corpo le uova vengono fecondate e dopo alcune ore vengono deposte.

Le larve sono piccole ed hanno folte branchie. Assomigliano ad un girino con i piedi. Entro l'autunno hanno raggiunto il 100% delle dimensioni adulte e sono pronti a lasciare l'acqua per vivere sulla terra. Le branchie si ristringono e si sviluppano i polmoni, anche la coda subisce un cambiamento. La salamandra tigre comincia quindi la sua vita terrestre. Questo è tipico di molte salamandre. Sono predatrici e mangiano insetti, lumache, chiocciole e tutte le altre piccole creature, comprese altre salamandre, che riesocono a trovare.

Come nasce l'axolotl è un'interessante parte di questa storia.
Nei laghi degli altopiani del Messico e delle montagne rocciose le larve delle salamandre non subiscono mai i cambiamenti che le trasformano in adulte. Arrivano alle dimensioni degli adulti, ma rimangono le branchie ramificate acquatiche e una grande coda, larga come una pinna. Questo fenomeno è chiamato "neotenia" ed è in questa forma che i "conquistadores" del Messico lo hanno trovato ed hanno imparato il nome azteco axolotl.
I sessi si riproducono in acqua e le larve diventano adulte e lì rimangono (ma la catena può essere rotta).

La neotenia descritta precedentemente è innescata dall'acqua fredda. Se l'acqua diventa calda, o si presentano altri fattori (come un terrario piacevole) che sembrano favorire un'esistenza terrestre, l'axolotl emergerà dall'acqua e diventerà una creatura terrestre. Una volta che questo accade, non si può tornare indietro.

Gli Axolotl preferiscono acqua profonda e fredda. Durante l'estate dovrebbero essere spostati in una stanza con aria condizionata o bisognerebbe mettere giornalmente alcuni cubetti di ghiaccio nella loro vasca. In cattività gli axolotl si nutrono di pesci ma anche di pezzi di carne, di pesce, di gamberetti e di lombrichi. E' spesso disponibile una forma albina, ma si ricorda che tutte le forme albine degli animali soffrono se sottoposti a luce forte.
E con gli axolotl, è fondamentale ricordarsi di mantenere l'acqua fredda.

© David Rentz - www.aquarticles.com

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti al Genere

Axolotl leucistico - Foto © Stephen Dalton (Arkive.org)
Axolotl
Aspettativa di vita: 15 - 20 anni
Dimensioni massime: 30 cm

Gli axolotl sono splendide e mitiche creature, che sembrano vivere la loro intera vita da giovani, in quanto è molto difficile che raggiungano lo stadio di vita adulto, dopo la metamorfosi.

Ambystoma tigrinum - Foto © Carla Isabel Ribeiro (Wikipedia.org)
Tiger Salamander
Aspettativa di vita: 15 - 20 anni
Dimensioni massime: 33 cm TL

Parenti stretti degli Axolotl, se ne differenziano soprattutto perchè raggiungono facilmente la metamorfosi, si trasformano cioè in individui adulti, polmonati, e quindi una volta adulti non va più bene l'acquario ma ci vuole un terrario.

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.