• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
8 minuti
Letto finora

L'Allevamento dei Cynops orientalis

Mer, 31/Dic/2008 - 09:36
Posted in:
8 comments

Consigli e suggerimenti generali per allevare i tritoni del genere Cynops nella maniera più adatta, rispettando le loro esigenze

Cynops orientalis - Foto di Massimo Macciò (massimom.net)

I Cynops orientalis sono piccoli tritoni semi acquatici, e tra i Cynops sono quelli più facili da trovare in commercio almeno qui in Italia. Crescono in genere fino a 10 cm di lunghezza, eccezionalmente fino a 11-11,5 cm. Il dorso è solitamente scuro, da nero a marrone molto scuro, mentre il ventre è arancio sgargiante a macchie nere più o meno fitte e/o grandi. E' abbastanza comune per i Cynops orientalis che la loro colorazione viri al grigio, o diventi notevolmente più chiara, per un periodo di tempo o a volte indefinitamente, ma la ragione per cui questo accade è ancora sconosciuta. Alcuni individui possono invece avere delle macchie o strisce arancioni anche sui fianchi e sul dorso, o possono avere una striscia arancio o rosso-arancione sul lato superiore della coda.

La pelle è piuttosto liscia in individui più acquatici, mentre è più ruvida e granulosa negli individui che trascorrono più tempo sulla terraferma. Non hanno creste dorsali.

State pensando di comprare dei Cynops?
Pro e contro del loro allevamento in acquario

Qui sotto troverete qualche indicazione generale per il loro allevamento; vi consiglio però la lettura di questa scheda su Sanguefreddo.net, è lunghissima ma vale veramente la pena di leggerla tutta :)

La Vasca

Come già detto a proposito del loro biotopo d'origine, poco o nulla di certo si sa sugli ambienti che abita, sulle caratteristiche e sui valori dell'acqua in cui vive, per cui per l'allevamento si fa tesoro di quello che tali anfibi sembrano preferire quando tenuti in cattività.
In particolare, questa specie sembra preferire acqua fredda, calma o dal movimento molto lento, mentre si mostra infastidita quando viene esposta alla corrente derivante dall'uscita del filtro o da altre cause, o quando la temperatura diventa troppo alta. Gli individui in cattività inoltre utilizzano completamente vasche con acqua anche profonda. Molti adulti lasciano occasionalmente l'acqua per brevi periodi di tempo, ma trascorrono la maggior parte del tempo immersi nell'acqua.

L'ideale per loro è una vasca da 40-50 litri, molto piantumata e anche priva di filtro, o con un filtro piccolo che provochi pochissima corrente, dove le piante o qualche legno sporgente dall'acqua offrano un minimo di zona emersa nel caso i Cynops orientalis ne avessero bisogno. Le piante inoltre aiutano a tenre l'acqua pulita, in assenza di filtro.

La temperatura deve essere mantenuta sui 20-22°C, possono tollerare temperature più alte ma solo per brevi periodi; temperature da acquario tropicale (sui 24°C.) se mantenute per lungo tempo alla fine li indeboliscono, facendoli ammalare.

Convivenze

Come la maggior parte degli anfibi hanno movenze lente e quasi goffe; quando si dà il cibo iniziano a muoversi farneticando su e giù per la vasca, per trovare il cibo solo dopo parecchio movimento... E' chiaro che qualsiasi specie di pesce, anche la più tranquilla che non arrechi loro danni diretti, riuscirebbe a trovare il mangiare e a farlo sparire prima che loro abbiano anche solo cominciato ad avvicinarsi ad esso, per cui ci sarebbero seri problemi d'alimentazione: se si danno dosi di cibo normali gli anfibi soffriranno la fame, mentre se si abbonda per far mangiare anche loro, i pesci diventeranno obesi e quindi a rischio malattie in breve tempo.
Questo rende la convivenza pesci/Cynops da scartare a priori, anche senza arrivare a considerare altre divergenze, come i valori dell'acqua, la sua temperatura, ecc.

Anche la convivenza con altri anfibi non è consigliabile; c'è chi li alleva con Pleurodeles nebulosus, o con altri anfibi dalle dimensioni simili, ma non è una cosa scevra da rischi; l'ideale nel caso degli anfibi è fare acquari monospecifici.

Mettere lumache come le Ampullarie nella loro vasca come pulitrici può non essere una buona idea: ho letto che alcuni le allevano insieme ai Cynops, ma io ho dovuto toglierne una di corsa dalla vasca, perché uno di loro le aveva addentato ripetutamente un occhio, senza lasciarle il tempo di ritirarsi nel suo guscio...

Alimentazione

In genere si tende ad alimentare i Cynops, come in genere tutti gli anfibi acquatici, non più di 3, 4 volte alla settimana, perché corrono seri rischi di sovra-alimentazione, essendo davvero ingordi.
Offrire una buona varietà di alimenti è estremamente importante per assicurare loro una buona salute.

Ecco qualche spunto, tenendo conto che il mangime secco è ben difficile che venga accettato:

  • lombrichi tagliati a pezzetti - una o due volte alla settimana
  • dafnie, grindal, altri vermetti vivi - una volta a settimana
  • Insetti acquatici e le loro larve
  • chironomus e artemia salina congelati - una volta ogni due settimane
  • tra i mangimi commerciali sono accettate in genere le bustine in gelatina di "Fresh Delica", chironomus o artemie.

Particolarità

Una delle caratteristiche più curiose e notevoli dei Cynops, come di molti altri anfibi, è quella di "rigenerare" parti del corpo che vengono troncate per quache trauma, come coda o zampe.

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti al Genere

Cynops ensicauda - Foto © Henk Wallays (Calphotos)
Sword-tailed Newt
Aspettativa di vita: 20 anni
Dimensioni massime: 12,7 cm i maschi, 18 cm le femmine

E' una tra le specie di Cynops più commercializzate, anche se non come il cugino Cynops orientalis, è adattabile e resistente, ma come tutti i tritoni non va allevato insieme ai pesci.

Temperatura in natura: 13 - 28°C
Cynops orientalis - Foto © mdezemery (Flickr)

Aspettativa di vita: 20 anni
Dimensioni massime: 10 cm

Piccolo tritone che non supera i 10 cm di lunghezza, è abbastanza diffuso in commercio grazie alla bella livrea scura con il ventre arancio/rosso vivo, anche se teme abbastanza le alte temperature (superiori ai 20°C), il che spiega anche come mai sia abbastanza difficile da riprodurre.

Cynops pyrrhogaster - Foto © Henk Wallays (CalPhotos)
Japanese Fire-bellied Newt
Aspettativa di vita: 20 anni
Dimensioni massime: 13 cm

Specie di tritone di media grandezza, viene spesso confuso con Cynops orientalis, e come lui va allevato preferibilmente in acquario monospecifico.

Commenti

Ciao... ti scrivo perchè io ho due cynops da aprile, li ho sempre tenuti in un acquario da 50 lt con poca acqua, un'anubias e una roccia esposta. Non ho mai avuto difficoltà di alimentarli. Essendo troppo frequente e necessario il cambio d'acqua da una settimana e mezzo li ho trasferiti in un acquario più grande, 100 lt dove ho all'interno anche dei pulitori, un legno di torbiera grande che esce con due ramificazioni dall'acqua, e abbastanza piante da ricoprire tutto il terreno libero. Il problema è che sebbene alimenti separatamente (ad orari diversi) i pulitori e i tritoni, non li ho mai visti mangiare e soprattutto ho notato un pulitore ciccione che gli frega il cibo (chironomus) in alcuni punti. Dopo alcuni giorni dal trasferimento il maschietto è riuscito ad arrampicarsi fuori dall'acquario e l'ho trovato la mattina alle 7 sul pavimento della camera. In due giorni ha fatto la muta e poi è tornato "normale". Loro si muovono, si arrampicano e non sembra che i pesci gli diano fastidio, solo non so come alimentarli correttamente visto che gli altri pesci li fregano sul tempo. Ho provato ad alimentarli avvicinandogli il cibo con una pinzetta, come facevo prima del cambio di acquario ma non lo accettano. L'acqua è alta una ventina di centimetri ma i sassi per le zone emerse ci sono e vedo che riescono a salire in superficie per respirare. La temperatura è variabile tra i 21-22°C. Non riesco a capire se stanno bene o male. Pensavo che magari avendo un acquario più grande avessero bisogno di più compagnia della stessa specie. Boh, help me please. Grazie

Potrebbero aver bisogno di più compagnia, ma come dici, "della stessa specie" :) i pulitori non sono nè della stessa specie, nè dello stesso genere, nè dello stesso ordine, la convivenza pesci-anfibi in acquario è sempre sconsigliata, proprio per i problemi che stai toccando con mano.
Con i pesci qualsiasi anfibio è costretto a patire la fame, a parte forse le xenopus, che da adulte i pesci se li mangiano :)

grazie biggia, innanzitutto komplimenti x il sito, e fantastiko, kmnq sikkome ce li ho da poko (anke se ormai e un anno e mezzo ke ho 2 pleurodeles ke ora sono molto grandi.. 23 cm) i cynops li o in una vasketta pikkola senza niente, e dispiace anke a me ma al piu presto li sistemerò. da qnt ho kapito nn posso metterli nell acquario dei pleurodeles vero? sono molto voraci e nn vorrei avere sorprese spiacevoli ... grazie in anticipo :-)

io non rischierei a metterli assieme, viste anche le notevoli differenze di dimensioni... i problemi, e i rischi, sarebbero senz'altro superiori ai benefici... cerca magari di rendere un po' più "accogliente" la vaschetta, con qualche piantina, ramo, mucchietti di sassi, dove possano trovare riparo nel caso si sentissero minacciati... più rifugi e ripari hanno, più si tranquillizzano e non ne fanno uso, e questo vale sia per pesci che per gli anfibi.

Salve a tutti, sono mamma adottiva di una coppia (credo) di cynops orientalis, li abbiamo portati a casa oggi. Premettendo che vivo in Friuli, so che da queste parti,sulle montagne carniche si trovano dei tritoni, pensate che possano convivere? Inoltre per ora hanno sassolini e un sasso grande, ma vorrei introdurre delle piante, quali mi consigliate? Grazie :)

Ciao, per l'allevamento prova a chiedere su un forum specializzato, come quello di Sanguefreddo.net, sapranno senz'altro consigliarti per il meglio.
Sulla convivenza tra specie tropicali con quelle nostrane, assolutamente no: primo perchè i tritoni stanno meglio se allevati in vasche monospecifiche, secondo i cynops hanno bisogno di temperature più alte di quelle delle specie nostrane, terzo e forse più importante di tutti, di molte specie nostrane è vietatissima la cattura e la detenzione, perchè in natura ce ne sono sempre meno.

Ciao ragazzi, sono un ragazzo di 14 anni e da Gennaio ho preso due piccoli di Cynops orientalis ,circa una settimana fa ho comprato una piantina con molte foglie di cui ora non ricordo il nome e un altro Cynops ma più piccolo.Dopo poco il mio cynops più grassoccio verso il ventre(non riesco a riconoscere il sesso dei due) ha cominciato ad avere degli strani comportamenti, appostandosi per ore sulla piantina e facendo strani movimenti. Osservandolo minuziosamente mi sono accorto che deponeva qualcosa nelle foglie ripiegandole come per fare una protezione. Oggi stesso ho tagliato e messo in una vaschetta a parte l'ennesima foglia ripiegata e trovando all'interno di essa una pallina nera schiacciata,ora, cercando mi sembra che sia un uovo ma non ne sono sicuro,il tutto è avvenuto senza che io facessi niente,cambio l'acqua una volta ogni 4giorni e non li do da mangiare da un po' ,vi prego di rispondere al mio segno di aiuto..Grazie

Ciao, per quanto ne so i tuoi cynops hanno proprio eseguito i rituali della riproduzione, se guardi nella pagina sulla loro riproduzione c'è scritto proprio che le femmine fissano le uova sulle foglie delle piante ripiegandocele sopra...

Io però non ho esperienza in questo campo, non so se sia meglio prendere la piantina con le uova e metterla in un'altra vaschetta, per non farle mangiare dai genitori, e cosa fare quando schiuderanno... ti conviene cheiedere in qualche forum dove si occupano di anfibi, come www.sanguefreddo.net.

In bocca al lupo! :)

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.