• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
4 minuti
Letto finora

La Riproduzione delle Hymenochirus

Gio, 01/Gen/2009 - 11:07
Posted in:
0 comments

Come avviene la riproduzione in acquario delle rane del genere Hymenochirus e come riuscire a far crescere le larve

Hymenochirus, accoppiamento - Foto © Leeon (Flickr)

Prima di pensare alla riproduzione delle Hymenochirus, chiedetevi se siete in grado di far fronte anche al "dopo riproduzione": è bello ed entusiasmante vederne l'accoppiamento e la deposizione, ma una volta che avrete un centinaio di piccole rane da far crescere, avete lo spazio e le risorse necessarie per alimentarle e farle crescere bene? E, una volta cresciute, avete un negoziante o simile a cui dare le rane? A questo è sempre meglio pensare prima, non quando ci si trova ormai con gli acquari invasi dalle rane e si ha l'acqua alla gola... Le rane, così come ogni altra specie non autoctona, anfibia o acquatica che sia, non vanno mai rilasciate in natura, perché l'ipotesi che non sopravvivano è ancora la migliore; nella peggiore sopravviveranno e metteranno a rischio la fauna locale, come è successo purtroppo per altre specie, come pesci, tartatughe e gamberi d'origine tropicale, che stanno prosperando qui in Italia ai danni di specie locali che stanno scomparendo.

Dimorfismo sessuale

Il modo migliore per individuare il dimorfismo sessuale delle Hymenochirus è quello di identificare i maschi grazie alle ghiandole che hanno dietro le ascelle, che nel periodo riproduttivo sono gonfie e vanno da un colore biancastro, giallastro o rosa sbiadito. Qui sotto potete vedere delle foto in cui tali ghiandole sono evidenziate bene, tratte da Pipidae.net:

Hymenochirus maschio - Foto di Kriton Kunz (Pipidae.net)

Hymenochirus maschio, le frecce indicano il dimorfismo sessuale, le caratteristiche ghiandole dietro le ascelle - Foto di Kriton Kunz (Pipidae.net)

Hymenochirus maschio - Foto di Kriton Kunz (Pipidae.net)

Hymenochirus maschio, le frecce indicano il dimorfismo sessuale, le caratteristiche ghiandole dietro le ascelle - Foto di Kriton Kunz (Pipidae.net)

Hymenochirus maschio - Foto di Dagmar Bauer (Pipidae.net)

Hymenochirus maschio, la macchia chiara dietro l'ascella indica le caratteristiche ghaindole del dimorfismo sessuale - Foto di Dagmar Bauer (Pipidae.net)

Altri segni identificativi sono che i maschi sono in genere più corti delle femmine (circa mezzo cm in meno) e più snelli; inoltre le femmine hanno un rimasuglio di "coda" più lungo.

L'Accoppiamento

Hymenochirus sp. - Amiciinsoliti.it

Hymenochirus sp. - Foto di Roberto
(Amiciinsoliti.it)

Le Hymenochirus possono mostrare comportamenti riproduttivi molto precocemente, all'età di circa 6 mesi; non hanno un periodo deifinito per la stagione degli amori, in quanto in natura vivono ai tropici, dove le condizioni climatiche rimangono più o meno costanti. Sembra che siano stimolate da consistenti cambi d'acqua e da un abbassamento della temperatura, che simulano la stagione delle piogge, ma in realtà se ben alimentate si riprodurrano spontaneamente una volta raggiunta la maturità sessuale. Quando iniziano le deposizioni, spesso verranno ripetute con intervalli variabili da qualche giorno a qualche settimana.

Solitamente, il maschio prima dell'accoppiamento chiama la femmina gracidando per qualche giorno, rimanendo sott'acqua, seduto sul fondo. Il suono che emette è una specie di lieve rumore ronzante, che si può udire se c'è abbastanza silenzio intorno. Alla sera a volte è più intenso, ma a volte può anche non sentirsi per nulla.

L'accoppiamento avviene quasi sempre al mattino, e può proseguire per 12-24 ore. La coppia si esibisce in una capriola vicino alla superficie della'cqua, durante la quale vengono rilasciate le uova.
Alimentare le rane durante l'accoppiamento non conviene, perché a volte si separano e interrompono l'accoppiamento per concentrarsi sul cibo.

La Crescita Delle Larve

Non appena rilasciate, le uova delle Hymenochirus sono scure, 1-2 mm di diametro, e fluttuano sulla superficie dell'acqua. Dopo circa 24 ore misurano già 5-7 mm di diametro. Solitamente vengono ignorate dai genitori, ma così non accade per le larve, che possono venire predate non appena schiuse. Se si desidera farle crescere è quindi necessario separarle dai genitori prima che schiudano, e siccome le uova appena deposte sono molto delicate è preferibile spostare i genitori, non appena finito l'accoppiamento.

Se tenute ad una temperatura di 23-27°C, le uova schiudono dopo 5-7 giorni.

le larve appena schiuse misurano circa 2.5 mm, sono immobili e si nutrono del sacco vitellino. Dopo circa 24 ore dalla schiusa iniziano a muoversi, e dopo altri 3-5 giorni cominciano a muoversi attivamente, alla ricerca del cibo.

Diversamente dalle Xenopus, che sono filtratrici, le larve delle Hymenochirus sono carnivore e cacciano e catturano piccole prede vive. Inizialmente devono essere ovviamente molto piccole, e possono essere costituite da parameci e infusori. Se non si ha di meglio possono andar bene mangimi liquidi come il Liquifry, che stimolano la produzione di infusori all'interno della vasca, ma sono altamente inquinanti e la percentuale di larve che crescerà sarà molto inferiore a quella che si ottiene preparando separatamente una coltura di infusori.

Dopo 7-10 giorni si può gradualmente alimentare le larve con prede più grandi, come microworms e naupli d'artemia salina appena schiusi.

I girini appena nati sono molto delicati e sensibili alla qualità dell'acqua. Sono molto importanti quindi i cambi d'acqua, ma anche molto stressanti per le larve, per cui l'ideale sarebbe disporre di un piccolo filtro che produca una corrente minima. a spugna o sottosabbia, associato a cambi d'acqua giornalieri del 5% per le prime settimane. Successivamente, mano a mano che le larve maturano, i cambi d'acqua possono diventare meno frequenti e più abbondanti, come ad esempio del 10% ogni settimana, ma non vanno mai dimenticati.

I girini delle Hymenochirus solitamente metamorfosano nella forma adulta circa 4-6 mesi dopo la schiusa. Le rane adulte diventano sessualmente mature e pronte a riprodursi a loro volta dopo circa 10-12 mesi dalla schiusa.

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti al Genere

Hymenochirus boettgeri Gold-Albino - Foto © Frank Schäfer
Zaire Dwarf Clawed Frog
Aspettativa di vita: 8 - 15 anni
Dimensioni massime: 3,5 cm

Come le Hymenochirus curtipes, anche le Hymenochirus boettgeri sono piccole ranocchiette dal colore bruno scuro, dall'aspetto esile, molto carine e simpaticissime nelle loro movenze da mimo, originarie dell'Africa centro occidentale, riprodotte in cattività da innumerevoli generazioni.

Temperatura in natura: 27 - 31°C.
Valori pH in natura: 4.8 - 6.2
Hymenochirus curtipes
Western Dwarf Clawed Frog
Aspettativa di vita: 8 - 15 anni
Dimensioni massime: 3,5 cm

Come le Hymenochirus boettgeri, anche le Hymenochirus curtipes sono piccole ranocchiette dal colore bruno scuro, dall'aspetto esile, molto carine e simpaticissime nelle loro movenze da mimo, originarie dell'Africa centro occidentale, riprodotte in cattività da innumerevoli generazioni.

Temperatura in natura: 23 - 25°C.
Valori pH in natura: 7.0 - 7.5

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.