• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
3 minuti
Letto finora

L'Acquario d'acqua dolce nel 2003

Sab, 27/Dic/2003 - 16:37
Posted in:
0 comments

Panoramica del mio acquario d'acqua dolce del 23 dicembre 2003, con scalari, rasbore e altispinosus

 

15 novembre 2003

Le piante hanno risentito molto del gran caldo di questa estate, la loro crescita si è bloccata, ed è spuntata qualche alghetta, per fortuna che adesso sembrano ripartire di muovo, anche se con una certa difficoltà, sembrano un po' "imbruttite", anche se si stanno appunto riprendendo.

Ho tolto i due tronchi che erano presenti da quando l'ho allestito, per metterne al loro posto un altro, troppo grosso per la vasca piccola, per cui l'avevo comprato (eppure in negozio sembrava così piccolo :-))
Ho tolto quindi quasi tutte le anubias che erano cresciute abbarbicate ai tronchi, anche perchè crescendo a dismisura, una sopra all'altra, avevano raccolto tanta di quella robaccia tra l'intrico delle radici, che ogni volta che cercavo di aspirarci invano con il sifone, si alzava una nuvola di sporco.
Al tronco ho legato del muschio di Giava, per vedere se cresce e se lo ricopre, dovrebe essere più facile da mantenere pulito :-)

Qui ci sono le FOTO di come mi è venuto, quando le piante recupereranno il loro pieno splendore, sarà uno spettacolo :-))))

Con tutto questo trambusto, ho scoperto che le cinque Caridina japonica che avevo inserito a giugno del 2002, più di un anno fa, e che non avevo mai più rivisto, e che avevo quindi dato per morte, sono invece vive e vegete, ed hanno stabilito la loro residenza nel filtro.
Mi sono accorta che quando do da mangiare ai pesci salgono fino sulla lana di perlon per acchiappare qualche scaglia che passa attraverso le griglie di aspirazione dall'alto (evidentemente, tra scalari e botia, dalle griglie di aspirazione in basso non fa in tempo ad arrivarci niente ).
Qui ci sono le FOTO delle caridine nel filtro.

Quando le avevo immesse nell'acquario non avevo nè scalari nè botia, li avevo inseriti in seguito, pensando che le caridine fossero ormai morte, siccome entrambi (specialmente i botia) possono considerarle dell'ottimo cibo vivo... Così ho tolto il coperchietto del filtro, perchè passi un po' di luce, e mi assicuro che ci finisca sempre un po' di mangime. Mi sono accorta però che le caridine escono ed entrano dal filtro a loro piacimento, scrutando bene riesco a vederle spesso anche tra le foglie delle piante... ho provato anche a catturarle, per portarle in un acquario più sicuro, ma non c'è stato verso...

Nell'elenco qui sotto le Caridina comunque non le troverete, nè qui nè in seguito, perchè mi sembra troppo "pericoloso" scrivere che vivono in una vasca con i botia, chi legge ed è poco accorto potrebbe pensare che tenere botia e caridine assieme sia una cosa che si "possa fare"... in realtà è una cosa DA NON FARE: i botia si nutrono in natura di crostacei, le caridina sono il loro cibo naturale, non è nè giusto nè etico farli convivere.
Non so per quale mistero le mie caridine riescano a sopravvivere, forse proprio grazie al fatto di aver trovato rifugio nel filtro; si tratta comunque di un caso fortuito, un'eccezione che conferma la regola, non mettete a repentaglio la vita di quasiasivoglia gamberetto solo per provare convivenze al limite. E tenete conto che comunque il prezzo da pagare è alto: non vedere praticamente mai i gamberetti... vanificando quindi la motivazione "principe" per cui si inseriscono creature in acquario.

Ecco quindi la popolazione attuale:

Le piante che coltivo attualmente nell'acquario sono:


01 agosto 2003

Da oggi la popolazione è cambiata, il biotopo "mondiale" purtroppo  si è ridimensionato, non c'è più l'Africa, sono rimaste Asia e America del Sud...  (FOTO)
Infatti ho comprato 4 Mikrogeophagus altispinosus, che pensavo di mettere nella vasca piccola, ma siccome invece sono molto litigiosi, ho spostato nella piccola la coppia di Pelvica, già affiatata, e ho messo i mikro in compagnia dei Botia, (solo per il momento, per loro fortuna:-))
Il bello è che i Botia, nei due giorni dei miei ripensamenti in cui sono stati in compagnia dei Pelvica, praticamente stavano sempre nascosti, mentre come ho rimpiazzato questi ultimi con i Mikro, subito sono usciti allo scoperto, facendo tranquillamente gli affari loro... vabbè che in negozio Botia e Mikro erano nella stessa vasca, ma sembravano proprio vecchi commilitoni...

Ecco quindi la popolazione attuale:

  • 5 Pterophyllum scalare
  • 4 Mikrogeophagus altispinosus
    ho letto che sono i "cugini poveri" dei ram, non è assolutamente vero: sono BELLISSIMI!!!!
    Anche questi li ho comprati ieri insieme ai Botia (ho dato via una ventina di Pelvica! :-) sono stata folgorata dalla loro bellezza e per il bordo rosso che hanno sulle pinne, ne ho presi 4 per sperare che si formi una coppia, visto che il dimorfismo sessuale è molto difficile da individuare. Una volta formata la coppia, li trasferirò nella vasca più piccola, lontano dai Botia :-)
  • un branchetto di 13 Rasbora heteromorpha
  • 5 simpaticissimi Botia macracantha
    li ho ricomprati appena ieri... dopo 6 mesi che avevo dato via i miei 4, che pensavo rompessero troppo le scatole ai Pelvica, che non si erano ancora riprodotti... mi facevano troppa mancanza, sono i pesci più simpatici e giocherelloni che abbia mai allevato!!!
  • 7 Otocinclus affinis perennemente al lavoro
  • 5 Pangio kuhlii
    anch'essi simpaticissimi, i tre nuovi che ho comprato ci hanno messo pochissimo fare amicizia con i due già presenti, ora è tutto un attorcigliamento generale!! :-))).

Le piante che coltivo attualmente nell'acquario sono:

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.