• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
4 minuti
Letto finora

Cambiare l'acqua o non cambiare l'acqua?

Gio, 02/Ott/2014 - 07:54
Posted in:
6 comments

Cambi d'acqua sì o cambi d'acqua no? E se si ogni quanto si cambia l'acqua? e quanta? Sono tra le domande che generano più confusione tra chi ha un acquario da poco, non tanto per le domande, ma per le risposte: ogni acquariofilo "scafato" a cui le farete, vi darà delle risposte diverse.

Uno degli acquari di Diana Walstad

Cambi d'acqua sì o cambi d'acqua no? E se si ogni quanto si cambia l'acqua? e quanta? Sono tra le domande che generano più confusione tra chi è agli inizi ed ha un acquario da poco, non tanto per le domande, ma per le risposte: ogni acquariofilo "scafato" a cui farete queste domande, vi darà delle risposte diverse.
Ci sono i sostenitori dei cambi d'acqua sempre e comunque, che ogni settimana cambiano religiosamente una percentuale del volume dell'acqua, chi la cambia una volta ogni due settimane, chi fa un cambio magari più massiccio una volta al mese, chi la cambia una-tantum quando gli sembra ad occhio che ce ne sia bisogno, e chi si limita a rabboccare e l'acqua non la cambia mai, considerandolo un errore imperdonabile.

E, naturalmente, ognuno è convinto che il metodo scelto sia il migliore e quello che dà i migliori risultati in termini di gestione della vasca e salute dei pesci.

Decidere chi ha torto e chi ha ragione in questo caso non è solo difficile, ma in definitiva secondo me di nessuna importanza: quello che secondo me è importante è che, cambi d'acqua o no, i pesci siano in perfetta salute.

Io sinceramente sono per i cambi d'acqua, magari non settimanali ma quindicinali o mensili sì, nessuno mi convincerà mai che si possa paragonare l'acqua che sta tra i vetri dell'acquario a quella di un fiume o di un lago, per quanto stagnante sia. E questo lo sa chi mi scrive perché i suoi pesci stanno male, la prima cosa che dico è di metterli nelle condizioni il più possibile vicine a quelle che troverebbero in natura, e quindi di cambiare l'acqua, finché stanno male, poca ma almeno una volta a settimana, per abbassare la carica batterica che secondo me si alza necessariamente in un ambiente piccolo e chiuso come un acquario.

Inoltre, sempre secondo me, non cambiare l'acqua funziona se la strategia è adottata ad hoc, per un acquario appositamente allestito e gestito, e soprattutto da chi ha abbastanza esperienza per capire se i pesci stanno bene o no, e per riuscire ad intervenire prima che sia troppo tardi in caso di problemi (che possono sorgere, beninteso, anche se la strategia adottata è quella dei cambi)... il problema è forse che molto spesso chi non ha esperienza prende superficialmente il consiglio di non cambiare l'acqua, e lo adotta come metodo per fare meno fatica nella gestione di acquari per nulla adatti, con poche piante e troppi pesci... mentre in realtà non cambiare l'acqua non significa affatto fare meno fatica, ma in un certo senso bisogna farne anche di più :)

Vi propongo a questo proposito la lettura di questo articolo di Rox su Acquariofilia Facile:

Naturalmente, il punto di vista è diametralmente opposto al mio, ma molto ben argomentato, e può chiarire le idee, in un senso o nell'altro, a chi lo legge e non ha ancora ben chiaro come vuol gestire l'acquario, perché spiega efficacemente come quella di non cambiare l'acqua sia una scelta consapevole e che implica una gestione ad hoc della vasca, e non dettata da semplice pigrizia, come la bolla chi non ha mai approfondito l'argomento.

Commenti

Ho un acquario allestito da poco, i pesci sembra stiano bene ma ho una pianta che ha le foglie che stanno diventando marroni che devo fare? la tolgo oppure devo fargli qualche trattamento? ai pesci può nuocere? Tanti compimenti per il sito e grazie

Articolo molto interessante. Personalmente uso, quale "giusta"  soluzione, la classica via di mezzo: cambio d'acqua molto parziale (15% circa) ogni 2 settimane, parlando di  una vasca da 80 litri circa. Se per pigrizia o motivi logistici arrivo a 3 settimane non succede niente. Il trucco è comunque avere un acquario molto equilibrato (pesci / piante), "maturo" e un filtro che funziona a dovere. Ci spendo 15 minuti ogni 15 giorni come manutenzione vera e propria, e sifono pochissimo il fondo; o meglio uso il tubicino per prelevare l'acqua che cambio per andare a togliere il grosso della sporcizia che vedo, come fosse un piccolo aspirapolvere. Perchè un acquario dev'essere naturale, oltre che bello, e non perfetto da vetrina e troppi interventi manutentivi possono turbare e"affaticare" un buon equilibrio naturale. Ps.: e l'acqua "sporca" la uso per innaffiare le piante!.

Io solitamente osservo continuamente i pesci del mio acquario, ed effettivamente cambio l'acqua a volte dopo 2 o anche 3 settimane, e a volte rabocco e poi sostituisco una parte, e la cosa va bene, ho acquistato un piccolo apparecchio per l'osmosi che per quello che mi da è più che sufficiente. In un'altra vasca periodicamente raccolgo dell'acqua osmotica che gira continuamente, di cui la trovo pronta all'uso .

 

Onestamente osservo molto il mio acquario da 120lt per verificare che flora e fauna stiamo bene. Sostengo che immaginarsi un habitat in perfetto equilibrio in una scatola sia una lontana utopia. Basti pensare che ogni pesce d'acqua dolce produce in media 10 volte il suo volume in urina ogni giorno, senza contare il cibo e tanto altro. Io sono uno di quelli che cambia il 10% dell'acqua ogni settimana. Il mio motto è "poca ma spesso!"

Io cambio il 50% d'acqua tutti i giorni da mesi e i pesci crescono velocissimi colorati e sani ho guppy e Black Molly.... quando Cambiago il 20% a settimana avevano problemi di crescita  non eranoai così sani e colorati

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.