• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
2 minuti
Letto finora

Pesci "a Km 0"

Lun, 14/Giu/2010 - 19:14
Posted in:
2 comments

E' un discorso che ho affrontato molte volte , ma che ribadisco ogni volta che sento qualcuno che scopre per la prima volta che i pesci che ha comprato in negozio sono stati catturati in natura, nel loro habitat naturale, e non allevati e riprodotti in cattività.

Guppy - Foto © Jerome Picard

E' un discorso che ho affrontato molte volte , ma che ribadisco ogni volta che sento qualcuno che scopre per la prima volta che i pesci che ha comprato in negozio sono stati catturati in natura, nel loro habitat naturale, e non allevati e riprodotti in cattività.

Purtroppo sono ancora troppo pochi quelli che vanno a comprare i pesci con la consapevolezza che possono trovare pesci d'allevamento e pesci di cattura, e per questo avrei una richiesta da fare ai negozianti: perchè non scriverlo, accanto al nome della specie messo davanti alla vasca, se è un "pesce d'allevamento" o se è un "pesce di cattura"?
Sarebbe una informazione in più per i clienti, un aiuto nella scelta, un aiuto anche nella scelta del negozio, perchè dimostrerebbe un'attenzione in più verso la clientela...

Sono talmente tanti i pesci che ormai sono riprodotti in cattività, che la mia speranza è che prima o poi il commercio dei pesci prelevati in natura venga proibito, per lasciare in commercio solo i pesci d'allevamento...
molto utopico, vero? :-(
Utopia per utopia, vorrei che nei negozi in futuro non ci fossero nemmeno pesci riprodotti nelle grandi farm all'estero, che per arrivere in vetrina vengono allevati e trasportati in condizioni disumane, ma che vengano commercializzati pesci allevati e riprodotti in cattività "a Km 0" cioè il più vicino possibile al luogo di vendita... da allevamenti italiani, ad esempio, ma anche da appassionati... i pesci riprodotti "in casa", cioè non in batteria, per ottenerne il maggior numero possibile, ma in modo da ottenerli il più sani e robusti possibile, dovrebbero essere comprati dai negozianti a prezzo pieno, anche di più di quanto li pagherebbero ai loro fornitori, e messi in negozio al posto d'onore, per essere rivenduti come pesci più sani e robusti, appunto, degli altri...

Invece, spesso i negozianti a chi porta loro dei pesci nati nelle proprie vasche, danno una miseria, rispetto a quello che li pagherebbero ai fornitori, o danno un "premio" irrisorio, come un barattolo di mangime in scadenza, i più tanti non danno assolutamente nulla, anzi fanno passare (e pesare) come un "favore" il fatto che li prendono, perchè hanno le vasche piene, perchè potrebbero portare malattie, ecc...

Sono pochissimi quelli che si rendono conto che chi porta pesci in negozio porta una ricchezza, e cercano di tenerselo "amico" per avere sempre pesci sani e robusti da vendere...

Commenti

Aggiungo solo alle sacrosante cose scritte che un pesce riprodotto in cattività da appassionati e magari commerciato a km 0 è adattato ai valori dell'acqua locale quindi più longevo e sottoposto a meno stress...

Noi siamo sempre state fortunate: riproducevamo guppy bellissimi, erano grandi, sani, robusti, e i negozianti ce li pagavano di più perchè li vendevano subito e non gli morivano praticamente mai in negozio... e ogni volta che andavamo a comprare pesci/piante/mangimi ci chiedevano quando avremmo portato il prossimo sacchetto di guppy e raramente ci chiedevano un pagamento monetario! Ho scambiato per anni i nostri guppiny con tutto quel che ci occorreva (compreso un axolotl e i due ancistrus albini che ho desiderato per tutta la vita!) e ci abbiamo anche guadagnato! Quindi battito di mani ai tre/quattro onestissimi negozianti che conosco nella piana di Gioia Tauro (specie a uno di Palmi ;)), appassionati davvero di acquariofilia e quantomai desiderosi di fare anche buoni affari!

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.