• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
19 minuti
Letto finora

Le Neritine e le altre lumache d'acqua dolce: l'esperienza di Tommaso Padula

Sab, 03/Gen/2009 - 13:15
Posted in:
0 comments

...confronto tra varie lumache d'acqua dolce come "mangiatrici di alghe"

Neritina sp.

Tommaso Padula è un acquariofilo appassionato delle lumache acquatiche, in particolare è affascinato dalla loro abilità nel mangiare le alghe :-); ha scritto anche un articolo con bellissime foto su Acquaportal: "Ampullarie: l’ospite ideale per un neofita degli acquari". Già che ci siamo, vi metto anche il link al suo sito personale :-)

Ci siamo scambiati parecchi messaggi, nel frattempo che lui testava sia pesci che invertebrati nella loro abilità di "mangia alghe", nei quali ha esposto in che modo verificava la loro efficenza. Sia i risultati che il suo metodo sono molto interessanti; non mi sono sentita di fare un riassunto, per cui ve li metto qui sotto integralmente, ho tagliato solo i saluti e i convenevoli :-)


Tommaso Padula (30 ott 2004)
Nelle mie vasche ho un leggero sovrannumero (non invasione per fortuna) di lumache del tipo limnea (piccole e nere :) ).
Ora, dopo aver navigato per la rete,  sto pensando di inserire dei Dario dario per risolvere il problema, ma sono preoccupato di una possibile difficile convivenza con le caridine japonica e con le red crystal.
Volevo chiederti se  i Dario attaccano le caridina Japonica o le caridine tipo le red crystal (http://www.japan-net.ne.jp/next/red/red*e.html)
biggia
I Dario dario sono molto piccoli e forse potrebbero lasciare in pace le caridina (naturalmente però si mangerebbero uova/larve di caridina se si riproducessero in vasca)
Purtroppo però non te lo posso confermare con sicurezza, un margine di rischio c'è sempre... Il problema è che le caridine hanno un momento in cui sono particolarmente vulnerabili, quando cioè fanno la muta, e se i Dario le scovassero nel momento in cui l'hanno appena fatta potrebbero provocare seri danni...
Ho testimonianze del fatto che i Badis badis, parenti stretti del Dario ma dalle dimensioni maggiori, attaccano e divorano le caridine riuscendo a scovarle proprio in quel periodo (sia Badis che Dario sono pesci carnivori e molto predatori).
Se vuoi provare ad inserirli, devi inoltre tener presente che sono pesci che difficilmente accettano cibo secco, soltanto a volte cibo congelato, per cui dovrai attrezzarti con cibo vivo se li vuoi allevare (una volta finite le lumache, potrebbero avere seri problemi d'alimentazione).
Tommaso Padula (31 ott 2004)
Visto che ci sono volevo anche qualche informazioni sulle neritine. Le ho viste ieri dal mio negoziante di fiducia, e mi hanno incuriosito.
Io ho al momento una vasca dedicata solo alle ampullarie (pomacee) e queste pur se degli ottimi spazzini inquinano troppo per la mia vasca olandese (con nitrati a zero). Ora volevo sapere se pure le neritine erano molto inquinanti oppure più "discrete" rispetto alle ampullarie.
Le neritine potrebbero diventare degli ottimi sostituti degli otocinclus (ottimo pesce ma dalla vita massima di circa un anno).
biggia
le neritine sono le mangiatrici di alghe più efficienti che io conosca :-)
Le ho viste far sparire completamente anche le famigerate alghe nere a pennello, che qualsiasi altro pesce o lumaca alghivori non degnano nemmeno di uno sguardo :-)
Io ne ho 5 in una vasca da 45 litri circa, e il loro apporto inquinante non è apprezzabile; inoltre preferiscono produrre gli escrementi all'asciutto, sul coperchio della vasca, per cui basta una passata di straccio ogni tanto per eliminarli, senza che finiscano in acqua...
Oltretutto non ho notizie di riproduzioni avvenute in acquario, per cui non moltiplicandosi come le altre lumache, anche l'inquinamento che producono è molto ridotto.
Tommaso Padula (31 ott 2004)
dopo le tue ottime risposte ho preso le seguenti decisioni.
Comprerò tutte le neritine che ha il mio negoziante :) e invece eviterò l'acquisto del Dario Dario. Anche se è un bellissimo pesce, non ho una tale invasione di lumache da dover inserire quel pesce che ha esigenze alimentari particolari oltre che rischioso da far convivere con le caridine. Penso, che per me, il migliore metodo rimanga una pizzetta lunga con cui rimuoverle dall'acquario. Infatti non credo di averne più di un centinaio per vasca.
biggia
> eviterò l'acquisto del Dario Dario. Anche se è un bellissimo pesce
penso anch'io che sia la soluzione migliore :-)
I pesci vanno presi solo se si è disposti ad adeguarsi a loro, non si può pretendere che siano loro ad adeguarsi a noi e al nostro acquario... :-)
Le lumache poi sono tanto carucce, io non credo che facciano danni, poi la popolazione dovrebbe regolarsi da sola, in base alla disponibilità di cibo, per cui è difficile diventino un numero insostenibile per l'acquario :-)
Comunque ho già sentito dire da qualcuno che anche le caridine si mangiano le lumache, non so però se lo fanno solo quando particolarmente affamate :-)
Tommaso Padula (01 nov 2004)
Un'ultima informazione. Visto che le neritina riescono a mangiare (grazie alla loro bocca) anche le alghe che si formano sulle anubias (che sono le più resistenti), non è che mi mangiano tutto il "muschio di giava" che ho nell'acquario?
Che esperienza hai con le neritina e il muschio di java?
biggia
Ciao, la mia esperienza è positiva, nel senso che nella vasca con le 5 neritine c'è un sacco di muschio di Giava :-)
Tutti i tronchi ne sono ormai ricoperti, e lo devo potare spesso perchè si formano dei matassoni enormi :-)
Tommaso Padula (02 nov 2004)
Ho comprato le 5 neritine che erano rimaste dal mio negoziante di fiducia.
Le ho inserite in vasca e ne ho testato (stasera con più calma ti spiego come) la loro capacità di mangia alghe: IMPRESSIONANTE, mai visto una cosa simile eppure ho avuto tantissimi mangia alghe comprese le ampullariae (pomacee) eppure credevo che nessuno animale superasse i gamberi. Invece le neritine sono eccezionali, tanto che se mangiano le alghe così velocemente come hanno fatto in queste 3 ore, mi sa che in vasca i gamberi e gli otocinclus dovrò nutrirli a pastiglie di spirulina :)
biggia
:-) che ti avevo detto? :-)
Nessuno mangia le alghe come loro :-)
Nel mio sito avevo buttato giù una descrizione generale, mi interessava soprattutto il discorso riproduzione, capire come mai non si riesce a riprodurle in acquario... ma non ho mica capito :-)
Come ho scritto nel sito, avevo anche provato (una volta sola in verità) a mettere le uova  in acqua salmastra, ma non aveva funzionato...
Per il nome, per carità, lasciamole quello che hanno :-)
Se vuoi scrivere la tua esperienza comunque mi farebbe molto piacere poterla pubblicare nel sito...
e se ti va di sperimentare un po' sulla riproduzione, tanto meglio :-)
Se riuscissi a riprodurle, allora sì che potresti cambiargli nome :-)
Tommaso Padula (10 nov 2004)
Riguardo alla riproduzione navigando un po' in rete ho "letto" che tutte le lumache del genere neritine (50 di specie tutte con colori e forme splendide) in acqua dolce producono uova sterili.
Infatti tutte tendono a recarsi (oppure cambia in maniera naturale, tipo livello dell'acqua che diminuisce, salinità che cresce) in acque salmastre nel periodo riproduttivo. Quindi non è sufficiente mettere le uova in acqua salmastra, ma bisogna mettere le lumache prima dell'accoppiamento.
L'informazione che ti volevo chiedere è la seguente:
"2 mie neritine circa 2 giorni fa si sono chiuse e non si ancora riaperte per muoversi o mangiare. Le ho tirate fuori dall'acqua e i l'opercolo di chiusura sembra ben saldo. E' normale questo comportamento?" Non avendole mai avute non so come comportarmi. Con le ampullarie un periodo di inattività superiore alle 24 ore significava gravi problemi, ma ora mi sembrerebbe strano, visto che tutti gli ospiti dell'acquario sono vivaci e le altre 2 neritine continuano a mangiare alghe.
biggia
non mi è mai capitato di vedere immobili le mie, e francamente non mi sembra un buon segno...
Hai fatto l'ambientamento a poco a poco? Però se l'opercolo è saldo... Hai provato a sentire se puzzano? Mi hanno detto che è il modo più sicuro per capire se sono morte.
Interessante il fatto che producano uova sterili in acqua dolce: ti ricordi mica il sito dove l'hai letto. che magari lo linko nel mio sito?
Praticamente andrebbero allevate in acqua salmastra, invece che dolce...
Tommaso Padula (11 nov 2004)
> Hai fatto l'ambientamento a poco a poco?
Si, ed erano super attive da alcuni giorni mangiando come delle porcelle, poi due le ho viste chiudersi e, da più di 48 sono chiuse. Boh!
> Hai provato a sentire se puzzano? Mi hanno detto che è il modo più sicuro per capire se sono morte.
Domani le tiro fuori dall'acquario e annuso :)
> Interessante il fatto che producano uova sterili in acqua dolce: ti ricordi mica il sito dove l'hai letto. che magari lo linko nel mio sito?
Ho presente il sito, ma non mi ricordo il link. Lo cerco, e l'invio.
Cmq il mio test sulle neritina è stato fatto posizionado la prima su una pietra (una volta bianca) piena si alghe. Dopo un ora la roccia sembrava essere stata pulita con la varichina. Era di nuovo bianca mostruoso :) . Sono molto preoccupato di cosa possa averle fatto male.
Io nell'acquario anche un tronco in resina. Non ha mai dato nessun problema ad alcun animale. Ampullaria, Otocinclus, Caridine varie... Può essere quello?
A proposito qual è la vita media della tue neritine? Dopo quanto tempo ti sono morte?
biggia
non mi viene in mente nulla su cosa possa essere successo...
il tronco di resina se non dà problemi agli altri  non dovrebbe darne neanche a loro, e non ho mai sentito nessuno riscontrare qualche morte "strana" dopo averli utilizzati...
Per la vita media, le più vecchie sono con me da due anni, non me ne sono ancora morte, tranne una che è "evasa" dall'acquario probabilmente mentre facevo il cambio d'acqua, e l'ho trovata parecchi giorni dopo, purtroppo già morta... L'acquario è chiuso e ha dei fori troppo piccoli per il loro guscio, per questo penso di non essere stata abbastanza attenta durante il cambio, quando lo sollevo... :-(
Quando le ho prese erano molto più piccole, delle dimensioni diciamo di una biglia di vetro, quelle da bambini, adesso sono più o meno come un grosso chicco d'uva, hanno praticamente raddoppiato il diametro... e penso che nella mia acqua crescano più lentamente del normale, perchè ho l'acqua parecchio tenera.
Tommaso Padula (11 nov 2004)
Oggi le ho tirate fuori dall'acqua e non puzzavano.
Cmq se muoiono penso che la causa sia la loro manutenzione pre-acquisto.
Purtroppo molto spesso le lumache (l'ho visto anche con le ampullariae) vengono li lasciate in una vasca come se non avessero bisogno di nulla.
Invece se non sono in una vasca ricca di vegetazione hanno bisogno di essere alimentate spesso.
Vedo cosa accade nei prossimi giorni. A genova si trovano facilmente nei negozi di acquari?
Il sospetto del tronco mi era venuto perchè l'avevano brucato benissimo fino a farlo tornare del colore marrone del giorno d'acquisto. Speriamo che tutto vada bene o che capisca il problema non ho mai trovato un mangiatore di alghe come le neritine.
Riguardo al sito che mi chiedevi, ho ritrovato questo:
http://www6.ocn.ne.jp/~chamber/creature_en.html E' un sito scritto in inglese da un ragazzo giapponese. Parla della Clithon Corona della famiglia delle Neritine, che viene anche usata molto da Amano per le alghe. Dice che per riprodurle è necessaria l'acqua salata.
Cmq cerco anche il sito (francese se mi ricordo bene) dove parlava della sterilità delle uova.
Tommaso Padula (12 nov 2004)
descrivo alcune considerazioni sull'uso delle neritine come "mangia-alghe" basandomi sulla mia esperienza in questi giorni, effettuata anche grazie ai tuoi ottimi consigli. Sperando di recarti alcun disturbo.
Ho provato in questi mesi (essendomi appassionato di acquari olandesi) vari mangia-alghe.
In assoluto devo ammettere che le neritine sono le migliori. Nessun altro animale era capace di ripulire a fondo una superficie con inizialmente attaccata delle alghe.
Altri mangia alghe note eliminavano si le alghe ma sui tronchi, rocce, e alcune piante rimaneva sempre una lieve patina (magari a punti) che faceva notare un attacco dal parte delle alghe.
Inoltre nessun mangia-alghe era capace di ripulire le anubias, le quali avendo foglie che durano anche alcuni anni erano destinata ad essere prima o poi aggredite dalle alghe. Le neritine hanno fatto tornare nuove le mie piante. Le radici delle anubias poggiate sulle foglie erano nere a causa delle alghe (che si ridotte ai minimi termini dagli altri mangia-alghe ma non eliminate).
Quindi considero le neritine in assoluto i migliori mangia-alghe esistenti, spero che si diffondano maggiormente così non rendere difficile il loro reperimento.
Ora passo agli altri 3 mangia alghe provati:
1. Otocinclus: ottimo pulitore solo di un tipo di alghe. Le diatomee (si scrive così?) quelle alghe marroni che compaiono appena avvii un acquario oppure quando in primavera (a causa dello scioglimento dei ghiacciai) anche l'acqua di osmosi è ricca di silicati.
Utile ma non indispensabile. Inoltre i miei esemplari dopo circa un anno muoiono sempre. Vita molto breve. Escluse le alghe marroni sulle altre alghe, non mi sembrano particolarmente capaci. I miei 6 otocinclus in questi 2 mesi brucavano anche tutti insieme per ore una foglia di anubias con una riduzione minima delle alghe. La stessa foglia (ho scattato le foto che penso di mettere su un sito) dopo 2 giorni di "trattamento neritina" era verde smeraldo.
2. Caridina japonica (gambero di Amano): grande mangiatore di alghe, ottimo per non far crescere le alghe molto, ma:
a) non riesce a sradicarle completamente come le neritina. Inoltre è quasi inefficace sulle alghe che si formano sulle anubias.
b) La sua capacità di distruttore di alghe si verifica in acquario solo se vi sono moltissimi esemplari. Ho notato che sono necessari almeno 10 gamberi ogni 30 litri affinchè le caridina japonica abbiano veramente effetto.
Quindi ad un prezzo medio di 3,50 euro a gambero per una vasca di 60 litri , 20 gamberi sono ben 70 euro (una mazzata assurda). Infatti ogni volta che compravo le caridina per le mie vasche avevo un infarto. :(
Altra nota positiva sono molto resistenti. Nel mio primo branco di 10 caridine japonica dopo 2 anni sono tutte vive.
Conclusione: un po' sopravvalutato come mangia alghe e soprattutto molto costoso.
3. Neritina decisamente perfette. Ho notato che non mi toccano il muschio di java e neppure la cladofora (un'alga pregiata dalla forma di sasso), a differenza delle caridine che ne sono ghiotte. Unico difetto al momento, un'enorme difficoltà a procurarsene. Oggi ho telefonato a tutti i negozi di acquari di Milano nessuno ne aveva. Il mio negoziante di fiducia mi ha detto che gli arrivano ogni tanto a caso.
4. Ancistrus.
Pro: Resistentissimo. Anche bello nella sua maestosità. Ottimo con le alghe anche se non al livello delle neritine.
Contro: Diventa molto grande non solo per la lunghezza, ma proprio per il corpo. Inoltre avendo bisogno di nascondersi durante le ore di luce, bisogna fornirgli ampi rifugi (tipo noci di cocco) che occupano molto spazio nelle vasche. Inquina molto, poichè defeca in continuazione. Quando cresce tende a danneggiare molte piante, in particolare l'echinodorus.
Volevo sapere un tuo parere su queste mie considerazioni. Ora l'unico mangia alghe che mi rimane da provare è Crossocheilus siamensis (quello vero è difficile da trovare. Dicono che sia fenomenale. Vediamo un po'. Tu hai mai avuto esperienza con questo pesce?
biggia
direi che condivido appieno le tue osservazioni, l'unica considerazione che ho da fare è sugli otocinclus, che ho nella vasca grande dove non posso mettere le neritine per via dei Botia, non mangiano le alghe nere sulle anubias, ma quelle verdi le mangiano voracemente, li avevo messi perchè dopo aver tolto le neritine per inserire i botia le cryptocoryne e i legni si erano ricoperti di una patina di alghe verdi, e loro l'hanno fatta sparire dappertutto.
I Crossocheilus veri li ho avuti nel primo acquario che avevo, e mangiano solo alcuni tipi di alga, quelle verdi "pelose" e quelle filamentose, non hanno la classica grande bocca a ventosa dei pesci "pulitori" per cui di pulire le anubias non se ne parlava nemmeno. Sono però utili perchè "razzolando" sulle foglie di continuo mangiano le alghe appena si formano, per cui non si formano tutti quei ciuffetti neri e resistenti.
Il loro grande difetto è che crescono (arrivano a 15 cm. di lunghezza), dopo aver assaggiato il mangime in genere delle alghe non ne vogliono più sapere, e sono anche dei pesci molto vivaci ed "agitati", che rompono le scatole facilmente agli altri pesci. Al momento del pasto poi son dolori: mangiano tutto loro e se ci sono pesci un po' più tranquilli rischiano di non mangiare abbastanza. Insomma, io nonostante la loro fama non li consiglio a nessuno :-)
Tommaso Padula (24 dic 2004)
volevo farti rilevare che mie neritine zebra hanno cominciato (e di brutto :( ) ad attaccare le piante. Ti è mai capitato?
Forse ho esagerato io inserendone 20 in 60 litri. Staranno patendo la fame visto che non vi è più un alga nell'acquario.
biggia
non mi è mai capitato che le neritina mangiassero le piante, addirittura non hanno mangiano nemmeno le foglie di insalata che avevo fornito loro, temendo che trovassero poche alghe...
Conosco molte persone che le allevano, e tu sei il primo in assoluto che mi dice così... mi hai fatto crollare un mito :-((
Probabilmente è proprio perchè ne hai messo così tante in un acquario piccolo... Era opinione di qualcuno tuttavia che le neritine senza alghe si lasciassero morire di fame piuttosto che mangiare le piante, ma evidentemente la fame è fame e l'istinto di sopravvivenza ha prevalso :-)
Tommaso Padula (09 apr 2005)
Ho visto che ha realizzato un acquario di acqua salmastra. Fammi sapere se riesci a riprodurre le neritine. In caso, mi monto anch'io un acquario d'acqua salmastra :) .
Inoltre come ti trovi con le neocaridina denticulata (io ne ho avute un po' ma le mie japonica le hanno sterminate).
Inoltre ho notato che quando si hanno molte caridine (30 in 60 litri) queste diventano aggressive. Le mie hanno aggredito a gruppi 6-8 delle neritine mettendosi a lavorare in gruppo per rodere piccole parti dell'opercolo fino ad farle morire e poi mangiarsele.
Un lavoro che poteva durare anche 7-10 giorni. Le attaccavano quando erano sui vetri. Queste venivano disturbate e cadevano sul fondo rivoltate e li iniziava lo sfiancamento :(
Inoltre ho visto le mie caridine attaccare dei propri simili appena usciti dalla muta e divorarseli insieme in pochi secondi. MOSTRUOSO - CATTIVISSIME.
Infine ho una nuova lumachina, mi sembra efficace come la neritina ed è bellissima pure lei.
Si chiama: SEPTARIA PORCELLANA
biggia
purtroppo, anche se è ormai qualche mese che sto gradatamente aumentando la salinità dell'acqua (ora sono a 1006) non ho assistito a nessuna nascita di neritina... anzi, ti dirò di più... non so se è perchè si devono ancora ambientare o cosa, ma mentre prima, in acqua dolce, mi tappezzavano gli arredi della vasca di uova, ora non ne fanno neanche più... :-(
Mah, spero che riprendano...
bella la porcellana :-) è un po' diversa dalle altre...
Per quanto riguarda le caridine,  ho 6 japonica e 6 denticulata, e convivono pacificamente... le japonica sono molto più agitate e "aggressive" delle denticulata, oltre che molto più grandi, però si stuzzicano tra di loro e lasciano in pace le rosse. Sono anche molto "fameliche" quando do' loro da mangiare si avventano sul cibo ferocemente, anche se gliene do' parecchio e a volte lo avanzano anche, segno che non è che fanno così perchè
le tengo a stecchetto :-)
Comunque ho già sentito esperienze come la tua, evidentemente in gruppo si sentono più forti e diventano ancora più aggressive...
Tommaso Padula (29 apr 2005)
come sai sto facendo un po' di esperimenti con i mangia-alghe.
Volevo sapere se avevi mai provato a mettere una Pomacea in una vasca piantumata e che risultati avevi avuto.
Sono in dubbio se sperimentare anche l'ampullaria.
Dei mie vari esperimenti utilizzando un Mirabello, che viene di volta in volta infestato di alghe, ho ottenuto vari risultati che sto mettendo in una tabella.
Al momento la mia coppia ideale è ancistrus e neritine. Sono ancora indeciso sulle caridina japonica, ho risultati contrastanti.
biggia
> Volevo sapere se avevi mai provato a mettere una Pomacea in una vasca piantumata e che risultati avevi avuto.
purtroppo di pomacee ne esistono di molte specie, alcune
mangiano le piante, alcune no... Mio fratello ha due pomacee gialle nel suo acquario piantumato, e non gli hanno mai toccato nessuna pianta; io ne avevo comprato due che sembravano identiche, ma che mi hanno raso al suolo persino le anubias, che hanno le foglie che più coriacee non si può...
Avevo poi trovato questo articolo
invertebrati_lumache_ampullaria che spiega come distinguere le varie specie: a quanto pare la Pomacea bridgesii è l'unica che non tocca le piante.
Tommaso Padula (18 mag 2005)
come ben sai sto facendo la mia tabellina sui mangia alghe. Ho testato pure le Clithon brevispina e le Ampullariae (ora Pomacee). Delle prime ne ho circa 30 in un vasca di 60 litri :P Sono piccolissime.
Ora mi è stato riferito che le Neritine non mangiano le alghe filamentose. Nelle mie vasche ho avuto (volutamente e non) tutti i tipi schifezze di alghe, ma non le filamentose. Mi lascia, però, perplesso che le neritine, che mi hanno ripulito un termometro che era l'allevamento delle alghe nere a pennello insieme ad un tronco di 15 cm, schifino quelle filamentose. Volevo sapere se tu sapevi dirmi
qualcosa al riguardo.
Nel frattempo continua il "mistero delle caridine". A me non mangiano quasi nessuna alga, dicono che Amano abbia solo alghe filamentose e tante, ma come fa? Ha un fertilizzante speciale per alghe filamentose :)
biggia
> ne ho circa 30 in un vasca di 60 litri :P Sono piccolissime.
urca! e c'è da mangiare per tutte? :-)
> Ora mi è stato riferito che le Neritine non mangiano le alghe filamentose
mah, io non l'ho mai sentito dire, ma ti dirò che anch'io alghe filamentose non ne ho mai avute, forse un motivo ci sarà :-)
In realtà adesso ho qualche filamentosa nella vasca grande, da quando ho tolto le neritine, spostate nella vasca piccola, per mettere i Botia, ma non posso rimetterle perchè i botia me le spolperebbero in un attimo...
> dicono che Amano abbia solo alghe filamentose e tante, ma come fa? Ha un fertilizzante speciale per alghe filamentose :)
bisognerebbe provare qualcuno dei suoi preziosi fertilizzanti :-)
Qualcuno dice che usare i fertilizzanti Dennerle provoca la crescita delle filamentose, se si abbonda troppo con le dosi, ma non so niente di sicuro...
Tommaso Padula (05 giu 2005)
Gusci di Neritine morte - Foto di Tommaso Padula
come stanno le tue neritine? Delle mie 20, molte sono  morte, come vedi. Tutte nella stessa maniera. Le trovavo girate, e se  le toccavo reagivano ancora. Le giravo. Non si muovevano si  chiudevano ermeticamente per molti giorni, finchè non morivano. 
Sospetto che le caridina anche loro una ventina le ferivano a morte  con le loro chele.
Cmq verificherò fra 2 anni quando non avrò più così tante caridine.
Altra ipotesi la forte fertilizzazione con CO2 che loro forse soffrono? Oppure qualche fertilizzante. Mah mistero, chiedo delucidazioni.
Cmq nella mia vasca non si intravede neanche una limnea. Quindi  qualcosa non permette la crescita delle lumache.
Non i pesci sono dei cardinali :P
biggia
le mie neritine stanno benissimo, facendo le corna :-) e crescono a vista d'occhio :-)
Non capisco neanch'io come possano essere morte così in tante, ma il fatto che neanche le limnea riescano a sopravvivere forse indica proprio che c'è
qualcosa che disturba le lumache... Ma non saprei cosa... facendo delle ipotesi così, campate in aria, potrei dirti:
- sei sicuro che ci sia da mangiare per tutte, e non soffrano la fame?
- la co2 non è indicata in genere per gli acquari con lumache, perchè il loro guscio, di calcio, si rovina e le lumache muoiono a poco a poco... però dalla foto le tue hanno tutte il guscio intatto, e non so se la co2 può dar loro fastidio anche se non mostrano segni esterni... nel mio acquario grande, con co2 e pH a 6-6,5 le Melanoides tubercolata hanno sempre prosperato senza problemi :-)
- i fertilizzanti sono prodotti che se usati in dosi eccessive possono danneggiare lumache e invertebrati, ma in questo caso a risentirne dovrebbero essere anche caridine e pesci, cosa che non accade...
- la caridine non so... so per certo che possono mangiarsi estraendole dal guscio a viva forza, lavorando con le chele in gruppo, lumachine piccole come planorbis e melanoides, ma le neritine sono delle signore lumache, e a meno che non siano veramente piccole non credo che possano riuscire a danneggiarle... io anche ho insieme neritine e grandi caridine , ma non gli è mai successo niente... Poi se hai visto che il corpo rimaneva nel guscio, allora non se le mangiavano le caridine...
- le hai comprate tutte nello stesso negozio? di neritine ne esistono varie specie, dal disegno del guscio molto simile, alcune sono d'acqua salmastra e si adattano a vivere in acqua dolce, altre sono marine e potrebbero avere difficoltà... però questo non si concilia con il fatto che anche le altre lumache non sopravvivono...
- acqua tenera e acida in genere sono consigliate per debellare le infestazioni di lumache, i tuoi valori sono così?
- boh! :-)
Tommaso Padula (29 ago 2005)
Ancora esperimenti sulle neritine. Aggiornamento con tabellina e molte cose interessanti.
Allora nei 3 mesi che non ci siamo sentiti ... ho cercato di risolvere il problema della moria di moltissime neritine in una mia vasca.
Penso di essere vicino alla soluzione, attraverso questo metodo di analisi.
Le possibili cause di morte che avevamo valutato erano:
1. L'acqua troppo acida
2. La presenza di molte caridine
3. Altri fattori non determinati :)
Allora per cercare di venirne a capo (ricordati che in 15 giorni mi morirono qualcosa come 20 neritine) ho trasferito le ultime due neritine in una vasca che per acqua e condizioni fosse molto ostile, ma dove non c'erano altri animali.
La vasca aveva un ph 5,5-6,5, nitrati sopra i 50mg/l e senza alcuna refrigerazione. Luce 10 ore per lo sviluppo delle alghe.
Bene in questi 3 mesi tutte e due sono sopravvissute, nonostante l'acqua in alcuni giorni abbia toccato in 33-34 gradi.
Quindi il problema dell'acqua della vasca ADA con un ph 6,8-7,0 e nitrati sotto i 20mg/l è da escludere.
Ora a causa della calura estiva di Milano, come ogni anno mi muoiono le caridina japonica che pensavo le prime responsabili della morte delle neritine.
Allora ne ho approfittato per mettere in vasca una delle neritine rimaste.
Conclusione dopo 24 ore era morta. Stesso fenomeno. La trovavo girata a terra (erano passate 2-3 ore dall'introduzione)  si è chiusa e non si è riaperta. Dopo la morte l'ho sgusciata e ho trovato che come le altre neritine morte parte del loro corpo risultava pizzicato. Quindi la morte sembra da attribuirsi ad un'emorragia interna.
I responsabili?
Escludendo i cardinali :)
Possono essere solo due:
1. I Nematobrycon palmeri ne ho 6, tra cui 3 maschi molto grandi
2. Un ancistrus maschio.
Per verificare la cosa ho inserito in vasca una mia ampullaria azzurra (bellissima) che è molto tosta e se viene colpita si sente il rumore. Insomma facile da osservare.
Il risultato che sia il Nematobrycon che l'Ancistrus gli hanno azzeccato nei morsi. Buffa la tecnica dell'ancistrus, la disturba fino a non farla cadere e poi prima che si chiuda cerca di rosicchiarla. Al momento l'ampullaria è parecchio stressata tanto da muoversi sempre vicino alla superficie e non sta mangiando (cosa strana considerando il loro appetito) mostrando di non gradire l'ambiente. Oggi penso di rimuoverla e metterla nella sua vasca originaria.
Ora ho un problema per verificare: chi è l'assassino. Dovrei aspettare la morte di una delle due specie, ma visto che sono animali che vivono in cattività anche 10 anni... mi sa che la cosa sia complessa. Restituirli al negoziante? Buttando via soldi?
Sinceramente mi dispiace perchè sia l'ancistrus albino che i tetra imperatore sono bellissimi, ma le neritine sono il mio mangia alghe preferito.
A proposito di Neritine.... Oliver Knott le sta usando nei suoi acquari. Per l'ADA contest 2005 ha messo solo neritine nel suo acquario. In rete molti cominciano a parlare delle lumache di Oliver Knott (Oliver Knott's snails) così almeno le cita Tom Barr, che dichiara quest'ultima come la più grande scoperta dell'acquariologia in fatto di alghe. Il problema che tu le hai scoperte ben 2 anni prima dell'annuncio di Oliver Knott!!! Devi far valere la tua priorità almeno in rete. Visto che anch'io le ho scoperte prima di Knott :)
Il sito di Oliver Knott è www.plantella.com
Infine volevo sapere come stavano le tue neocaridina denticulata. Si sono riprodotte? Le mie si in un vasca, inoltre ho notato che sono stati capaci di mangiarsi anche dei cianobatteri in una vasca. Cosa molto interessante.
Riguardo alla mia tabellina su mangia alghe la situazione è la seguente.
Animali testati sono:
1. Neritine
2. Clithon brevispina
3. Septaria Porcellana
4. Ampullaria (var bridgesii)
5. Caridina Japonica
6. Caridina serrata ( var. Red Crystal)
7. Neocaridina Denticulata (detta Red Cherry)
8. Otocinclus
9. Ancistrus
10. Crossocheilus siamensis
Al momento la mia valutazione è la seguente:
Ottimo
Neritina natalensis (risultato definitivo dopo 60 test)
Ancistrus (ma voglio fare altri test)
otocinclus (ma voglio fare altri test)
Ampullaria (ma voglio fare altri test)
Buono
Septaria Porcellana (ma voglio fare altri test)
Clithon brevispina (ma voglio fare altri test sempre se riesco a trovare altri esemplari)
Neocaridina Denticulata (detta Red Cherry)  (ma voglio fare altri test)
Insufficiente
Caridina japonica (altri test)
Caridina serrata (risultato definitivo dopo 60 test)
Crossocheilus siamensis (risultato definitivo dopo 60 test)
Puoi utilizzare questa tabellina se vuoi ma avvisando che è provvisoria. Inoltre mancano le annotazioni con gli anetodi.
Il test che effettuo è così:
Prendo una vasca di 30 litri (ormai ne ho 3 disposte a questo scopo), ci metto dentro un anubias (facile ad infestazione algale) e un tronco. Ci faccio crescere tutte le porcherie possibili grazie tanta luce, acqua di rubinetto dura ricca di Nitrati e Silicati. Inserisco gli esemplari della specie scelta e dopo una settimana vedo il risultato.
Se la riduzione algale è forte o le alghe sono scomparse (si è verificato solo con le neritine) il voto è ottimo.
Se la riduzione algale si è verificata ma non è apprezzabile ad occhio umano il voto è buono
Se la riduzione algale non si è verificata e anzi le alghe sono cresciute più di quelle consumate dal mangia alghe il voto è insufficiente.
E' necessario fare più test perchè per molte specie il comportamento dei singoli esemplari non è uniforme. Cosa molto ampia nel caso delle Ampullarie, Caridina Japonica e Crossocheilus Siamensis. Inoltre non crescono sempre le stesse alghe e con la stessa velocità.
Al momento mi sento di poter metter la mano sul fuoco solo sulle Neritine
e di poter scartare con tranquillità le caridina serrata e i siamensis. Molto buone sembrano le Ampullarie anche se in una vasca piantumata è come mettere un elefante in un negozio di cristalli :). Ne spezzano parecchie e ne stradicano alcune.
Tommaso Padula (12 set 2005)
Le mie neritine vanno bene nel senso che ho scoperto il killer: Nematobrycon palmeri.
Ho scambiato i miei Nematobrycon Palmeri con  dei Cardinali (specie già presente in vasca) e ho inserito una neritina, e dopo una settimana non è morta.
Considera che prima dopo 24 ore la trovavo morta.
L'ancistrus albino non la disturba. Quindi penso che prima l'attaccava solo dopo le ferite inferte dai Nematobrycon.
Penso di completare i test fra 1-2 mesi con tutti i dettagli.

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti al Genere

Neritina zebra © fra2283

Aspettativa di vita: 3 - 6 anni
Dimensioni massime: 2 - 3 cm di diametro

Le lumache del genere Neritina sono molto difficili da distinguere tra loro, e sono tra le poche lumache ricercate dagli acquariofili :) perché mangiano tutti i tipi di alga, e perché non diventano infestanti, anzi in acquario le uova anche se deposte non schiudono...

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.