• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Procambarus clarkii

(Girard 1852)

Chiamato anche 'gambero killer' per la sua aggressività e voracità, grazie alle sue straordinarie capacità di sopravvivenza si è diffuso in tutto il mondo, ed è molto diffuso anche in acquario, anche se ovviamente non è adatto ai comuni acquari di comunità.

Procambarus clarkii - Foto © mauri.carpfishing

nome comune
Gambero Rosso della Louisiana
dimensioni massime in natura
12 cm TL

Malgrado sia frequentemente reperibile in commercio, questo bel gambero non è evidentemente adatto alla maggioranza degli acquari domestici, bensì a vasche speciali con poche piante robuste e arredamento spartano che offra però adeguati nascondigli. Preferisce un’acqua piuttosto dura e alcalina, sopporta valori di temperatura compresi tra 10 e 30° C. Sconsigliabile associarlo ai pesci, se non di taglia davvero imponente. La vasca dev’essere ben chiusa perché evade facilmente.

La sua incredibile adattabilità alle più disparate condizioni ambientali gli hanno consentito di colonizzare non solo i corsi d’acqua principali, ma anche terreni agricoli ad inondazione periodica, canali di bonifica, fossati di campagna. In questi ambienti la sua presenza ha causato drammatici cambiamenti in flora e fauna autoctone, ma anche danni alle sponde e agli argini a causa dello scavo di tane e gallerie

Il declino delle specie native europee di gambero d’acqua dolce è stato fortemente influenzato dalla comparsa di Procambarus clarkii, sia perchè sono in competizione diretta per spazi e risorse (e i clarkii sono molto più aggressivi e combattivi), sia attraverso la trasmissione della peste del gambero (Aphanomyces astaci), malattia di cui i Procambarus clarkii sono portatori sani, ma che non lascia scampo alle nostre specie. Queste caratteristiche gli hanno valso il nome di “gambero killer” con il quale è noto nelle regioni centro-settentrionali d'Italia, dove la sua espansione è cominciata soprattutto a partire dagli anni '90, partendo da un allevamento in Toscana nel lago di Massaciuccoli, come documentato dalla studiosa fiorentina di questa specie aliena Francesca Gherardi.

distribuzione
Nord America: sud-est degli Stati Uniti, Louisiana, delta del Mississippi. E' stato però introdotto dall’uomo praticamente in tutti i continenti: dall’Africa, all’Asia, e all’Europa (Italia compresa)
allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 50 cm di lunghezza per un singolo esemplare, almeno 80 cm per una coppia
La vasca deve essere provvista di un coperchio ben aderente, in quanto sono degli artisti della fuga, e possono resistere ore fuori dall'acqua. Data la loro voracità e il conseguente carico organico va previsto un buon filtro sovradimensionato, che movimenti l'acqua soprattutto in superficie, ossigenandola. Il fondo dovrebbe essere costituito da sabbia fine, in quanto a loro piace scavarsi una tana, e devono essere previsti nascondigli, ripari e barriere visive costituiti da legni, radici e sassi. Le tane devono essere sufficientemente grandi perché contengano l’intero animale.

Comportamento e compatibilità: Tende a mangiare qualsiasi altro inquilino in vasca, pesci compresi, per cui è imperativo il monospecifico, e in caso di inserimento di più esemplari non sono rari i fenomeni di cannibalismo, soprattutto durante il periodo della muta, specie se la vasca non è adatta. E' un gambero vorace e aggressivo, attivo sia di giorno che nelle ore notturne. Può attaccare e ferire pesci anche più grossi, inoltre divora le piante più tenere e scava buche sul fondo.

Nella scheda dedicata alla specie su Acquarioacquadolce.it potrete vedere degli acquari molto belli allestiti per questi gamberi.

alimentazione
Accetta praticamente tutti i mangimi per pesci d’acquario, oltre a verdure cotte, frutta, lombrichi, cozze ed altri molluschi, ecc.
dimorfismo sessuale
I maschi adulti sessualmente attivi si riconoscono facilmente per le prime due paia di pleopodi (arti addominali) trasformate in organi copulatori (gonopodi), inoltre hanno chele più robuste e livrea rossa più intensa delle femmine.
riproduzione
Si riproduce facilmente anche in acquario: il maschio rovescia la femmina sul dorso per l’accoppiamento, pochi giorni dopo la femmina depone diverse centinaia di piccole uova che incuba attaccate alle sue zampette addominali. Semplice l’allevamento dei piccoli, protetti per alcuni giorni dalla madre e già simili agli adulti, è possibile nutrirli con mangimi finemente triturati sia secchi che surgelati.
SL (Standard Lenght)
Lunghezza standard, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso al peduncolo caudale (esclusa quindi la coda)
TL (Total Lenght)
Lunghezza totale, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso alla punta della coda (quindi coda compresa)
Demerso
specie che vive in prossimità del fondo del mare. I pesci demersi si dividono principalmente in due tipi: Bentonici e Bentopelagici
Bentonica
specie che vive e che è legata al fondo
Bentopelagica
specie che vive sia sul fondo o vicino ad esso, sia nel livello medio dell'acqua
Pelagica
specie che vive lontano dal fondo, in acque aperte
Diadroma
specie che migrano tra acque salate e acque dolci
Anadroma
specie che che vive per la maggior parte del tempo in acque salate e si riproduce in acque dolci
Catadroma
specie che vive in acque dolci e si riproduce in acque salate
Anfidroma
specie che si muove indifferentemente da acque dolci ad acque salate
Potamodroma
specie che migra all'interno di acque dolci
Oceanodroma
specie che migra all'interno di acque salate

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.