• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
3 minuti
Letto finora

Riprodurre il Ciclide Farfalla Africano (K. Balog)

Sab, 23/Feb/2013 - 16:56
Posted in:
0 comments

Descrizione degli Anomalochromis thomasi, con racconto di un'esperienza di riproduzione

Traduzione dell'articolo:
"Breeding the African Butterfly Cichlid" di Kenneth Balog
sul sito Aquarticles.com, che potete leggere al link seguente nella versione originale in inglese.

Anomalochromis thomasi - Foto © Rene Beckmann (Wikimedia)

Il ciclide farfalla africano, Anomalochromis thomasi, è un piccolo ciclide fluviale dell'Africa occidentale, in particolare di Sierra Leone, Guinea sud-orientale e Liberia occidentale. Raramente cresce più di 10 cm di lunghezza e ha un temperamento molto simile a quello dei Pelvicachomis - relativamente pacifici, raramente scavano nel substrato, e raramente danneggiano le piante. Formano coppie e gruppi familiari stretti, che consentono loro di riprodursi con successo anche in un acquario con specie miste. Quindi, è un candidato accettabile per le vasche di comunità.

I due sessi sono difficili da distinguere quando non stanno deponendo. Entrambi i sessi sono di colore ambrato con iridescenze blu lungo la linea laterale, dall'occhio al peduncolo caudale. Inoltre, sia il maschio che la femmina hanno una striscia nera puntata in avanti sulla guancia, una macchia nera opercolare, e bordi rossi e bianchi sulla pinna dorsale. Altre macchie nere appaiono random con i loro cambiamenti di umore, e appaiono intensamente sulla femmina durante la deposizione. Inoltre, i sessi non mostrano alcuna differenza distinguibile nelle pinne. Le uniche differenze osservabili tra i sessi sono l'addome arrotondato della femmina appena prima della deposizione e la taglia più grande del maschio, 10 cm contro i 7 cm della femmina.

Avevo acquistato un gruppo di sei giovani pesci presso un negozio locale e li avevo posti in un acquario da 130 litri ben piantumato con diversi Corydoras e ciclidi del Sud America come compagni di vasca. Ho aggiunto in acquario un certo numero di pietre piatte come potenziali siti di riproduzione. Ho usato acqua di rubinetto locale e mantenevo la temperatura sui 25-26°C. Cambi d'acqua del 50% settimanali e una buona dieta (fiocchi vari, pellets, e alimenti vivi e congelati) hanno determinato una rapida crescita e i pesce hanno raggiunto le dimensioni adulte in meno di sei mesi.

A questo punto, i maschi iniziarono a stabilire e difendere il loro territorio all'interno della vasca. I combattimenti sono stati minimi, in quanto grossi e fitti cespugli di Ceratopteris e muschio di Giava rompevano le linee visuali e davano rifugio ai perdenti.
La deposizione è avvenuta immediatamente dopo un grosso cambio d'acqua e ricorreva di nuovo ogni decina di giorni d'intervallo. La femmina cominciava a pulire diverse pietre nel territorio del maschio. Il maschio si univa a lei ed infine ne sceglievano una come luogo di deposizione. La deposizione delle uova è avvenuta nel solito modo, la femmina deponeva una linea di uova sulla pietra, si allontanava, e il maschio la sostituiva sopra la pietra per fecondare le uova. Questa sequenza è stata ripetuta fino alla deposizione di circa 250 uova. Le prime due covate sono scomparse durante la notte, ma la terza è schiusa con successo con entrambi i genitori che sorvegliavano uova e avannotti. Dopo la schiusa, i genitori hanno trasferito gli avannotti in buche poco profonde a poca distanza dal luogo di deposizione. Gli avannotti sono stati spostati diverse volte prima che arrivassero a nuotare liberamente, a quel punto hanno cominciato a nutrirsi di microrganismi raccolti dalle piante. Alcuni giorni dopo ho fornito microworm e naupli di artemia salina, con i quali gli avannotti sono cresciuti rapidamente.
Le perdite sono state poche anche in una vasca di comunità, in quanto gli avannotti si sono dimostrati molto robusti e i loro genitori li difendevano senza paura.

Così, gli Anomalochromis thomasi hanno dimostrato di essere facili da riprodurre. Si tratta di una bella aggiunta a qualsiasi acquario, in quanto sono belli, pacifici, e ne vale la pena.

© Kenneth Balog - Aquarticles.com

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti al Genere

Anomalochromis thomasi - Foto © The Cichlid Exchange
Dwarf jewel cichlid
Aspettativa di vita: 6 – 8 anni
Dimensioni massime: 8 cm TL

Anche se spesso quando sono in vendita vengono trascurati, essendo i giovani ancora poco colorati, in realtà sono una delle migliori scelte per chi si vuole avvicinare ai ciclidi nani. Sono relativamente poco impegnativi, tranquilli, facilmente riproducibili e molto belli, una volta acclimatati in acquario.

Temperatura in natura: 23 - 27°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Riferimenti
Riferimenti & Link
FAQ - Domande e Risposte

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.