• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
4 minuti
Letto finora

Riprodurre Apistogramma sp. Mouthbrooder (M. Galladé)

Lun, 10/Dic/2007 - 00:00
Posted in:
0 comments

Esperienza nell'allevamento e nella riproduzione riuscita di uno sbalorditivo nuovo incubatore orale e larvofilo, una specie di Apistogramma non ancora descritta scientificamente.

Traduzione dell'articolo:
"Breeding Apistogramma sp."Mouthbrooder" (Maulbrueter)" di Lois e Max Galladé
su The Digital Aquarium.

Apistogramma sp.'Mouthbrooder' - femmina che cura le uova - Foto © Max Galladé (The Digital Aquarium)

Nel mese di luglio del 2002 ho ricevuto una coppia catturata in natura di questo sbalorditivo nuovo incubatore orale e larvofilo, una specie di Apistogramma non ancora descritta scientificamente. Era un regalo di un collega membro della mailing list degli Apistogramma. Grazie ancora, Mike!!

Apistogramma sp. "Mouthbrooder" è stato introdotto per la prima volta nell'hobby acquariofilo anglofono dal Dott. Uwe Roemer nel numero di ottobre 2000 dell’ACA Buntbarsche Bulletin come Apistogramma sp. "Brustband" - (Breastband). Ingo Koslowski ha introdotto la stessa specie un mese più tardi nella rivista tedesca DATZ Magazine come Apistogramma sp. Maulbrueter - (Mouthbrooder). Il luogo di raccolta conosciuto è costituito dai tributari del Rio Ampiyacu inferiore e centrale, in Perù.

Ho iniziato ad allevare la mia coppia in un 40 litri con un substrato di sabbia, importante per questa specie poichè ama setacciare la sabbia alla ricerca di cibo. L’acquario aveva i soliti nascondigli (gusci di noce di cocco, legni e vasetti di terracotta) e molte piante. Purtroppo, non ho salvato nessun avannotto per le prime due deposizioni.

La mia coppia ha deposto le uova regolarmente ogni due settimane, dopo un cambio d'acqua con acqua R/O pura. Riuscivo a vedere le uova nella grotta di deposizione, ma sembravano sparire dopo pochi giorni. Sospetto che fosse il maschio a mangiarsele.
La deposizione successiva ho deciso di spostare il maschio, e se questo non avesse funzionato avrei rubato le uova e per provare a farle schiudere artificialmente nella nostra vasca incubatrice.

Nota: Tolgo le uova ai genitori come ultima risorsa per assicurare la sopravvivenza di specie rare e difficili da ottenere, e soltanto quando ogni altro tentativo è fallito. La mia esperienza è che gli avannotti di Apistogramma hanno una maggiore probabilità di sopravvivere quando vengono fatti crescere con i loro genitori.

Il maschio - Foto di Max Galladé

Il maschio

Primo giorno

Finalmente, la terza covata è schiusa!!
Ho trovato le larve appena nate nella caverna costituita da una noce di cocco questa mattina. Sembra che siano in grado di nuotare liberamente in breve tempo. Ho stimato che ci fossero circa 20-30 larve molto piccole. Una covata piuttosto piccola confronto alle covate delle altre specie di Apistogramma, che a volte possono sfornare fino a 100 avannotti.

Questa è la vasca della riproduzione. Si possono vedere chiaramente tutti i buchi che la femmina scava nella sabbia. - Foto di Max Galladé

Questa è la vasca della riproduzione. Si possono vedere chiaramente tutti i buchi che la femmina scava nella sabbia.

Per ora ho lasciato il maschio nella vasca. La femmina lo scaccia sempre via quando va troppo vicino alla caverna riproduttiva.
La femmina lascia raramente la caverna, principalmente per cercare cibo o per scacciare il maschio. La femmina ha scavato buche per l’intero acquario prima di deporre le uova. Suppongo che lo faccia per creare nascondigli per i futuri avannotti. Le piace davvero scavare vicino alle radici delle piante fino a scoprirle, probabilmente per dare punti più protettivi per nascondersi dentro agli avannotti.

Il maschio - Foto di Max Galladé

Il maschio

Femmina nella colorazione riproduttiva - Foto di Max Galladé

Femmina nella colorazione riproduttiva

Secondo giorno

La femmina ha lasciato la caverna della covata ed è rimasta principalmente vicino ad una buca enorme. Sembrato che adesso trasporti le larve nella bocca. Potevo osservare occasionalmente dei movimenti masticatori. Probabilmente era il suo modo di pulire le larve contenute nella bocca. Inoltre l’ho osservata disporre le larve nella buca, nel mentre lasciarle per qualche secondo per mangiare alcuni morsi di cibo.

La femmina con gli avannotti nel loro primo giorno di nuoto libero - Foto di Max Galladé

La femmina con gli avannotti nel loro primo giorno di nuoto libero

Femmina con gli avannotti in una buca scavata di fresco - Foto di Max Galladé

Femmina con gli avannotti in una buca scavata di fresco

Terzo giorno

Stamattina gli avannotti hanno fatto il loro primo giro della vasca. La femmina li ha spostati dalla buca in cui erano rimasti negli ultimi due giorni verso un’altra, posta nel mezzo della vasca vicino ad un cespuglio di muschio di Giava. Probabilmente li ha spostati per lasciarli pascolare con gli infusori che si trovano nel muschio. Più tardi hanno avuto il loro primo spruzzo di naupli di artemia salina appena schiusi che hanno mangiato immediatamente.

Quarto giorno

La notte scorsa gli avannotti hanno cominciato a nuotare liberamente. Gli attacchi della femmina contro il maschio sono diventati un po’ più cattivi. Così per il suo bene ho deciso di spostare il maschio in un altro acquario.

Femmina con gli avannotti - Foto di Max Galladé

Femmina con gli avannotti

Ho contato almeno 25 avannotti vicino alla mamma. La femmina ora sembra essere più rilassata, siccome il maschio è stato spostato. Prende i dispersi con la bocca (proprio come fanno le altre mamme Apisto) e li sputa di nuovo nel gruppo. Niente a che fare con il comportamento di incubazione orale mostrato in precedenza, quando le uova erano appena schiuse.

Scattare foto buone è stato più difficile di quanto pensassi, in quanto la femmina ha tenuto sempre gli avannotti nel mezzo della vasca.

Crescita degli avannotti

La femmina è risultata essere una madre molto attenta. Ho visto che non è molto difficile far crescere gli avannotti fino all'età di giovani adulti. Mangiano voracemente naupli d’artemia salina e in seguito cibi più grandi, come artemie saline e Dafnia. Purtroppo, questa covata è risultata essere in rapporto di 70/30 % tra maschi/femmine.

Dopo questa deposizione ho deciso di spostare la coppia in un acquario più grande, ma arredato in modo simile (un 90 litri).
Apistogramma sp. "Mouthbrooder" è una delle più grandi specie di Apistogramma che io abbia allevato finora. Un acquario da 40 litri è davvero troppo piccolo per questa specie.
Il mio maschio ha raggiunto una lunghezza totale di 10 cm, la femmina era circa 7 cm quando in seguito l’ho persa nel 2002.

Mi sono davvero divertito ad osservare questo nuovo e interessante comportamento riproduttivo. È molto diverso da quello di ogni altra specie conosciuta di Apistogramma.

La vasca della riproduzione:

  • Tds (Solidi Dissolti Totale) 40ppm
  • Temperatura intorno a 25,5°C.
  • pH 7.0
  • Cambi d'acqua: 25% settimanale
  • Filtrazione: Aqua Clear mini con una grande spugna pre-filtro sul tubo d’aspirazione
  • Substrato: sabbia.
    Per assicurare la sopravvivenza degli avannotti di questa specie è importante avere un substrato di sabbia nella vasca dove li si fa crescere

© Testo di Lois e Max Galladé, Foto di Max Galladé

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti al Genere

Maschio di Apistogramma cacatuoides - Foto © Hristo Hristov
Cockatoo cichlid
Aspettativa di vita: 3 - 5 anni
Dimensioni massime: 7.5 cm SL il maschio, 5 cm la femmina

Tra i ciclidi nani più presenti in commercio, grazie alla sua robustezza e adattabilità anche ad acque più dure, a differenza di molti altri ciclidi nani sudamericani.

Temperatura in natura: 24 - 25°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Coppia di Apistogramma macmasteri - Foto © Hristo Hristov

Aspettativa di vita: 3 - 5 anni
Dimensioni massime: 5.5 cm SL il maschio, 4 cm la femmina

Piccolo ciclide nano senza molte pretese, adatto anche a vasche non molto grandi.

Temperatura in natura: 23 - 30°C
Valori pH in natura: 6.0 - 6.5
Apistogramma nijsseni maschio - Foto di Sascha Biedermann (Wikipedia)

Aspettativa di vita: 3 - 5 anni
Dimensioni massime: 8 cm SL i maschi, 7 cm le femmine

Appartiene al gruppo dei ciclidi nani, nonostante le relativamente ridotte dimensioni è una specie territoriale che può divenire molto aggressiva soprattutto nel periodo riproduttivo.

Temperatura in natura: 23 - 30°C
Valori pH in natura: 5.0 - 5.6
Mike Wise: Archivio della Apistogramma Mailing List dal 01/05/2001

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.