• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
8 minuti
Letto finora

Problemi con i Pesci Arcobaleno? Leggete qui... (D. Wilson)

Ven, 07/Feb/2014 - 20:50
Posted in:
0 comments

Articolo che sottolinea come la dieta sia il fattore più importante per allevare pesci arcobaleno sani, senza ulcere e deformazioni. Scrivendo dall'Australia, la casa dei pesci arcobaleno, Dave sottolinea che infatti anche in natura i pesci arcobaleno consumano una grande percentuale di sostanze vegetali

Traduzione dell'articolo:
"Rainbowfish Problems? - Read This" di Dave Wilson
sul sito di Aquarticles.com, dove potete leggerne la versione originale in inglese.

Glossolepis incisus malato - Foto © Hristo Hristov

Recentemente ho sentito alcune voci inquietanti venire da Canberra, le quali sostengono che i pesci arcobaleno siano troppo difficili da allevare, perché sono sempre malati di ulcere e muoiono facilmente. Tuttavia, credo che la risposta a questi problemi sia semplice, e nei pochi paragrafi seguenti presenterò alcune idee basate sulla raccolta e sull'osservazione dei pesci selvatici e su conversazioni con appassionati allevatori di pesci arcobaleno di Brisbane e Melbourne.

I pesci arcobaleno in natura si nutrono di alghe, piante superiori, piccoli crostacei, insetti acquatici, insetti terrestri, girini e occasionalmente con piccoli pesci. Le alghe sono l'unico elemento di cibo che sembra essere consumato di più. Quando un pesce arcobaleno è raccolto dal torrente, fiume, pozza o lago in cui vive, la prima cosa da notare è che espelle una lunga stringa verde scuro di feci fibrose. Il pesce di solito ha una forma aerodinamica e penso che sia perché devono faticare duramente per sopravvivere nel loro ambiente ostile.

Le aree tropicali hanno due stagioni principali: la stagione delle piogge e quella secca. Durante la stagione delle piogge, il cibo è abbondante e questo è quando si verifica di più la riproduzione. I cibi proteici (crostacei, insetti, girini, pesci) sono abbondanti. Tuttavia, i pesci arcobaleno raccolti durante la stagione umida espellono ancora feci fibrose verdi, dopo la cattura. Quando vengono immessi in un acquario ben piantumato, la prima cosa che fanno (soprattutto quelli più grandi) è mangiarsi le vostre piante. Così l'inevitabile conclusione è:

la DIETA dei pesci arcobaleno contiene una GRANDE proporzione DI MATERIA VEGETALE.

Cosa succede se nutriamo un pesce arcobaleno con una dieta basata tutta su carne? Non lo so esattamente, ma ho sentito da una persona che alleva pesci arcobaleno belli e ben proporzionati nel Queensland, che sono stati condotti degli esperimenti in relazione alla loro dieta. Alcuni pesci arcobaleno che erano stati alimentati con diete ricche di proteine ​​sono stati sezionati e si è dimostrato che avevano depositi di grasso intorno ai loro organi interni. Ogni animale che ha troppo grasso nel suo sistema corporeo è stressato, e la prima lezione che impariamo come acquariofili è che i pesci stressati sono quelli che hanno più probabilità di essere colpiti dagli organismi patogeni che sono presenti in tutti gli acquari.

Credo quindi che la risposta ai pesci arcobaleno mal proporzionati, con malattie ulcerative e con la maggior parte dei loro altri problemi sia nella loro dieta, oltre che nell'allevamento in acqua ben pulita e in condizioni di poco affollamento.

Se non volete prendere per buona la mia parola, ma avete problemi con pesci arcobaleno deformi o malati, provate a fare il seguente esperimento, molto facile da seguire. Prendete due acquari di uguali dimensioni, allestiti esattamente nello stesso modo e riproducete i vostri pesci arcobaleno preferiti, mantenendo lo stesso numero di avannotti in ciascun acquario. Etichettare una vasca "vegetariana" e l'altra "normale" e tenete un taccuino per registrare le differenze tra loro. Nutrite i pesci nella vasca vegetariana con mangime secco a base vegetale e una miscela di alimenti surgelati contenenti sostanze vegetali per almeno il 50%; fornire invece ai pesci nella vasca normale tutti gli alimenti che normalmente si usano per ottenere la massima crescita. I tassi di crescita nelle due acquari potrebbero essere diverse: nella vasca vegetariana i pesci possono crescere più lentamente.

Un suggerimento per un alimento congelato contenente abbondante materia vegetale: per una metà deve essere composto da zucchine, spinaci, piselli o zucca bolliti, per l'altra metà deve essere composta da gamberi, cotti o congelati, e filetti di pesce. Stare lontani dal cuore di manzo e da altri prodotti di origine animale non acquatico.

Gli insetti costituiscono un altro alimento importante per i pesci arcobaleno e sono generalmente disponibili nei negozi acquariofili le larve di zanzara, liofilizzate o congelate. I moscerini della frutta sono facili da tenere in coltura e costituiscono un buon cibo vivo alternativo.

I pesci arcobaleno mangiano quasi qualsiasi cosa che gli passa davanti, quindi spetta a noi fare in modo che ottengano i cibi giusti per mantenersi in buona salute.

© Dave Wilson - Aquarticles

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti all'Ordine

Bedotia madagascariensis - Foto © Peter Cottle (Arkive.org)

Aspettativa di vita: 5 anni
Dimensioni massime: 9 cm SL

Importata in acquariofilia già dal 1950, questa specie continua ad essere erroneamente identificata e scambiata come Bedotia geayi, e come quest'ultima delve vivere in gruppo e in acquari grandi.

Glossolepis incisus in combattimento - Foto © Hristo Hristov
Red rainbowfish
Aspettativa di vita: 10 anni
Dimensioni massime: 12 cm SL

E' senz'altro la specie di Glossolepis più diffusa in commercio, ma l'eccessiva riproduzione ai fini del commercio acquariofilo ha fatto sì che sia sempre più difficile trovare la spettacolare colorazione degli esemplari in natura.

Temperatura in natura: 27 - 30°C
Valori pH in natura: 7.6 - 8.2
Glossolepis wanamensis - Foto © Hippocampus-bildarchiv.com
Lake Wanam rainbowfish
Aspettativa di vita: 10 anni
Dimensioni massime: 9 cm SL

Specie che nonostante le ridotte dimensioni non è adatta agli acquari piccoli, perchè deve stare in gruppo ed è molto attiva, ha bisogno di nuotare. Sta rischiando l'estinzione nel suo habitat, costituito unicamente dal lago Wanam, in Papua Nuova Guinea.

Temperatura in natura: 26 - 30°C
Valori pH in natura: 7.0-8.0
Iriatherina werneri - Foto © Gunther Schmida
Threadfin rainbowfish
Aspettativa di vita: 2-3 anni
Dimensioni massime: 4 cm SL

Anche se questa specie è ampiamente commercializzata, in realtà è piuttosto delicata ed ha alcuni requisiti di cura piuttosto specifici, quindi non è adatta ai principianti. Come tutti i pesci arcobaleno mostra la migliore colorazione e i filamenti più lunghi solo una volta raggiunta la maturità, dopo diversi mesi di allevamento in acquario.

Temperatura in natura: 26 - 30°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Melanotaenia affinis - photo © Norbert Gunwald
New Guinea rainbowfish
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 11.5 cm SL

Melanotaenia affinis è stata una delle prime specie di pesce arcobaleno ad essere importata per il commercio acquariofilo. Ci sono diverse varianti geografiche, tre delle quali diffuse in ambito acquariofilo. Sono pesci molto attivi che devono vivere in branco ed hanno bisogno di spazio perché nuotano instancabilmente.

Melanotaenia australis - Foto © Gunther Schmida
Western rainbowfish
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 11 cm SL

E' tra i pesci arcobaleno più diffusi in Australia, e tra i più belli, anche se come tutti i pesci arcobaleno ha il difetto di mostrare la colorazione più bella solo dopo alcuni mesi di allevamento in acquario, perchè gli esemplari in vendita solo sempre giovanissimi e quindi poco colorati.

Temperatura in natura: 22 - 28°C
Valori pH in natura: 6.5 - 8.0
Melanotaenia boesemani, maschi in parata - Foto © Gunther Schmida
Boeseman's rainbowfish
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 11 cm SL i maschi, 8 cm SL le femmine

Questa specie dalla colorazione unica è uno dei pesci arcobaleno più popolari in acquariofilia e si trova facilmente in commercio nella forma giovanile, anche se i migliori colori saranno mostrati in età adulta. Nonostante le dimensioni abbastanza ridotte, non è adatto ad acquari piccoli perché deve vivere in gruppo ed ha bisogno di nuotare e muoversi molto.

Temperatura in natura: 27 - 30°C
Valori pH in natura: 7.0 - 8.0
Melanotaenia fluviatilis [Emu Creek, Condamine River] - photo © Gunther Schmida

Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 11 cm SL i maschi, 7 cm SL le femmine

Non è così comune in acquariofilia come alcuni dei suoi stretti parenti, ma è comunque una bella specie di pesce arcobaleno, che si può facilmente confondere con la specie molto simile Melanotaenia duboulayi.

Temperatura in natura: 22 - 25°C
Valori pH in natura: 7.0 - 8.0
Melanotaenia herbertaxelrodi - Foto © Hristo Hristov
Lake Tebera rainbowfish
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 9 cm SL

E' una delle specie di pesce arcobaleno più splendidamente colorate, quando diventa adulta, ed è a rischio di sovra-sfruttamento nelle zone d'origine, ma nonostante le ridotte dimensioni non è adatto ad acquari piccoli, perché deve vivere in gruppo, è molto attivo ed ha bisogno di nuotare molto.

Temperatura in natura: 20 - 26°C
Valori pH in natura: 7.5 - 7.8
Melanotaenia irianjaya - Foto © Michael Wagner
Irian Jaya rainbowfish
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 8.5 cm SL

Pesce arcobaleno australiano, non molto presente in commercio attualmente, che come tutti gli altri dà il meglio di sé solo da adulto dopo qualche mese di allevamento in acquario.

Temperatura in natura: 23 - 26°C
Valori pH in natura: 6.0 - 7.0
Melanotaenia lacustris - Foto © Neil Armstrong
Lake Kutubu rainbowfish
Aspettativa di vita: 10 anni
Dimensioni massime: 10 cm SL

Pesci molto attivi che devono vivere in branco ed hanno bisogno di spazio perchè nuotano instancabilmente, sono purtroppo in pericolo nelle loro zone d'origine, per la pesca ai fini acquariofili ma anche per il degrado del loro ambiente per mano dell'uomo.

Melanotaenia maccullochi [Skull Creek, Jardine River Catchment] - photo © Gunther Schmida
Dwarf rainbowfish
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 7 cm SL

Una tra le più piccole specie di pesce arcobaleno, in passato era tra i più diffusi pesci d'acquario, non solo in Australia ma nel mondo, ora è stata soppiantata da altre specie, più popolari.

Melanotaenia praecox - Foto © Hristo Hristov
Dwarf rainbowfish, Pesce arcobaleno nano
Aspettativa di vita: 5 - 6 anni
Dimensioni massime: 6 cm SL

Questo piccolo pesce arcobaleno è ideale per un allestimento fortemente piantumato, dove mostrerà i suoi colori, che danno il meglio in condizioni di penombra. E' tranquillo e pacifico, ma nonostante le ridotte dimensioni non è adatto ad acquari piccoli, perché è molto attivo ed ha bisogno di nuotare molto.

Temperatura in natura: 22 - 28°C
Valori pH in natura: 6.8-7.5
Melanotaenia splendida inornata [Flat Rock Creek] - photo © Gunther Schmida
Checkered rainbowfish
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 15 cm

Sono pesci molto attivi, che devono vivere in branco ed hanno bisogno di spazio perché nuotano instancabilmente. Gli esemplari in commercio sono poco più che avannotti dalla scialba colorazione, ma con una certa pazienza e una buona dieta, sarete con il tempo ricompensati con dei pesci adulti davvero stupendi.

Temperatura in natura: 26 - 33°C a causa dei cambiamenti stagionali
Valori pH in natura: 6.5-8.0
Melanotaenia splendida rubrostriata - Foto © Gunther Schmida
Red-striped rainbowfish
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 12.5 cm SL

Splendida specie di pesce arcobaleno proveniente dalla Nuova Guinea, come gli altri dà il meglio della sola colorazione solo dopo parecchi mesi di allevamento in acquario.

Temperatura in natura: 24 - 28°C
Valori pH in natura: 5.6 - 7.4
Melanotaenia splendida [Bowen] - photo © Gunther Schmida
Eastern rainbow fish
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 20 cm SL (dimensioni comuni: 15 cm SL)

Pesci molto attivi che devono vivere in branco ed hanno bisogno di spazio perché nuotano instancabilmente. Gli esemplari in commercio sono poco più che avannotti, con una colorazione ancora scialba, ma con una certa pazienza e una buona dieta, sarete con il tempo ricompensati con dei pesci adulti davvero stupendi.

Temperatura in natura: 20 - 25°C
Valori pH in natura: 7.0 - 8.0
Melanotaenia splendida tatei (Finke River) - photo © Gunther Schmida
Desert rainbowfish
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 10 cm TL

Altra bella sottospecie di Melanotaenia splendida, come per gli altri pesci arcobaleno gli esemplari adulti sono raramente in vendita, in genere nelle vasche dei negozianti si trovano solo giovani e giovanissimi, che devono ancora assumere la loro splendida colorazione di adulti maturi.

Temperatura in natura: 20 - 30°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Melanotaenia trifasciata - Foto © Michael Wagner
Banded rainbowfish
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 13 cm SL

Pesci molto attivi che devono vivere in branco ed hanno bisogno di nuotare molto, per cui non sono adatti a piccole vasche. Gli esemplari in commercio sono poco più che avannotti dalla scialba colorazione, ma con una certa pazienza e una buona dieta, sarete con il tempo ricompensati con dei pesci adulti davvero stupendi.

Temperatura in natura: 25 - 30°C
Valori pH in natura: 7.0 - 8.0
Pseudomugil cyanodorsalis (Neon Blue-eye) - Foto © Gunther Schmida
Blueback blue-eye
Aspettativa di vita: 1 - 2 anni
Dimensioni massime: 3.5 cm TL

Bellissimo e piccolo pesce, non adatto agli acquari di comunità, perchè predilige ambienti d'acqua salmastra ed ha un carattere timido e schivo.

Temperatura in natura: 22 - 31°C
Pseudomugil furcatus - Foto © Hristo Hristov
Forktail rainbowfish
Aspettativa di vita: 1 - 2 anni
Dimensioni massime: 5 cm SL

Splendido pesce d'acqua dolce, che deve vivere in gruppo e dal comportamento molto interessante, si riproduce molto facilmente e ancora oggi è spesso chiamato con il vecchio nome di Popondetta furcata.

Temperatura in natura: 24 - 26°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.