• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
4 minuti
Letto finora

Oscar (B. Taylor)

Ven, 20/Gen/2006 - 00:00
Posted in:
0 comments

Allevamento e riproduzione degli Astronotus ocellatus, chiamati familiarmente "Oscar", in acquario. Hanno bisogno di una grande vasca e di acqua pulita. Hanno una loro propria personalità, sono "la cosa più vicina ad un cucciolo che si possa avere"

Traduzione dell'articolo:
"Oscars" di Bruce Taylor
sul sito di www.aquarticles.com che potete leggere al link seguente nella versione originale in inglese.
tratto da "Aqua Scoop" Marzo 2002, Gold Coast Aquarium Society, Australia

Oscar, Astronotus ocellatus - Foto © Germano Schuur (FishBase.org)

Gli Oscar sono grandi pesci! Sono sempre stati amati sia dagli hobbisti esperti che dai neofiti. Così tanto, che per molte persone inesperte ogni pesce grande è da considerare come "Oscar".

Originalmente (nei primi del 1800) gli Oscar erano conosciuti con il nome scientifico di Lobotes ocellatus. La specie è conosciuta attualmente come Astronotus ocellatus. Il termine Astronotus deriva dal fatto che hanno un disegno a forma di stella sul dorso, mentre ocellatus significa che presentano una macchia ocellata, cioè bordata di un altro colore, o uno spot a forma di occhio.

Come ho già detto, gli Oscar sono pesci molto grandi. Possono crescere fino a 35 cm di lunghezza, anche se questo è estremamente raro, in quanto la maggior parte degli esemplari allevati in acquario raggiunge una lunghezza massima di circa 25 cm. Alloggiare gli Oscar è una faccenda fine a se stessa; dovrebbero essere allevati in una vasca non più piccola di 100x45x45. Questo darà loro la possibilità di muoversi (un po') e permetterà loro di crescere (un po'). Se volete ottenere che crescano fino al loro massimo potenziale, dovete alloggiarli in una vasca molto più grande, con abbondante spazio per il nuoto e una buona filtrazione. Sono pesci che sporcano molto, e richiedono un buon filtraggio per stare bene.

Le condizioni dell'acqua sono estremamente importanti se volete che i vostri Oscar stiano al meglio, specialmente se desiderate riprodurli. Gli Oscar hanno bisogno di moltissimi cambi d'acqua. Anche se possono fronteggiare per un po’ di tempo cattive condizioni dell'acqua, presto o tardi diventeranno ipersensibili alla cattiva qualità dell'acqua ed allora diventeranno soggetti ad ogni tipo di malattia e di problema.

Il problema più rilevante per gli Oscar è la malattia del buco. Credo che la malattia del buco, che si manifesta con lesioni simili a fori sulla testa del pesce, sia simile all'erosione della linea laterale che si presenta nei pesci marini, e sia dovuta soprattutto a cattive condizioni dell'acqua e alla mancanza di vitamina C. Anche la presenza di parassiti nell'intestino può condurre a carenza di vitamina C e successivamente provocare i buchi nella testa. In altri casi, può essere colpevole l'Hexamita.

Sembra essere parte essenziale nell'allevamento degli Oscar mantenere un certo livello di sale nell'acqua. L'aggiunta di sale quando una coppia di Oscar ha deposto sembra assicurare una più alta percentuale di schiusa per le uova.

Per gli Oscar l'alimentazione non è un problema, ma può a volte essere causa di frustrazione. Mangiano qualsiasi cosa, dai pesci vivi ai mangimi in fiocchi, ma spesso provano ad addestrare il loro allevatore a fornire solo il loro alimento preferito, rifiutando di mangiare altri cibi fino a che non viene loro offerto il cibo "giusto". Non cadete in questa trappola! Offrite spesso il loro cibo preferito, ma all'interno di una dieta varia, comprendente tutti i tipi di cibo. I mangimi secchi in fiocchi o granuli possono sporcare molto, in quanto il mangime viene velocemente espulso dalle branchie in una scarica di piccole particelle, quindi sono necessari voluminosi cambi d'acqua e un buon sistema di filtraggio.

Forse la cosa più affascinante degli Oscar è la loro personalità. Gli Oscar sono la cosa che più si avvicina ad un cucciolo. Spesso si relazionano soltanto con il loro proprietario, escludendo qualsiasi altro. Si comportano inoltre come bambini di due anni quando le cose non vanno per il verso che vogliono loro. Non è insolito per degli Oscar, scontenti per qualche motivo, rimanere coricati su un fianco, sul fondo della vasca, fino a che non pensino di aver ottenuto quello che volevano. Tormentano e fanno i prepotenti con i pesci più deboli e più piccoli senza alcuna pietà, ma spesso contro avversari di dimensione e temperamento simili alle loro fanno i sottomessi, piuttosto che sfidarli.

Individuare il sesso degli Oscar è un'arte fine a se stessa; alcuni libri vi diranno che tutto sta nella colorazione o nel disegno della livrea. Il modo più facile è quello di comprare un gruppo di Oscar giovani e farli crescere, lasciando alla natura il compito di individuarne il sesso. La regola in teoria è che se comprate sei o più giovani, la legge della probabilità matematica dice che tra di essi ci deve essere almeno una coppia. Questo va benissimo se volete aspettare, in quanto è necessario che gli Oscar abbiano circa 18 mesi e 15-20 cm di lunghezza prima che siano sessualmente maturi. Se avete bisogno di una coppia in fretta, un modo per individuarne il dimorfismo sessuale è quello di confrontarne le papille genitali. Quella del maschio è più appuntita, mentre quella della femmina è più corta e più larga. Ma potrete aver bisogno di un certo numero di pesci da confrontare.

Un segnale che gli Oscar sono in procinto di riprodursi è che cominceranno a pulire un certo luogo, o scaveranno una buca per le uova. Faranno questo sia il maschio che la femmina. Anche se i pesci non sono necessariamente monogami, entrambi prendono parte alla sorveglianza della loro dimora e proteggono gli avannotti. La loro aggressività può aumentare quando depongono le uova. Le uova schiuderanno dopo circa quattro giorni, e gli avannotti possono essere tolti alla coppia e fatti crescere separatamente. L'alimentazione degli avannotti richiede una enorme quantità di naupli di artemia salina, seguita da cuore di bue, mangime secco in fiocchi ed in pellets, in modo che crescano rapidamente.

Anche se non sono adatti ai principianti, gli Oscar sono divertenti al massimo. Immagino che la maggior parte degli acquariofili abbiano tutti, una volta o l'altra, allevato un Oscar!

© Bruce Taylor - www.aquarticles.com

Specie nel sito
Astronotus ocellatus, varietà Red Tiger - Foto © Mkmk (Wikipedia.org)
Oscar
Aspettativa di vita: 15 - 18 anni
Dimensioni massime: 45 cm TL

L'Astronotus ocellatus si è meritato da chi lo conosce un nome quasi proprio, Oscar, perché è un pesce "quasi umano", unico tra i pesci d'acquario: chi lo alleva rispettandone le esigenze non può non essere conquistato dalla sua intelligenza e dal suo comportamento. Non è però un pesce da acquario di comunità, per le notevoli dimensioni ed il carattere turbolento.

Temperatura in natura: 22 - 25°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.