• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
3 minuti
Letto finora

Trattamenti per la cura delle malattie degli Hillstream Loaches (J. Powers)

Dom, 20/Lug/2003 - 00:00
Posted in:
0 comments

Jim descrive una cura effettuata con successo ai suoi cari Hillstream loaches, riuscendo in tal modo a debellare una malattia che sembrava mortale.

Traduzione dell'articolo:
"Disease Treatments for Hillstream Loaches" di Jim Powers
sul sito di Loaches Online che potete leggere al link seguente nella versione originale in inglese.

Vista da sotto di un Gastromyzon sp. non meglio identificato. Notate l'enorme bocca - Foto di Martin Thoene

Se avete notato ultimamente in qualcuno dei miei post, ho avuto una malattia letale che ha portato alla morte parecchi dei miei cari hillstream. La malattia è stata portata da pesci non quarantenati.

I sintomi sono perdita irregolare di colore e spesso includono respirazione accelerata. La morte è solitamente molto rapida dall'inizio dei sintomi.
A volte un pesce può sembrare sano e ben nutrito, soltanto per essere morto dopo poche ore.
Altri proprietari di hillstream hanno sperimentato morti simili.

Poiché questi pesci sono così sensibili ai prodotti chimici introdotti, ero indeciso su cosa fare.
Infine ho avuto successo usando minociclina e eritromicina simultaneamente.

Inizialmente ho cominciato con una dose più bassa di quella suggerita per verificare la risposta dei pesci. Sembravano non avere reazioni, quindi ho aumentato fino al massimo del dosaggio suggerito. Dopo il primo trattamento di cinque giorni, i pesci erano ancora scoloriti irregolarmente, ma stavano nutrendosi bene. Allora ho esteso il trattamento per 5 nuovi giorni, fino al tempo massimo totale suggerito per il trattamento di 10 giorni. All'inizio del secondo periodo di trattamento, il colore irregolare non si è esteso, ma il colore di quelle zone è diventato ancora più chiaro. In seguito, improvvisamente, in un paio di giorni, le macchie sono iniziate a sparire e l’appetito dei pesci era diventato veramente frenetico. Ieri era l'ultimo giorno del trattamento ed i pesci stavano molto molto meglio.

Spero che questo aiuti altri proprietari di hillstreams a salvare questi preziosi pesci.

© Jim Powers - 24 febbraio 2002

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti alla Famiglia

Beaufortia kweichowensis - Foto © Martin Thoene (Loaches OnLine)
Hillstream loach, Pesce ventosa
Aspettativa di vita: 6 - 8 anni
Dimensioni massime: 8.0 cm TL

In molti paesi è la specie più comune di Gastromyzontidae nei negozi, ma si trova anche spesso in spedizioni miste contenenti membri di altri generi.

Temperatura in natura: 15 - 24°C
Valori pH in natura: 6.5 – 8.0
Gastromyzon ctenocephalus, notare le grandi macchie dorsali © Charles König (Seriouslyfish.com)
Hillstream loach, Pesce ventosa
Aspettativa di vita: 4 - 6 anni
Dimensioni massime: 4.5 cm SL

E' la specie di Gastromyzon che si trova più facilmente in commercio, anche se spesso confusa con altre specie di Gastromyzon e di Beaufortia.

Temperatura in natura: 20 - 24°C
Valori pH in natura: 6.0 - 7.5
Una coppia di Gastromyzon ocellatus, maschio in alto © Charles König (Seriouslyfish.com)
Hillstream loach, Pesce ventosa
Aspettativa di vita: 4 - 6 anni
Dimensioni massime: 4.5 cm SL

E' tra i membri del genere Gastromyzon che si trovano più comunemente in commercio, e che spesso si trovano in spedizioni miste che possono contenere altre specie di Gastromyzon o pesci correlati, come Beaufortia kweichowensis.

Temperatura in natura: 20 - 24°C
Valori pH in natura: 6.0 – 7.5
Gastromyzon stellatus -Foto © Mark Duffil
Hillstream loach, Pesce ventosa
Aspettativa di vita: 4 - 6 anni
Dimensioni massime: 5,2 cm SL

E' uno dei membri del genere Gastromyzon che si trova più comunemente in commercio, e che spesso si trova in spedizioni miste che possono contenere altre specie di Gastromyzon o pesci correlati, come Beaufortia kweichowensis.

Temperatura in natura: 20 - 24°C
Pseudogastromyzon cheni - Foto tratta da Loaches.com
Chinese Hillstream loach
Aspettativa di vita: 8 - 10 anni
Dimensioni massime: 5.0 TL

Specie molto spesso confusa con Pseudogastromyzon myersi

Temperatura in natura: 20 - 24°C
Valori pH in natura: 6.5 - 7.5
Pseudogastromyzon myersi - Foto © Choy Heng Wah
Sucker-belly loach, Pesce ventosa
Aspettativa di vita: 8 - 10 anni
Dimensioni massime: 6.0 cm TL

E' il membro del genere più comune da trovare in commercio, ma in passato è stato spesso erroneamente identificato come il congenere Pseudogastromyzon cheni, in quanto le due specie sono indistinguibili in termini di disegno della livrea.

Temperatura in natura: 19 - 24°C
Valori pH in natura: 6.0 – 7.5
Sewellia lineolata - Foto © Martin Thoene (Loaches OnLine)
Tiger Hillstream Loach, Pesce ventosa
Aspettativa di vita: 6 - 8 anni
Dimensioni massime: 6 cm SL

E' una tra le specie di hillstream loach più belle e più facili da riprodurre in acquario, se ne vengono rispettate le esigenze. Si è diffusa nel commercio acquariofilo solo a partire dalla metà degli anni 2000 e rapidamente si è affermata come uno dei gastromizontidi più popolari in acquariofilia.

Temperatura in natura: 20 - 24°C
Valori pH in natura: 6.0 – 7.5
Yaoshania pachychilus (ex Protomyzon pachychilus) - Foto © Frank Schäfer (Aquarium Glaser GmbH)
Panda Loach
Aspettativa di vita: 6 - 8 anni
Dimensioni massime: 5.8 cm SL

Questi pesci, dalle esigenze particolari e non adatti ai comuni acquari domestici, sono splendidi nella loro livrea giovanile bianca e nera, ma molto meno attraenti quando diventano adulti e perdono la bella colorazione.

Temperatura in natura: 20 - 23°C
Valori pH in natura: 6.5 – 7.5

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.