• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
5 minuti
Letto finora

Betta splendens, il Combattente del Siam (V.Ivanov)

Mer, 27/Feb/2013 - 16:25
Posted in:
0 comments

Allevamento e riproduzione dei Betta splendens, i pesci combattenti, con galleria fotografica della deposizione e utili indicazioni per la crescita degli avannotti

Traduzione dell'articolo:
"Betta splendens, Combattant du Siam" di Véronique Ivanov
sul sito Ivanov.ch, che potete leggere al link seguente nella versione originale in francese.

Betta splendens - Veronique Ivanov

Specie: Betta splendens, Siamese Fighting (Pesce combattente Siamese)
Famiglia Belontiidi
Temperatura: da 24 a 28 gradi
pH: da 6,5 a 7,5 al massimo
Durezza: da 10 a 20 TH
Originario del Sud-Est asiatico.

Preferisce vivere da solo, a volte con 2 o 3 femmine se hanno abbastanza nascondigli. I maschi sono molto aggressivi fra di loro e non si sopportano proprio! Impossibile tenere due maschi nella stessa vasca altrimenti assisterete ad una battaglia che terminerà con la morte del più debole. I giovani maschi allevati nella stessa vasca da quando sono nati possono stare insieme più o meno fino a 6 o 8 mesi. Poi ... si ha realmente bisogno di separarli.

Pesce calmo, tranquillo e poco aggressivo verso gli altri pesci, tranne che per le specie con pinne grandi e colorate come i guppy e per le specie molto colorate, come i maschi di Colisa rossi o blu.

Pesce carnivoro, ottimo cacciatore, eccellente per controllare una popolazione di avannotti... a volte mangiano anche solo fiocchi o pellet, ma non è raccomandato per un combattente, che ha bisogno di cibo vivo o congelato.

Una riproduzione abbastanza facile

In genere si trovano bene in acquari di comunità, se gli altri pesci non sono troppo agitati e se non c'è troppa corrente nell'acqua. Il maschio costruisce un nido di bolle di saliva sulla superficie dell'acqua tra gli steli alti o tra le piante galleggianti.

Se si desidera far crescere i giovani e salvare le uova, bisognerebbe prevedere un piccolo acquario dedicato di circa 30 litri con una filtrazione molto lenta e delicata (filtro sotto sabbia per esempio) durezza compresa tra 8 e 12 TH e pH circa a 7, un po' di luce e alcune piante galleggianti. La temperatura ideale è di 25 -26 gradi.

Se si dispone di una coppia pronta a deporre le uova, il che significa che già si intendono tra di loro, si possono introdurre simultaneamente nell'acquario da deposizione. In caso contrario, se si tratta di due pesci che non si conoscono, va introdotto prima il maschio, che comincerà subito a fare un nido di bolle sulla superficie, e poi la femmina in una sala nido, ad esempio, o separata da un vetro, in modo che si possano vedere, ma non farsi del male. Se anche lei è pronta, a volte salta fuori da sola dalla sala nido a partecipare, se non ci si rende conto abbastanza in fretta che vuole fare la parata con lui; da quel momento si possono mettere insieme senza paura, stando certi di vedere la deposizione delle uova entro breve tempo.

Betta splendens - Veronique Ivanov

Una femmina blu con le pinne molto meno sviluppate del maschio.

Betta splendens - Veronique Ivanov

Una femmina rossa le cui pinne sono state danneggiate...

 

Quando si mette sotto al nido, il maschio avvolge la femmina con il suo corpo, si gira stringendole i fianchi e una volta che le uova vengono emesse, le feconda. Poi rilascia la femmina e si tuffa per raccogliere le uova che sprofondano lentamente.

Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)

Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)

Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)
Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)
Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)
Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)
Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)
Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)
Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)
Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)
Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)
Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)
Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)
Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)
Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)
Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)
Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)
Betta splendens - riproduzione - Foto © Véronique Ivanov (Ivanov.ch)

Il padre sorveglia molto attentamente le uova fino alla schiusa, che avviene da 24 a 36 ore più tardi, a seconda della temperatura. Se l'acqua è abbastanza calda (27-29 gradi) la schiusa avviene dopo 24 - 30 ore. Se la temperatura è tra i 24 e i 26 gradi, bisogna attendere da 36 a 48 ore. Le larve alla nascita misurano circa 2 mm e rimangono incollate alle bolle del nido, dove il maschio le rimette in caso di caduta. E' bene che l'altezza dell'acqua non superi i 10 a 15 cm in acquario, per facilitare il compito del padre.

Dopo 5-6 giorni quando le larve iniziano il nuoto libero, rimuovere il padre e cominciare a nutrirli con infusori, plancton, parameci e rotiferi; poi, dopo una buona settimana con mangime in polvere per avannotti, naupli d'artemia e microworms. Gli avannotti sono spesso difficili da alimentare correttamente: E' importante dare loro da mangiare più volte al giorno in piccole quantità, con una pipetta o una siringa per mettere gli alimenti vicino a loro, evitando di inquinare l'acquario distribuendone troppo in una volta. Bisogna inoltre sifonare via gli avanzi ogni sera e sostituire l'acqua tolta con acqua dai parametri identici (durezza, pH e temperatura in particolare).

Personalmente trovo più facile mettere in una piccola vasca una grande quantità di piante galleggianti, muschio di Giava, Riccia, Pistia, Salvinia o Hygrozyza che galleggiano e hanno lunghe radici tra le quali vivono moltissimi microrganismi, che sostituiscono vantaggiosamente la distribuzione di infusori o "riz Paddy"...

Completo l'alimentazione versando 2 o 3 volte al giorno qualche goccia di Infusil o di Liquizel e dopo una settimana dò loro direttamente naupli d'artemia.

La preparazione del "riz Paddy" o "succo d'insalata" o "succo d'erba" è sporca e pericolosa, e spesso lascia odori sgradevoli... Per quello che viene chiamato "riz Paddy", basta mettere dei chicchi di riso completi, non decorticati, in acqua a 25°C. in un barattolo da marmellata al caldo, per esempio sopra le luci sul coperchio dell'acquario o dietro una finestra su cui batte il sole. Gli infusori si sviluppano dopo 2-3 giorni. Si possono vedere con una lente di ingrandimento o quando vedete una nuvola grigia nei vasetti d'acqua, allora prelevate qualche goccia di questo liquido "abitato" e versatelo diverse volte al giorno nell'acquario. Fate attenzione perchè è molto inquinante e possono crescerci un sacco di altre creature indesiderate se si lascia macerare per troppo tempo.

A partire dalla terza settimana di vita i giovani pesci sono ad un passo importante, il labirinto, l'organo ausiliario per la respirazione, diventa funzionale; i giovani cominciano a respirare l'ossigeno atmosferico, ed è molto importante in questo momento chiudere l'acquario ermeticamente per mantenere lo strato di aria ad un valore ottimale di temperatura e anche di umidità. Le correnti d'aria fredda possono uccidere gli avannotti. Vi consiglio di utilizzare del nastro adesivo per fissare il coperchio o la lastra di vetro superiore sul recipiente e lasciare solo un piccolo foro o fessura per effettuarefacilmente le distribuzioni di cibo. Questo delicato periodo dura circa 3 settimane.

All'età di un mese gli avannotti misurano tra uno e due centimetri, la crescita è rapida ma irregolare (dipende dai singoli individui, le differenze di dimensioni possono essere importanti) e si può far salire dolcemente il livello dell'acqua dell'acquario, durante i cambi d'acqua si può usare acqua leggermente più mineralizzata per aiutare i giovani a costruire i loro scheletri.

Acquario da riproduzione - Veronique Ivanov

un piccolo acquario da riproduzione con 10-15 cm d'acqua

Betta splendens - Veronique Ivanov

Betta splendens adulto

 

© Véronique Ivanov - www.ivanov.ch

Specie nel sito
Betta splendens Halfmoon orange - Foto © Jerome Picard
Siamese fighting fish
Aspettativa di vita: 6 - 8 anni
Dimensioni massime: 6.5 cm TL (coda inclusa)

La forma selvatica dei Betta splendens si vede molto raramente nel commercio acquariofilo, mentre ne esistono innumerevoli ceppi ornamentali che variano enormemente in colorazione, pinne, qualità e prezzo. Come tutti gli altri pesci vanno allevati in un acquario degno di questo nome, non in bettiere o loculi inferiori ai 30 litri.

Temperatura in natura: 24 - 30°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Riferimenti
Riferimenti & Link

Web-magazine:

FAQ - Domande e Risposte

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.