• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
9 minuti
Letto finora

La Riproduzione dei Carassius auratus

Ven, 12/Dic/2008 - 21:45
Posted in:
4 comments

...come avviene la riproduzione in acquario e come riuscire a far crescere gli avannotti

Carassius auratus - Foto © sbpoet (Flickr)

Qui sotto, invece, i post relativi all'argomento tratti da it.hobby.acquari:

... la RIPRODUZIONE

blue
> Altra domanda: Qual è il dimorfismo sessuale??
C'è solo un dimorfismo sicuro al 100%, e sono i "tubercoli", delle escrescenze tipo foruncoletti, che si formano nel maschio pronto all'accoppiamento in primavera sulle branchie, sulla parte bassa del muso e a volte anche sul petto.
Ci sono poi delle caratteristiche somatiche ricorrenti ma non qualificanti al 100%, che sono il primo raggio delle pinne pettorali più rigide nei maschi che nelle femmine, la zona della pancina situata fra le pinne pelviche e le anali è più rigida nei maschi e più morbida al tatto nelle femmine e infine l'apertura genitale, che, se guardata di profilo, nel maschio risulta quasi invisibile mentre nelle femmine sporge di qualche millimetro.
Come avrai capito, i tubercoli sono l'unico dimorfismo che ti dà la certezza, gli altri... meglio non fidarsi troppo. così come evitare di palpare i Carassius ornamentali se non si ha esperienza (sono delicatissimi a causa della compressione degli organi interni) :)
Leicon (11 apr 2004)
Da un po' i miei pesci rossi (in acquario) sono agitati, forse un po' troppo, come mai? Che succede? Poco cibo? Troppo cibo? Malattie?
Renato Zamboni
E' primavera, io penso vogliano riprodursi.
Leicon
E come funziona? cosa devo fare? Solo a stare a guardare, o devo avere accortezze del tipo togliere i maschi o evitare che gli altri mangino le uova, etc...
Renato Zamboni
Per salvare le uova devi mettere vicino al fondo una rete in plastica oppure bastano anche delle biglie in vetro per fare in modo che le uova deposte non vengano mangiate.
Appena terminata la deposizione dovresti spostare i riproduttori e fare un cambio d'acqua del 50% e piu' per allontanare lo sperma ed evitare proliferazioni batteriche.
L'acqua usata per il cambio deve avere esattamente le stesse caratteristiche di quella dell'acquario poi non ti resta che aspettare la schiusa delle uova.
Una volta schiuse si deve aspettare che le giovani larve riassorbano il sacco vitellino e poi potrai iniziare ad alimentarle con mangimi micronizzati o con mangimi vivi di adeguate dimensioni.
Quando sara' il momento approfondiremo l'argomento. ;)
Gerardo (10 nov 2001)
Allora 15 giorni fa un ranchu maschio ha deciso di accoppiarsi con un fantail cappuccetto rosso. ...ora il mio problema è che i miei avannotti in questo caso non accettano lo specifico cibo in granuli
blue
Prova con le dafnie congelate, sono piccole ed è uno dei cibi che sono alla base dell'alimentazione del Carassius. Poi, quando cominciano a crescere, vai di chironomus, vegetali misti, una fetta di mela ogni tanto ecc :))))
stefano t. (25 gen 2003)
innanzitutto vorrei scusarmi se pongo alcune domande ovvie ai piu' ma non sono molto esperto dell'argomanto. Il problema e' il seguente: posseggo in una vaschettina mignon (20 l circa) due pesci rossi comuni (uno rosso normale, l'altro macchiato rosso e nero), la vasca non contiene piante ma solo una roccia "sintetica". Un filtrino esterno "aquaclear mini" della Askol filtra l'acqua attraverso delle fibre sintetiche che cambio ogni 5 settimane circa. L'acqua e' dura (acquedotto di Verona) ed i nitrati (tetra test) sono all'incirca sui 12,5 mg/l , quando arrivano sui 25 cambio circa il 20% dell'acqua. La temperatura e' ambiente d'estate e intorno ai 21° d'inverno.
Ora e' successo che da un giorno all'altro sono comparse delle uova su alcune pareti della vasca ed un po' dappertutto, soprattutto nel filtro risucchiate durante la notte credo. Questo si e' accompagnato alla presenza di schiuma in superficie. I miei pesciolini (che ho da ormai 2-3 anni) non avevano mai deposto le uova.
Il piu' piccolo credo sia un maschio (ha dei puntini bianchi sul bordo anteriore delle pinne pettorali ed altri puntini un po' piu' grossi sugli opercoli delle branchie, ma tempo fa mi sembrava non gli avesse, non vorrei che in realta' fosse una malattia...).
Ora visto che in buona parte se le stavano mangiando (cannibali...) ho provveduto a recuperare un po' di uova ed a metterle in un vaso separato con 50% di acqua pulita e 50% di acqua dell'acquario. Ora secondo voi cosa debbo aspettarmi? qualcuna forse si schiudera'? Grazie per ogni consiglio che vorrete darmi.
Gerardo
> sono molto esperto dell'argomanto. Il problema e' il seguente: posseggo in una vaschettina mignon (20 l circa)
Non c'è problema, anch'io li ho riprodoto in un 20 litri, sarebbe meglio più grande, ma se non puoi,.
> (ha dei puntini bianchi sul bordo anteriore delle pinne pettorali ed altri puntini un po' piu' grossi sugli opercoli delle branchie, ma tempo fa mi sembrava non gli avesse, non vorrei che in realta' fosse una malattia...).
No, no nessuna malattia, dalla dscrizione sembrano prorpio i brufoletti che spuntano nel periodo di fegola, poi i puntini in caso di fregola li hanno proprio dove dici tu!
> Ora visto che in buona parte se le stavano mangiando (cannibali...)
Normale, il mio maschio mca era interessato a riprodursi, ma a papparsi le uova della femmina.
> ho provveduto a recuperare un po' di uova ed a metterle in un vaso separato con 50% di acqua pulita e 50% di acqua dell'acquario. Ora secondo voi cosa debbo aspettarmi? qualcuna forse si schiudera'?
Anch'io feci osì la prima volta.
Mi ricordo che staccai una foglia di vallisneria e la misi in una bottiglia di acqua da un litro.
L'unica cosa che ti devi aspettare è la schiusa delle uova tra 4 o 5 giorni, poi alimentali per 15 giorni con naupli di artemia. prima di somministrare i nauplim aspetta che il sacco vitellino sia stato assorbito, poi somministrali una volta al giorno in piccole quatità, dopo 15 giorni dalla nascita puoi iniziare a somministrare il secco polverizzato che col tempo tutti accetteranno!
Inizia ad attivare la coltura di artemia con due, meglio tre bottiglie, (con questa temperature le uova di artemuia ci metteranno più tempo per schiudersi) metti in una vaschetta anche di 6 litri un filtro a spugna mosso da aeratore, poi lascialo maturare e quado i piccoli iniziano ad accettare il secco trasferiscili nella vaschetta, dove passeranno il primo mese, poi dovrai trovare una soluzione più adeguata!
Io in una vasca di 3 litri ho cresciuto 20 avannotti fino all'età di 15 giorni, con cambi quotidiani del 50% con acqua dell'acquario dei genitori e 2 somministrazioni quotidiane di artemia.
Roby Toma (26 lug 2001)
ho bisogno di una info, ho un laghetto di 6000L con molti pesci rossi e koi che si riproducono,ma con scarsi risultati, cioè ogni anno i nuovi arrivi sono al max di 10-20 pesciolini.
La domanda è questa:
Qual'è il periodo di accoppiamento? Una volta schiusi in che zona dell'acqua stazionano i piccoli?Quanto tempo ci mettono a diventare visibili?
Ho sempre visto nel mese di Settembre i piccoli di 5-10mm ma prima non ho mai notato nulla...
blue
Premetto che non sono ferratissima sulle carpe, perciò ti parlerò dei Carassi:)
Il periodo dell'accoppiamento è la primavera. Ai maschi compaiono delle macchie bianche tipo foruncoletti sulle branchie, alla base delle pinne e a volte sul petto: si tratta dei così detti "opercoli branchiali" e sono l'unico segno sicuro per distinguere maschi da femmine. Ora, anche se si tratta di una cosa molto difficile da farsi, osservando i tuoi pesci potresti farti un'idea di quanti maschi e di quante femmine vivono nel tuo laghetto... Questo perché un esubero dei primi potrebbe essere alla basa della limitata riproduzione. Puoi pescarne solo un campione, una decina, per avere un'idea approssimativa.
I piccoli che hai visto a settembre, sono certamente gli avannoti della schiusa di fine primavera, per questo sono così piccoli. La crescita può avvenire più o meno rapidamente, a seconda di molti fattori, cibo, ripari, ambiente biologicamente più o meno adatto, predisposizione genetica, stimoli dati da predatori presenti e molti altri ancora. C'é poi da considerare l'inverno... Il fondo del laghetto è fangoso e ci sono rocce e piante che forniscono il giusto riparo? Allora gli avannotti hanno più possibilità di sopravvivere, perché quando le temperature scendono, i pesci rallentano il loro metabolismo e gradiscono un fondale di "calda" melma dove rintanarsi per svernare. Un'altro consiglio che posso darti per far superare con meno disagi il periodo freddo ai tuoi pesci, è di dare loro molto cibo per tutta l'estate, in modo che, durante il "letargo" possano dormire il più a lungo possibile e di rompere il ghiaccio sulla superficie, qualora si formasse :)
Un'altra ragione delle limitate riproduzioni, potrebbe essere un eccesso di No3; infatti, per quanto carpe e Carassius siano animali resistenti, la carica batterica o virale presente in acqua (superiore in caso di inquinamento organico) può risultare devastante per le uova (e per gli avannotti giovani)
Infine, da non sottovalutare, la popolazione della vasca. La natura non ha mezzi termini, quando si tratta di far sopravvivere un ambiente; perciò, se l'ambiente ha determinate risorse ed il numero degli animali potrebbe esaurirle, mettendo in pericolo l'intero ecosistema, la natura "interviene" decimando la popolazione... Questo accade spesso in acquario, dove lo spazio è limitato, ma anche in un laghetto può accedere, anzi, ti dirò di più, accade anche in grandi bacini naturali. Quello che a noi può sembrare una crudeltà, è però un meccanismo perfetto per proteggere la vita stessa di un ambiente, sacrificando alcune forme di vita con l'unico scopo di proteggere l'ambiente stesso :)
Gerardo
> é possibile che il pesce occhi a bolla /famiglia pesce rosso) sia incinta?
Certo se è femmina ed è stata alimentata adeguatamente potrebbe avere il ventre pieno di uova. Se non avviebne l'accoppiamente le uova vengono espulse in acqua mentre si muove.
> cosa devo fare? ho un acquario di 60 litri con pesci rossi e occhi a bolla.
Hai notato corteggiamenti? il maschio nel periodo della fregola presenta dei puntini biancastri sulle branchie e la femmina dovrebbe aver allungato il tubo per la deposizione delle uova.
In genere il maschio insegue la femmina mettendo la testa sotto le sue pinne caudali e la spinge verso una superficie rigida, poi avviene l'espulsione e la fecodazione, subito dopo il pasto è pronto per gli altri pesci.
Comunque non penso che la tua varietà possa riprodursi facilmente, soprattutto per la loro conformazione fisica, per gli occhi, in genere negli allevamenti adottano il metodo della spremitura che non dovrai mai azzardarti ad effettuare!
O forse possiedi dei black moor? allora la riproduzione naturale è possibilissima!
comunque dovresti prima essere sicuro di avere una coppia, offrire loro un' alimentazione varia, che preveda almeno un pasto abbondante con chironumus, poi dovresti tenere solo la coppia nell'acquario e togliere oggetti con cui i 2 pesci possano ferirsi. Importantissima è un'estrema pulizia della vasca, e dell'acqua.
In genere io facevo un cambio dei 2/3 o anche totale della capacità della vasca, poi aggiungevo cycle ogni tre giorni e poi mi deponevano.
Queste sono misure estreme, ma in vasche piccole, dai 60 litri in giù almeno nel mio caso è risultato essere l'unico metodo.

Stai pensando di comprarli?
Vai alla pagina con i pro e contro dell'allevamento dei Carassius, i pesci rossi

Specie nel sito
Carassius auratus adulto in acquario, ha 15 anni e misura 40 cm di lunghezza
Goldfish, Pesce Rosso
Aspettativa di vita: Pesci rossi comuni: da 25 a 40 anni - Pesci rossi fantasia: da 8 a 15 anni
Dimensioni massime: 48 cm TL è la misura dell'esemplare più grande ritrovato in natura, nella forma comune, riportata da Fishbase; normalmente in acquari adatti i pesci rossi comuni raggiungono i 35-40 cm mentre le forme fantasia o fancy i 30 cm di lunghezza (per altrettanti di altezza)

Conosciamo meglio i Carassius auratus, i mitici pesci rossi, così diffusi ma così poco conosciuti e bistrattati... sono tra i pesci più venduti, ma nessuno sa quali siano le dimensioni che dovrebbero raggiungere se allevati bene, e quale sia la durata della loro vita...

Temperatura in natura: 0 - 41°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0

Commenti

ho fatto riprodurre un testa di leone femmina con un black moore nero e un oranda chicco di riso in una vaschetta da 45 litri con una rete di plastica sul fondo sorretta da 3 lastre di vetro siliconate verticalmente sul fondo. ho un mini filtro esterno di quelli che pescano da dentro l'acquario e rigettano l'acqua a cascata, si appoggia sul bordo. attorno alla cannula aspratrice ho collocato una nursery della sera che ha una maglia fittissima, che agisce da filtro, gli avannotti sono al suo esterno, non dentro. la cannula pesca da dentro la nursery e getta la cascata d'acqua fuori la nursery. ho messo in superficie la pianta californiana, pianta galleggiante, una radice per stabilizzare il PH. Cibo per gli avannotti: alga spirulina, artemie, cibo vegetale. Da un migliaio ne sono sopravvissuti una 40ina in ottima salute. I sopravvissuti all'inizio hanno mangiato anche i piu' deboli, ma è una selezione naturale.

Io ho due avannotti,nati ieri notte (carini!!) hanno ancora il sacco vitellino,devo aspettare che sia del tutto assorbito per dar loro da mangiare vero? Beh comunque per fortuna che ho trovato questo sito altrimenti avrei lasciato le uova con i genitori...

ho un carassio giallo di 2 anni femmina 20 cm,2 orifiamma maschi 10 cm 2 anni, 1 carpa koi femmina 13 cm, 1 tinca maschio 13cm,acquario 80l ph 7 gh 9 no2 no3 1,5 mg ammonio no4 1,5 mg,tengo piu' pulito possibile la vasca infatti i pesci sono attivissini,sempre affamati pero' di riproduzione non se ne parla...la mia tesi e che li disturbo troppo a volte cambio il 30% d'acqua anche 2 volte alla settimana e ho un filtro a spugna che eroga una potenza tale che in vasca c'e' un po' di corrente Consigli di ogni genere...

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.