• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
9 minuti
Letto finora

La riproduzione dei Carinotetraodon travancoricus (V. Ivanov)

Sab, 03/Ago/2013 - 21:45
Posted in:
0 comments

Descrizione particolareggiata e con belle foto dei Carinotetraodon travancoricus, delle loro esigenze in fatto di allevamento e di come ottenerne la riproduzione con successo.

Traduzione dell'articolo:
"La reproduction des Carinotetraodon travancoricus" di Véronique Ivanov
sul sito Ivanov.ch

Carinotetraodon travancoricus - Foto © Guilhem Mollera (Ivanov.ch)

Piccolo pesce divertente per piccoli acquari!
Colorato, minuscolo, poco esigente circa i parametri dell'acqua nell'acquario, sono recentemente disponibili nei negozi di animali.

  • Famiglia Tetraodontidae
  • Nome comune: pesce palla nano
  • Taglia 2 a 2.5 cm
  • Origine: India Sud Occidentale
  • Temperatura 25 - 26° C
  • pH tra 6,5 ​​e 8.
  • durezza compresa tra 10 e 20° GH
Carinotetraodon travancoricus - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)

Carinotetraodon travancoricus - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)

Quando si parla di pesci palla, per prima cosa pensiamo a delle specie che vivono in acqua salata, salmastra o marina. Si trovano regolarmente in vendita Tetraodon fluviatilis e Tetraodon biocellatus. Si fanno convivere in grandi acquari d'acqua salmastra o marina (da 15 a 30 mg di sale per litro) con Scatophagus, Monodactylus argenteus e Toxotes.

I piccoli Carinotetraodon travancoricus invece sono pesci d'acqua dolce, originari dell'India.

Sembra che si possano trovare due specie di pesci palla che sono molto simili, ma che sono specie distinte e che spesso vengono erroneamente identificate dai commercianti nei negozi. Il Carinotetraodon travancorius (Hora & Nair, 1941) qui descritto e Carinotetraodon imitator, descritto da Britz & Kottelat nel 1999. anche lui originario del sud-ovest dell'India nella regione del Kerala, che arriva a circa 2 cm in età adulta. Presenta delle piccole macche irregolari nere, mentre in C. travancoricus sono presenti screziature e linee più grandi. A priori, dovrebbero avere gli stessi bisogni e le stesse esigenze.

Il sopranome "pesce soffiatore" o pufferfish (in italiano diventato pesce palla) deriva dalla capacità che hanno di gonfiare il loro corpo aspirando una grande quantità di acqua. Si tratta di un sistema di difesa, grazie alla elasticità della pelle, si gonfia quando si sente in pericolo, e quindi appare più grande e più difficile da inghiottire. Personalmente, non ho mai visto nessuno dei miei pesci palla gonfiarsi in questo modo.

Carinotetraodon travancoricus - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)

Carinotetraodon travancoricus - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)

Molte specie di pesci palla hanno un altro meccanismo di difesa: sono tossici, il loro veleno viene chiamato tetrodotossina. I C. travancoricus che vivono in acqua dolce non producono questo veleno, e non sono tossici.

I pesci appartenenti alle famiglie Tetraodontidae, Diodontidae e Balistidae sono tossici. La tetrodotossina è una neurotossina sintetizzata da diversi batteri. Si concentra nel fegato, nelle viscere e nelle gonadi. Le femmine sono più tossiche dei maschi, dal momento che il veleno si concentra nelle ovaie, e la tossicità varia a seconda della specie. La tossina si trova in molti organismi marini (cefalopodi, granchi, lumache, vermi) e anche in alcuni anfibi, anuri e salamandre. Provoca paralisi, e cambiamenti nel ritmo cardiaco.
In acquario i Tetraodon fluviatilis ne sono portatori.
Solo i pesci selvatici mangiano stelle marine e conchiglie che contengono il veleno e diventano portatori di questa tossina.

Carinotetraodon travancoricus - Foto di Véronique Ivanov (Ivanov.ch)

Carinotetraodon travancoricus - Foto di Véronique Ivanov (Ivanov.ch)

Carinotetraodon travancoricus - Foto di Véronique Ivanov (Ivanov.ch)

Carinotetraodon travancoricus - Foto di Véronique Ivanov (Ivanov.ch)

Carinotetraodon travancoricus - Foto di Véronique Ivanov (Ivanov.ch)

Carinotetraodon travancoricus - Foto di Véronique Ivanov (Ivanov.ch)

I C. travancoricus sono pesci pacifici, ma è meglio allevarli in un acquario specifico in quanto tendono a mordere le pinne degli altri pesci. Non hanno bisogno di molto spazio, perché non sono dei nuotatori molto buoni. Un acquario da 50 litri è ideale per mantenere un gruppo di 6 o 8 pesci.

Idealmente essi dovrebbero essere tenuti lontani da altri pesci, e allevati in un piccolo banco. Sono abbastanza territoriali, ma poco aggressivi, anche se si può assistere regolarmente a scene di intimidazione tra i maschi. Sono venduti molto giovani ed è difficile distinguere i due sessi nelle vasche deinegozi; in teoria ci vorrebbero un maschio ogni 2 o 3 femmine e abbondanti nascondigli. A partire da piante e arredi, dove si possano riparare i più deboli.

Carinotetraodon travancoricus - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)

Carinotetraodon travancoricus - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)

Ne allevo un gruppo di 7 in un acquario di 50l.

Se si tenta di inserirli in una vasca di comunità, sono spesso spaventati dagli altri pesci più grandi e restano nascosti tra la vegetazione, per cui hanno difficoltà a mangiare correttamente. Non distruggono le piante, ma possono danneggiarle involontariamente mordendole quando cercano di catturare qualche lumaca.

I loro occhi sono sorprendenti, colorati di verde o blu a seconda della luce e orientabili indipendentemente l'uno dall'altro, in tutte le direzioni. A volte un occhio guarda avanti e l'altro guarda indietro! Con la bocca aperta, a causa dei loro denti grandi, hanno la testa di piccoli pagliacci. Anche i loro movimenti sono divertenti, sono in grado di girare su loro stessi come un elicottero per cogliere una lumaca di sorpresa, o fare dietro-front, il corpo arcuato a forma di L, guardando un chironomus guizzante.

In un acquario specifico ben piantumato di 50 litri, non sono timidi, ma anzi sono molto curiosi e vengono volentieri ad osservare gli acquariofili che li guardano: in una vasca posta in un angolo di un mobile vicino ad un ufficio, i pesci trascorreranno molto tempo osservando l'esterno e staranno spesso vicino al vetro per guardare lo schermo del computer e tutto ciò che accade sul desktop. Riconoscono molto bene le scatole contenenti cibo e si riuniscono in superficie, molto agitati e la bocca aperta, non appena vedono il barattolo che contiene le larve di zanzara e le dafnie.

Allevamento

A differenza di molti membri della famiglia dei pesci palla, non hanno bisogno di sale nell'acqua dell'acquario e vivono in acqua perfettamente dolce, e in acquari ben piantumati. Piante molto fitte permettono ad ogni maschio di isolarsi in una piccola area, in particolare per la notte. Dormono per terra o appoggiati su una foglia bassa. e non rimangono raggruppati durante la notte.
Ai Carinotetraodon non piace l'acqua fredda, sotto i 22°C diventano amorfi e inattivi, la loro temperatura ideale sembra essere tra 24 e 26°C. anche se sopportano molto bene l'acqua più calda durante l'estate.

Alimentazione

Carinotetraodon travancoricus - Foto di Véronique Ivanov (Ivanov.ch)

Carinotetraodon travancoricus - Foto di Véronique Ivanov (Ivanov.ch)

Sono difficili e golosi. Si nutrono principalmente di lumache e piccoli invertebrati e larve, possibilmente vivi. E' inutile cercare di dar loro da mangiare mangime secco in pellet o fiocchi, non lo toccano... Ignorano completamente compresse, pastiglie per pesci da fondo e granuli, li guardano scendere verso il basso, ma non li toccano. Bisogna fornire regolarmente piccole lumache, alle quali rompono il guscio, limitando la crescita dei denti. Il nome Tetraodon deriva dal greco e significa quattro denti, hanno una mascella forte che è in grado di rompere il guscio delle lumache e il carapace di piccoli crostacei. I loro denti crescono continuamente e devono essere usati, altrimenti diventano troppo grandi e impediscono loro di nutrirsi correttamente, è quindi necessario fornire un adeguato cibo da sgranocchiare. Fate attenzione a non dar loro troppo da mangiare, sono in grado di inghiottire un lombrico di 1,5 cm e pretenderne ancora...

Dopo il pasto la loro pancia si gonfia molto e si deforma, questo è molto visibile nei giovani che si nutrono di naupli di Artemia salina, il cui ventre diventa tutto rosa.

Carinotetraodon travancoricus - Foto di Véronique Ivanov (Ivanov.ch)

Carinotetraodon travancoricus, dopo il pasto la loro pancia si gonfia molto e si deforma - Foto di Véronique Ivanov (Ivanov.ch)

Piccoli Carinotetraodon travancoricus - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)
Piccoli Carinotetraodon travancoricus con il ventre gonfio e rosa dopo aver mangiato naupli d'artemia salina- Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)
Piccoli Carinotetraodon travancoricus con il ventre gonfio e rosa dopo aver mangiato naupli d'artemia salina- Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)
Carinotetraodon travancoricus a caccia di lumache- Foto di Véronique Ivanov (Ivanov.ch)

Amano anche le larve rosse di zanzara, i vermi tubifex e chironomus congelati o vivi, dafnie e Artemia adulte, possibilmente vive, e piccoli crostacei.

Vederli attaccare una lumaca è un vero spettacolo: le girano intorno, la voltano con un colpo di testa, e poi rompono il guscio sgranocchiandolo con i denti o aspirano direttamente la lumaca fuori dal guscio. Possono prendersela con grandi planorbis di 2 cm come con piccole physa a cui rompono il guscio con un solo boccone. Sono anche in grado di perseguitare grosse ampullarie, mordendole costantemente le antenne e costringendole a seppelliresi.

Fare attenzione a scongelare e lavare a fondo i vermi e le larve sotto l'acqua corrente per evitare di versare nell'acqua della vasca il liquido di congelamento, che è spesso carico di nitrati e fosfati e promuoverà la crescita di alghe e l'inquinamento dell'acqua.

E' superfluo dire che tenere dei gamberetti, Caridina o piccole Neocaridine, in un acquario popolato da dei pesci palla, significa che nel breve o medio termine questi ultimi uccideranno e mangiaranno tutti i gamberetti.

Qui sotto potete vedere un breve filmato sui pesci palla che predano delle lumache (http://tetraback.over-blog.com/)

I sessi si possono differenziare osservando il ventre dei pesci: la femmina è in genere più rotonda, e le sue macchie sembrano punti rotondi, mentre nei maschi tenono ad allungarsi e ad unirsi tra loro.

Carinotetraodon travancoricus maschio - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)

Carinotetraodon travancoricus maschio - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)

Intorno agli occhi dei maschi ci sono delle pieghe e mostrano una tonalità blu-verde, mentre non ho mai osservato questi segni sulle femmine.

Carinotetraodon travancoricus femmina - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)

Carinotetraodon travancoricus femmina - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)

Il maschio nel periodo della deposizione ha una lunga linea scura, gonfia, spessa e quasi nera sul ventre, il resto del tempo questa linea è presente, ma stretta e scura.

Questi caratteri non vengono mostrati se non dai maschi dominanti, e la disposizione e il colore delle macchie possono variare a seconda dell'umore del pesce.

I maschi possono essere aggressivi e lottare tra di loro, si girano attorno l'un l'altro, si gonfiano e mostrano come una cresta sul dorso. Questa cresta appare anche quando i maschi si mettono in parata davanti alla femmina pronta a deporre le uova.

Nel combattimento si ruotano intorno a vicenda e si danno colpi di testa improvvisi e colpi con i denti. Si provocano regolarmente delle ferite, se il più debole non molla e va a nascondersi, può essere ucciso.

Riproduzione

Carinotetraodon travancoricus - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)

Una femmina di Carinotetraodon travancoricus - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)

Coppia di Carinotetraodon travancoricus - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)
Coppia di Carinotetraodon travancoricus - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)
Avannotto di Carinotetraodon travancoricus di 5 giorni - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)
Avannotto di Carinotetraodon travancoricus di 10 giorni - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)
Avannotto di Carinotetraodon travancoricus di 15 giorni - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)
Avannotto di Carinotetraodon travancoricus di 3 settimane - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)
Avannotto di Carinotetraodon travancoricus di 1 mese - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)
Avannotto di Carinotetraodon travancoricus di 1 mese - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)

La riproduzione in acquario non è difficile, a patto di avere un acquario specifico.
Si può prevedere un piccolo acquario da 20 litri senza substrato di fondo, con una buona quantità di Riccia e di muschio di Giava e con un piccolo filtro a spugna in un angolo, per evitare che aspiri gli avannotti. Un maschio convive facilmente con un harem di femmine ed è aggressivo verso gli altri maschi, in particolare durante il periodo della deposizione; tutti gli altri pesci si nascondono e vengono dimenticati quando la coppia decide di riprodursi.
Le parate di corteggiamento possono essere molto irrequiete, il maschio è a volte abbastanza aggressivo e brutale, e morde la femmina che non cede rapidamente alle sue avances.

È lei che sceglie il luogo di deposizione, dopo aver esplorato insieme tutti gli angoli bui, i ripari e le caverne dell'acquario, e il maschio la segue per fecondare le uova.

Si possono mettere sotto una foglia di Anubias, sotto un ciuffo di muschio di Giava, in prossimità del fondo all'ombra. La deposizione delle uova tende a svolgersi nel tardo pomeriggio o la sera. La deposizione può protrarsi per diversi giorni.

Il colore dei pesci che depongono le uova cambia: il maschio dominante mostra delle linee di un blu molto luminoso intorno agli occhi, e una macchia blu sulla base della coda, ma ha anche una linea ventrale scura molto marcata e il giallo delle pinne è più luminoso. Il pesce diventa marrone-beige e le macchie scure che si trovano sul dorso scompaiono quasi del tutto, mentre le macchie che si trovano sui fianchi formano una linea continua. La femmina è più rotonda e rimane gialla.

Dopo la deposizione bisogna aspettare 5-6 giorni a 26°C prima che le uova si schiudano; le larve trasparenti, che misurano non più di 1,5 mm, rimangono vicino al fondo durante i primi giorni. Poi gradualmente la testa e il peduncolo caudale si colorano di giallo, dopo 4-5 giorni il sacco vitellino viene assorbito, e cominciano a muoversi nelle tre dimensioni, e ad andare per un momento in superficie. Allestendo un piccolo acquario densamente piantumato con muschio di Giava, mangeranno molti microrganismi. Attenzione all'uso di mangimi liquidi per avannotti, inquinano l'acquario molto velocemente... e gli avannotti non sopportano nitriti o nitrati nell'acqua. Raggiungono 3-4 mm dopo una settimana.

Nella vasca di riproduzione dovrebbe esserci un basso livello dell'acqua, da 15 a 20 cm sono sufficienti per le prime 2 settimane. Dal 10° giorno mangiano nauplii d'artemia e ne inghiottono facilmente da 15 a 20 in ciascuno dei quattro pasti giornalieri. Sono dei veri ghiottoni, che non esitano nemmeno a mangiarsi anche altri avannotti rimasti più piccoli. Quindi, evitate di far crescere due o tre deposizioni consecutive nella stessa vasca. La pancia degli avannotti bella rotonda e rosa pancia può rassicurarvi molto bene sul fatto che abbiano abbastanza da mangiare.
Dopo un mese, appaiono come adulti in miniatura, le macchiettature marroni si rafforzano e comincia a comparire il colore giallo.

Carinotetraodon travancoricus femmina - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)

Carinotetraodon travancoricus femmina - Foto di Guilhem Mollera (Ivanov.ch)

Il corpo è di colore giallo o verdastro, il ventre bianco, talvolta virante sull'arancio, il dorso e i fianchi sono punteggiati di macchie nere, più o meno allungate. La testa è grande e ha due occhi molto grandi e mobili. Le femmine hanno macchie più rotonde, i maschi invece hanno macchie allungate che si uniscono a formare delle linee.

Caratteristiche dell'acqua

Richiedono acqua con un bel movimento, ben ossigenata e filtrata 2-3 volte all'ora. L'acquario dovrebbe essere ben piantumato per fornire loro zone d'ombra e nascondigli.

La temperatura deve essere compresa tra 24 e 26° C. E' necessario un termoriscaldatore. A loro non piace l'acqua fredda e diventano amorfi.

Comportamento e allevamento

L'ideale per allevare un gruppo di 6 o 8 pesci è un acquario da circa 50 litri. Si mostrano molto volentieri quando si sentono al sicuro nel loro acquario. Generalmente sono pesci pacifici ma infastidiscono le altre specie mordendole ed è molto meglio allevarli da soli in un acquario specifico.

Maggiori informazioni su questa pagina molto interessante.

I più curiosi possono leggere un descrittivo in inglese dei loro fiumi di origine e vedere una mappa del sud-ovest dell'India e della regione del Kerala.

Grazie a Guilhem Mollera per la maggior parte delle foto di questa pagina.

© Véronique Ivanov - www.ivanov.ch - Foto © Guilhem Mollera


Stai pensando di comprarli?
Vai alla pagina con i pro e contro dell'allevamento dei Carinotetraodon, i pesci palla nani d'acqua dolce

Specie nel sito
Carinotetraodon travancoricus - Foto © Myaj (Thepufferforum.com)
Malabar puffer, Pesce palla nano
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 3.5 cm TL; è tuttavia difficile che superino i 2,5 cm di lunghezza

E' probabilmente la più piccola specie di pesce palla, ed è sicuramente uno dei pesci più piccoli in commercio. Ha un aspetto carino, divertente e simpatico e un'affascinante stile di nuoto, che lo rendono giustamente popolare, anche se è fin troppo spesso venduto senza le informazioni corrette necessarie per la sua salute e cura a lungo termine.

Temperatura in natura: 22 - 28°C
Valori pH in natura: 7.5 - 8.3

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.