• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Characiformes

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti all'ordine dei caraciformi

Paracheirodon innesi - Foto di Bjarne Sætrang (aquadigital.net)

I Characiformes, chiamati comunemente Caracidi (in inglese Characins) sono tra gli ordini di pesci più antichi; sono originari dell'Era Mesozoica, tra 80 e 150 milioni di anni fa, quando le zolle di Africa e America erano ancora unite. Proprio lo sviluppo parallelo delle varie famiglie di Caracidi in Sud America e in Africa, con la presenza di gruppi simili in entrambi i continenti (come ad esempio Hydrocynus da una parte e Hoplias dall'altra, o Erythrinus e Citharinidae da una parte e Hemiodontidae e Curimatidae dall'altra), viene considerato una prova del fatto che un tempo i due continenti erano uniti.

In passato i caracidi erano stati classificati dentro il Sottordine Characoidei dell'Ordine dei Cypriniformes, mentre attualmente sono stati posti in un Ordine autonomo, quello appunto dei Characiformes. Questi cambiamenti nelle divisioni tra le varie famiglie di pesci rispondono sia alle nuove scoperte sia a cambiamenti nei criteri tassonomici.

Distribuzione geografica:

Con l'eccezione di Astyanax fasciatus mexicanus, che è stato ritrovato anche nel Nord America, precisamente in Texas, l'area di distribuzione delle specie dell'ordine dei Characiformes è ristretta all'America centrale e meridionale, con più di 110 specie, e all'Africa, con più di 175 specie.

- in Africa: Characidae, Alestiidae (a da alcuni considerata sottofamiglia dei Characidae), Citharinidae (con l'inclusione dei Distichodontinae, prima Disthichodontidae), e Hepsetidae.
- In America: Anostomidae, Hemiodontidae (da alcuni chiamati Hemiodidae), Ctenoluciidae, Curimatidae, Erythrinidae, Gasteropelecidae, Lebiasinidae e Characidae.

Dimorfismo sessuale

E' praticamente impossibile individuare il sesso nei caracidi in fase giovanile; nelle specie dove si manifestano differenze sessuali, queste diventano evidenti solo quando gli esemplari hanno raggiunto la maturità sessuale; per le altre neanche questo :-)
Spesso l'unico modo di distinguere le femmine è quando il loro ventre è gonfio di uova.

Comportamento

Esemplare adulto di Pygocentrus nattereri (Piranha) - Foto di LeChat - Aqua-Flore.com

Pygocentrus nattereri (Piranha) - Foto di LeChat - Aqua-Flore.com

La grande maggioranza dei caracidi è diurna. La maggior parte ha una tendenza alla predazione, ma molte specie sono troppo piccole per rappresentare un problema in acquario (se non ci sono avannotti piccoli). Anche i famigerati piranha sono tranquilli e mansueti se allevati in branco e ben alimentati; tuttavia è raccomandabile allevarli in acquari dedicati.

 
Paracheirodon innesi - Aqualog Photo Collection

Paracheirodon innesi
Aqualog Photo Collection

I caraciformi sono tipicamente pesci che vivono in banchi, e rallegrano le vasche di comunità nuotando energicamente e instancabilmente nel livello mediano dell'acquario. E' consigliabile quindi per quasi tutte le specie un acquario sviluppato particolarmente in lunghezza, dove possano nuotare a loro piacimento, con un filtro potente che movimenti l'acqua e la arricchisca di ossigeno: queste specie necessitano in genere di molto ossigeno, e soffrono se è carente; molte specie muoiono quando nella stagione secca i fiumi iniziano a prosciugarsi sotto il sole rovente, prima per la carenza d'ossigeno che per la successiva carenza d'acqua. Molti non tollerano neppure lo stress, poiché spesso ne risulta un forte consumo di ossigeno.
Hanno, dato il gran numero di specie. una grande vastità di di biotopi, che vanno dalle rapide (Citharinidae, Hemiodontidae) alle pozze d'acqua stagnante (Lebiasinidae, Erythriniidae).

Alimentazione

La maggioranza dei caraciformi è onnivora, e può essere alimentata in acquario con i mangimi secchi commerciali (anche i piranha possono adattarsi a mangiare i pellets). Tuttavia un'alimentazione siffatta non è sufficiente per portarli alla riproduzione; molte specie per arrivare ad una deposizione con successo hanno bisogno di cibo vivo o congelato.
Alcune specie sono spiccatamente predatrici, come Hoplias malabaricus, e vedono i compagni di vasca solo come dell'appetitoso cibo vivo; queste specie sono facilmente riconoscibili dalla particolare dentatura: i denti del genere Hydrocynus, il "caracide tigre" africano, Hydrolycus, Erythtinidae e dei piranha (prima Serrasalmus, ora Pygocentrus) sono particolarmente prominenti, e se allevati in acquari dedicati (per quanto sempre sconsigliabile) devono essere maneggiati con cautela, a causa della gravità delle ferite provocate dai loro morsi.
Le specie erbivore presentano parimenti delle difficoltà nell'allevamento in acquario, in quanto divorano le piante; alcune di essere però possono essere convertite ad un'alimentazione basata su fiocchi e pellets a base vegetale.

Particolarità

Se non si considerano i Siluriformes, i Characiformes sono i pesci più comuni in Sud America, mentre in Africa sono in stretta competizione con i ciprinidi e sorpassati in quanto biodiversità da molte famiglie di pesci, come ad esempio i ciclidi.

I caracidi hanno i sensi altamente sviluppati e una grande capacità nel ricevere gli stimoli ambientali, infatti ad esempio sono sempre loro i primi pesci ad arrivare nel luogo dove c'è il cibo; perfino Astyanax fasciatus mexicanus, il caracide cieco delle caverne, grazie al suo olfatto sviluppatissimo arriva al cibo al pari delle specie con vista normale. E' sempre grazie al loro olfatto che i caracidi sentono se qualche membro del loro banco è stato ferito, e si danno alla fuga.
I caracidi inoltre reagiscono prontamente a stimoli visivi e acustici; questi ultimi sono captati grazie all'"apparato di Weber", una modificazione delle vertebre cervicali, mediante la quale i segnali acustici vengono trasmessi dalla vescica natatoria agli organi uditivi dell'orecchio interno, in modo che la vescica funga da cassa di risonanza, apparato che è comune anche agli ordini dei Cypriniformes e dei Siluriformes.
Il corpo ha squame cicloidi e in moltissime specie il corpo è color argento, comunissimo è inoltre uno spot nero sul peduncolo caudale, un tipico segnale caratterizzante i pesci che vivono in banco. Tutti i caracidi, escludendo quelli che vivono nelle caverne, hanno occhi grandi; normalmente hanno una pinna adiposa, dalla funzione sconosciuta.

Alcune specie all'interno degli Hemiodontidae e dei Curimatidae perdono facilmente le squame; sono pesce caratteristicamente molto nervose e sensibili, per cui vanno trattate con molta cautela, tuttavia quelle commercializzate sono più tolleranti allo stress che i loro parenti selvatici.

Innumerevoli le specie diffuse in ambito acquariofilo, neon, cardinali, e tantissimi altri sono diffusi in quasi tutti gli acquari, rari gli appassionati che possono dire di non averli mai allevati. Anche i piranhas esercitano un fascino irresistibile per molti.
Sono molto diffusi anche nell'acquacoltura, particolarmente il genere Colossoma: crescono rapidamente, accettano i mangimi secchi, sono robusti, adattabili, sopportano un'alta densità di popolazione,ed hanno una carne superiore. Tuttavia sono specie migratorie, per cui non depongono naturalmente nei bacini d'allevamento, ed è necessario un protocollo di iniezioni con estratti pituitari, o analoghi preparati sintetici, attuabile solo in esemplari già di una certa grandezza.

La Tassonomia

L'Ordine dei Characiformes comprende 18 famiglie, divise in sue sottordini, Characoidei e Citharinoidei, che comprendono circa 270 generi, per quasi 1700 specie diverse.

Le Famiglie comprese nell'Ordine dei Caraciformi

In accordo con i nuovi criteri, le famiglie appartenenti ai caracidi sono:

Elenco delle Famiglie comprese nell'Ordine

Characiformes

Gruppo di Phenacogrammus interruptus - Foto © Bjarne Sætrang (aquadigital.net)
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti alla famiglia degli Alestidi: distribuiti in Africa, sono i più bei caracidi africani, dal comportamento talvolta predatorio e dalla dieta carnivora.

Anostomus anostomus - Foto © www.Beke.co.nz
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia Anostomidae: distribuiti in Sud e Centro America, sono pesci dal comportamento solitario, pacifico con gli eterospecifici e dalla dieta limnivora o erbivora.

Gruppo di Pristella maxillaris - Foto di Slimy (Aquahobby.com)
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti alla famiglia dei caracidi: distribuiti in Centro e Sud America e in Africa, sono pesci dal comportamento per lo più pacifico, che amano vivere in banchi  e dalla dieta onnivora o carnivora.

Citharinidae, Lutefishes - Foto © Aapo Haapanen (Wikimedia)
-

Informazioni e notizie sula tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia: distribuite in Africa, alcune specie hanno un comportamento pacifico, altre predatorio; allo stesso modo la dieta più essere onnivora o carnivora. La sottofamiglia degli Ichthyoborinae presenta una mandibola mobile.

Boulengerella maculata - Foto © Hristo Hristov
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie della famiglia Ctenoluciidae: distribuiti in Sud America, sono pesci predatori d’agguato, che vivono da soli o in gruppo

Distichodus rostratus © Frank Schafer (Aquarium Glaser GmbH)
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie comprese nella famiglia

Carnegiella marthae - Foto © Hristo Hristov
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti alla famiglia dei pesci accetta: distribuiti in Sud America, sono pesci pacifici che vivono in branchi. Dieta carnivora o onnivora. Vivono presso la superficie dell’acqua e possono "volare"

-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie della famiglia degli emiodontidi: distribuiti in Sud America, sono pesci dal comportamento di gruppo, molto attivi e dalla dieta onnivora, erbivora o limnivora. Perdono le squame facilmente, sono molto nervosi e sensibili.

Copella arnoldi- Foto © Zikamoi (Wikipedia)
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti alla famiglia dei Lebiasinidi: distribuite in Sud America, alcune specie sono pacifiche, altre predatrici; la dieta può esserequindi o onnivora o carnivora. Possono serpeggiare sulla terraferma. Alcuni sono tra i caracidi più belli in commercio.

Semaprochilodus taeniurus - Foto © Ikan Hias (Wikimedia)
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie della famiglia Prochilodontidae: distribuiti in Sud America, sono grandi pesci dal comportamento pacifico e di branco. Dieta erbivora o limnivora; questi ultimi sono difficili da alimentare in acquario.

Myleus schomburgkii, 'Red salmon' - Foto © Frank Schäfer (Aquarium Glaser GmbH)
-

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti alla famiglia

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti all'Ordine

Anostomus ternetzi - Foto © Frank Schafer (Aquarium Glaser GmbH)
Ternetz's Anostomus
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 12.0 cm TL

Bellissimo e interessante, rimane più piccolo di Anostomus anostomus ed è una delle specie di Anostomus più tranquille, anche se deve comunque essere allevato in vasche grandi e in non meno di 6-8 esemplari.

Arnoldichthys spilopterus - Foto © Hippocampus-Bildarchiv.de
Niger tetra, Tetra del Niger
Aspettativa di vita: 7 - 10 anni
Dimensioni massime: 9.6 cm SL

Tetra africano abbastanza robusto una volta acclimatato in acquario, può vivere anche per un decennio se allevato correttamente, ma non è adatto ad acquari piccoli, per la sua incessante attività.

Temperatura in natura: 23 - 28°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Brycinus longipinnis - Foto © Hristo Hristov
Longfin tetra
Aspettativa di vita: 4 - 5 anni
Dimensioni massime: 16 cm TL
Si trovano raramente in commercio, anche perché sembra sopportino molto male lo stress del trasporto. Una volta acclimatati di solito si dimostrano robusti, ma sono adatti solo a vasche molto grandi, per le dimensioni degli adulti e per l'incessante movimento.
Temperatura in natura: 22 - 26°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Colossoma macropomum, Black pacu: lo stesso pesce da giovane e da adulto
Tambaqui, Black Pacu
Aspettativa di vita: 20 - 30 anni
Dimensioni massime: 108 cm TL; peso massimo pubblicato: 40 kg

Conosciuto come Tambaqui nei suoi paesi di origine, il Pacu è la seconda specie più grande di pesci squamati del bacino amazzonico. Questo da solo dovrebbe dirvi molto di ciò che c'è da sapere sulla sua idoneità come pesce d'acquario. In realtà, è discutibile se le specie debba essere considerata davvero una specie d'acquario.

Temperatura in natura: 22 - 28°C
Valori pH in natura: 5.0 - 7.8
Copella arnoldi - Foto © Peter and Martin Hoffmann (Fishbase.org)
Splash Tetra
Aspettativa di vita: 3 - 5 anni
Dimensioni massime: 3.5 cm SL

Lo 'Splash Tetra' ha la straordinaria particolarità di essere finora l'unica specie di pesce conosciuta che depone le uova fuori dall'acqua.

Temperatura in natura: 25 - 29°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Distichodus sexfasciatus - Foto © Livetropicalfish.net
Six-banded Distichodus
Aspettativa di vita: 9 - 12 anni
Dimensioni massime: 76.0 cm SL

Tra i tanti splendidi pesci in vendita quando sono poco più che avannotti di pochi cm di lunghezza, dalla colorazione brillante e irresistibile, vengono comprati quasi sempre senza informarsi adeguatamente sulle dimensioni che raggiungeranno e sul loro stile di vita... E' deprimente pensare dove finiscano la maggior parte degli esemplari comprati, visto che è difficilissimo vedere in giro o nei negozi degli esemplari adulti.

Temperatura in natura: 22 - 26°C
Valori pH in natura: 6.0 - 7.5
Gymnocorymbus ternetzi
Black tetra, Vedova nera
Aspettativa di vita: 5 - 10 anni
Dimensioni massime: 6 cm TL

Onnipresente nella maggior parte dei negozi, è una delle scelte migliori per i principianti. Tutti i pesci in commercio sono riprodotti in cattività e non hanno particolari esigenze per quanto riguarda la chimica dell'acqua e l'alimentazione. L'intensa colorazione nera dei piccoli svanisce man mano che crescono, ma i pesci adulti forniscono comunque un bel contrasto con la maggior parte delle altre specie comunemente allevate.

Temperatura in natura: 20 - 26°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Hemigrammus bleheri, maschio - Foto © Peter Maguire
Firehead tetra
Aspettativa di vita: 4 - 6 anni
Dimensioni massime: 5 cm

E' la specie più comunemente venduta come 'rummy-nose', tetra testa rossa, nei punti vendita acquariofili, anche se il 'vero' tetra testa rossa è Hemigrammus rhodostomus, con Hemigrammus bleheri che dovrebbe essere chiamato più correttamente 'firehead nose', tetra testa di fuoco.

Temperatura in natura: 23 - 26°C
Valori pH in natura: 5.0 - 6.0
Hemigrammus rhodostomus, Rummy nose tetra - Foto © Hristo Hristov
Rummy-nose tetra
Aspettativa di vita: 4 - 6 anni
Dimensioni massime: 5 cm TL

Quella di Hemigrammus rhodostomus è la 'vera' specie di 'rummy-nose', tetra testa rossa. La specie più spesso venduta come tale invece è il 'Firehead tetra', il tetra testa di fuoco, Hemigrammus bleheri. Queste due specie sono molto simili in apparenza, così come il 'falso' tetra testa rossa, Petitella georgiae.

Hyphessobrycon amandae - Foto © Peter Maguire
Ember tetra
Aspettativa di vita: 3-5 anni
Dimensioni massime: 2.0 cm SL

E' una bella e piccola specie, adatta ad acquari con altri pesci parimenti piccoli e tranquilli. Nonostante si riproduca abbastanza facilmente anche in acttività, gli esemplari in commercio sono molto spesso catturati in natura.

Temperatura in natura: 24 - 28°C
Valori pH in natura: 5.0 - 7.0
Hyphessobrycon pulchripinnis - Foto © Waugsberg (Wikipedia.org)
Lemon tetra
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 3.8 SL

Il cosiddetto 'Lemon tetra' è un popolare pesce d'acquario che viene allevato su base commerciale in diversi paesi, e di cui esistono in commercio diverse forme, più o meno colorate.

Inpaichtys kerri - Photo © Juan R. Lascorz
Purple Emperor Tetra, Royal tetra
Aspettativa di vita: 6 - 8 anni
Dimensioni massime: 2.8 cm SL

Questa piccola e graziosa specie può essere trovata in vendita con vari nomi comuni, tra cui tetra imperatore blu o tetra reale, ed assomiglia molto ai tetra imperatore, Nematobrycon palmeri.

Temperatura in natura: 24 - 27°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Ladigesia roloffi - Foto © Hippocampus-bildarchiv.com
Jelly Bean Tetra
Aspettativa di vita: 3 - 5 anni
Dimensioni massime: 3.1 cm SL

E' l'unica specie del suo genere, e data la sua predilezione per le acque tenere e acide, è spesso usata come pesce rassicurante per i ciclidi nani che vivono nelle stesse condizioni dell'acqua.

Temperatura in natura: 22 - 26°C
Valori pH in natura: 6.0 - 7.0
Giovane esemplare di Leporinus fasciatus - Foto © Unimati.dk (Seriouslyfish.com)
Banded Leporinus, Leporino fasciato
Aspettativa di vita: 8 - 10 anni
Dimensioni massime: 30.0 cm TL

Nonostante la bella colorazione dei giovani (che sbiadisce però con l'età) non è una specie adatta all'allevamento in acquario, per le dimensioni che raggiunge e perché in natura vive in folti branchi, per cui necessita di vasche davvero grandi.

Temperatura in natura: 22 - 26°C
Valori pH in natura: 5.5 - 7.5
Metynnis argenteus - Foto © Enrico Richter (Aqua-global)
Silver dollar, Dollaro d’argento
Aspettativa di vita: 10 anni e più
Dimensioni massime: 15 cm TL

Simili e correlati ai Piranha, i dollari d'argento sono pesci che diventano grandi, devono vivere in branco, e hanno bisogno di nuotare molto: tutto ciò li rende adatti solo a vasche molto grandi, mentre purtroppo si trovano comunemente in vendita da giovanissimi, senza alcuna indicazione sulle loro cure.

Temperatura in natura: 24 - 28°C
Valori pH in natura: 6.0 - 7.0
Diamond tetra, Moenkhausia pittieri, maschio‬ - Foto © Frank Schäfer (Aquarium Glaser GmbH)
Diamond tetra, Tetra diamante
Aspettativa di vita: 5 - 7 anni
Dimensioni massime: 6 cm SL

Piccolo caracide che come molti altri non attira l'attenzione in negozio, ma che da adulto e in vasche adatte ha riflessi diamantati stupefacenti.

Temperatura in natura: 24 - 28°C
Valori pH in natura: 5.5 - 7.0
Moenkhausia sanctaefilomenae, Red eye tetra - Foto © Danelle Vivier (Wikipedia.org)
Redeye tetra, Tetra occhi rossi
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 7 cm SL

Facile da trovare in commercio, è una delle scelte migliori per chi sta allevando dei pesci per la prima volta, e dispone di una vasca grande abbastanza da soddisfare le loro esigenze.

Temperatura in natura: 22 - 26°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Nannostomus beckfordi - Foto © Hippocampus-bildarchiv.com
Golden Pencilfish, Pesce matita dorato
Aspettativa di vita: 5 anni
Dimensioni massime: 6.5 cm SL

Il Golden pencilfish, pesce matita dorato, è abbastanza onnipresente nel commercio acquariofilo, e rappresenta una scelta eccellente per i neo-acquariofili, dal momento che è meno impegnativo rispetto alla maggior parte dei congeneri.

Temperatura in natura: 24 - 26°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Nannostomus marginatus - Foto © Bjarne Saetrang (aquadigital.net)
Dwarf pencilfish, Pesce matita
Aspettativa di vita: 3 - 5 anni
Dimensioni massime: 3.0 cm TL

Questa specie è molto popolare in acquariofilia, e tutti i Nannostomus, essendo piccoli e pacifici vengono spesso usati come pesci rassicuranti per i ciclidi nani, anche se la loro natura di micropredatori non li rende esenti da rischi.

Splendido esemplare adulto di Nannostomus mortenthaleri, pesce matita rosso corallo © Charles König (Seriouslyfish.com)
Coral red pencilfish, Pesce matita
Aspettativa di vita: 4 - 5 anni
Dimensioni massime: 2.9 cm SL

Splendidi pesci matita, non per niente chiamati 'rosso corallo', che nonostante le ridotte dimensioni hanno bisogno di acquari grandi, perché i maschi mostrano un'alta aggressività intraspecifica.

Temperatura in natura: 24 - 28°C
Valori pH in natura: 4.0 - 6.0
SL (Standard Lenght)
Lunghezza standard, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso al peduncolo caudale (esclusa quindi la coda)
TL (Total Lenght)
Lunghezza totale, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso alla punta della coda (quindi coda compresa)
Demerso
specie che vive in prossimità del fondo del mare. I pesci demersi si dividono principalmente in due tipi: Bentonici e Bentopelagici
Bentonica
specie che vive e che è legata al fondo
Bentopelagica
specie che vive sia sul fondo o vicino ad esso, sia nel livello medio dell'acqua
Pelagica
specie che vive lontano dal fondo, in acque aperte
Diadroma
specie che migrano tra acque salate e acque dolci
Anadroma
specie che che vive per la maggior parte del tempo in acque salate e si riproduce in acque dolci
Catadroma
specie che vive in acque dolci e si riproduce in acque salate
Anfidroma
specie che si muove indifferentemente da acque dolci ad acque salate
Potamodroma
specie che migra all'interno di acque dolci
Oceanodroma
specie che migra all'interno di acque salate

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.