• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
3 minuti
Letto finora

Un modo facile per riprodurre i Danio rerio (Tash & Serva)

Lun, 09/Feb/2004 - 18:48
Posted in:
0 comments

Descrizione di un metodo alternativo per riprodurre i Danio rerio

Traduzione dell'articolo:
"An Easy Way to Breed Zebra Danios" di Gina Tash & Rich Serva
sul sito della GPASI, Greater Pittsburgh Aquarium Society

Danio rerio - Foto tratta da Acquariofacile.wordpress.com

I Danio zebrati, Brachydanio rerio, appartengono alla famiglia dei Cyprinidae. Questi pesci sono originari delle acque dell'India orientale e del Bangladesh. Sono i pesci facili da allevare, mangiando avidamente ogni mangime secco. La temperatura dell'acqua adatta dovrebbe essere di circa 22 25°C.

Potrei andare avanti con una storia arida e noiosa. Fortunatamente per voi, non lo farò. Lo scopo reale di questo articolo è presentare un modo alternativo con cui si possono far riprodurre questi pesci.

Dopo una ricerca attraverso vari libri sui metodi per far deporre le uova ai Danio, non siamo stati favorevolmente impressionati da nessuno. I metodi andavano dall’usare biglie di vetro sul fondo della vasca, al creare nella vasca un doppio fondo che costituisse protezione per le uova. Non abbiamo ritenuto necessario andare di negozio in negozio per cercare le biglie o materiali per costruire un doppio fondo. Lo scopo di entrambi i metodi era quello di proteggere le uova e gli avannotti dai genitori affamati.

Abbiamo scovato nel nostro scantinato tutto l’occorrente per un allestimento adatto alla riproduzione dei Danio. Consisteva in una vasca da una decina di litri, in una sala parto per guppy e in un filtro a spugna Tetra Billi. Abbiamo appeso la sala parto nella vasca ed abbiamo messo il filtro nell’acquario con il beccuccio d’uscita sistemato in modo che l’acqua filtrata fluisse nella sala parto. Quindi abbiamo inserito un po’ di muschio di Giava e la coppia di riproduttori nella sala parto.

Il motivo per cui abbiamo disposto il flusso del filtro direttamente dentro la sala parto è semplice. Poiché i Danio sono i pesci affusolati e depongono le uova molto probabilmente in acque rapide, questo era un tentativo di emulare quanto avviene per loro in natura. L’uscita del filtro non deve essere sotto la superficie dell’acqua, ma dovrà formare un ricircolo di bolle d’aria che ossigenino l’acqua.

Questo metodo vi può consentire di alimentare abbondantemente i riproduttori e di mantenere lo stesso un ambiente più pulito di quello che vi consentirebbero gli altri metodi. Il cibo avanzato fuoriuscirà attraverso le feritoie della sala parto e potranno essere aspirati dal fondo della vasca; tuttavia, una volta che le femmine cominciano ad essere gonfie per le uova, dovreste interrompere l’alimentazione abbondante ed il sifonamento, o potreste aspirare via le uova dei pesci.

Poiché le uova sono così minuscole, è difficoltoso vederle dopo la deposizione. Tuttavia, quando le femmine diventano più magre, è un buon segno che sia avvenuta la deposizione delle uova. Noi abbiamo alimentato i nostri riproduttori talmente abbondantemente che era difficile determinare quando era avvenuta la deposizione. Gli avannotti appena nati sono veramente molto minuscoli e rimarranno appesi ai lati della vasca, vicino al fondo. Li abbiamo alimentati con il Liquifry fino a che non hanno potuto mangiare i naupli d'artemia salina appena schiusi. Si sono sviluppati rapidamente dando loro il cibo molte volte al giorno.

I nostri riproduttori sono stati condizionati alla deposizione con cibi secchi e con cibo vivo. Gli alimenti vivi consistevano in naupli d'artemia salina, tubifex, enchitrei e drosofile.

© Gina Tash & Rich Serva - Greater Pittsburgh Aquarium Society

Specie nel sito
Danio rerio - Foto © Beta Mahatvaraj
Zebra danio; in Italia anche 'juventini' :)
Aspettativa di vita: 5 - 10 anni
Dimensioni massime: 4 cm SL

E' uno dei pesci più popolari, e meritatamente perché è pacifico, gran nuotatore, resistente e poco costoso. Purtroppo essendo stato allevato e riprodotto in gran numero ai fini commerciali per molti anni, i continui incroci tra consanguinei hanno portato ad un peggioramento delle condizioni degli esemplari in vendita, che sviluppano spesso deformità e malattie.

Temperatura in natura: 18 - 24°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Riferimenti
Riferimenti & Link
FAQ - Domande e Risposte

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.