• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Gymnocorymbus ternetzi

(Boulenger, 1895)

Onnipresente nella maggior parte dei negozi, è una delle scelte migliori per i principianti. Tutti i pesci in commercio sono riprodotti in cattività e non hanno particolari esigenze per quanto riguarda la chimica dell'acqua e l'alimentazione. L'intensa colorazione nera dei piccoli svanisce man mano che crescono, ma i pesci adulti forniscono comunque un bel contrasto con la maggior parte delle altre specie comunemente allevate.

Gymnocorymbus ternetzi

nome comune
Black tetra, Vedova nera
dimensioni massime in natura
6 cm TL
aspettativa di vita
5 - 10 anni

Questa specie è onnipresente nella maggior parte dei negozi ed è una delle scelte migliori per i principianti. Tutti i pesci in commercio sono stati riprodotti in cattività e non hanno particolari esigenze per quanto riguarda la chimica dell'acqua e l'alimentazione. L'intensa colorazione nera dei piccoli svanisce man mano che crescono, ma i pesci adulti forniscono comunque un bel contrasto con la maggior parte delle altre specie comunemente allevate.

Sono in vendita con diversi nomi comuni, tra cui tetra farfalla, tetra gonna nera, gonnella nera, vedova nera e semplicemente black tetra, tetra nero. Ci sono alcune forme selezionate per il commercio, come le varietà con pinne lunghe e dorate (leucistiche). Quest'ultima forma è spesso vista in vendita come white skirt tetra, tetra gonna bianca.

Purtroppo recentemente sono apparsi in vendita anche esemplari colorati artificialmente, cioè che hanno subito iniezioni di coloranti di vari colori. Questo processo è molto stressante per i pesci, e spesso riduce considerevolmente la loro durata di vita. E' auspicabile che in futuro venga messo un freno a questa esecrabile attività.

distribuzione
Sud America: bacini dei fiumi Paraguay e Guaporé, in Brasile, Bolivia e Argentina
habitat

Ambiente: pelagico, acqua dolce. Clima tropicale.
Abita piccoli torrenti e tributari dalla lenta corrente, solitamente con fitta vegetazione ripariale, dove cercano riparo.

temperatura in natura
20 - 26°C
valore pH in natura
6.0 - 8.0
valori acqua in natura
dH range: 5 - 19
allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 60 cm di lunghezza per un piccolo gruppo di 6-8 individui.
Per quanto riguarda gli arredi non hanno particolari esigenze, sono una specie attiva che ha bisogno di molto spazio aperto per il nuoto, e di alcune zone più tranquille dove trovare riparo. Mostreranno i loro migliori colori se ci saranno alcune aree fittamente piantumate, con un po' di piante galleggianti per filtrare la luce che entra nella vasca.

Comportamento e compatibilità: Sono tra i tetra migliori per i cosiddetti acquari di comunità. Sono allo stesso tempo tranquilli e vivaci, e la livrea grigia-scura li rende un buon contrasto con specie più colorate. Possono essere allevati con la maggior parte dei poecilidi, danio, rasbore, altri tetra e pacifici abitanti del fondo, come Corydoras o i loricaridi più piccoli. E' anche un compagno adatto per i ciclidi nani più robusti, come i Pelvicachromis, e grazie alla forma arrotondata è improbabile che finiscano sul menu se combinati con specie più grandi come gli scalari.
Anche se hanno la reputazione di essere morsicatori di pinne, questo comportamento di solito non si presenta se vengono allevati in folto gruppo, comprandone un piccolo branco di almeno 6-8 esemplari, in questo modo qualsiasi litigio viene generalmente contenuto all'interno del gruppo.

alimentazione

E' una specie onnivora che non pone problemi riguardo all'alimentazione, accettando transono consigliati i fiocchi e granuli, insieme con poppate regolari di piccoli alimenti vivi e congelati, come daphnia e chironomus.

dimorfismo sessuale
I maschi sono notevolmente più snelli e un po' più piccoli rispetto alle femmine. Inoltre il maschio ha la pinna dorsale e le pinne anali più appuntite rispetto alle femmine.
riproduzione

Si riproducono abbastanza facilmente, anche se è necessario allestire un acquario separato se si desidera salvare eventuali avannotti. Va già bene una vasca lunga 45-50 cm, poco illuminata e con ciuffi di piante a foglie fini come muschio di Giava o mop da riproduzione, per dare ai pesci un posto dove deporre le uova adesive. Si può anche coprire la base della vasca con un qualche tipo di rete con le maglie abbastanza grandi da lasciar passare le uova ma abbastanza piccole da non farle raggiungere dagli adulti. Possono essere fatti riprodurre in gruppo, con una mezza dozzina di esemplari di ciascun sesso condizionati con abbondante cibo vivo e congelato, e la deposizione delle uova non dovrebbe presentare troppi problemi.
In alternativa, possono essere fatti riprodurre in coppie. In questo modo, i pesci vanno condizionati tenendo maschi e femmine in acquari separati con una dieta di alta qualità, con alimenti vivi e surgelati, ad una temperatura di circa 23-25°C. La temperatura dell'acquario per la deposizione va tenuta pochi gradi superiore a quella dell'acquario principale, cioè a circa 27-30°C, con un pH da neutro ad acido. Quando le femmine sono notevolmente piene di uova e i maschi mostrano i loro colori migliori, selezionare la femmina più grassa e maschio più colorato e trasferirli nell'acquario per la deposizione. La coppia dovrebbe deporre le uova la mattina seguente. In entrambi i casi, gli adulti possonno mangiare le uova se ne viene data loro la possibilità, e devono essere rimossi non appena si notano le uova.
Le uova schiudono dopo 18-36 ore, e gli avannotti raggiungono il nuoto libero pochi giorni dopo. I primi giorni devono essere alimentati con cibo molto piccolo, tipo infusori, fino a quando non sono grandi abbastanza per accettare microworm o naupli d'artemia. Le uova e gli avannotti sono sensibili alla luce nelle prime fasi della vita per cui l'acquario deve essere mantenuto il meno illuminato possibile.

temperatura per la riproduzione
27-30°C.

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Riferimenti

Pesci tropicali da pensarci due volte (e alcune valide alternative) Injaf

Questo articolo ci porta attraverso alcune delle specie più popolari disponibili in commercio e soprattutto offre suggerimenti per alternative che hanno più probabilità di essere allevate con successo nella media degli acquari domestici - traduzione in italiano di un articolo di Injaf

Riproduzione e crescita di Tetra, Barbus e Rasbora (R. Carey)

Lungo articolo dedicato alla riproduzione di caracidi e ciprinidi, da cui traspare l'orgoglio e la soddisfazione che si prova quando si riesce a riprodurre questi pesci con successo, perchè non fanno tutto da soli, ma richiedono da parte dell'acquariofilo un impegno attivo, forte e costante, nello stimolare la deposizione prima e nel far sopravvivere e crescere i piccoli avannotti poi - traduzione in italiano di un articolo di Randy Carey