• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

I pesci pulitori NON ESISTONO!

I pesci non vanno comprati per la loro presunta funzione di pulitori, ma perché piacciono e perché sono interessanti da osservare. Dobbiamo essere noi a rispettare le loro esigenze, non loro a dover svolgere un lavoro in vece nostra: i pesci non sono attrezzi, e non possono sopravvivere solo con gli scarti degli altri...

Tempo di lettura
5 minuti
Letto finora

Fantasmi e caramelle - Hemiancistrus e Peckoltia (D. Stevens)

Gio, 05/Dic/2013 - 12:28
Posted in:
0 comments

Descrizione e foto delle specie di Hemiancistrus e di Peckoltia più comunemente in commercio, con indicazioni per allevamento e riconoscimento

Traduzione dell'articolo:
"Phantoms and candy - Hemiancistrus and Peckoltia" di Darren Stevens
sul sito della FNZAS, Federation of New Zealand Aquatic Societies, che potete leggere al link seguente nella versione originale in inglese.
Pubblicato la prima volta su Aquarium World, novembre 2009

Hemiancistrus e Peckoltia sono due pleco simili, probabilmente correlati. Anche se simili, le specie di Hemiancistrus hanno generalmente spot e un colore uniforme, mentre quelle di Peckoltia generalmente hanno disegni a forma di sella sulla schiena e strisce o macchie sulla testa, pancia e pinne.

Hemiancistrus

Ci sono circa 25 specie di Hemiancistrus scientificamente descritte, e molte altre in attesa di un nome scientifico. Il nome Hemiancistrus ha origini poco chiare ed è stato usato come "discarica" scientifica per i Pleco, cioè se una specie non apparteneva proprio a nessun genere allora veniva assegnata a quello degli Hemiancistrus. "Hemi" significa metà, in riferimento al fatto che le specie di Hemiancistrus avrebbero metà (o alcune) delle caratteristiche degli Ancistrus (come ad esempio l'Ancistrus comune, Ancistrus cf. cirrhosus).
Si trovano generalmente nelle acque con buona corrente nei medi e grandi fiumi delle Guyane (Guyana Francese, Guyana, Suriname), e nei Rio Negro, Rio Orinoco e affluenti amazzonici meridionali.
Gli Hemiancistrus apprezzano una buona corrente d'acqua, un sacco di aerazione, e un sacco di ripari, in particolare rocce. Le loro abitudini alimentari variano a seconda della specie, ma la maggior parte sono generalmente vegetariani. I Green phantom e i blue phantom sono alimentatori specializzati di aufwuchs (vedi l'articolo Pepite d'oro e fiocchi di neve) e devono essere alimentati con una dieta in gran parte vegetariana (wafer di alghe, zucchine, cetrioli, lattuga, spinaci, ecc.), e con piccole quantità di alimenti carnosi (chironomus, gamberettii, pellets a base di gamberetti, tubifex, ecc.)

Hemiancistrus subviridis, L200 (Green phantom pleco)

Hemiancistrus subviridis, L200 Green phantom pleco - Foto © Firenzenz (FNZAS.org.nz)

Vengono chiamate Green phantom pleco in realtà due specie dall'aspetto simile: Hemiancistrus subviridis e Baryancistrus demantoides. Entrambi hanno il corpo verde oliva con macchie da bianco a giallo-oro e provengono dal Rio Orinoco superiore e Rio Venturi inferiore, nel sud del Venezuela. Se vi è uno spazio tra la pinna dorsale (superiore) e la pinna adiposa (piccola pinna a forma di manopola davanti alla coda) allora è un Hemiancistrus subviridis. Se la pinna dorsale è collegato alla pinna adiposa è un hi-fin green phantom pleco, Baryancistrus demantoides. La maggior parte dei Green phantom pleco importati in Nuova Zelanda sono stati Hemiancistrus subviridis, ma più di recente sono stati importati anche alcuni Baryancistrus demantoides. Hemiancistrus subviridis è un pleco di medie dimensioni (fino a 19 cm di lunghezza standard SL, coda esclusa) adatto a medie e grandi vasche con pH di 6,0-7,8 e temperatura di 22-25°C. Questa specie è stato riprodotta occasionalmente all'estero.

Hemiancistrus sp. L128 (Blue Phantom pleco)

Hemiancistrus sp. L128 Blue phantom pleco - Foto © Mike Gopperth (FNZAS.org.nz)

I Blue Phantom pleco sono pleco di medie dimensioni (fino a 18 cm di lunghezza SL, coda esclusa) dal corpo verde-blu con macchie bianche bluastre. Questo numero L può essere una forma settentrionale più scura del Green phantom pleco, Hemiancistrus subviridis. Provengono dal Rio Orinoco in Venezuela, e sono adatti per medie e grandi vasche con pH di 6,0-7,0 e temperatura di 22-25°C. Sono stati riprodotti occasionalmente all'estero.

Peckoltia

Ci sono circa 14 specie di Peckoltia scientificamente descritte, e molte altre in attesa di un nome scientifico. Il nome Peckoltia deriva da Gustavo Peckolt, della Commissione di Storia Naturale di Rondon. Questi Plecos sono meno comunemente disponibili rispetto ai Panaque d'aspetto simile più piccoli (Panaqolus sp.), con cui sono spesso confusi. Hanno anche un aspetto simile ad alcuni Hypancistrus ma possono esserne distinti per i loro denti. I Peckoltia avere denti a forma di pennello, mentre i Panaque hanno denti a forma di cucchiaio. Panaque e Peckoltia hanno denti di simili dimensioni nelle mascelle superiore ed inferiore, mentre gli Hypancistrus hanno meno denti e molto più grandi sulla mandibola.

I Peckoltia sono generalmente presenti nelle rapide rocciose poco profonde o in acque più tranquille tra i rami sommersi e in cavità nei sistemi dei Rio Orinoco, Essequibo e delle Amazzoni. Sono onnivori con un'affinità per gli alimenti carnosi. Date loro da mangiare wafer di alghe per Pleco, verdure come zucchine e piselli, gamberetti, pellets e alimenti carnosi come chironomus, gamberetti, Mysis e Artemia salina. Non sono buoni mangiatori di alghe e generalmente non pascolano sulle piante d'acquario.

Sono generalmente piccoli e tranquilli, anche se i maschi maturi sono territoriali e possono litigare. Sono ideali per la maggior parte delle vasche di comunità se vengono forniti molti ripari. Non hanno bisogno di un buon flusso d'acqua, ma apprezzano molta aerazione. Peckoltia depongono su rocce e alcune specie sono state riprodotte all'estero. Anche se relativamente rare in Nuova Zelanda, sono stati importate alcune specie di Peckoltia, tra cui:

Peckoltia brevis, L205, LDA78 (Spotted Peckoltia)

L205 Peckoltia brevis - Foto © Phill Collis (FNZAS.org.nz)

Il Peckoltia macchiato è un piccolo pleco (fino a 12 cm di lunghezza SL, coda esclusa) beige con piccole macchie marroni sulla testa e la pancia, bande brune su pinne e coda, e bande irregolari brune e macchie sul corpo. Provengono dal bacino del fiume Purus in Perù e Brasile. Sono adatti alla maggior parte delle vasche di comunità con pH di 5,8-7,8 e temperatura di 22-26°C. Questa specie è stata riprodotta all'estero.

Peckoltia sp. (Big band tiger pleco)

L288 Peckoltia sp. - Foto © Darren Stevens (FNZAS.org.nz)

Il Big band tiger pleco è un piccolo pleco (fino a circa 14 cm SL, esclusa la coda) giallastro con strisce nere. Sono stati venduti come "Big band tiger pleco", anche se questo non è un nome riconosciuto. C'è anche qualche incertezza sul loro L-numero. Sono stati importati come L288, ma a quanto pare altre specie Peckoltia vengono esportati anche sotto quel L-numero, compresi gli L140 e la specie "Rio Tocantins". Sono adatti alla maggior parte delle vasche di comunità con pH di di circa 5-7 e temperatura di 25-29°C. E' stata recentemente riprodottain Nuova Zelanda.

Peckoltia (Hemiancistrus) sabaji, L075, L124, L301, LDA02 (Big spot pleco)

Peckoltia (Hemiancistrus) sabaji L075 Bigspot pleco - Foto © Firenzenz (FNZAS.org.nz)

I Big spot plecos o Para sono pleco di medie dimensioni (fino a 25 cm SL, coda esclusa), con il corpo da giallo al beige con macchie nere. Originariamente è stato collocato in Peckoltia, anche se alcuni ricercatori ora lo collocano nel genere Hemiancistrus (altri in Ancistomus - anche se questo nuovo raggruppamento non è stato ampiamente adottato). Sono relativamente tranquilli e sono adatti a vasche più grandi, con pH di 6,0-7,6 ​​e temperatura di 24-26°C. Questa specie è stato riprodotta all'estero.

Peckoltia sp. - Foto © Phoenix44 (FNZAS.org.nz)

Ci sono altri Peckoltia che sono stati importati, tra cui una specie non identificata di recente importazione sotto il nome di Peckoltia compta (leopard frog pleco). Peckoltia compta (L134) è una specie diversa di Peckoltia. Si dice sia stato importato in Nuova Zelanda anche il Peckoltia comune, Peckoltia vittata L015 (candy striped pleco), sebbene le importazioni recenti hanno dimostrato di essere di altre specie.

Vorrei ringraziare Firenzenz e Krazy Geoff per i loro commenti e per le migliorie sulle versioni precedenti di questo articolo. Grazie al Pet Centre, Lower Hutt, per avermi permesso di fotografare il loro "Big band tiger pleco".

© Darren Stevens - FNZAS - Federation of New Zealand Aquatic Societies

  • Planet catfish (www.planetcatfish.com)
  • Jonathan Armbrusters Loricariidae website
  • Seidel, I. (2008). Back to nature guide to L-Catfishes. Fohrman Aquaristik AB, Sweden. 208 p.
  • Armbruster, J. W. (2008). The genus Peckoltia with the description of two new species and a reanalysis of the phylogeny of the genera of the Hypostominae (Siluriformes: Loricariidae). Zootaxa 1822: 1–76.
  • Werneke, D.C.; Sabaj, M.H.; Lujan, N.K; and Armbruster, J.W. (2005): Baryancistrus demantoides and Hemiancistrus subviridis, two new uniquely colored species of catfishes from Venezuela (Siluriformes: Loricariidae). Neotropical Ichthyology 3(4): 533–542.

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.