• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Lebiasinidae

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti alla famiglia dei Lebiasinidi

Copella arnoldi- Foto © Zikamoi (Wikipedia)

La famiglia Lebiasinidae appartiene all'ordine dei Characiformes e comprende circa 67 specie, caratterizzate da dimensioni abbastanza contenute (dai 4 ai 15 cm, a seconda della specie) e dalle livree abbastanza interessanti, sono molto conosciuti come pesci d'acquario, anche se non molto diffusi in Italia, e sono propagandati come pesci ideali per le vasche dei ciclidi nani, in quanto abbastanza tranquilli da non predare facilmente i piccoli e ottimi quindi come pesci rassicuranti. In realtà bisogna prestare attenzione al loro inserimenti in vasche dedicate ai cilidi nani, perchè potrebbero esercitare una notevole concorrenza alimentare con i ciclidi e con i loro piccoli.

La Tassonomia

 

La famiglia Lebiasinidae è inclusa nell'ordine Characiformes e talvolta viene divisa in due sottofamiglie nominali Lebiasininae e Pyrrhulininae, anche se non c'è stata una profonda revisione del raggruppamento in tempi recenti.

Tutti i generi della famiglia Lebiasinidae possiedono una forma del corpo relativamente allungata con 17-33 squame nella linea laterale, mentre il sistema di canali laterosensoriali è assente o ridotto a 7 squame o meno. Alcune specie hanno una pinna adiposa, mentre altre no; la pinna anale ha una base relativamente breve di 13 squame o meno. Nella maggior parte dei generi i maschi hanno una pinna anale allargata o comunque ben sviluppata, usata nel corteggiamento e nella deposizione delle uova. La fontanella anteriore / parietale è sempre assente, le guance ben coperte dalle ossa orbitali e opercolari, la cresta sopraoccipitale è assente, e le squame dorsali del corpo iniziano sulle ossa parietali.

Quello dei Characiformes è uno tra gli  ordini di pesci d'acqua dolce più diversificati, attualmente include quasi 2000 specie valide distribuite tra 19 famiglie. Questa enorme diversità morfologica e tassonomica ha storicamente compromesso la capacità dei ricercatori di risolvere le relazioni genetiche, e molti generi rimanengono in incertae sedis.
Un ulteriore fattore limitante è che in molti casi uno studio esaustivo su base individuale sarebbe l'unico modo per risolvere tali problemi. Le tecniche filogenetiche molecolari moderne hanno permesso alcuni progressi, e un documento di ricerca di Calcagnotto et al. pubblicato nel 2005 ha formulato alcune ipotesi interessanti. I loro risultati confermerebbero che la famiglia Lebiasinidae forma un clade monofiletico trans-atlantico, a fianco delle famiglie Ctenoluciidae e Hepsetidae, strettamente correlato ulteriormente con il gruppo degli Alestidae.
Altri, come Oliveira et al. (2011) hanno concluso che anche la famiglia Erythrinidae è strettamente legata a questo raggruppamento, con Hepsetidae e Alestidae più distanti.

Sono diffusi nell'America Centrale, dal Costa Rica a Panama, fino all'America del Sud. Vivino in acque lente e calme, in pianure e colline (fino a 250 metri di quota), ma alcune specie sono state localizzate anche in corsi d'acqua intorno ai 1000 d'altitudine.

I Generi attualmente compresi nella Famiglia Lebiasinidae:

Sottofamiglia Lebiasininae

  1. Derhamia (1 specie)
  2. Lebiasina (12 specie)
  3. Piabucina (9 specie)

Sottofamiglia Pyrrhulininae

  1. Copeina (2 specie)
  2. Copella (9 specie)
  3. Pyrrhulina (17 specie)
  4. Nannostomus (17 specie)
Specie nel sito
Copella arnoldi - Foto © Peter and Martin Hoffmann (Fishbase.org)
Splash Tetra
Aspettativa di vita: 3 - 5 anni
Dimensioni massime: 3.5 cm SL

Lo 'Splash Tetra' ha la straordinaria particolarità di essere finora l'unica specie di pesce conosciuta che depone le uova fuori dall'acqua.

Nannostomus beckfordi - Foto © Hippocampus-bildarchiv.com
Golden Pencilfish, Pesce matita dorato
Aspettativa di vita: 5 anni
Dimensioni massime: 6.5 cm SL

Il Golden pencilfish, pesce matita dorato, è abbastanza onnipresente nel commercio acquariofilo, e rappresenta una scelta eccellente per i neo-acquariofili, dal momento che è meno impegnativo rispetto alla maggior parte dei congeneri.

Nannostomus marginatus - Foto © Bjarne Saetrang (aquadigital.net)
Dwarf pencilfish, Pesce matita
Aspettativa di vita: 3 - 5 anni
Dimensioni massime: 3.0 cm TL

Questa specie è molto popolare in acquariofilia, e tutti i Nannostomus, essendo piccoli e pacifici vengono spesso usati come pesci rassicuranti per i ciclidi nani, anche se la loro natura di micropredatori non li rende esenti da rischi.

Splendido esemplare adulto di Nannostomus mortenthaleri, pesce matita rosso corallo © Charles König (Seriouslyfish.com)
Coral red pencilfish, Pesce matita
Aspettativa di vita: 4 - 5 anni
Dimensioni massime: 2.9 cm SL

Splendidi pesci matita, non per niente chiamati 'rosso corallo', che nonostante le ridotte dimensioni hanno bisogno di acquari grandi, perché i maschi mostrano un'alta aggressività intraspecifica.

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Nannostomus mortenthaleri - il pesce matita rosso corallo (G. Ramsay)

I Nannostomus mortenthaleri sono piccoli pesci impegnativi. Se siete disposti a investire in loro un po' di tempo e di risorse, sarete ricompensati da una splendida esposizione di splendidi, vibranti, pesci matita rosso corallo - traduzione in italiano di un articolo di Graham Ramsay

Riproduzione e crescita di Tetra, Barbus e Rasbora

Lungo articolo dedicato alla riproduzione di caracidi e ciprinidi, da cui traspare l'orgoglio e la soddisfazione che si prova quando si riesce a riprodurre questi pesci con successo, perchè non fanno tutto da soli, ma richiedono da parte dell'acquariofilo un impegno attivo, forte e costante, nello stimolare la deposizione prima e nel far sopravvivere e crescere i piccoli avannotti poi - traduzione in italiano di un articolo di Randy Carey