• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Macrognathus zebrinus

(Blyth, 1858)

E' una delle specie di 'spiny eel', anguille spinose, che sono apparse più recentemente in commercio, e una delle più belle; in precedenza era considerata un membro del genere strettamente correlato Mastacembelus. Come gli altri membri del genere è un predatore piscivoro che raggiunge dimensioni notevoli.

Macrognathus zebrinus - Photo by JJPhoto (Seriouslyfish.com)

nome comune
Zebra spiny eel
sinonimi
Mastacembelus zebrinus
dimensioni massime in natura
46 cm TL
aspettativa di vita
10 - 15 anni

E' una delle specie di "spiny eel", anguille spinose, che sono apparse più recentemente in commercio, e una delle più belle; precedentemente era considerata un membro del genere strettamente correlato Mastacembelus. Bisogna prestare attenzione quando si maneggiano le anguille spinose, come il loro nome comune deriva dai raggi dorsali molto appuntiti e robusti, che possono facilmente forare la pelle di un essere umano.

distribuzione

Asia: Fiumi Irrawaddy, Sittang, e Salween in Myanmar. Registrato in Indonesia.

allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 150 cm di lunghezza. E' un predatore piscivoro, va allevato solo con pesci grandi quanto lui, altrimenti se li mangia.
I Macrognathus sono artisti della fuga, bisogna controllare che non ci sia la minima fessura tra coperchio e acquario, altrimenti evaderanno, attenzione anche ai cambi d'acqua, potrebbero saltare via dalla vasca se spaventati.
Sono solitamente abitanti del fondo, hanno un comportamento notturno; possono venire alla superficie dell'acqua durante il giorno solo se disturbati o affamati.
Generalmente aggressivi verso i conspecifici quando tenuti come coppie o trii, ma meno quando sono allevati in gruppi di dieci esemplari o più.

Si possono utilizzare mucchi di pietre e radici per formare un sacco di aree protette, rifugi e nascondigli, ma bisogna assicurarsi che siano sicuri e che non cadano se scavassero dei cunicoli sotto di essi. E' meglio inserire gli elementi di arredo sulla base dell'acquario prima di aggiungere il materiale del substrato di fondo. E' anche essenziale che il fondo dell'acquario sia ricoperto di sabbia, perché i pesce trascorrono gran parte su e sotto essa, scavando nel substrato per insabbiarsi a volontà. Il ghiaino non è raccomandabile, in quanto i suoi bordi spesso taglienti possono danneggiare la pelle delle anguille. Il substrato non va fatto troppo profondo, o l'anguilla può scomparire per lunghi periodi di tempo. Come nascondigli e ripari si possono anche usare pezzi di tubi di plastica o vasi rovesciati, facendo attenzione perché il pesce può rimanere intrappolato nel piccolo foro sul fondo.

Non dovrebbe esserci una forte corrente dell'acqua e è preferibile un'illuminazione smorzata. Anche se le piante vive possono favorire la ricostruzione del loro biotopo naturale, in acquario saranno molto probabilmente sradicate dalle sue attività di scavo. Possono essere utilizzate piante che crescono attaccate agli arredi, come la felce di Giava, le Anubias, o le piante galleggianti.

alimentazione

Specie predatrice piscivora: in natura preda piccoli pesci e invertebrati acquatici, ma in acquario in genere accettano senza problemi alternative morte, come gamberi e gamberetti, cozze, mitili, lombrichi e chironomus congelati. Il mangime secco è accettato solo molto raramente.

Come altri del suo genere, si tratta di un pesce abbastanza timido, e potrebbe essere necessario per un po' dare il cibo dopo lo spegnimento delle luci, fino a che non si ambienta nel nuovo acquario.

  • Specie che diventa grande: fino a 46 cm
  • Specie che va allevata in gruppo
  • Specie predatrice piscivora: mangia piccoli pesci
  • Specie non riprodotta in cattività, gli esemplari in commercio provengono dalla cattura in natura.
riproduzione

Specie mai riprodotta in acquario.
 

SL (Standard Lenght)
Lunghezza standard, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso al peduncolo caudale (esclusa quindi la coda)
TL (Total Lenght)
Lunghezza totale, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso alla punta della coda (quindi coda compresa)
Demerso
specie che vive in prossimità del fondo del mare. I pesci demersi si dividono principalmente in due tipi: Bentonici e Bentopelagici
Bentonica
specie che vive e che è legata al fondo
Bentopelagica
specie che vive sia sul fondo o vicino ad esso, sia nel livello medio dell'acqua
Pelagica
specie che vive lontano dal fondo, in acque aperte
Diadroma
specie che migrano tra acque salate e acque dolci
Anadroma
specie che che vive per la maggior parte del tempo in acque salate e si riproduce in acque dolci
Catadroma
specie che vive in acque dolci e si riproduce in acque salate
Anfidroma
specie che si muove indifferentemente da acque dolci ad acque salate
Potamodroma
specie che migra all'interno di acque dolci
Oceanodroma
specie che migra all'interno di acque salate

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.