• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Macropodus

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie appartenenti al genere Macropodus, i labirintidi che comprendono i pesci paradiso

Macropodus opercularis - Foto di Hristo Hristov

Come le altre specie del sottordine Anabantoidei, i Macropodus possiedono un organo accessorio per la respirazione, conosciuto come l'organo del labirinto. Così chiamato per la sua struttura labirintica, quest'organo permette ai pesci di respirare in qualche modo aria atmosferica. E' formato da una modifica del primo arco branchiale, e consiste di molti lembi ripiegati di pelle altamente vascolarizzati. La struttura dell'organo varia in complessità tra le specie, e tende ad essere più ben sviluppato in quelle che popolano ambienti particolarmente privi di ossigeno.

Il "pesce del paradiso" è una vera colonna portante dell'acquariofilia, essendo notoriamente stato introdotto nell'hobby da un soldato francese di nome Gerault nell'ormai lontano 1869. Dei primi 100 esemplari trasportati, 22 erano sopravvissuti ed erano poi stati riprodotti con successo nello stesso anno da un altro francese, il parigino Pierre Carbonnier. Questo dà alla specie la peculiarità di essere stata uno dei primi pesci ornamentali importati in Europa, preceduta solo probabilmente dal pesce rosso. Oggi in commercio ci sono varie forme di colore riprodotte selettivamente, comprese le forme blu, rosse, albine e gialle. Queste ultime sono disponibili con diversi gradi di pigmentazione rossa su corpo e pinne. Più sfortunati sono stati invece i pesci a cui è stato sfigurato l'aspetto con la pratica aberrante delle iniezione di coloranti artificiali.

A Taiwan Macropodus opercularis è considerato in pericolo di estinzione a causa del degrado dell'habitat e attualmente è vietata la raccolta di pesci selvatici nel paese. In queste zone è noto come "Taiwanese fighting fish", pesce combattente taiwanese, ed è tradizionalmente utilizzato come il Betta splendens in Thailandia, organizzando combattimenti tra maschi e scommettendo sul vincitore.

La Tassonomia

Attualmente nel genere sono riconosciute nove specie. Macropodus erythropterus e Macropodus hongkongensis sono stati descritti da Freyhof e Herder nel 2002 e Macropodus lineatus, Macropodus oligolepis e Macropodus phongnhaensis da Nguyen, Ngo & Nguyen solo nel 2005 sono ancora molto rari in questo hobby.
Macropodus ocellatus e Macropodus spechti sono più noti agli acquariofili in quanto sono ormai disponibili sporadicamente da un certo numero di anni. IL più famoso è naturalmente Macropodus opercularis, che è a volte indicato come Macropodus chinensis nella vecchia letteratura, un nome ormai considerato sinonimo sia di questa specie che di Macropodus ocellatus.

Elenco delle Specie comprese nel Genere

Macropodus

Macropodus ocellatus - Foto © Chen Hung-Jou
Roundtail paradisefish -

Macropodus ocellatus, così come Macropodus spechti, è abbastanza conosciuto dagli appassionati di labirintidi ma deve ancora raggiungere una più ampia popolarità, e non è facile da trovare in commercio.

Aspettativa di vita: 6 - 8 anni
Dimensioni massime in natura: 6.2 cm SL
Temperatura in natura: 04 - 25°C
Valori pH in natura: 6.0 - 7.5
Macropodus opercularis - Foto © Hippocampus-bildarchiv.com
Paradise fish, Pesce del Paradiso -

Chiamato "pesce del paradiso" per la bella colorazione e le lunghe pinne, è uno dei pesci che hanno fatto la storia dell'acquariofilia, secondo solo al Carassius auratus, il pesce rosso, e come lui non è adatto a molti dei comuni acquari di comunità.

Aspettativa di vita: 6 - 8 anni
Dimensioni massime in natura: 7 cm SL (coda esclusa)
Temperatura in natura: 16 - 26°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Macropodus spechti, Black Paradise Fish, maschio
-

Bella specie che si sta diffondendo in commercio soltanto ultimamente, nella letteratura acquariofila più vecchia era nota come Macropodus concolor

Aspettativa di vita: 6 - 8 anni
Dimensioni massime in natura: 10 cm SL
Temperatura in natura: 20 - 26°C
Valori pH in natura: 6.5 - 7.8

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti al Genere

Macropodus ocellatus - Foto © Chen Hung-Jou
Roundtail paradisefish
Aspettativa di vita: 6 - 8 anni
Dimensioni massime: 6.2 cm SL

Macropodus ocellatus, così come Macropodus spechti, è abbastanza conosciuto dagli appassionati di labirintidi ma deve ancora raggiungere una più ampia popolarità, e non è facile da trovare in commercio.

Temperatura in natura: 04 - 25°C
Valori pH in natura: 6.0 - 7.5
Macropodus opercularis - Foto © Hippocampus-bildarchiv.com
Paradise fish, Pesce del Paradiso
Aspettativa di vita: 6 - 8 anni
Dimensioni massime: 7 cm SL (coda esclusa)

Chiamato "pesce del paradiso" per la bella colorazione e le lunghe pinne, è uno dei pesci che hanno fatto la storia dell'acquariofilia, secondo solo al Carassius auratus, il pesce rosso, e come lui non è adatto a molti dei comuni acquari di comunità.

Temperatura in natura: 16 - 26°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
SL (Standard Lenght)
Lunghezza standard, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso al peduncolo caudale (esclusa quindi la coda)
TL (Total Lenght)
Lunghezza totale, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso alla punta della coda (quindi coda compresa)
Demerso
specie che vive in prossimità del fondo del mare. I pesci demersi si dividono principalmente in due tipi: Bentonici e Bentopelagici
Bentonica
specie che vive e che è legata al fondo
Bentopelagica
specie che vive sia sul fondo o vicino ad esso, sia nel livello medio dell'acqua
Pelagica
specie che vive lontano dal fondo, in acque aperte
Diadroma
specie che migrano tra acque salate e acque dolci
Anadroma
specie che che vive per la maggior parte del tempo in acque salate e si riproduce in acque dolci
Catadroma
specie che vive in acque dolci e si riproduce in acque salate
Anfidroma
specie che si muove indifferentemente da acque dolci ad acque salate
Potamodroma
specie che migra all'interno di acque dolci
Oceanodroma
specie che migra all'interno di acque salate

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.