• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
13 minuti
Letto finora

Diario dei miei tentativi falliti di riprodurre gli altispinosus

Mer, 25/Ago/2004 - 21:25
Posted in:
0 comments

Resoconto giornaliero di una successione di riproduzioni (purtroppo senza successo) e di scambi di coppia in un quartetto ben affiatato di Mikrogeophagus altispinosus

L'acquario di riproduzione degli altispinosus, la freccia indica il luogo della covata

Ero in giro per Genova, cercando un negozio di pesci disposto a prendermi una ventina di Pelvicachromis pulcher (il "mio" negozio di fiducia era ormai a tappo) quando finalmente in uno in cui sono entrata mi hanno detto che glieli potevo portare, anche se non mi avrebbero dato nulla, al massimo un po' di mangime. "Glieli posso portare domani?" gli ho chiesto io, tacendo il fatto che i soldi li avrei dati io a loro bastava liberami la vasca, che c'era un'altra nidiata di pelvica incombente! :-)
E così, facendo un giro tra le vasche piene dei pesci più disparati, la mia attenzione è stata attirata da una vasca dove c'erano i più bei ciclidi che avessi mai visto. Dico sul serio; i Pelvicachromis, che ho sempre considerato splendidi, quando li ho visti in negozio sembravano due affaretti grigi insignificanti, hanno preso la loro stupenda livrea solo dopo qualche settimana che erano nel mio acquario...

Mikrogeophagus altispinosus - Foto biggia

Mikrogeophagus altispinosus

Invece questi mi sono sembrati incredibilmente belli subito, è stato, come si suol dire, amore a prima vista!
Avevano dei colori molto vivaci, una macchia dorata intorno alle branchie e sotto la gola, le pinne e soprattutto la coda bordate di rosso vivo, una bella forma del corpo, e soprattutto due splendidi e dolcissimi occhioni che sembrava che mi guardassero.

"Sono Altispinosa" mi ha detto il negoziante, dicendomi anche che erano Ciclidi nani, simili ai Ram. E questo mi è bastato per prenderne 4 e portarmeli a casa. Li ho messi nella vasca da 60 cm di lunghezza, insieme a platy e guppy in crescita di varie età.

Da poco più di 3 cm. che erano lunghi quando li ho presi, dopo un mese erano già 5 cm. Il dimorfismo sessuale è praticamente inesistente, a meno di osservare con occhi esperti la papilla genitale (io fino a che le femmine non hanno deposto non ci ho capito nulla), comunque potete leggere qui sotto quello che è successo a quel quartetto di altispinosus.

E uno...

22 AGO 2004 - La prima covata
Avevo notato un altispinosus stazionare insistentemente sopra un largo sasso piatto in un angolo della vasca, ma nessun altro comportamento particolare o diverso dal solito nè in lui, nè negli altri tre, che insieme a un gruppetto di Guppy e Platy, 4 Caridine, 4 Neritine e un numero variabile di Melanoides e Planorbis, si dividono la mia vasca piccola.
Così, come mio solito, nonostante abbia la vasca sopra alla scrivania del computer, a cui sto per diverse ore al giorno, mi sono persa accoppiamento, deposizione e fecondazione delle uova, per notare soltanto che una sera, poco prima dello spegnimento delle luci, l'altispinosus non si muoveva proprio più dalla roccia, e muoveva incessantemente le pinne pettorali sopra un mucchietto di sabbia...
Finalmente mi sono accorta che stava succedendo qualcosa, e osservando attentamente quella che ormai sono sicura sia "unA" mikrogeophagus, ho visto che quelli che teneva ventilati non erano granelli di sabbia, di colore ambrato e leggermente spigolosi, ma uova, semitrasparenti e ovaleggianti, di un colore più smorto della sabbia, che era comunque stata sputata dai genitori anche sopra la pietra, a contorno delle uova, ma non sopra (e ci ho dovuto studiare un bel po', prima di convincermi che erano proprio uova!! )
Se non si fosse ancora capito, devo dire che non mi aspettavo proprio succedesse , perchè pensavo che i miei mikro fossero ancora piccoli, il più grande sarà infatti 5 cm, gli altri 3 più piccoli 4-4,5 cm. Oltretutto fra di loro erano smesse le scaramucce iniziali, si erano suddivisi i territori e convivevano pacificamente, troppo pacificamente per farmi pensare che si sarebbero accoppiati...
Per chiarezza nel racconto di quanto è successo all'interno del quartetto di mikro, li chiamerò d'ora in poi con i nomi affibbiati loro dalle mie figlie: la mikro che cura le uova è la seconda per dimensioni, chiamata "Bollicina" per un piccolo segnetto bianco che ha sempre avuto sopra un labbro; il papà invece è il più grande, l'unico che mi sembrava già prima con un certo margine di sicurezza un maschio, ed il suo nome è "Mino" :-)
24 AGO 2004 - Spostamenti...
Ma porc#@]**§##!! ieri sera volevo mettere su lo schiuditoio per i naupli d'artemia, e invece le uova non c'erano più :-((((  così ho desistito...
Stamattina invece mi sono accorta che le hanno spostate, le uova o le larve, non le vedo bene, in una profonda buca tra due sassi, vicino alla pietra dove c'erano le uova...
Eppure l'ho letto tante volte che sembra si siano mangiati le uova e invece si sono schiuse... stai a vedere che sono già nati e non ho niente da dar loro da mangiare... I piccoli pelvica mangiavano anche il micronizzato, ma credo che questi siano più difficili da alimentare... sempre che sopravvivano, dopotutto è la loro prima deposizione in assoluto, non ho molte speranze che ne esca qualcosa, ma tant'è...
I genitori stanno entrambi sopra la buca, gli altri due adesso stanno più lontano, sembrano fare gli affari loro e non degnano più di considerazione la coppia.
25 AGO 2004 - Disfatta...
 sigh! Come purtroppo avrei dovuto aspettarmi, stamattina non solo la buca che avevo visto ieri non c'è più, ma i due ex genitori sono a zonzo per i fatti loro per la vasca... Peccato!
Però non tutto il male vien per nuocere: intanto ho individuato la coppia :-)
In secondo luogo, ho capito che devo stare più attenta :-) e non farmi trovare impreparata, la coppia c'è e si dà da fare, se non riescono a portare avanti le covate posso togliere gli altri pesci, anche se ho paura che le più pericolose siano la Caridine, rispetto a Guppy e Platy, e anche le melanoides, che sbucano dalla sabbia dove sono le larve...
Loro devono imparare, e anch'io mi devo abituare al loro comportamento tranquillo, anche nella difesa della covata, talmente mite ed imbranato rispetto alla difesa incessante e feroce dei Pelvicachromis verso i loro piccoli...
Uova di Mikrogeophagus altispinosus

Uova di Mikrogeophagus altispinosus

Femmina di Mikrogeophagus altispinosus che cura le uova
La femmina di Mikrogeophagus altispinosus che ventila le uova - 23 agosto 2004
Non se ne allontana che per pochi secondi - 23 agosto 2004
La femmina di Mikrogeophagus altispinosus che ventila le uova - 23 agosto 2004
Il sasso con le uova di Mikrogeophagus altispinosus - 23 agosto 2004

...e due...

28 SET 2004 - Seconda covata
Gli altispinosus sono di nuovo in fermento riproduttivo, ma ci sono delle novità: il maschio è sempre lo stesso, Mino, il più grande di tutti, mentre la femmina che ha scelto non è più Bollicina, quella della prima covata, ma l'altra, quella che durante la prima deposizione stava sempre nei pressi della covata, senza dare fastidio e senza essere scacciata, che si chiama Mina...
Bollicina a dir la verità non l'ha presa troppo bene, cerca di avvicinarsi ma viene scacciata in malo modo dal maschio.
Ieri Mina era ferma a ventilare in una buca scavata a ridosso di un sasso; oggi si è spostata dietro un tronco; il maschio è lì vicino a lei e scaccia che si avvicina... Entrambi i posti scelti sono impossibili da fotografare; se anche questa deposizione va a finir male (sempre che abbiano deposto, non vedo un tubo) darò via i due mikro in più e terrò solo la coppia.
01 OTT 2004 - Sono nati!!!!
Scrutando tra le radici della bolbitis, legata ad un sasso, guardando sotto le pance della coppia, costantemente nascosta, ho visto muoversi brulicando sulla sabbia una miriade di avannottini :-))))))
Che emozioooooone!!! :-)
Ma sono microscopici, mannaggia, sono molto più piccoli degli avannotti di Pelvicachromis, saranno quasi la metà in lunghezza, e sembrano trasparenti, si vedono solo gli occhi... che carini :-)
Ho dovuto mettere le mani in vasca, perchè hanno scelto l'angolo dove c'è la bocca d'aspirazione del filtro esterno, e avevo paura che le larve fossero aspirate, come era già successo ai Pelvica, per cui ho avvolto la bocchetta in una garza... Ho cercato di muovermi il più lentamente e con calma possibile, perchè non si spaventassero e mangiassero gli avannotti, e per fortuna non si sono nemmeno spostati dalla loro buca, gli ava stasera ci sono ancora... :-)
Guppy e Platy stanno in superficie e non rompono, il secondo maschio se ne sta nel suo territorio, mentre Bollicina, la seconda femmina "spodestata", è l'unica che ogni tanto si avvicina alla buca con gli avannotti, venendone sempre scacciata in malo modo, in genere dal maschio.
Sta succedendo però un altro fatto... il quarto altispinosus, il più piccolo dei quattro, chiamato "il piccolo", che visti i suoi comportamenti forse è un maschio molto sottomesso, "rompe" le scatole alla seconda femmina, Bollicina, ogni tanto sembra voglia attaccarla, ma si limita a "toccarla" sui fianchi...
Inoltre proprio davanti al tronco che segna il suo territorio ha scavato una bella buca...
Chissà che succederebbe in quella piccola vasca con due riproduzioni in contemporanea!
Intanto io ho preparato lo schiuditoio per i naupli, però non ne avrò prima di domani... ho "sparato" con siringa e cannuccia un po' di mangime polverizzato nella buca degli avannotti, ma non so se riusciranno a mangiarlo, sono così piccoli... Spero che trovino qualcosa da mangiare in tutta quella montagna di muschio di Giava che c'è in vasca, a giudicare dal polverone che si alza quando lo smuovo qualcosa di buono dovrebbe esserci :-)
Mi sono venute in mente adesso anche le caridine, che passano il loro tempo pascolando proprio nel muschio, è da ieri che non le vedo... Spero che siano in muta, e che non stiano cercando di farsi uno spuntino con i miei piccolini :-(((
02 OTT 2004 - I piccoli ci sono ancora...
Stamattina i piccoli ci sono ancora :-)
Adesso sono nell'angolo anteriore, li vedo un po' meglio, cercherò di fare due foto :-)
Gli avannotti non nuotano ancora, si muovono sulla sabbia, e sono sempre piccolissimi... di naupli ancora niente, spero che finchè non nuotano i piccoli abbiano ancora il sacco vitellino da finire... I due genitori, Mino e Mina, stanno vicinissimi ai loro piccoli, entrambi li sorvegliano attentamente e a turno scacciano chi si avvicina.
Intanto sto dando un po' più cibo a tutti, spero che con la pancia piena agli altri pesci non venga voglia di assaggiare gli ava.. :-)
03 OTT 2004 - La disfatta
sigh!! Ho fatto la mia... la garza che ho messo dalla bocchetta del filtro era troppo spessa, stanotte si è riempita di sporcizia e foglioline, che hanno impedito all'acqua di passare, così il filtro stamattina era praticamente fermo, i pesci stavano bene ma boccheggiavano più del normale...
Ho di nuovo armeggiato dentro la vasca, per sostituire la garza con una più sottile. ho fatto ripartire il filtro...
Ma dopo un po', i due genitori, che non avevo ancora visto perchè nascosti dietri i tronchi, si sono presentati belli tranquilli allo scoperto, gironzolando per i fatti loro, senza nemmeno più l'ombra di un avannotto...

...e tre!

01 NOV 2004 - La terza covata
Mino e Mina, la coppia di altispinosus, stamattina stanno di nuovo sorvegliando un gruppetto di uova (saranno 30-40) sopra il sasso piatto dove avevano deposto la prima volta.
Chissà perchè, mi sembrano un po' più "affiatati" dell'ultima volta... stanno sempre vicini, sorvegliando uno da una parte e l'altro dall'altra, ventilano le uova e a turno scacciano gli altri pesci dalle vicinanze...
Anche per mangiare vanno sempre a turno...
02 NOV 2004 - Paura...
Stamattina la coppia sta ancora sorvegliando le uova sul sasso. Sembrano quasi più grandi di ieri, e sono senz'altro più scure, tendono al marroncino.
Questo pomeriggio paura: vedo la femmina che sembra pulire le uova... ma di uova ne sono rimaste solo una decina!!! Se le sta mangiando? Si saranno spaventati?
Cerco di osservare bene se le porta da un'altra parte, ma la femmina rimane lì, si mette in bocca le uova e non le risputa sul sasso... sigh!
Però quando si avvicinano due platy sia il maschio che la femmina li scacciano... allora?
Allora la femmina prende in bocca le uova e le risputa in una buca scavata vicinissima al sasso... un movimento quasi impercettibile , ma le uova ci sono e le stanno ancora curando :-)
03 NOV 2004 - Schiusa
Stamattina lavoro, niente osservazione :-)
Questo pomeriggio le uova si sono schiuse, i genitori stanno a guardia di una massa tremolante scura :-))))
Probabilmente stanno assorbendo il sacco vitellino, vedo solo qualche guizzo in solitaria di qualcuno, ma per il resto le larve stanno tutte ammassate, sembra da distante un pezzo di gelatina semovente :-)
04 NOV 2004 - Le larve
le larve sono sempre tremolanti e poco mobili, solo ogni tanto qualcuna fa una specie di saltello, per tornare subito nel gruppo.
I genitori le sorvegliano attentamente, stanno insieme o in alternanza sopra la buca scelta (ne hanno scavate due, vicine, e ogni tanto le spostano dall'una all'altra). Comunque la femmina è sempre la prima a zompare sul cibo quando do da mangiare, il maschio aspetta che lei abbia mangiato e quando torna le lascia i compiti di custodia per andare a mangiare a sua volta.
05 NOV 2004 - Sempre le larve
La situazione non è cambiata, le larve stanno ancora assorbendo il sacco vitellino...
08 NOV 2004 - La nuvoletta!
Finalmente gli avannotti incominciano a muoversi un po' di più, devono aver terminato il sacco vitellino.
Ho dato loro i primi naupli di artemia appena schiusi, e mi sembra che ne abbiano mangiato.
Sembrano circa una trentina. Una caridina cercava di soppiatto di avvicinarsi alle larve, camminando sulla sabbia, ma è stata scacciata in malo modo da papà mikro :-)
Nel tardo pomeriggio gli avannotti si sono finalmente sollevati dal ghiaino e formano una nuvoletta sotto ai genitori.
Nella vasca ci sono sempre l'altra coppia, che però si fa in genere gli affari suoi nell'altro angolo della vasca, 4 platy e 6 guppy, di varie dimensioni. I genitori li allontanano quando arrivano a 6-7 cm dai piccoli...
Ogni tanto li paragono ai Pelvicachromis pulcher, e a dir la verità c'è ben poco da paragonare :-) Mi è venuto in mente che quando i due genitori pelvica avevano gli avannotti, avevo dovuto togliere tutti i guppy e platy, non per salvaguardare la covata, ma per salvaguardare loro dagli incessanti attacchi dei due genitori, che li avevano ridotti allo stremo delle forze...
Invece i mikro sono tanto tranquilli :-) mi verrebbe voglia a me di picchiare sul vetro per far allontanare i guppy che fanno carosello sopra la covata quando do i naupli, se non fosse che spaventerei anche i genitori...
Un'altra differenza sta, oltre naturalmente alle modalità riproduttive (i Pelvica depongono dentro cavità come noci di cocco, i Mikro sopra sassi lisci) nel fatto che gli avannotti dei mikro sono visivamente più piccoli di quelli di pelvica della stessa età... I piccoli pelvica appena sono in grado di nuotare liberamente si abbuffano con i naupli d'artemia, e il loro pancino diventa bello gonfio e arancione, mentre i mikro ne mangiano meno, e in due riprese, prima li "azzannano" e poi li finiscono, non riescono ancora a farne un sol boccone.
 
09 NOV 2004 - naupli d'artemia
Oggi finalmente sono riuscita a vedere le pancine degli avannotti diventare belle arancioni, dopo la somministrazione dei naupli :-)
10 NOV 2004 - Nuova disfatta
 BWWWAAAA!!!! :-(((((((((((((((((
Stamattina un'occhiata veloce alla vasca prima di andare al lavoro... tristezza... di avannotti nemmeno più l'ombra...
La coppia di Mikrogeophagus altispinosus sorveglia costantemente le larve tremolanti - 03 novembre 2004

La coppia di Mikrogeophagus altispinosus sorveglia costantemente le larve tremolanti - 03 novembre 2004

La coppia di Mikrogeophagus altispinosus sorveglia costantemente le larve tremolanti - 03 novembre 2004
La coppia di Mikrogeophagus altispinosus sorveglia costantemente le larve tremolanti - 03 novembre 2004
Le larvette vengono spostate tra due buche, un po' una e un po' l'altra - 04 novembre 2004
La freccia indica il punto dove ci sono le due buche, una è proprio adiacente al vetro frontale - 04 novembre 2004
Le larve a due giorni dalla schiusa - 05 novembre 2004
mi è scappato il flash, che non volevo usare per non spaventarli - 05 novembre 2004
La coppia si alterna: adesso è il maschio il più vicino alle uova - 05 novembre 2004
La femmina più del maschio prende in bocca le larve e le "ripulisce" per poi risputarle nella buca - 05 novembre 2004
Le larve diventano sempre più mobili - 08 novembre 2004
la buca vicina al vetro dove le custodiscono i genitori - 08 novembre 2004
la coppia continua a sorvegliarle - 08 novembre 2004
la coppia continua a sorvegliarle - 08 novembre 2004
la coppia continua a sorvegliarle - 08 novembre 2004
Ecco la coppia con gli avannotti a nuvoletta sotto di loro - 08 novembre 2004
Li tengono vicini ad un cespuglio di muschio di Giava - 08 novembre 2004
Quando inizio a far foto vengono subito a controllare i miei movimenti - 08 novembre 2004
Sti fetentoni di Platy, non pensavo fossero così!! Quello indicato dalla freccia bianca sta facendo la posta agli avannotti, che sono dove c'è la freccia gialla... - 08 novembre 2004

Scambi di coppia

12 NOV 2004 - la quarta covata
Sta succedendo qualcosa di strano...
Mino, il maschio riproduttore, non sta più in compagnia della femmina con cui ha avuto le ultime due covate, Mina, ma sta sempre insieme all'altra femmina, Bollicina, quella con cui aveva fatto la prima (ed unica con lei) covata (ricodatevi i nomi, qui sta per diventare peggio di Beautiful :-)
Mi pare quasi, per quanto non riesca ad interpretare bene i loro comportamenti, che la stia "corteggiando"...
14 NOV 2004 - Nuova covata
Accidempoli se la corteggiava!!! :-)
Stamattina, visto che erano tutti e due in posizione sospetta sopra una pietra, dalla parte opposta della vasca rispetto all'ultima covata, ho scoperto che Bollicina ha deposto sopra la pietra, molte più uova di quante ne deponeva l'altra femmina (è anche un po' più grande di Mina).
La neo coppia ventila le uova insieme, e se si avvicina Mina, la ex del maschio, viene subito scacciata dalla nuova prescelta.
... ma nel tardo pomeriggio, il maschio ha fatto quello che quei ##beeep## dei maschi sanno fare così bene  ... Ha abbandonato Bollicina a covare da sola le sue uova, ed è tornato a corteggiare la sua ex, che dopo un primo momento in cui stava sulle sue sembra invece averlo perdonato :-)
Adesso Mino e Mina filano di nuovo d'amore e d'accordo nella parte sinistra dell'acquario, mentre sulla destra è rimasta la povera femmina "sedotta ed abbandonata", che continua imperterrita a ventilare le sue uova, non ha praticamente mangiato, poverina!
Il secondo maschio, insensibile a questi giochi di coppia, se ne sta per i fatti suoi al centro, forse è ancora troppo piccolo per certe cose :-)
16 NOV 2004 - Ritorno all'ovile
tzé, 'ste donne prevenute :-)))
Invece il maschio dopo la breve scappatella è tornato ai suoi doveri paterni, da stamattina affianca di nuovo Bollicina nella cura delle uova, consentendole di mangiare. I due partner scacciano a turno guppy, platy, e anche gli altri due altispinosus, compresa la povera Mina, esterrefatta.
Nel tardo pomeriggio hanno spostato le larve prima in una buca davanti al vetro frontale, poi in un'altra buca dietro ad un cespuglio di muschio di Giava.
24 NOV 2004 - Di nuovo, disfatta
Naturalmente, al secondo giorno di nuoto sono spariti di nuovo tutti gli avannotti...

Separazioni

10 DIC 2004 - Nuove configurazioni
Visti i continui insuccessi, ho deciso di tenere una sola coppia di mikro, Mino e Bollicina, e ho dato ad una persona fidata gli altri due che fra di loro erano meno distinguibili, perchè senza "difetti fisici". D'altronde il maschio non sembrava fare tanto lo schizzinoso in fatto di femmine :-)
Ho spostato anche tutti i guppy e tutti i platy, di modo che la coppia non avesse nessun problema a difendere le uova.
14 DIC 2004 - Non l'avessi mai fatto!!! :-(
Dopo essere rimasti da soli nella vasca, i due mikro sono diventati timidissimi e paurosi, stanno sempre nascosti dietro le piante e i tronchi, così per dar loro un po' di sicurezza ci ho messo insieme 3 Trigonostigma heteromorpha, prese dall'altro acquario.
La situazione è un po' migliorata, per lo meno i due timidoni vengono almeno a mangiare...
20 DIC 2004 - Incomprensioni di coppia
 poteva andarmene dritta una?
I due mikro invece di darmi la covata sperata, non si possono più vedere, quando si incontrano sono botte, e stanno negli angoli opposti dell'acquario, cercando di vedersi il meno possibile :-((
23 DIC 2004 - Coppie scoppiate
Anche la persona a cui ho dato l'altra coppia, dice che i suoi due, dopo i primi giorni di ambientamento, adesso se le danno di santa ragione... Che abbia fatto scoppiare le due coppie???
Mi sa che se continua così do a lui anche i due che mi ero tenuta (ha un acquario da 200-250 litri, magari lì riescono a portare avanti la covata) e trasformo l'acquario in salmastro...

Epilogo

25 AGO 2005 - La saga continua
Mi sono accorta adesso che non ho più scritto come è andata a finire la faccenda.
Anche perchè la faccenda non è ancora finita :-)
Allora, le due coppie separate di altispinosus hanno continuato a mostrarsi entrambe spaventate e molto litigiose, la situazione è rimasta immutata per circa un mese. Dopo di che, il ragazzo che si era preso la seconda coppia si è stufato di vederli picchiare, ed ha manifestato l'intenzione di disfarsene. Inutile dire che li ho ripresi di corsa :-)
Parlando della cosa nella Mailing List dedicata ai Ciclidi nani, grazie ad Andrea Varisco, alias MioMao, ho capito che in realtà i mikro come condizioni stavano meglio tutti e quattro insieme, con il contorno rassicurante di poecilidi, e infatti deponevano, il limite era quasi certamente l'acquario troppo piccolo per tutti...
Mi era stato detto che potevo aspettare un po' con la coppia solitaria, abbassandogli la temperatura per poi rialzargliela con l'arrivo della primavera e dell'estate, e in questo modo probabilmente avrebbero ripreso ad andare d'accordo e a deporre; il ritorno però della seconda coppia mi ha fatto cambiare nuovamente le carte in tavola, così mio fratello, che aveva a disposizione un acquario più grande, se li è presi tutti e quattro.
Come volevasi dimostrare, una volta messe le due coppie scoppiate insieme nel nuovo acquario, dopo un giorno filavano di nuovo tutti d'amore e d'accordo, facendoci tirare un sospiro di sollievo :-)
Dopo poco più di quindici giorni c'era già un sasso piatto ricoperto da uno strato di uova bianco-ambrate :-)
E naturalmente dopo una decina di giorni non c'era più niente :-((((((
La situazione è rimasta praticamente immutata, le deposizioni si succedevano regolarmente, ma mai i piccoli riuscivano a superare le prime giornate di nuoto, non so se mangiati dagli altri pesci (ma la cosa mi appare improbabile, erano pochi e inoffensivi guppy) o dagli stessi genitori, per chissà quale motivo.
L'alternativa, alla quale ancora non siamo ricorsi per vari motivi (tempo che manca, lavoro, ecc.), potrebbe essere quella di togliere le larve ai genitori e farle crescere artificialmente; questa però l'ho sempre considerata una grossa forzatura... Se ai genitori pur messi nelle condizioni adatte manca evidentemente l'istinto parentale, molto probabilmente neppure i loro piccoli l'avranno, a maggior ragione se cresciuti "artificialmente".
Specie nel sito
Coppia di Mikrogeophagus altispinosus - Foto © Frank Schafer (Aquarium Glaser GmbH)
Bolivian ram, Ram boliviano
Aspettativa di vita: 5 - 6 anni
Dimensioni massime: 8 cm SL

Più rari e meno conosciuti dei cugini Mikrogeophagus ramirezi, sono in realtà molto attraenti e più adatti a chi si avvicina all'allevamento dei ciclidi nani rispetto ai ram.

Temperatura in natura: 22 - 26°C
Valori pH in natura: 07.00.00
"The Ram and its Nomenclature, Which Name Actually Has Precedence?"
Langhammer, J. K., 1991. "Buntbarsche Bulletin", 147: pp. 18-19.
"Complete Book of Dwarf Cichlids"
Richter., H.J., 1989, "T.F.H. Publications, Inc., Neptune City, NJ".
"The status on the generic names Microgeophagus, Pseudogeophagus, and Papiliochromis (Pisces: Cichlidae)"
Robins, C. R. and R. M. Bailey, 1982, "Copeia" 1982 (1): pp. 208- 210.

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.