• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
9 minuti
Letto finora

Riscoperta del "German Blue Ram" Mikrogeophagus ramirezi (L&M Galladé)

Lun, 15/Set/2003 - 00:00
Posted in:
0 comments

Descrizione molto completa di esperienze nella riproduzione di questo bellissimo ciclide nano, anche con l'ausilio di foto belle e particolari.

Traduzione dell'articolo:
"Rediscovering the German Blue Ram - Mikrogeophagus ramirezi" di Lois e Max Galladé
sul sito The Digital Aquarium.

Coppia di Mikrogeophagus ramirezi - Foto © Max Galladè

Il Mikrogeophagus ramirezi proviene dalla regione del Llanos. Il Llanos è costituito dai pascoli della savana della rete delle acque dell’Orinoco centrale, nelle pianure del Venezuela e della Colombia. M. ramirezi inoltre è stato rinvenuto nella parte superiore del delta dell’Orinoco. Non è un pesce amazzonico.

Questa bella specie sudamericana ha molti nomi. È conosciuto come: Ram, Butterfly dwarf cichlid, German Blue Ram, Papiliochromis ramirezi e Apistogramma ramirezi. Il nome corretto scientificamente è Mikrogeophagus ramirezi, secondo il Dott. Sven O Kullander, Senior Curator del Dipartimento della Zoologia Vertebrata, Museo Svedese di Storia Naturale.

Il mio primo incontro con questa specie coloratissima e popolare è avvenuto molti anni fa.
Il proprietario del mio LFS (Local Fish Store, negozio locale di pesci) era riuscito a riprodurre il German Blue Ram, una varietà d’allevamento molto bella e colorata del Mikrogeophagus ramirezi, in una delle sue vasche a casa. Aveva uno splendido maschio che gli era rimasto, e che io mi portai a casa. Purtroppo, era passato un po’ di tempo prima che potessi trovargli una femmina. Alcune settimane più tardi lo stesso negozio aveva una spedizione di German Blue Ram.
Ho comprato due femmine di bell’aspetto, con le pance di un rosa luminoso. Quelle femmine sfortunatamente ebbero un vita molto corta. Finii con il comprare più femmine ogni volta che ne arrivava una spedizione.

Finiva sempre però con lo stesso risultato, che le femmine non sopravvivevano solitamente più a lungo di due mesi. Ho scoperto più tardi che quei ram erano riprodotti in massa in Asia. I ram allevati in Asia sono solitamente allevati con ormoni per stimolare la produzione delle uova e rendere il loro aspetto veramente bello una volta fuori dalle borse per il trasporto. I ram adulti mostrano i loro colori migliori solo dopo che si sono adattati al loro nuovo ambiente e si sentono sicuri in esso. Gli esemplari giovanili non sviluppano il loro colore completo fino a che non sono sessualmente maturi. Bisogna stare alla larga dagli esemplari giovani che sembrano splendidi nelle vasche dei commercianti.
La maggior parte dei ram asiatici non sono fertili e non sono adatti per la riproduzione.

Ho deciso di rimanere lontano da questa specie a causa dei problemi suddetti. Ho scelto di allevare il simile, non così colorato, ma più robusto fratello maggiore del German Blue Ram, il ram boliviano - Mikrogeophagus altispinosa.

Proprio recentemente mi sono ancora interessato al German Blue Ram ed ho deciso di fare con loro un'altra prova. Questa volta ho voluto assicurarmi di averne un gruppo o catturato in natura, selvatico, o proveniente da riproduzioni domestiche.
Ho trovato due fonti differenti per i ram riprodotti in casa ed ho comprato tre coppie da ogni fonte per cominciare.
Sono stati quarantenati in una vasca da 110 litri per due settimane, giusto per assicurarmi che non trasportassero nessuna malattia.
Ho scelto poi una coppia certa tra le tre e l’ho trasferita nella loro vasca da 40 litri. Si può dire che una coppia si è formata quando sembrano stare sempre insieme, senza separarsi mai. Inoltre attaccheranno insieme gli altri pesci e li faranno scappare via.

1° giorno

Femmina di Mikrogeophagus ramirezi - Lois e Max Galladè

Femmina di Mikrogeophagus ramirezi - Foto di Max Galladè

Ci volle circa una settimana e un cambio d'acqua prima che la mia coppia si decise a pulire un punto in cima ad un ciottolo.
Il maschio e la femmina trascorsero molto tempo a pulire il loro luogo di deposizione delle uova prescelto. Ho capito allora che stava succedendo qualcosa.
E infatti, più tardi nel pomeriggio, ho trovato una covata di formato medio di circa 100 uova sul ciottolo. Questa era la prima deposizione della coppia.
Secondo il libro "Ciclidi americani I di Staeck e Linke: Ciclidi nani" Mikrogeophagus ramirezi è noto per produrre covate di più di 200 uova!
Purtroppo non avevo potuto osservare l’attuale deposizione delle uova.
I colori del maschio e della femmina erano veramente intensificati dopo che avevano deposto le uova.
La mia coppia è ancora giovane, e mi aspetto deposizioni più grandi in avvenire. Ho provato a fare qualche foto decente del luogo di deposizione delle uova. Purtroppo la coppia ha scelto un punto nella parte posteriore della vasca [carogne :) ], fare scatti con la macro puliti da quella distanza era impossibile.

Femmina di Mikrogeophagus ramirezi che depone le sue uova - Lois e Max Galladè

Femmina di Mikrogeophagus ramirezi che depone le sue uova - Foto di Max Galladè

Larva appena schiusa di Mikrogeophagus ramirezi - Lois e Max Galladè

Larva schiusa di recente di Mikrogeophagus ramirezi con il sacco vitellino ancora attaccato - Foto di Max Galladè

L'unica cosa che risaltava immediatamente era che il maschio e la femmina facevano a turno nel ventilare e nel custodire le loro uova. Questo è un comportamento riproduttivo differente da quello per esempio della famiglia degli Apistogramma, in cui la femmina custodisce la covata ed il maschio custodisce il territorio circostante. 

Femmina di Mikrogeophagus ramirezi che pulisce le uova, deposte da due giorni - Lois e Max Galladè

Femmina di Mikrogeophagus ramirezi che pulisce le uova, deposte da due giorni - Foto di Max Galladè

2° giorno (pomeriggio)

Larve di Mikrogeophagus ramirezi di due giorni, schiuse il 12 ottobre 2002 - Lois e Max Galladè

Larve di Mikrogeophagus ramirezi di due giorni, schiuse il 12 ottobre 2002 - Foto di Max Galladè

La femmina aveva spostato tutte le uova/larve in una buca nella parte posteriore della vasca, dietro un pezzo di legno.
Potevo dire più tardi che le uova si erano schiuse tramite alcuni movimenti rapidi e brevi di nuoto delle larve.
Di nuovo, il maschio e la femmina facevano a turno nel custodire i loro piccoli appena nati. Quando un partner lasciava le larve l’altro prendeva immediatamente il suo posto. In questo momento la temperatura è stata alzata gradualmente fino ad un massimo di 29°C. per assicurare la sopravvivenza degli avannotti.

3° giorno

Il maschio ha cominciato ad attaccare la femmina veramente con cattiveria questa mattina, così l’ho spostata dalla vasca di riproduzione e l’ho rimessa di nuovo nella sua vecchia vasca. Questo mi aveva meravigliato, mi chiedevo se sarebbe successa la stessa cosa in una vasca più grande della mia da 40 litri?

5° giorno

Generalmente non sono troppo eccitato quando i miei pesci si riproducono, ma oggi è stata veramente una giornata di divertimento. Questa mattina sono stato testimone del primo nuoto libero di tre avannotti.
Il maschio molto eccitato è andato senza esitazioni dietro ad ognuno e li ha raccolti con la sua bocca. Sembrava che masticasse gli avannotti rigirandoli, il che è risultato per essere un certo genere di tentativo di pulizia. Li aveva poi sputati nello stesso posto in cui li aveva raccolti, poi è andato diritto di nuovo nella buca per pulire il resto degli avannotti allo stesso modo. Gli avannotti hanno perso già il loro sacco vitellino ed è tempo quindi di alimentarli con il loro primo pasto di infusori(*) e di Microworm.
Questo è inoltre un buon periodo per iniziare una nuova schiusa di naupli di artemia salina. Gli avannotti potranno mangiare i naupli appena schiusi in pochi giorni da oggi.

6° giorno

Wow, che sorpresa stamattina! Sono riuscito a sbirciare per la prima volta tutti i nuovi nati. Il maschio procede passeggiando in parata e sorvegliando un banco discretamente grande di avannotti molto affamati in giro per la vasca.
I minuscoli liberi nuotatori sembrano essere un poco più grandi degli avannotti di Tetra. Li ho alimentati con uno schizzetto di microworms che sono stati mangiati avidamente, seguito da un altro schizzo di naupli appena schiusi. Qualche avannotto ha mangiato qualche nauplio, ma sembra che per adesso i naupli d'artemia siano troppo grandi per la loro minuscola bocca.

Continuo ad alimentarli con una miscela di naupli e di microworms. Mi sono stupito del movimento dei giovani. Essi andavano dappertutto ed il maschio faceva fatica nel cercare di mantenerli tutti assieme. Andava dietro ad ogni esemplare isolato e lo prendeva con la bocca per sputarlo di nuovo dentro al gruppo. Sono riuscito a scattare alcune immagini questa mattina: Il maschio con una banco di avannotti nel loro primo nuoto libero.

Finora tutto sembra procedere benissimo. Ho fatto un cambio d’acqua del 25% questa mattina, dovuto all'alimentazione abbondante con microworms e naupli. Era un divertimento guardare il maschio attaccare il tubo che uso per i cambi. He realmente è andato dopo esso e perfino ha ottenuto interferito all'interno del tubo. È risultato essere veramente un buon padre, e custodisce i suoi avannotti per tutto il tempo.

Maschio di Mikrogeophagus ramirezi con avannotti - Lois e Max Galladè

Il maschio di Mikrogeophagus ramirezi con gli avannotti - Foto di Max Galladè

Avannotti di Mikrogeophagus ramirezi - Lois e Max Galladè

Avannotti di Mikrogeophagus ramirezi - Foto di Max Galladè

10° giorno

Maschio di Mikrogeophagus ramirezi circondato dagli avannotti - Lois e Max Galladè

Maschio di Mikrogeophagus ramirezi circondato da avannotti di 5 giorni, in una buca scavata di fresco - Foto di Max Galladè

La notte scorsa, 20 min. prima dello spegnimento delle luci, il maschio ha deciso di scavare una nuova buca davanti alla vasca. Ha usato la sua pinna caudale quasi come una pala per formare una depressione di 4 cm. di diametro, profonda 2,5 cm. nella sabbia. Avreste potuto vedere letteralmente la sabbia volare. Dopo che il maschio aveva finito di scavare, l’intero gruppo degli avannotti era stato lasciato nella buca per "dormire".
Sfortunatamente, non ho potuto fare foto di questi scavi, ma sono riuscito a fare qualche scatto al maschio nella nuova buca, circondato dagli avannotti:

12° giorno

Maschio di Mikrogeophagus ramirezi con avannotti - Lois e Max Galladè

Maschio di Mikrogeophagus ramirezi con avannotti - Foto di Max Galladè

La temperatura nella vasca è stata abbassata gradualmente di nuovo a 27°C. Gli avannotti adesso sono cresciuti di quasi il doppio della loro taglia. Ho notato questa mattina che gli avannotti stavano rimanendo molto vicini insieme vicino al substrato e non stavano seguendo il maschio come al solito. Non so se questo comportamento è dipeso dalla temperatura riguardante o è stato causato dal timore di predazione da parte della macchina fotografica o da parte mia.
Una seconda coppia ha cominciato mostrare dei segni di volersi riprodurre nella vasca grande questa mattina. Le femmine mostrano una pancia molto piena e rosa. Ho spostato la coppia in una vasca simile da 40 litri che era stata installata nell'aspettativa della prossima deposizione la notte scorsa.

14° giorno

Maschio di Mikrogeophagus ramirezi con avannotti - Lois e Max Galladè

Maschio di Mikrogeophagus ramirezi con gli avannotti di otto giorni - Foto di Max Galladè

Gli avannotti si stanno sviluppandosi di un buon passo. Tutti ora riescono a mangiare i naupli d'artemia. Ho smesso di alimentarli con microworms per non peggiorare la qualità dell'acqua. I naupli sopravvivono fino a 12 ore in una vasca d'acqua dolce. Questo assicura un approvvigionamento di generi alimentari costante per gli avannotti.
Spruzzo i naupli nella vasca due volte al giorno, al mattino e alla sera, tre ore prima che si spengano le luci della vasca.

15° giorno

Gli avannotti si stanno sviluppando nella forma del corpo tipica del ram. I loro corpi sono ancora trasparenti.

Mia moglie ed io ora siamo stupiti del loro veloce sviluppo. Possiamo realmente dire di vedere differenze nella taglia dalla mattina alla sera.

17° giorno

Giovane Mikrogeophagus ramirezi con avannotti - Lois e Max Galladè

Primo piano di un giovane Mikrogeophagus ramirezi di 1 mese - Foto di Max Galladè

Ho spostato il maschio dalla vasca di riproduzione. Sembra che lui abbia perso il suo interesse nella custodia dei giovani. I soliti attacchi al tubo flessibile per i cambi d’acqua si sono arrestati, durante i miei cambi del 25% due volte alla settimana. I giovani hanno raggiunto circa 5mm di lunghezza totale e ora sono pronti a sopravvivere da soli.

21° Giorno

I giovani hanno raggiunto circa gli 8mm di lunghezza totale. Stanno ancora crescendo velocemente. Sono stati nutriti una miscela di mangime in fiocchi, di naupli d'artemia e di Cyclops congelati - per la prima volta questa mattina. Aspetterò una settimana prima di spostarli in una vasca più grande, dove cresceranno meglio. Sposterò la mia coppia in riproduzione nuovamente in questa vasca una volta che i giovani saranno spostati verso il loro nuovo ambiente. Spero che abbiate gradito questo diario di riproduzione e che questo aiuti anche voi qualche volta a riprodurre questa specie molto colorata ed interessante.

Nota: Probabilmente ho allevato oltre 1000 avannotti di ram prima di aver scritto questo articolo. Ancora gioisco quando trovo una nuova serie di uova deposte su un ciottolo o su un vaso di terracotta da fiori capovolto nelle mie vasche. È ancora abbastanza una sfida quella di portare gli avannotti di ram dalle uova ad una taglia vendibile.
Ho cambiato al giorno d'oggi la mia tecnica d'allevamento per adottare un metodo più commerciale, e faccio schiudere il 90% delle uova artificialmente, in una vasca speciale per la schiusa delle uova e la crescita degli avannotti. Inoltre ho notato che ho ottenuto tassi molto più alti di schiusa usando acqua ad osmosi inversa nelle mie vasche da riproduzione e da schiusa.

(*) Coltivo sempre una manciata di muschio di Giava in tutte le mie vasche da riproduzione. I microrganismi chiamati infusori trovati nel muschio di Giava costituiscono un primo pasto eccellente per i piccoli avannotti affamati friggere come quelli dei ram.

Il setup della vasca da riproduzione:

  • Volume: 40 litri
  • Specifiche dell’acqua: pH 7,4, durezza totale 120ppm, deposizione delle uova avvenuta alla Temperatura di 27°C.
  • Allevamento: alla temperatura di 29°C. in seguito ai primi suggerimenti iniziali di Mike Jacobs sulla Mailing List Apisto
  • Substrato: filtro sottosabbia
  • Decorazioni: legni con piante, un vaso da fiori in terracotta, tra ciottoli di granito
  • Piante: Felce di Giava (Microsorum pteropus), muschio di Giava (Vesicularia dubyana), Anubias var. barteri, Echinodorus tennellus, Baby Tears.
La vasca da riproduzione dei Mikrogeophagus ramirezi - Lois e Max Galladè

La vasca da riproduzione dei Mikrogeophagus ramirezi - Foto di Max Galladè

Questa è una foto della vasca da riproduzione di 40 litri. Il gruppo di avannotti è sopra il ciottolo sulla destra.
La vasca da riproduzione è stata allestita nel modo più naturale possibile, con l’intenzione di essere testimone dell’interessantissimo comportamento riproduttivo naturale del Mikrogeophagus ramirezi, ed avere buoni risultati dal punto di vista delle fotografie.

  • Nome: Mikrogeophagus ramirezi - Papiliochromis ramirezi, German Blue Ram, Butterfly cichlid, Apistogramma ramirezi
  • Provenienza geografica: Venezuela e Colombia
  • Condizioni dell’acqua in cui vive in natura: piccoli e lenti ruscelli, stagni tranquilli. Acqua tenera, talvolta pulita, talvolta acqua nera
  • pH: Il range di pH va da 6.0 a 7.5 - Si raccomanda <7.0
  • Temperatura: Sono raccomandati 26 – 29°C.
  • Alimentazione: Cibo vivo, mangime surgelato, come artemia salina, dafnie, chironomus e mangime in granuli piccoli.
  • Misure della vasca: 40-80 litri, per una coppia in riproduzione. Una grande vasca di comunità per allevarne alcune coppie. I ram sono ottimi compagni per i Discus ed altri Ciclidi nani sudamericani.
  • Condizioni raccomandate per la riproduzione: Durezza totale <80ppm, Temperatura 27-29°C., pH <7.0

Nota: Alleviamo gli avannotti nella loro vasca in cui sono nati, fino a quando sono grandi abbastanza per essere spostati in una vasca più grande.
Tutte le nostre vasche di schiusa e di crescita subiscono dei cambi d’acqua del 50% con acqua RO o con acqua del rubinetto opportunamente filtrata e trattata.
Tutti i nostri pesci sono nutriti con il cibo della più alta qualità, congelato, vivo e secco.

© Lois e Max Galladè

Specie nel sito
Mikrogeophagus ramirezi - Foto di Massimo Macciò (www.massimom.net)
Ram
Aspettativa di vita: 3 - 6 anni
Dimensioni massime: 3.5 cm SL

Splendida specie, una volta abbastanza facile da allevare e riprodurre, ma attualmente, con la produzione sempre in maggior numero e in forme e colorazioni sempre diverse per il commercio acquariofilo, si è notevolmente indebolita, ed è sempre più difficile trovare esemplari che vivano a lungo e abbiano conservato gli istinti parentali.

Temperatura in natura: 27 - 30°C
Valori pH in natura: 5.0 - 6.0
Riferimenti
Riferimenti & Link
FAQ - Domande e Risposte

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.