• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Monocirrhus polyacanthus

Heckel, 1840

E' un pesce molto difficile da allevare in cattività, anche perché tutti gli esemplari in commercio sono catturati in natura. E' un predatore piscivoro vorace, che non si adatta a mangiare cibo secco o congelato.

Leaf Fish, Monocirrhus polyacanthus - Foto © Michelle Stuart (Fishtanksandponds.co.uk)

nome comune
Amazon Leaf Fish, Pesce foglia
dimensioni massime in natura
10 cm TL
aspettativa di vita
8 - 9 anni

E' una specie incredibilmente adattata al suo habitat: è mimetizzata in modo da imitare una foglia morta, sia nella forma del corpo che nel colore e disegno della livrea. Può addirittura cambiare la colorazione per adattarsi a quella dell'ambiente in cui sosta, ed ha una sporgenza sul labbro inferiore che assomiglia al picciolo di una foglia.
Quando caccia, insegue la sua preda rimanendo in una posizione a testa in giù, per cui sembra scivolare verso di essa come una foglia morta alla deriva nella corrente. In realtà, il pesce è spinto da piccoli movimenti delle pinne trasparenti. Quando colpisce, l'intera bocca si protende verso l'esterno, formando un grande tubo nel quale viene aspirata la preda, di solito dalla testa. Questo movimento viene attuato così rapidamente che è spesso difficile da vedere. In questo modo può ingoiare prede grande quasi quanto lui.

E' un pesce molto difficile da allevare in cattività e non è assolutamente adatto ai principianti, anche perché tutti gli esemplari in commercio sono catturati in natura, con la conseguente difficoltà ad adattarsi alla vita in acquario. Oltre ad essere un predatore vorace, Monocirrhus polyacanthus è anche una specie volubile e capricciosa, molto sensibile al deterioramento della qualità dell'acqua, ed è tra le specie che NON si adattano a mangiare cibo secco, e nemmeno congelato: sono predatori piscivori e per farli sopravvivere è necessario provvedere loro un costante rifornimento di prede (pesci) vivi.

Vi copio-incollo uno stralcio di messaggio di Costantino:

"Ho anche dei Monocirrhus polyacanthus e non parlo a vanvera.
Ho cercato in tutti i modi di abituarli ad assumere del cibo inerme, ma niente, il loro istinto predatorio è più forte della loro fame, e se non fornissi cibo vivo si lascerebbero morire d'inedia. Sono animali particolari e su tutti i libri è specificato a cosa si va incontro allevandoli.
Chiaro resta il fatto che questa scelta non debba dipendere dai colori della livrea, dalla loro forma, dalla stravaganza di averli, bensì piuttosto da un vero interesse per queste specie."

distribuzione

Sud America: bacino del Rio delle Amazzoni in Perù Brasile, Bolivia, Colombia, Venezuela

habitat

Ambiente: bentopelagico; acqua dolce; Clima: tropicale.
Trovato in acque basse con poca o nessuna corrente, nelle zone in cui si accumulano le foglie cadute dagli alberi.

temperatura in natura
22 - 25°C
valore pH in natura
5.0 - 6.0
valori acqua in natura
5 - 8
allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 80 cm di lunghezza.
Prima di pensare all'allestimento, è essenziale che siano allevati in acqua tenera e acida. L'acquario dovrebbe essere poco illuminato, con piante galleggianti che schermino ulteriormente la luce. E' consigliabile che l'acquario sia fittamente piantumato, con piante delle varietà a foglia larga, come le specie di Echinodorus. Va presa ogni precauzione anche nella collocazione dell'acquario affinchè i pesci si sentano al sicuro, in quanto possono essere molto nervosi. Vanno forniti allo scopo anche ripari e nascondigli formati da legni e radici. Il movimento dell'acqua dovrebbe essere ridotto al minimo.

Comportamento e compatibilità: è decisamente preferibile allevarli in un acquario monospecifico (dedicato solo a loro), anche se sono stati allevati senza troppi problemi con loricaridi e callictidi di medie dimensioni.

alimentazione

E' un predatore piscivoro che anche in acquario accetta solo cibo vivo (ricordo che gli esemplari in commercio sono tutti catturati in natura). Da piccoli accettano chironumus vivo e piccoli lombrichi, ma a lungo termine richiederanno una dieta piscivora. Non allevate questa specie se non siete disposti (per qualsiasi motivo, da quelli organizzativi a quelli etici) a fornire un costante rifornimento di pesci vivi come alimentazione, in quanto i Monocirrhus polyacanthus possono mangiare al giorno tanti pesci quanto il proprio peso corporeo. Alcuni esemplari possono essere abituati ad accettare gamberetti di fiume (sempre vivi ovviamente) ma questa è l'eccezione che conferma la regola.

  • Specie predatrice piscivora: si nutre solo di piccoli pesci
  • Specie non riprodotta in cattività, gli esemplari in commercio provengono tutti dalla cattura in natura. Chiedete sempre al negoziante se i pesci che state per prendere sono d'allevamento o di cattura.
dimorfismo sessuale
Difficile da individuare, le femmine hanno il ventre più arrotondato quando sono piene di uova.
riproduzione

E' una specie che può essere riprodotta in cattività. La vasca per la riproduzione deve essere poco illuminata, fittamente piantumata con piante a foglie larghe, con acqua tenera e acida (pH 6,0-6,5, 1-5 dH) e con una temperatura intorno ai 25°C. Va usata una singola coppia, condizionata con un sacco di cibo vivo.
Durante la deposizione delle uova il maschio intensifica la colorazione e la femmina mostra un ovopositore. La coppia nuota fianco a fianco sulla superficie dell'acqua per anche un'ora prima che il maschio si ritiri per permettere alla femmina di deporre le uova, a volte mentre è a testa in giù. Quindi il maschio torna per fecondarle. Dopo la deposizione delle uova la femmina deve essere rimossa, perchè il maschio può attaccarla.

Possono essere deposte e fissate sulla parte inferiore di una grande foglia o di roccia sporgente fino a 300 uova. Il maschio le sorveglia  e le cura scacciando anche la femmina, ventilandole usando le pinne come ventagli. Le uova si schiudono in 3-4 giorni, dopo di che il maschio può essere rimosso.

Gli avannotti inizieranno ad assumere naupli di artemia salina non appena avranno assorbito i loro sacchi vitellini. Qualsiasi alimento che viene offerto deve nuotare, perchè i piccoli non mangeranno mai nulla che sia posato sul fondo. Mano a mano che crescono dovrebbero poi essere alimentati con avannotti di altri pesci. Possono mangiare una quantità incredibile di cibo in rapporto alle loro dimensioni, e devono essere separati al più presto in base ai differenti tassi di crescita, o i più grandi si mangeranno i fratelli più piccoli.

E' essenziale mantenere un'alta qualità dell'acqua, o ci saranno molte perdite.

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
Riferimenti