• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Monodactylus

Informazioni e notizie sulla tassonomia e sulle specie del genere Monodactylus

Banco di Monodactylus argenteus che nuotano tra i coralli morti del Madagascar - Foto © Brocken Inaglory (Wikipedia)

Piccolo genere che comprende attualmente 4 specie di pesci diffusi nelle acque dolci, salmastre e marine dell'Atlantico orientale, tra l'oceano Indiano ed il Pacifico occidentale.

La Tassonomia

Elenco delle Specie comprese nel Genere

Monodactylus

Monodactylus argenteus, Diamondfish - Photo by Ross D. Robertson
Silver moony -

Splendidi pesci d'acqua salmastra/marina, che amano nuotare, vivaci e turbolenti. Le loro dimensioni da adulti e il fatto che vanno allevati in grandi branchi ne fanno una specie adatta solo a chi ha i mezzi e lo spazio per poterli allevare per tutto il corso della loro vita.

Aspettativa di vita: 10 anni e oltre
Dimensioni massime in natura: 27 cm TL
Temperatura in natura: 24 - 28°C
Full moony
Dimensioni massime in natura: 31.0 cm TL
Dimensioni massime in natura: 7.8 cm SL
Monodactylus sebae - Foto © Emiliano Spada
African moony
Aspettativa di vita: 10 anni e oltre
Dimensioni massime in natura: 25.0 cm TL
Temperatura in natura: 24 - 28°C

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti al Genere

Monodactylus argenteus, Diamondfish - Photo by Ross D. Robertson
Silver moony
Aspettativa di vita: 10 anni e oltre
Dimensioni massime: 27 cm TL

Splendidi pesci d'acqua salmastra/marina, che amano nuotare, vivaci e turbolenti. Le loro dimensioni da adulti e il fatto che vanno allevati in grandi branchi ne fanno una specie adatta solo a chi ha i mezzi e lo spazio per poterli allevare per tutto il corso della loro vita.

Temperatura in natura: 24 - 28°C
Peter Radiodays (28 Feb 2002)
Consiglio allevamento Monodactylus
Vorrei consigli sulla possibilità di allevare dei Monodactylus argenteus... un pesce bellissimo ma sul quale purtroppo ci sono secondo me poche informazioni... o meglio, c'è molta ambiguità sulla sua effettiva capacità ad abituarsi all'acqua più o meno dolce.
Ho letto che è possibile aggiungere 1-2 cucchiaini di sale ogni 10 lt di acqua ma non sò come potrebbero reagire gli altri pesci.
Nel mio acquario ci sono già varie specie di pesci 'comuni', tipo corydoras, barbi, scalari, hypostomus....
Negli ultimi anni ho sempre desistito dall'inserire questa specie...
vorrei sapere se è il caso di continuare a desistere...
EC
> Negli ultimi anni ho sempre desistito dall'inserire questa specie... vorrei sapere se è il caso di continuare a desistere...
Direi di si, almeno finche' vuoi tenere gli altri pesci che non sono adatti ad acqua salatine.
Per tenerli nelle condizioni ottimali devi fare un salmastro, magari con altre specie asiatiche.
Wiwaxia
Per esperienza diretta.
La prima volta che presi un monodattilo nel giro di una settimana 10gg e' schiattato.
Cercando info scopro dell'acqua salmastra. Il negoziante magari ti dice che in acqua dolce va benissimo cmq. Occhio.
Ci hi riprovato quando avevo i guppy, compreso l'inserimento di qualche cucchiaino di sale.
Morto cmq entro 10gg.
Da allora basta monodattilo, almeno fino a quando non ci sara' una vaschetta ad hoc per loro, quindi mai :)
Wiwaxia (07 Dic 1999)
Monodattilo malato e quarantena
Mi ritrovo con 1 Monodattilo su 2 un po' messo male.
Negli ultimi 2 giorni ha perso la linea nera sotto l'occhio, la bocca gli si e' come ingrossata e la tiene sempre aperta, a differenza dell'altro. Sembra anche un po' gonfio sul muso, e con una "pelle" livrea strana sul lato malato.
Cosa puo' essere??
Io penso che sia la 40 che il pesce non a fatto, visto che lo stesso e' arrivato il giorno che l'ho preso. Diciamo che e' un rischio che ho voluto correre. C'e' un rimedio a questa cosa strana??
Dave
>Mi ritrovo con 1 Monodattilo su 2 un po' messo male.
che concentrazione di sale hai in acqua? (scusa la domanda stupida, ma magari il negoziante non ti ha neanche detto che e' un pesce d'acqua salmastra :-))) )
LiGaBuE
Il monodactylus argenteus raggiunge la taglia max di 25cm; necessita percio' di un acquario sufficientemente grande in cui essere ospitato.
Inoltre va allevato in acqua salmastra...se non addirittura in acqua di mare... figurati che viene consigliato anche l'uso di uno schiumatoio, nonchè di una forte aerazione in vasca.
Sei sicuro di avere queste caratteristiche nella tua vasca?
>Io penso che sia la 40 che il pesce non a fatto, visto che lo stesso e' arrivato il giorno che l'ho preso. Diciamo che e' un rischio che ho voluto correre. C'e' un rimedio a questa cosa strana??
vedi sopra.
La quarantena anche se FORTEMENTE consigliata, non e' sempre basilare... spesso i pesci maturano malattie nel trasporto ASSURDO che devono patire (sacchetti sempre sgonfi di aria, poca acqua, pH a livelli BESTIALI...) quindi la vera quarantena la fanno direttamente nel nostro acquario, che in confronto ai viaggi che fanno, sembra una suite IMPERIALE in un albergo a 5 stelle :-)
Luca Marconi (21 Gen 1999)
Il "bullo"
Ho comprato da circa un mese per il mio "dolce" due Monodactilus Argenteus (si dovrebbe scrivere così), che mi sono stati descritti dal pescivendolo come tranquilli pesci da branco.
Da circa una settimana uno dei due (il più grosso) è diventato un po' aggressivo con il compagno (solo con lui, non con gli altri pesci).
C'`è qualcuno che mi può dare qualche delucidazione su questo comportamento?
Lombardi
Ma sei ben conscio di che pesce hai messo in vasca?? Non è propriamente indicato per principianti e necessita di numerosi accorgimenti non sempre di facile realizzazione: ti riporto alcune informazioni tratte da diversi testi:
pesce di branco che necessita di molto spazio per nuotare (viene indicata una lunghezza max di ben 25 cm e un acquario che dovrebbe essere minimo 1 m di lunghezza), e che va allevato in gruppo. Premesso che non ho mai tenuto Monodactylus argenteus, posso dirti che diverse specie "di branco" tendono a manifestare una maggior aggressività se tenuti in pochi esemplari, mentre questa aggressività tende ad attenuarsi ed a scomparire con l'aumentare dei componenti il branco..ti faccio un esempio; avevo 2 Epalzeorhychos siamensis che non facevano altro che attaccarsi o per meglio dire era il più "bullo" :-) che ricacciava continuamente in un angolo il più debole, mentre ci sono diversi esempi di "branchetti" di Epa che vivono tranquilli insieme...
Ritornando a M.a. ho letto inoltre che gli esemplari giovani (fino a circa 3 cm), possono essere allevati in acqua dolce con una minima aggiunta di sale marino (1g per l), ma i soggetti più grandi necessitano di una densità maggiore, per non parlare degli adulti che dovrebbero essere allevati addirittura in acqua marina!!!
Essendo particolarmente sensibili ai nitriti, sono indispensabili frequenti cambi parziali d'acqua.
Andrebbero inoltre allevati con sabbia corallina come fondo, utilizzando rocce e radici che resistano all'acqua marina; indispensabile una forte aerazione. Opportuno uno schiumatoio.
Pesce onnivoro, si nutre di tutti i tipi di cibo vivo, scaglie, lattuga, spinaci, sono molto voraci. La livrea nera e gialla, sbiadisce con l'invecchiamento.
SL (Standard Lenght)
Lunghezza standard, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso al peduncolo caudale (esclusa quindi la coda)
TL (Total Lenght)
Lunghezza totale, è la lunghezza del pesce calcolata dalla punta del muso alla punta della coda (quindi coda compresa)
Demerso
specie che vive in prossimità del fondo del mare. I pesci demersi si dividono principalmente in due tipi: Bentonici e Bentopelagici
Bentonica
specie che vive e che è legata al fondo
Bentopelagica
specie che vive sia sul fondo o vicino ad esso, sia nel livello medio dell'acqua
Pelagica
specie che vive lontano dal fondo, in acque aperte
Diadroma
specie che migrano tra acque salate e acque dolci
Anadroma
specie che che vive per la maggior parte del tempo in acque salate e si riproduce in acque dolci
Catadroma
specie che vive in acque dolci e si riproduce in acque salate
Anfidroma
specie che si muove indifferentemente da acque dolci ad acque salate
Potamodroma
specie che migra all'interno di acque dolci
Oceanodroma
specie che migra all'interno di acque salate

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.