• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

I pesci pulitori NON ESISTONO!

I pesci non vanno comprati per la loro presunta funzione di pulitori, ma perché piacciono e perché sono interessanti da osservare. Dobbiamo essere noi a rispettare le loro esigenze, non loro a dover svolgere un lavoro in vece nostra: i pesci non sono attrezzi, e non possono sopravvivere solo con gli scarti degli altri...

Tempo di lettura
3 minuti
Letto finora

La Riproduzione degli Otocinclus

Mar, 06/Gen/2009 - 09:52
Posted in:
0 comments

Otocinclus vittatus a un paio di giorni di vita - Foto © James May (Aquaticrepublic.com)

La riproduzione degli Otocinclus è già stata ottenuta in cattività, ma rimane un evento molto raro, e questo soprattutto perchè in genere vengono comprati solo come mangia-alghe, pulitori, e ficcati in acquari spesso non adatti alle loro necessità, spesso addirittura senza neppure porvvedere a dargli da mangiare... per riprodursi gli Otocinclus, come tutti i pesci, devono star bene, sentirsi a loro agio, ed essere ben nutriti. Basta che una sola di queste condizioni non sia soddisfatta, perchè la riproduzuone non abbia luogo.
Quindi come prima cosa allevateli bene, e la riproduzione verrà da sé :)

Vi copio-incollo un post di MioMao tratto da it.hobby.acquari sulla riproduzione degli Otocinclus:

La riproduzione degli Otocinclus è molto strana.
La definirei "divertente" :-)))

Innanzi tutto la si nota... perche' fanno un macello in vasca mica da ridere.
Nel senso che.. solitamente sono pesci molto statici... ma nell'atto della riproduzione diventano frenetici, sembrano davvero impazziti. :-)))

Diciamo che la femmina si sceglie un bel posticino per deporre le uova (ne depone pochissime per volta... da una a tre, mai viste di piu'). Ho notato che preferiscono le foglie di Bacopa. Non vi so spiegare il perche'.... ma quella è la pianta che principalmente viene scelta per deporre (pur avendone molto altre, anche simili, a disposizione).

La deposizione avviene SOTTO la foglia. La femmina, dopo aver scelto la foglia, le si attacca sotto ed inizia a vibrare in modo incredibile. A quel segnale i maschi presenti diventano completamente imbecilli :-DDDD e iniziano a nuotare rapidissimi da tutte le parti (mi immagino il loro pensiero... "Ciumbia... si tromba!") :-DDDDD
finche' uno di loro riesce a rintracciare la femmina "vibrante".

L'accoppiamento è, per certi versi, simile a quello dei Corydoras, nel senso che la femmina spinge con il capo sul ventre del maschio (lateralmente) e questo si piega ad U, stringendo il muso della femmina con i suoi fianchi :))) che emette le uova.
La femmina depone pochissime uova alla volta (in pratica si fa un casino di ciulate ehehehehehe) :))))))
a volte ne depone una sola per foglia. Poi abbandona la foglia rapidamente...
si fa un bel giretto per l'acquario (con i maschi che sbavano come matti dietro lei).. e poi sceglie un'altra foglia ed il gioco ricomincia. Ho notato che, come la maggior parte dei pesci, depongono verso sera (circa 1 ora prima che la luce si spenga) e la deposizione dura molto tempo.

La differenza, con i Cory, sta nel fatto che l'accoppiamento degli Otocinclus non avviene in acqua libera, ma stando a diretto contatto con il substrato di deposizione. Inoltre, la femmina attacca quasi subito le uova al substrato (nei Cory, invece, la femmina trattiene le uova con le pinne e se le porta a spasso per qualche secondo/minuto... finche' non ha scelto il substrato sul quale attaccarle).

Ovviamente, in vasca di comunità ci si puo' scordare fin da subito di vedere nascere gli avannotti.
Io non ho mai visto avanotti perche' ho sempre avuto i Corydoras... che passavano come aspirapolveri subito dopo :-))

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti al Genere

Otocinclus cocama - Foto © Peter Maguire

Aspettativa di vita: 5 anni
Dimensioni massime: 4.4 cm SL

Questo splendido piccolo loricaride è diventato disponibile in commercio solo nel 2001, ed è stato descritto scientificamente nel 2004. Come per altri oto, può essere abbastanza delicato da acclimatare appena comprato, e deve poter pascolare sul film algale in continuazione.

Otocinclus macrospilus - Foto © Robert Fossum (Planetcatfish.com)
Oto
Aspettativa di vita: 5 anni
Dimensioni massime: 3.5 cm SL

E' uno dei più comuni 'oto' in commercio, ed è una specie ideale per l'acquario di piante. Purtroppo può essere molto delicato momento della prima importazione, e le perdite non sono infrequenti.

Temperatura in natura: 21 - 26°C
Valori pH in natura: 5.5 - 7.5
Otocinclus vittatus - Foto © Michael Noren (Fishbase)

Aspettativa di vita: 5 anni
Dimensioni massime: 3.3 cm TL

Piccolo loricaride, molto attivo anche di giorno. Come tutti gli otocinclus ha un carattere timido e l'acquario deve essere fittamente piantumato, perché non si senta stressato per la mancanza di ripari. Va inserito obbligatoriamente solo in acquari ben maturi.

Temperatura in natura: 21 - 26°C
Valori pH in natura: 5.5 - 7.5

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.