• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
6 minuti
Letto finora

Pro e Contro dell'allevamento dei Pangasius, gli squaletti

Mar, 23/Dic/2008 - 09:25
Posted in:
9 comments

...piccolo compendio di quello che c'è da sapere prima di comprare questi pesci, per non comprarli affatto :-)

Pangasionodon hypophthalmus, Iridescent Shark: lo stesso pesce da giovane e da adulto.

Pro:

  • Assomigliano a piccoli squali e per questo a qualcuno piacciono molto, sono sempre in movimento e vivacizzano l'acquario

 

Stai pensando di comprare degli Squaletti?
Vai alle pagine sul loro allevamento

Contro:

  • Gli esemplari della specie più diffusa, Pangasionodon hypophthalmus (ex Pangasius hypophthalmusarrivano rispettivamente ai 150 cm (un metro e mezzo!) di lunghezza in qualche anno e devono essere allevati in gruppi di almeno 5-6 esemplari, quindi necessitano di... piscina, dove si tiene un gruppo di pesci da un metro e mezzo che devono nuotare tutto il tempo? I Pangasius sono un ottimo esempio di pesci che non dovrebbero proprio arrivare ai negozi: è chiaro che nessuno degli esemplari venduti arriverà mai al metro e mezzo, che tutti moriranno senza essere arrivati all'età adulta... e la colpa è soltanto nostra, di noi acquariofili che li compriamo senza informarci... se non ci fosse da parte nostra richiesta di certe specie, non le troveremmo in negozio!
  • Se stanno bene si muovono di continuo, in lungo e in largo per la vasca (sono pesci migratori, in natura sono abituati a percorrere chilometri e chilometri); il loro movimento incessante può infastidire pesci più tranquilli e mano a mano che crescono con i movimenti di coda e corpo sradicano le piante
  • Hanno un carattere molto "nervoso" e basta un movimento un po' brusco per farli schizzare via, andando anche a sbattere contro vetri o arredi; bisogna fare attenzione durante la manutenzione perché possono saltar via dalla vasca per lo spavento quando si cambia l'acqua; va da sé che non sono adatti a vasche aperte.
  • Gli esemplari in commercio sono per la maggior parte catturati in natura e quindi soggetti ad altissima mortalità durante trasporto e stabulazione, aumentata dal loro carattere nervoso e terrorizzabile facilmente... comprandoli si incentiva questa strage.
  • Quello del "li tengo da piccoli e quando crescono li riporto al negoziante" è una scusa che serve solo a mettersi a posto la coscienza, sulla pelle dei pesci: quanti negozianti hanno una vasca grande da dedicare ai pesci troppo cresciuti? E quanti acquariofili hanno vasche tanto grandi da potersi permettere di prendere pesci già così grandi?
    Che fine fanno tutti gli squaletti comprati e messi in vasche troppo piccole?
  • Specie che diventa grande: fino a 150 cm
  • Specie che deve vivere in gruppo
  • Specie riprodotta in cattività (non in acquario perchè da adulta è troppo grande per qualsiasi vasca), tuttavia la maggior parte di quelli in commercio provengono ancora dalla cattura in natura. Chiedete al negoziante se i pesci che state per comprare sono d'allevamento o di cattura.

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti alla Famiglia

Pangasionodon hypophthalmus, lo squaletto: lo stesso pesce da giovane e da adulto
Iridescent Shark, Squaletto
Aspettativa di vita: 20 - 30 anni
Dimensioni massime: 130 cm SL; Peso massimo pubblicato: 15.5 kg

Il cosiddetto "squaletto" è tra i pesci segnalati dalla Campagna Big Fish come non adatti al commercio acquariofilo, per le dimensioni che raggiungono da adulti, e quelle di una vasca che li dovrebbe contenere. Sono venduti da giovanissimi, piccoli e carini, senza alcuna informazione circa le dimensioni che possono raggiungere e la loro aspettativa di vita.

Temperatura in natura: 22 - 26°C
Valori pH in natura: 6.5 - 7.5
Lo squaletto Pangasius sanitwongsei: lo stesso pesce da giovane e da adulto
Giant pangasius
Aspettativa di vita: 20 anni e più
Dimensioni massime: 300 cm SL - Peso massimo pubblicato: 300 kg

In termini di dimensioni e peso Pangasius sanitwongsei è secondo solo al pesce gatto gigante del Mekong, Pangasianodon gigas, nella famiglia Pangasiidae, qualificandosi facilmente come una delle più grandi specie di pesci d'acqua dolce del mondo. Allarmante è il fatto che negli ultimi anni è stato esportato in numero crescente per il commercio acquariofilo.

Commenti

Ho appena fatto un favore a dei miei amici che tenevano questo pesce in una vasca di 60 lt. con tutti i problemi descritti sopra. Il mio acquario e' di 160 lt. decisamente piu' grande, ma ho subito notato che questo pesce disturba tutti gli altri, e' decisamente nervoso sebbene sia ora in uno spazio piu' grande. Vediamo come va a finire, quanto cresce e, nel caso diventi ingestibile, lo daro' al negozio di acquario dove sono cliente abituale. Non l'avessi mai preso... accidenti! :(

Io possiedo un pangasius da ben 8 anni, ci sono tanto affezionato, da circa 3 anni a questa parte non cresce più. Io non sono molto esperto, ho girato per tanti acquaristi (e alcuni mi hanno pure imbrogliato) ma mi ricordo che i pesci possono bloccare la loro crescita a seconda dello spazio a loro disposizione, inoltre il mio è sempre stato solo e non ha mai avuto alcun problema di depressione.

Ciao... hai presente quella bufala dei "bonsai kitten" uscita su internet tempo fa, gattini che rimarrebbero nani perchè fatti crescere all'interno di una bottiglia? Ovviamente tutti gridavano allo scandalo e alla tortura, perchè è inumano costringere un gattino dentro un spazio ristretto e bloccarne così la crescita... E' normale che la nostra sensibilità la veda come una tortura inutile e gratuita... Chissà perchè invece bloccare, atrofizzare la crescita di un pesce per essere tenuto in un acquario troppo piccolo per lui, sembra la cosa più normale di questo mondo... :-(

le tue notizie sono accurate e giuste, ma io ho un pangasius da almeno 8 anni (1 solo) non è morto di solitudine, e non penso possa morirne dopo 7 anni che è stato senza branco, ho un acquario abbastanza grande, credo 150-160 l forse di più, è divenuto un bestione di circa 30 centimetri o poco meno, non cresce più tanto, mi dà soddisfazioni, e secondo me non è giusto bollarlo come pesce impossibile da tenere, il mio pangasius è la prova vivente che questi pesci possono anche vivere senza il branco, mai ammalato, forse qulache problema con le sue reazioni troppo brusche, ma non le fà spesso, lo lascio tranquillo.

Gli ultimi commenti non so se mi fanno più ridere o piangere.Ma diamine sapete leggere l'articolo che state commentando?! Il fatto che per pura fortuna un pesce è SOPRAVvissuto anni e anni in un acquario inadeguato e da solo non vuol dire che l'abbiate tenuto bene.Anche se a voi non SEMBRA che stia male...(è lo stesso discorso di chi si vanta di aver tenuto per qualche anno un pesce rosso in una boccia,credendo di averlo allevato con successo) Non riflettete sul fatto che come minimo li avete fatti rimanere nani e atrofizzati? (da 30 cm a 150 c'è un PO' di differenza) Spero che qualcuno proponga di renderne illegale la vendita..povere bestie! Almeno in Thailandia prima di mangiarseli li lasciano diventare grandi!

io ne ho uno ormai da 10 anni, l'avevo preso quando avevo solo 10 anni ora però è lungo ben 25 cm ed è un carroarmato spazza via piante e tutto ed è sprecato per la mia vasca di appena 100 l è da un bel pò che sto cercando di darlo via ma nessuno (viridea garden e altri negozi) lo vuole...non so davvero che fare...

attenzione a non sbagliarvi, quello comunemente detto squaletto e' questo balantiocheilos che si limita ai 35 cm di lunghezza. Le cose dette, spavento, capocciate ecc. credo sia strettamente connesso alla vasca che li ospita. Io ne ho 5 nel mio 300lt, tutti presi da persone che li tenevano in vasche piccole,di cui 4 arrivati di recente. Il primo lo aveva la mia nipotina in un 60 lt. e faceva tutte le cose dette, oltre a tentare di saltare fuori dalla vasca, ed era 12-15cm. quando e' arrivato. E con me da 2-3 anni ed ora e' sui 20cm e non ha mai fatto nulla di strano. La vasca e' attaccata al tavolo da pranzo, quindi di movimento ce n'e' tanto, senza considerare che il coperchio della vasca, col suo calduccio, e' uno dei luoghi prefertiti dei miei gatti .. immaginate i salti in salita e discesa e relativi tonfi (gatti di 6kg di media). Lui sta li tranquillo che nuota placidamente avanti ed indietro e non si e' mai scomposto minimamente. Solo i primi giorni si andava a nascondere ad ogni movimento vicino alla vasca, ma appena ambientato ha smesso. Inutile dire che gli altri, che sono meno di 10 cm. sono ancora piu' tranquilli! Sicuro e' che pesci del genere vanno tenuti in vasche adeguate, per limitargli lo stress e dargli un ambiente abbastanza confortevole, io lo sconsiglierei sicuramente a chi ha vasche inferiori al metro di lunghezza.

"credo sia strettamente connesso alla vasca che li ospita"
ma SICURAMENTE è strettamente connesso alla vasca che li ospita... il problema è che tutti i pesci hanno delle caratteristiche che andrebbero studiate attentamente prima di comprarli, perchè se messi in condizioni indadatte a loro (vasca piccola, compagni di vasca e/o valori dell'acqua inadatti, ecc.) possono dare segnali di stress più o meno evidenti, e lo stress abbassa il sistema immunitario, li rende più soggetti ad ammalarsi e a morire ben prima della loro aspettativa di vita...

Purtroppo però se ti informi meglio scoprirai che in vendita sotto il nome di 'squaletto' non è solo molto comune il balantiocheilos, che in vasche adatte può comunque essere allevato felicemente, ma anche il pangasius, per il quale ovviamente non può esistere una vasca in grado di ospitarlo per tutta la vita, se non forse le grandi vasche degli acquari pubblici...

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.