• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
3 minuti
Letto finora

Riproduzione di Pangio myersi (G. Robson)

Lun, 04/Ago/2003 - 00:00
Posted in:
0 comments

Descrizione della riproduzione di questo Pangio, con consigli per stimolarne la riproduzione e foto delle uova e della femmina gravida.

Traduzione dell'articolo:
"Kuhli Loach Breeding" di Graeme Robson
tratto da Loaches Online. Ai tempi in cui è stato scritto l'articolo, Pangio myersi era considerato sinonimo di Pangio kuhlii, mentre attualmente sono considerate specie distinte.

Pangio myersi - Foto di Nonn Panitvong (Siamensis.org)

Fra tutti i Cobitidi tropicali che allevo, sono riuscito ad essere testimone di tre deposizioni avvenute nei miei acquari domestici. Queste di seguito sono le informazioni risultanti dalla mia osservazione di una femmina di Pangio myersi gravida che ha deposto le uova.
Inizierò con l'esporre un modo più fattibile per cercare di ottenere un esempio del loro comportamento riproduttivo e le circostanze che sembrano condurre ad esso.

L'acquario per la riproduzione dovrebbe essere almeno una 40ina di litri e dovrebbe essere riempito con acqua tenera. Questo si basata su due fattori: l'Asia sud-orientale ha l'acqua più tenera ritrovata in natura, e la deposizione delle uova o la loro schiusa devono essere favorite; in questo modo il kuhlii sarà stimolato alla riproduzione. Invece il pH può essere un po’ meno importante, io suggerirei 7.0 o meno, per essere più naturale, come l’acqua delle loro zone native. La mia temperatura dell'acqua era 26°C (80F). Ed il pH di un massimo di 6.7, dKH 1 al massimo e dGH 1 al massimo.

Ai kuhlii piace avere dei ripari nell'acquario domestico, e quindi provvedete a fornire caverne, rocce e pezzi di legno sotto ai quali possano raggrupparsi e congregarsi. Inoltre una circostanza che è stata presente per tutti e tre le mie deposizioni è uno strato abbondante di detriti vegetali e di piante galleggianti. La torba ben lavata inoltre è notevolmente apprezzata dai Pangio, infatti il loro comportamento sarà quasi traducibile a prima vista nel "mostrare appunto il loro apprezzamento e felicità". Questo simula le loro condizioni naturali, dove c’è spesso uno strato di vegetazione in decomposizione che ricopre il letto dei torrenti e delle paludi in cui vivono. Ho notato che i miei due kuhlii gradiscono molto il legno di torbiera e molta vegetazione intorno a loro, con un lungo pezzo di legno rivolto verso la parte superiore del livello d'acqua. In questa vasca come substrato ho della sabbia.

Ho notato il loro comportamento riproduttivo mentre il maschio e la femmina erano allineati. Il maschio la spingeva delicatamente in movimento. Potevo osservarli mentre mostravano un modello definito di corteggiamento. Questa inequivocabile coppia quindi ha iniziato a nuotare rimanendo parallela attraverso l’acquario e la femmina sembrava essere incollata al corpo del maschio, dal modo in cui si muovevano all'unisono mentre nuotavano o scattavano in giro per l'acquario.

Direi che quando iniziano a nuotare in modo parallelo la deposizione delle uova non è lontana. La coppia si solleverà insieme, con i corpi che si agitano delicatamente o vibranti, e non passerà molto tempo che le uova saranno deposte e fecondate nella vegetazione più alta ed a volte sul mio alto pezzo di legno di torbiera. Questi atti vengono ripetuti fino a che la femmina esausta esaurisce le sue uova. Ad un certo punto mi sono accorto di come si erano legati insieme per mezzo della loro spina sub-orbitale, o forse potevano essere le loro pinne pettorali.

Le uova verdi vengono rilasciate solitamente intorno a 30/40 alla volta. Alcuni resoconti indicano che vengano deposte un migliaio di uova, ma da quanto ho visto non ce n'erano così tante, forse la metà; non voglio comunque mettere in dubbio tali testimonianze. Direi che i genitori dovrebbero essere rimossi dopo la deposizione delle uova.

Il periodo di incubazione delle uova è di circa 24 ore, gli avannotti dovrebbero essere alimentati con naupli di artemia salina. Quindi dopo un po' dovreste alimentali con chironomus vivi o congelati tagliuzzati. Gli avannotti appena nati sono ancora molto piccoli ed hanno le branchie esterne fruticose, che spariscono in circa una settimana o due.

Femmina di Pangio myersi con il ventre pieno di uova - Foto di Graeme Robson
Le uova verdi deposte dai Pangio - Foto di Graeme Robson
Femmina di Pangio myersi con il ventre pieno di uova - Foto di Graeme Robson
Femmina di Pangio myersi con il ventre pieno di uova - Foto di Graeme Robson

© Graeme Robson, 29 marzo 2004

Specie nel sito
Pangio myersi - Foto © Nonn Panitvong (Siamensis.org)
Giant kuhlii loach
Aspettativa di vita: 15 - 25 anni
Dimensioni massime: 10 cm SL

Questa specie è regolarmente in commercio ed è conosciuta anche come 'Myer’s loach'. Negli ultimi anni si sono rese disponibili forme albine e leucistiche, anche se non è chiaro se esistono anche in natura o meno. E' incluso nel gruppo di Pangio kuhlii di specie strettamente correlate all'interno del genere.

FAQ - Domande e Risposte

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.