• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
4 minuti
Letto finora

Il Biotopo Naturale dei Pelvicachromis

Sab, 06/Dic/2008 - 09:49
Posted in:
0 comments

Descrizione, informazioni e immagini degli habitat in cui vivono in natura i Pelvicachromis pulcher

Il fiume Niger - Photo by Linda Leila Diatta

Cartina della Nigeria; in rosso l'area di origine del Pelvicachromis pulcher - Wikipedia

In rosso l'area di origine del Pelvicachromis pulcher- Wikipedia

I Pelvicachromis pulcher sono ciclidi dell'Africa Occidentale, e sono diffusi in un'area che si estende dal Benin, attraversa la Nigeria per finire fino al Camerun Occidentale, in una striscia di terra che va dalla costa fino a 150 Km all'interno, comprendente la zona del grande delta del fiume Niger, e specialmente l'areale di Benin City, una grande città ad ovest del delta del Niger.

In natura il Pelvicachromis mostra quella grande adattabilità ad ambienti diversi che ritroviamo poi anche nei nostri acquari: è stato rinvenuto sia nelle acque limpide e tranquille di piccoli affluenti, sia in quelle torbide e mosse dei grandi fiumi, sia addirittura nelle zone di acqua salmastra in prossimità delle loro foci.

 
Gli stati dell'Africa occidentale - Wikipedia

Gli stati appartenenti all'Africa Occidentale - Wikipedia

Collocazione geografica della Nigeria - Wikipedia

Collocazione geografica della Nigeria
Wikipedia

Mappa del fiume Niger - Wikipedia

Mappa del fiume Niger
Wikipedia

 

Qualche acquariofilo li alleva quindi, senza inconvenienti, in acque salmastre, ma recenti osservazioni direttamente nei luoghi d'origine (vedi articolo di Anton Lamboj su Hydra - n. 11 aprile 2002) mettono in evidenza che normalmente i Pelvicachromis tendono ad evitare le zone con acqua salmastra, mentre vivono prevalentemente in fiumi e ruscelli che scorrono in regioni boschive, dalle acque per la maggior parte dell'anno limpide, molto tenere e con un valore di pH neutro o leggermente acido.

Nel libro di Linke e Staeck "Ciclidi Africani I: Ciclidi dell'Africa Occidentale" sono descritti nei dettagli due ambienti presi come esempio a campione di "biotopo" del Pelvicachromis pulcher, un piccolo corso d'acqua e un fiume.
In generale l'acqua è da leggermente a molto corrente, limpida e tenera, il materiale di fondo è scuro, in gran parte ghiaietto lateritico molto fine, con pochi sassi ma ricoperto in parte da rami e radici, che formano un intrico sotto al quale i pesci scavano delle piccole cavità, che servono da rifugio e da luogo per la deposizione.
Le piante crescono in gruppi isolati, formando delle macchie di vegetazione molto folta, al riparo delle quali il Pelvicachromis vive, lasciandole solo raramente.

I valori registrati dai due autori sono:

  • Acqua limpida e incolore
  • pH = 8
  • GH < 1
  • KH < 1
  • Conduttività 5 µs alla temperatura di 27,5°C
  • Profondità fino a 60 cm.
  • Corrente debole
  • Temperatura 27,5 °C
  • Luce da 60.000 lux a 25.000 lux in superficie, da 20.000 a 7.000 a 60 cm. di profondità, con cielo sereno e con cielo nuvoloso.

In genere i Pelvicachromis vivono in gruppi abbastanza numerosi fino allo stadio adulto, quando si formano le coppie, che si dividono dal gruppo per occupare territori da uno a due metri quadrati di estensione.

Il loro comportamento è per lo più pacifico, tranne che nel periodo riproduttivo, quando difendono il territorio prescelto e la loro prole con un accanimento veramente notevole, nonostante le ridotte dimensioni (max 10 cm. il maschio, 7-8 cm. la femmina).
Sono per lo più monogami, e non è raro che la coppia duri "per tutta la vita". Depongono in piccole grotte o cavità, il maschio spesso scava piccole buche nella sabbia come rifugio per gli avannotti.

La loro dieta è costituita prevalentemente da piccole particelle, soprattutto larve di insetti, uova di crostacei, detriti, frammenti di piante.

Vai alle foto dei biotopi naturali dei Pelvicachromis

Pesci che in natura vivono nelle stesse zone del Pelvicachromis pulcher:

Più raramente si possono incontrare:

Piante rinvenute nell'habitat naturale del Pelvicachromis:

Altre piante ampiamente diffuse in Africa Occidentale:

 

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti al Genere

Pelvicachromis humilis 'Liberia Red' femmina - Foto © Frank Schäfer (Aquarium Glaser GmbH)

Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 12.5 cm TL

Specie rara da trovare in commercio, Pelvicachromis humilis è anche la più grande specie conosciuta nel genere, ed è leggermente più difficoltosa delle altre da far riprodurre.

Temperatura in natura: 24 - 26°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Coppia di Pelvicachromis pulcher
Kribensis, Rainbow krib
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 10 cm SL i maschi, 7.5 cm le femmine

E' una delle specie di ciclide più comune e popolare in acquariofilia, per robustezza ed adattabilità, la stragrande maggioranza di quelli in vendita oggi sono allevati in cattività ed hanno in genere un carattere meno aggressivo (in genere, ci sono sempre le eccezioni)...

Temperatura in natura: 24 - 25°C
Valori pH in natura: 5.0 - 8.0
Femmina di Pelvicachromis subocellatus in livrea riproduttiva - Foto © Hippocampus-bildarchiv.com
Ocellated Kribensis
Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 8 cm SL il maschio, 6 cm la femmina

E' una delle specie di Pelvicachromis meno diffuse in acquariofiliadella quale esistono diverse forme di colore. La femmina in livrea riproduttiva non è confondibile con nessun'altra femmina delle specie di Pelvicachromis.

Temperatura in natura: 22 - 26°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Pelvicachromis taeniatus 'Kienke' - Foto © Hippocampus-bildarchiv.com

Aspettativa di vita: 5 - 8 anni
Dimensioni massime: 8 cm SL i maschi, 6 cm le femmine

E' una specie dalla colorazione mozzafiato, attualmente molto più facilmente disponibile di un tempo. Ci sono più di una dozzina di forme di colore disponibili, che è meglio non allevare insieme perchè si incrocerebbero tra loro.

Temperatura in natura: 22 - 25°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Riferimenti
Riferimenti & Link
FAQ - Domande e Risposte

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.