• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
6 minuti
Letto finora

L'Allevamento dei Periophthalmus, i Saltafango

Dom, 04/Gen/2009 - 09:18
Posted in:
0 comments

...consigli e suggerimenti generali per allevarli nella maniera più adatta, rispettando le loro esigenze

Periophthalmus argentilineatus - Foto © Marli Tanabe

Nell'Aqualog sui pesci salmastri viene riportato che, mentre tra i Periophthalmus è particolarmente diffuso in commercio Periophthalmus barbarus, questa specie benché sia robustissima è forse la meno adatta all'allevamento in acquario, non tanto per i suoi 20 cm di lunghezza, quanto per la sua aggressività intra ed extra specifica, che la rende una specie da allevare in unico esemplare.
I suoi comportamenti sono comunque uno spettacolo da osservare, ma viene meno la possibilità di osservare anche le relazioni intraspecifiche che invece è possibile osservare in altre specie, allevabili in gruppi di più esemplari (P. argentilineatus, P. chrysospilos, P. minutus, P. schlosseri, P. variabilis). In particolare, Periophthalmus variabilis sarebbe la specie più adatta all'allevamento in acquario: lungo soltanto 5 cm al massimo, ha però una bella colorazione, con la pinna dorsale arancio vivo, ed è una specie molto pacifica; è possibile quindi allevare un bel gruppetto di esemplari in una vasca anche non enorme (un acquario con area di base 60x30 cm può bastare per 5-6 esemplari).
Anche i Periophthalmus argentilineatus, con il loro 10 cm di lunghezza massima ed il loro carattere tollerante nei confronti dei conspecifici, permette di essere allevato in acquario con buoni risultati.

La Vasca

I Periophthalmus come già detto sono pesci straordinari, dal comportamento incredibilmente interessante, loro stessi osservano attentamente quello che succede al di fuori della loro vasca, e arrivano ad arrampicarsi sulle mani del loro allevatore, non solo per prendere il cibo, ma per la loro innata curiosità.
Non sono però pesci da acquario di comunità, in quanto hanno bisogno di un allestimento del tutto particolare, non solo perché sono pesci d'acqua salmastra, ma soprattutto perché devono passare la maggior parte del tempo fuori dall'acqua, e quindi per loro bisogna predisporre più un "paludario" che un acquario.
Inoltre a seconda della specie possono raggiungere dimensioni notevoli (quasi 20 cm) ed hanno un carattere molto aggressivo e predatorio, per cui non accettano la presenza in acquario di nessun altro pesce/anfibio, e da adulti nemmeno dei loro consimili (possono essere tenuti in gruppo solo da giovani).

Fatte queste doverose premesse, se si ha una vasca di almeno un metro di lunghezza da dedicare ad un esemplare di questa specie, le soddisfazioni e le gratificazioni che questo insolito ospite ci darà saranno senz'altro superiori ai pochi sforzi necessari per adattarci alle sue esigenze: la vasca va allestita come un paludario, con 10 -15 cm d'acqua, con tante grandi rocce piatte che sporgano dalla superficie dell'acqua, per fare la zona emersa (farla con sabbia/ghiaia è più complicato, perchè tende a "scendere"). I Periophthalmus sono pesci robusti, e spiccatamente eurialini, sopportano cioè valori dell'acqua da dolce a completamente marina, ma per loro l'optimum sarebbe una densità tra il 5 ed il 20‰, in quanto lo stare in acqua dolce a lungo termine li rende molto delicati, con la sola eccezione forse dello straordinariamente robusto Periophthalmus barbarus.

Una raccomandazione è che l'acquario/paludario deve essere perfettamente chiuso da un coperchio, perché i Periophthalmus sono ottimi scalatori, e riescono ad arrampicarsi anche sulle lastre di vetro verticali, grazie ad una specie di ventosa che formano con le pinne pelviche.

Periophthalmus novemradiatus - Foto di TopTropicals

Alimentazione & Coinquilini

Per quanto riguarda l'alimentazione, sono onnivori e si adattano a mangiare di tutto, l'unico limite è la dimensione della loro bocca :-). Per questo, se non ci sono particolari problemi nel loro mantenimento, ce ne sono per i compagni di vasca: si mangeranno qualsiasi altro pesce che passi per la loro bocca, compresi i conspecifici, e lotteranno fino alla morte di uno dei due con quelli più grossi.
Frank Schäfer, nel suo Aqualog sui pesci salmastri, riferisce di un esemplare femmina di Periophthalmus barbarus di circa 15 cm di lunghezza, che dopo essere stata messa in un sacchetto per il trasporto aveva vomitato un suo conspecifico di 8 cm di lunghezza!
Nello stesso libro sconsiglia anche la convivenza con granchi, che invece ho letto abbinabili in alcuni siti, perché i piccoli Periophthalmus sarebbero prede di gamberi grandi, mentre i Periophthalmus più grandi sono abbastanza abili da aspettare che i granchi facciano la muta per attaccarli e divorarli.

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti al Genere

Periophthalmus argentilineatus, il colore delle pinne non è molto diverso tra maschi e femmine - Foto © Marli Tanabe (mudskipper.partials.net)
Barred mudskipper, Saltafango
Aspettativa di vita: 5-6 anni
Dimensioni massime: 9,3 cm TL

I saltafango sono molto interessanti e affascinati da osservare, ma il loro allevamento in acquario non è alla portata di tutti, richiedendo un allestimento del tutto particolare, a loro dedicato. Periophthalmus argentilineatus tra le specie che talvolta si trovano in commercio, rimane più piccola, ma mantiene l'aggressività e la territorialità proprie dei saltafango

Due esemplari di Periophthalmus barbarus dal Gambia - Foto di B.C. Tørrissen, Tenda-Ba, The Gambia, 2007 (The mudskipper)
Atlantic mudskipper, Saltafango
Aspettativa di vita: 6 anni
Dimensioni massime: 25 cm TL

E' una delle specie più interessanti e affascinanti che possono essere allevate in acquario, ma bisogna documentarsi molto prima di pensare di allevarla, a causa delle sue caratteristiche particolari: è una specie che diventa grande, molto aggressiva e territoriale.

Temperatura in natura: 25 - 30°C.
Periophthalmus novemradiatus - Foto © Dietmar Scholtz
Dwarf Indian Mudskipper, Saltafango
Aspettativa di vita: oltre 6 anni
Dimensioni massime: sembra che possa arrivare ai 10 cm SL ma il più grande esemplare registrato dalla scienza misurava 5.1 cm.

E' una tra le più piccole specie di Saltafango, pesci interessanti e affascinanti che hanno bisogno di un allestimento molto particolare, a loro dedicato, d'acqua salmastra con zone emerse. Sono anche incredibilmente divertenti, curiosi e intelligenti.

Periophthalmus variabilis - Foto  © Y. Ikebe; Thailandia meridionale
Pearse's mudskipper, Saltafango
Aspettativa di vita: oltre 6 anni
Dimensioni massime: 6.4 cm SL
A causa della loro natura altamente anfibia i saltafango sono tra le specie più interessanti e affascinanti che possono essere allevate in acquario. Si raccomanda però di pensare al loro allevamento solo dopo essersi documentati attivamente e abbondantemente, perchè hanno caratteristiche poco compatibili con l'allevamento stesso in acquario
Inviato da Ciccio il 17 Aprile, 2010 - 11:42
Non è vero che gli adulti non possono essere tenuti in gruppo, dipende dalle dimensioni della vasca e soprattutto è opportuno mantenere un rapporto maschi/femmine di circa 1/3 o 1/4..
Costruendo più di un punto di uscita dall'acqua e zone variegate si divideranno il territorio.
Inviato da Gianluca Polgar il 18 Aprile, 2010 - 23:20
qualche curiosità...
1) Cosa intendi per "in gruppo"? Due individui in una vasca di 200 l sono un gruppo? Se non fornisci delle densità non si può capire di cosa parli
2) Di che specie stai parlando? Le cose cambiano parecchio a seconda della specie: ce ne sono alcune che sono ben poco tolleranti in fatto di territorialità (e.g. Periophthalmus barbarus di cui sopra).
3) Come distingui i maschi dalle femmine? Il dimorfismo sessuale è perlopiù inesistente nella maggioranza delle specie (pur se con qualche eccezione) e in diversi casi persino la forma della papilla urogenitale non aiuta.
4) Va inoltre notato che (come in numerose altre specie di pesci: ricordo uno studio su dei pesci gatto) al di sopra di una certa soglia di densità di popolamento (per es. per P. variabilis > 10 individui in una vasca di 150-200 l) l'aggressività tende a diminuire, ma è solo un'adattamento temporaneo, certamente non corrispondente alla condizione naturale e alla lunga probabilmente stressogeno.
 
... dimenticavo: poi a che serve quel rapporto sessi? Sembra che tu dia ad intendere che in Periophthalmus spp. si instaurino strutture sociali poliginiche. Non mi risulta nulla di simile. Le femmine sono aggressive fra loro e con i maschi tanto quanto i maschi, e sono altrettanto territoriali. Il peculiare comportamento riproduttivo poi, non è praticamente mai osservato in acquario, probabilmente per mancanza di stimoli ambientali opportuni. G

Ho raccolto qui come al solito le domande e le risposte più interessanti e più frequenti in cui mi sono imbattuta frequentando il Newsgroup it.hobby.acquari. Come sempre, per quanto mi riguarda le esperienze vissute in prima persona sono quelle che insegnano più di mille pagine di teoria e di schede precompilate...

Leonardo (5 mag 2001)
Periophthalmus... Sono tentato di prenderne qualcuno... non avrei grossi problemi... ho un 50l libero che vorrei dedicare a loro... Ma ho due dubbi:
1) quanto sale (grammi) per litro devo mettere per raggiungere la densità consigliata (1.005/1.010)???
2) posso tentare di ambientare dei pecilidi insieme a loro o l'acqua sarebbe troppo salata???
blueverde
> Sono tentato di prenderne qualcuno...
Qualcuno? :-)
> non avrei grossi problemi....ho un 50l libero che vorrei dedicare a loro...
Loro? :-)) 
> Ma ho due dubbi:1) quanto sale (grammi) per litro devo mettere per raggiungere la densità consigliata (1.005/1.010)???
Anche più. Fatti dire come li tengono dove li prenderai, anzi scusa LO prenderai. 
> 2)posso tentare di ambientare dei pecilidi insieme a loro o l'acqua sarebbe troppo salata???
Penso che il problema non sia il sale, il Periophthalmus è di bocca buona!;-)
Leonardo
>Qualcuno? :-)
perché? secondo te non possono convivere più esemplari? 
>Anche più. Fatti dire come li tengono dove li prenderai, anzi scusa LO prenderai. 
va bene... ottimo consiglio... ma ripeto la domanda precedente... perché uno solo? 
>Penso che il problema non sia il sale, il Periophthalmus è di bocca buona!
allora non immetterò nient'altro!
Marco Milanesi
Il mio Periophthalmus, è in grado di fare balzi di quasi una spanna per catturare i pesciolini che gli sventolo davanti al naso. Pensa che macello farebbe con dei Lebistes.

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.