• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Poecilia wingei

Poeser, Kempkes & Isbrücker, 2005

Gli Endler non sono molto facili da trovare in negozio, ma sono comunemente disponibili attraverso riproduttori e allevatori dedicati; si raccomanda a chi li alleva di fare in modo di non incrociarli con i guppy, in modo da preservarne per quanto possibile la linea genetica.

Poecilia wingei - Foto © Choy Heng Wah (Hexazona.com)

nome comune
Endler
dimensioni massime in natura
2.5 cm il maschio, 4.5 cm la femmina
aspettativa di vita
3 - 5 anni

La storia degli Endler è abbastanza controversa, sembra che in realtà siano stati scoperti nel 1937 da Franklyn F. Bond, prima di essere riscoperti da John Endler nel 1975 nella Laguna de Patos, Cumana, nel nord-est del Venezuela; in questo articolo potrete trovare maggiori informazioni. Nella laguna sembra che conviva, senza incrociarsi, con una forma selvatica di Poecilia reticulata. Entrambe le specie sono native di questa zona del Venezuela, ma i Poecilia reticulata erano molto meno comuni nelle zone in cui Poeilia wingei erano più fiorenti. Si è pensato che questo fosse parzialmente correlato al tipo di habitat, in quanto i guppy di solito preferivano acqua più fredda e con più corrente.

Poecilia wingei ha un rapporto in apparenza molto stretto con alcune popolazioni di guppy selvatici, anche se gran parte della sua variabilità naturale è stata persa, a causa della consanguineità nelle riproduzioni in ambito acquariofilo. Comunque ne sono ancora disponibili diverse forme.

Si è molto discusso, e ancora si discute, se Poecilia wingei e Poecilia reticulata siano in realtà la stessa specie. Le due specie infatti hanno dimostrato di ibridarsi tra loro, e soprattutto di produrre prole fertile.

Gli Endler non sono molto facili da trovare in negozio, ma sono comunemente disponibili attraverso riproduttori e allevatori dedicati; si raccomanda a chi li alleva di fare in modo di non incrociarli con i guppy, in modo da preservarne per quanto possibile la linea genetica.

distribuzione

America Centrale: Campoma - e Buena Vista Lagoons in Venezuela

habitat

Ambiente: bentopelagico; acqua dolce; Clima: tropicale
La località tipo della specie è Laguna de Patos, in origine un lago salmastro formatosi con la separazione dal mare a causa di un grande banco di sabbia. Nel corso del tempo l'acqua è stata alterata dal deflusso ed attualmente l'acqua che contiene è dolce. Quando Poecilia wingei fu scoperto il lago conteneva acqua dura molto calda, di colore verde intenso a causa di alte concentrazioni di alghe. I pesci in quell'habitat sono ora ritenuti estinti, in quanto adiacente al lago è stata costruita una discarica di rifiuti e l'acqua è diventata inquinata.

temperatura in natura
24 - 30°C
valore pH in natura
7.0 - 8.5
valori acqua in natura
dH range: 15 - 35
allevamento

Dimensioni minime dell'acquario: 50 cm di lunghezza per un gruppo con più femmine per ogni maschio, ma più grande è e meglio è, considerando la loro estrema prolificità.
L'ideale è un acquario molto piantumato, con piante galleggianti che schermino la luce e che fungano da protezione per gli eventuali avannotti. Sono pesci molto attivi, per cui anche se piccoli non bisogna scendere sotto le misure indicate per un acquario per il loro allevamento.

Comportamento e compatibilità: In generale non sono adatti alle comuni vasche di comunità, a causa delle loro ridotte dimensioni, e se si vogliono riprodurre andrebbero allevati da soli. Non devono essere allevati con i guppy perchè tendono ad incrociarsi fra di loro; buoni compagni di vasca possono essere Corydoras nani, piccoli pesci arcobaleno come Iriatherina werneri o Pseudomugil sp., tetra pacifici.
Mentre i maschi sono pacifici gli uni con gli altri, le femmine tendono ad essere abbastanza territoriali, per cui ne vanno tenute un buon numero assieme, per "distribuire" meglio l'aggressività.

alimentazione

Una specie onnivora, che si nutre in natura di una varietà di zoobentos e detriti. In acquario accetta la maggior parte dei cibi offerti, compresi i mangimi secchi, ma la sua dieta dovrebbe essere integrata con un po' di verdura.

comportamento riproduttivo
Specie ovovivipara
dimorfismo sessuale
I maschi sono più piccoli e sono molto più colorati rispetto alle femmine. Le femmine sono anche molto più cicciotte, essendo quasi perennemente gravide!
riproduzione

La riproduzione è molto facile. Gli Endler si riproducono tranquillamente in vasca di comunità, senza bisogno di nessuna accortezza in particolare, e sono incredibilmente prolifici. La riproduzione è molto simile a quella di molti altri ovovivipari. Si consiglia anche per loro di allevare diverse femmine per ogni maschio, al fine di dissipare le loro molestie vigorose. Aiuteranno in questo anche aree fittamente piantumate, con piante alte che arrivino a pelo dell'acqua e fungano da 'barriere visive'. I maschi fanno costantemente parate davanti alle femmine, spiegando le pinne e fremendo di fronte a loro. Le femmine possono partorire nuove nidiate ogni 23-24 giorni.
Il numero degli avannotti partoriti può essere molto vario, da 5 a 25 circa, a seconda dell'età e delle dimensioni della femmina. I pesci adulti raramente mangiano i loro piccoli, ma il metodo migliore per farne crescere un numero maggiore è quello di rimuovere la femmina gravida e metterla in un acquario separato, permetterle di partorire lì e poi rimetterla nell'acquario principale.

L'utilizzo di sale parto o sale nido che dir si voglia non è raccomandato, perché le loro piccole dimensioni non sono adatte per l'allevamento degli avannotti.

Gli avannotti sono abbastanza grandi e accetteranno naupli d'artemia o mangime secco in polvere già dalla nascita. Crescono molto rapidamente se alimentati 2-3 volte al giorno: i maschi presentano la colorazione adulta in sole 3-5 settimane e le femmine sono in grado di partorire piccoli già a 2 mesi di età.

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.

Un acquario adatto ai bambini (K. Wallace)

Quando si pensa ad un acquario per un bambino, si pensa subito alla vaschetta con il pesce rosso... In questo articolo di INJAF vi verrà spiegato non solo come mai questo non va affatto bene, ma anche quali sono i pesci più adatti alle vasche piccole e ai bambini, e come l'acquario possa essere per loro divertente e istruttivo - traduzione in italiano di un articolo di Kirsty Wallace - INJAF