• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
11 minuti
Letto finora

Pesci corda e Bichir, ovvero la Famiglia Polypteridae (B. Fenner)

Lun, 28/Gen/2013 - 20:05
Posted in:
0 comments

Descrizione delle principali specie di Polypteridi diffuse in acquariofilia, con indicazioni utili per il loro allevamento e riproduzione.

Traduzione dell'articolo:
"Ropefish and Bichirs, Family Polypteridae" di Bob Fenner
sul sito di Wetwebmedia.com che potete leggere al link seguente nella versione originale in inglese.

Polypterus senegalus - Foto di Bob Fenner

Pesci veramente antichi e che respirano aria, quelli che chiamiamo Bichir e Ropefish (pesce corda), cioè i Polypterus e gli Erpetoichthys, sono soggetti che rendono l'acquario molto interessante, sono facili da accogliere e curare, basta scegliere esemplari sani e tenere l'acquario ben coperto!

I Bichir e i Ropefish sono robusti predatori che incarnano la robustezza e la resistenza alle malattie, chiedendo solo un adeguato spazio in basso, qualità decente dell'acqua e occasionali pasti a base di carne.

Adesso vedremo il modo adatto per allevare questi "multi-pinne" (il significato del nome della loro famiglia, Polypteridae), e gli indizi principali per scegliere esemplari meritevoli.

Classificazione: Tassonomia, relazione con altri gruppi:

Date un'occhiata a questi pesci, che cosa vi sembra? Sotto molti aspetti assomigliano più a serpenti terrestri che a pesci, con le loro pinne lobate, dure, le squame romboidali, le bocche terminali e il loro muoversi sul fondo come camminando. I primi ricercatori misero assieme nella famiglia Polypteridae pesci ancora più antichi come i Dipnoi e i Celacantidi, le attuali teorie invece li considerano superstiti di un primo vero gruppo di pesci ossei con pinne raggiate.

Come già detto la caratteristica distintiva della famiglia sono le "multi-pinne" che compongono la dorsale retraibile. Ognuna di queste 5-18 pinnule (a seconda della specie) è composto da una spina dura e uno o più raggi molli. Un interessante parallelo con i tetrapodi (anfibi, rettili, uccelli e mammiferi) è la presenza e l'uso nei Polypteridi di "polmoni". La loro vescica natatoria ha un doppio aspetto come un organo respiratorio: è bi-lobato, collegato alla gola tramite un condotto richiudibile, e ventrale tramite l'esofago (al contrario di molti pesci dove è dorsale). Hmmmm. Sì, questi pesci annegheranno se impedite loro di raggiungere la superficie dell'acqua per aumentare l'assunzione di ossigeno. Vi darò maggiori informazioni su questo in seguito.

Specie adatte/disponibili per gli acquariofili:

Ci sono due generi, almeno una decina di specie e un numero sconcertante di sottospecie di Polypteridi riconosciuti da vari autori. Fortunatamente le abitudini e la cura per tutti sono molto simili.

- Erpetoichthys calabaricus

Erpetoichthys calabaricus

Ecco alcuni Erpetoichthys calabaricus in cattività. Si tratta di animali sociali, quindi meglio allevarli minimo in due per acquario

Erpetoichthys (Calamoichthys nella vecchia letteratura) calabaricus, il pesce-serpente, Reed o Ropefish è il "pesce strano" nella forma del corpo tra il resto dei Bichirs, anzi sembrando a tutto il mondo a forma di serpente, canna o corda. Il suo corpo serpentino è tubolare e anguilliforme e manca di pinne pelviche. E' un animale sociale, che vive meglio in tanti esemplari insieme.

 

- Polypterus delhezi

Polypterus delhezi

Polypterus delhezi

L'altro genere appartenente alla famiglia dei Polypteridi, il Polypterus, ha il corpo siluriforme ed ha le pinne pelviche. Il genere Polypterus comprende almeno nove specie, una manciata delle quali periodicamente appaiono in commercio.

Polypterus delhezi, il Bichir Corazzato, è una bellezza grigia e bianca, con una manciata di bande scure verticali sul dorso.
Scheda su Fishbase

 

- Polypterus endlicherii

Polypterus endlicheri

Polypterus endlicheri

Polypterus endlicherii (Heckel 1847), il Bichir sellato.
Scheda su Fishbase

 

- Polypterus palmas

Polypterus palmas

Polypterus palmas

Polypterus palmas, il Bichir Marmorizzato, di tanto in tanto fa qualche apparizione nel commercio acquariofilo. Ha una livrea screziata molto simile a quella di Polypterus senegalus con macchie marroni più scure sul dorso, e il ventre bianco.
Scheda su Fishbase

 

- Polypterus ornatipinnis

Polypterus ornatipinnis

Un Polypterus ornatipinnis nel negozio di un grossista

Polypterus ornatipinnis, il Bichir Ornato, è considerato dalla maggior parte degli acquariofili come il Bichir più bello. Raro e quando si trova, piuttosto costoso, non sono né più né meno robusti degli altri Polypterus.
Scheda su Fishbase

 

- Polypterus retropinnis

Scheda su Fishbase

 

- Polypterus senegalus

Polypterus senegalus

Polypterus senegalus

Polypterus senegalus albino

Polypterus senegalus albino

 

Polypterus senegalus è forse la specie più comuni che si trova in commercio, e anche se ha una livrea uniforme marroncina, è sempre un bell'animale. Giustamente chiamato il Bichir del Senegal o di Cuvier dal nome del suo descrittore scientifico, questo pesce nei luoghi d'origine viene utilizzato come alimento, oggi come lo era ai tempi dei faraoni.
Scheda su Fishbase

Le altre specie del genere Polypterus sono più rare in cattività a causa di limitazioni geografiche/infrastrutture, o perchè raggiungono dimensioni troppo grandi.

Distribuzione in natura

Tutti i Polypteridi sono d'acqua dolce, e la loro distribuzione è limitata all'Africa tropicale. Ci sono prove fossili di Polypteridi in Sud America, dove esistevano prima che della separazione con l'Africa.

Dimensioni:

In natura una specie tra quelle dei Bichir si avvicina ai 90 cm. di lunghezza, sì, quasi un metro! La maggior parte delle specie invece si ferma max. a 30 cm in acquario, con poche specie, tra cui il Ropefish, che arriva quasi al metro.

Sceglierli: dall'aspetto generale al particolare

Le cose da cercare nello scegliere i Polypteridi sono in realtà limitate a due: questi pesci arrivano in una delle due "categorie", resistente e pronto ad andare, o danneggiato e andato.

  1. Il tempo a disposizione è estremamente critico. Tutti i Reedfish e i Bichir sono catturati in natura, molti attraverso l'avvelenamento delle piante autoctone, e questi tendono ad avere scarsa sopravvivenza. Altri hanno avuto approssimativamente il tempo di essere catturati a mano o con trappole, a digiuno in attesa del trasporto, lungo e in condizioni di sovraffollamento, in acqua contaminata. L'unico modo pratico per superare queste morti indotte è quello di aspettare un periodo di tempo: la maggior parte di tutti quelli che stanno per morire lo faranno entro una settimana o due dall'arrivo. Teneteli in deposito, o assicuratevi che il vostro esemplare sia stato in negozio almeno così a lungo prima di procedere all'acquisto.
    Per la vendita all'ingrosso / importazioni, si pregano i grossisti fare la loro parte mettendo i nuovi arrivi in un bagno di rame/formalina e/o di usare DTHP (Dylox, Dipterex, Neguvon ...) per un periodo di una settimana, per eliminare trematodi e protozoi prima dell'invio dello stock.
  2. Segni rossi, lividi, ferite sono generalmente presenti negli esemplari danneggiati, nei nuovi arrivi, soprattutto intorno alle "narici" e alla base delle pinne. Non comprate questi pesci, o qualsiasi altro nella loro vasca.
  3. cattura e trasporto in generale. Solo una nota per essere consapevoli del fatto che questi pesci, così lenti nel muoversi sott'acqua, sono contorsionisti, viscidi, spinosi e artisti della fuga! Utilizzate un retino per farli dirigere in un grande sacchetto, sott'acqua, o se li dovete sollevare in aria, utilizzate un retino molto grande e morbido... e tenete lontane le mani! Le pinnule dorsali dei Polypteridi sono taglienti, e negli esemplari di grandi dimensioni, armi formidabili ... e loro lo sanno. Siete stati informati / avvertiti.

Condizioni ambientali:

Habitat

I Polypteridi sono decisamente notturni e, altro segreto nelle loro abitudini, apprezzano le luci soffuse, moltissimi arredi non taglienti e la vegetazione. Anche se altre fonti incoraggiano l'uso di sabbia fine non lo faccio. Vaschei nude o grossa ghiaia per acquario vanno bene, e sono più facili da pulire.

Chimica / fisica

Questi pesci sono tolleranti ad una vasta gamma di valori dell'acqua, ma preferiscono pH neutro o leggermente acido (7-6,5) , temperature tropicali (24-26°C) acqua di media durezza. In linea di massima vanno bene tutte le acque potabili, e non ho ancora visto esemplari morti a causa di una cattiva qualità dell'acqua di rubinetto, tranne nel caso in cui gli acquariofili hanno mentito sui valori della loro acqua. Il mio consiglio? Provvedete a regolari cambi d'acqua parziali (10-25 % a settimana) e non avrete problemi con la qualità dell'acqua.

Filtrazione

Con questi occasionali scavatori ed usando di piante vive, sconsiglio il filtro sottosabbia. Sono consigliati filtro esterno e/o filtro interno senza aeratori meccanici se si dispone di un vero e proprio acquario (cioè uno con piante vive) che che sia sotto-affollato come dovrebbe.

Display

Un acquario non troppo profondo il più grande possibile, diciamoche è un buon inizio un buon quattro volte la lunghezza del/degli esemplare/i. Non troppo affollata, soprattutto con altri abitanti del fondo o compagni di vasca delle dimensioni della loro bocca. Per ospitare questi pesci serve uno stile palude, con acqua bassa e con poco movimento; infatti hanno bisogno di spazio per muoversi avanti e indietro e della vicinanza all'aria superficiale.

Ricordo di nuovo, essendo famosi saltatori, che il coperchio deve essere completo e sicuro, magari con un meccanismo di bloccaggio o un peso sulla parte superiore. Se i lati avessero degli spigoli vivi, o vi fosse il caldo dalle luci, abbassate il livello dell'acqua per evitare tagli o bruciature ai vostri Polypterii.

Ora, non mi avete ascoltato e avete trovato il vostro Ropefish o Bichir sul pavimento con le convulsioni?. Non rinunciate così velocemente! Anche se sembra già rigido o morto, sciacquo il vostro Houdini acquatico con acqua dell'acquario e rimettetecelo dentro per qualche ora. Molto spesso un saltatore "rinsecchito" si reidraterà e tornerà alla terra dei viventi.

Comportamento: Territorialità

Alcuni grossisti consigliano di sovraffollare appositamente questi pesciin acquario, come si fa con molti ciclidi africani e neo-tropicali, ma io sconsiglio vivamente di farlo. I Bichirs sono spesso antagonisti verso la propria specie e mordono. A meno che non si disponga di un sistema enorme (migliaia di litri) e si sia determinati a fare un tentativo per farli riprodurre, è meglio tenerne un solo esemplare per acquario. Se non siete scoraggiati dal mio avvertimento, o volete diventare dei riproduttori, acquistate e introducete i vostri Bichir tutti in una volta, e tenete gli occhi aperti, retino in mano, per separarli se le cose dovessero prendere una brutta piega. Gli Erpetoichthys calabaricus sono molto più sociali, ed è meglio allevarli in più esemplari.

Inserimento / acclimatazione

E' meglio inserire questi pesci per ultimi o quasi, per consentire la "stagionatura" dell'acqua e della filtrazione, nonché dare agli altri esseri viventi (pesci, piante) la possibilità di avere la loro sistemazione e il loro posto nel layout del sistema.

Un Bichir o un Ropefish possono essere rilasciati in acqua con l'ambientamento che si usa per la maggior parte dei pesci d'acqua dolce, con le luci spente per il resto della giornata. Fare attenzione la mattina seguente che i vostri nuovi aggiunti stiano bene e abbiano qualcosa da mangiare.

Relazione predatore/preda

I Polypteridi vanno d'accordo con la maggior parte dei pesci che gli metterete insieme, con l'eccezione dei conspecifici (ma anche dei "vicini" di specie) e dei compagni di vasca delle dimensioni della loro bocca. Lentamente, piccoli pesci e invertebrati saranno pedinati e inghiottiti; invece, come si potrebbe supporre, i Polypteridi sono facilmente succubi della competizione per il cibo nei confronti di compagni di vasca più veloci e più aggressivi.

Riproduzione e dimorfismo sessuale

Riehl e Baensch (1996) elencano le differenze di struttura e di colorazione per gli Erpetoichthys calabaricus come segue: il maschio ha 12-14 barre nela pinna caudale olivastra, contro le 9 barre delle femmine, che sono ocra chiaro durante i periodi di deposizione delle uova.

Tra i Polypterus, i maschi hanno le pinne anali leggermente più grandi e le femmine la testa più grande. Il maschio avvia la deposizione, la femmina rilascia poche centinaia di uova vicino alla pinna anale del maschio, a forma di mano. Gli avannotti schiudono in circa quattro giorni a temperature tropicali. Alcune specie sono state riprodotte in cattività e i giovani sono arrivati alla maturità.

Locomozione

Mi piacerebbe parlare dell'uso curioso delle pinne pettorali da parte dei Polypteridi, che "camminano" sul fondo per mezzo di queste appendici lobate. La coda e la muscolatura vengono utilizzate solo per incursioni periodiche alla superficie per un sorso d'aria e quando l'animale sente il bisogno di uno scatto in velocità.

Alimentazione /Cibi / Nutrizione: Tipi, frequenza e quantità, Rifiuti

Tutti i tipi di alimenti carnosi, vivi e preparati sono accettati dagli individui sani. Gamberetti, vermi (veri o anche larve di insetti come le camole della farina), crostacei di ogni tipo, carne tagliata (cuore di manzo, cavallo), rane, tritoni, piccoli pesci e altro ancora sono accettati. Cercate di non offrire diete monotone in quanto questi pesci possono abituarsi troppo ad alimenti dal valore nutrizionale insufficiente.

Fare affondare il cibo vicino ai Polypteridi o fornire cibo che mangiano solo loro e non gli altro vi darà la sicurezza che stanno avendo la loro giusta razione di cibo.

Se i vostri esemplari stanno portando avanti uno sciopero della fame, provate a fare un cambio notevole d'acqua (25%) e di offrire un lombrico vivo, un verme vivo o qualcosa del genere tutti i giorni. Devo ancora vedere un Bichir morire di fame quando vengono offerti questi cibi.

Malattie

I Polypteridi possono morire per l'ichthyo o altri protozoi, ma solo dopo che la maggior parte dei compagni di vasca sono stati infettati e sono morti. Il gruppo di pesci risponde favorevolmente ai trattamenti standard per questa malattia. Ci sono un certo numero di trematodi monogenici che possono infestare la pelle e le branchie, ma dovrebbero essere stati eliminati dal vostro venditore prima di gran lunga del vostro acquisto.

Un commento finale sulle malattie. Una piccola quantità (un cucchiaino o meno) di sale non iodato, in concerto con i cambi d'acqua, spesso serve come un tonico immediato per stimolare la vitalità dei Polypteridi.

Conclusione

Se siete alla ricerca di una specie per il vostro acquario "di specie" stravagante, veramente bello, non cercate oltre. I Bichirs e i Reedfish sono ottimi candidati. Una volta sicuri di comprare un esemplare sano, collocarlo in una grande, allestita, vasca piantumata, vi troverete coinvolti in una relazione a lungo termine. Basta solo assicurarsi di mantenere giù il coperchio!

© Bob Fenner - Wetwebmedia.com

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti alla Famiglia

Erpetoichthys calabaricus
Reedfish, Pesce corda
Aspettativa di vita: 20 - 30 anni
Dimensioni massime: 90 cm TL

E' l'unica specie del genere Erpetoichthys, ed è un predatore piscivoro notturno incredibilmente resistente. Raggiungendo i 90 cm di lunghezza non è decisamente adatto a tutti gli acquari. Come i Polipteridi sono gli ultimi superstiti di specie antichissime ed hanno adattamenti tali da farli considerare l'anello di congiunzione tra anfibi e pesci.

Temperatura in natura: 22 - 28°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Polypterus bichir - Foto © Koen van Uitert (Fishbase.org)
Nile bichir
Aspettativa di vita:
Dimensioni massime: 72 cm TL

Polypterus bichir, "Nile bichir" o Bichir del Nilo, è un predatore piscivoro notturno incredibilmente resistente, con vista molto debole ma olfatto infallibile; supera i 70 cm di lunghezza da adulto. E' uno degli ultimi superstiti di specie molto antiche. Sono stati ritrovati fossili dei loro antenati risalenti al periodo Triassico, all'inizio dello sviluppo dei dinosauri più di 200 milioni di anni fa.

Temperatura in natura: 22 - 28°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0
Giovane Polypterus delhezi - Foto di Joe Gallo (Aquarticles.com)
Barred bichir, Banded Bichir
Aspettativa di vita:
Dimensioni massime: 44 cm TL

Polypterus delhezi è una specie notturna incredibilmente resistente, con vista molto debole, per cui si basa sul suo eccellente senso dell'olfatto per individuare il cibo; è un predatore piscivoro che supera i 40 cm di lunghezza da adulto. E' uno degli ultimi superstiti di specie molto antiche. Sono stati ritrovati fossili dei loro antenati risalenti al periodo Triassico, all'inizio dello sviluppo dei dinosauri più di 200 milioni di anni fa.

Temperatura in natura: 26 - 28°C
Polypterus ornatipinnis - Foto © Steve pschia (PBase.com)
Ornate bichir
Aspettativa di vita: 20 - 25 anni
Dimensioni massime: 60 cm TL

Polypterus ornatipinnis, "Ornate bichir" o Bichir ornato, è un predatore piscivoro notturno incredibilmente resistente ed è probabilmente la specie più bella tra quelle dei Bichir. E' un pesce splendido, adatto agli acquari più grandi. E' uno degli ultimi superstiti di specie molto antiche.

Temperatura in natura: 26 - 28°C
Polypterus palmas - Foto © Yu-Chia Chang (FishBase.org)
Shortfin bichir, Marbled Bichir
Aspettativa di vita:
Dimensioni massime: 35 cm TL

Polypterus palmas, "Shortfin/Marbled bichir" o Bichir pinne corte/marmorizzato, è una delle specie più tranquille e attive di Polypterus, e questo, insieme alle dimensioni relativamente piccole da adulto, lo rende il Bichir ideale per i principianti. E' una specie notturna incredibilmente resistente, con vista molto debole ma olfatto infallibile per trovare il cibo. Questa specie, insieme alle altre del suo genere, è uno degli ultimi superstiti di specie molto antiche.

Temperatura in natura: 26 - 28°C
Giovane Polypterus senegalus - Foto © Joe Gallo (Aquarticles.com)
Gray bichir
Aspettativa di vita: 35-40 anni
Dimensioni massime: 50 cm TL

Polypterus senegalus, "Gray bichir" o Bichir grigio, è un predatore piscivoro notturno incredibilmente resistente, dalla vista molto debole ma dall'olfatto infallibile. E' una delle specie più pacifiche e attive di Polypterus ed è consigliato per i principianti con questi pesci. E' molto longevo, sono stati segnalati esemplari in cattività di 34 anni e più. E' uno degli ultimi superstiti di specie molto antiche.

Temperatura in natura: 25 - 28°C
Valori pH in natura: 6.0 - 8.0

Bibliografia / Letture consigliate:

  • Axelrod, Herbert R., Warren E. Burgess, Neal Pronek & Jerry G. Walls. 1990. Atlas of Aquarium Fishes Reference Book, v.2, Freshwater Fishes. T.F.H. Publications, Inc. NJ. 1055pp.
  • Baensch, Hans A. & Rudiger Riehl. 1993. Aquarium Atlas, v.2. BAENSCH, Germany. 1212pp.
  • Burgess, Warren E. Bichirs and rope fish. TFH 1/83.
  • Castro, Alfred D. 1995. Back again; The reemergence of an aquarium fish from the 60s (Bichirs). AFM 5/95.
  • Donovan, Paul. 1992. Beautiful Bichirs. FAMA 2/92.
  • Edmonds, Les. 1992. The mysterious Bichirs. TFH 2/92.
  • Gosse, J. -P. 1988. Revision systematique de deux expeces du genre Polypterus (Pisces, Polypteridae). Cybium 12(3):239-245.
  • Lewis, Peter A. 1996. The Bichirs; Ancient fish with many fins. AFM 5/96.
  • Nelson, Joseph S. 1994. Fishes of the World. John Wiley & Sons, NY. 600pp.
  • Riehl, Rudiger & Hans A. Baensch. 1996, 5th rev. ed. Aquarium Atlas, v.1. MERGUS, Germany. 992pp.
  • Sterba, Gunther. 1966. Freshwater Fishes of the World. The Pet Library , Ltd, NY. 879pp.
  • Wolff, U. 1976. Oddities; African snake-fish (Calamoichthys calabaricus). Aquarium Digest Intl. 4(1):21.

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.