• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Pseudomugil mellis

Allen & Ivantsoff, 1982

Pseudomugil mellis, honey blue eye - Foto © Gunther Schmida

nome comune
Honey blue-eye
dimensioni massime in natura
3.5 cm SL

 

La specie Pseudomugil mellis è strettamente correlato con Pseudomugil signifer, e attualmente ha uno status di conservazione come vulnerabile, cioè in possibile pericolo di estinzione. Si può contribuire ad aiutare a preservare la specie e il suo habitat naturale allevando e riproducendo le popolazioni in cattività. La raccolta di esemplari selvatici per il commercio acquariofilo può avere un impatto diretto sulla loro sopravvivenza, tanto che talune popolazioni potrebbero essere localmente estinte; a questo contribuisce anche la distruzione degli habitat o la loro alterazione dagli insediamenti umani, che in alcune aree hanno diffuso la specie alloctona Gambusia holbrooki.

Il segreto per allevare le popolazioni di Pseudomugil mellis in cattività a lungo termine è quello di farli riprodurre costantemente. Quando i pesci superano l'anno di età vi è una riduzione della frequenza e dell'intensità della loro attività riproduttiva. Se non si riesce a notare il cambiamento, diventano troppo vecchi e muoiono, facendovi perdere la popolazione. Cercate quindi di avere degli esemplari giovani, e fateli riprodurre presto e regolarmente, così ne avrete sempre in vasca. Poiché ogni femmina depone solo un paio di uova ogni giorno, può passare un po' di tempo prima che ne abbiate un numero significativo. Se possibile, iniziate con 6-10 giovani piuttosto che con coppie adulte. I pesci adulti possono essere facilmente indotti a deporre le uova alzando la temperatura dell'acqua e aumentando il fotoperiodo, e ciò può essere fatto durante tutto l'anno. Quando allevati in adeguate condizioni dell'acquario, si può raggiungere un tasso di sopravvivenza superiore al 90%.

distribuzione

Oceania: Queensland meridionale vicino a Brisbane, in Australia verso nord lungo la costa, fino a 300 km da Bundaberg.

habitat

Ambiente: bentopelagico, acqua dolce e acqua salmastra; clima tropicale.
Abita stagni e piccoli corsi d'acqua vicino al mare, con acqua tipicamente scura (simile al tè) con fondo costituito da sabbia o fango (pH = 4,5-5,8, temperatura massima dell'acqua 27,5-32,5°C). Si trova in zone con poca corrente, sia di torrenti d'acqua nera e che nelle lagune costiere. Preferisce raggrupparsi lungo le rive erbose, spesso tra canne o ninfee.

temperatura in natura
24 - 28°C
valore pH in natura
6.0 - 8.0
valori acqua in natura
dH range: 5 - 12

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Riferimenti