• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
8 minuti
Letto finora

Il pesce palla 'con la figura di un otto': colorato, comico, compatto (J.C. Tyrell)

Ven, 23/Apr/2010 - 22:38
Posted in:
0 comments

Esperienza personale e consigli generali per l'allevamento dei pesci palla 'con la figura di un otto', i Tetraodon biocellatus (ora Dichotomyctere ocellatus), in acquario d'acqua salmastra

Traduzione dell'articolo:
"The Figure Eight Puffer; Colorful, Comical, Compact Fish" di Pufferpunk, aka Jeni C. Tyrell
pubblicato sul forum (il miglior forum) in lingua inglese dedicato ai pesci palla ThePufferForum che potete leggere al link seguente nella versione originale in inglese.

Tetraodon biocellatus (ora Dichotomyctere ocellatus) - Foto tratta da Thepufferforum.com

Piccola nota tassonomica: anche se nell'articolo permane la vecchia denominazione, dopo la revisione di Kottelat del 2013, i Tetraodon biocellatus sono diventati Dichotomyctere ocellatus

Ho scoperto che il Tetraodon biocellatus è il pesce palla perfetto per i principianti che vogliono allevare pesci palla salmastri. Si tratta di uno dei pesci più colorati appartenenti alla specie dei Tetraodon, mantenendo la loro bella livrea anche in età adulta. E' amichevole, con personalità e divertente. Rimane anche abbastanza piccolo da poter tenere un singolo esemplare in un acquario da 70 litri circa. Ma ricordate, più grande è sempre meglioa questi pesci piace nuotare! Raccomando 45 litri per ogni pesce palla extra che si desidera aggiungere. Inoltre, un’area di base più larga darà loro spazio per il nuoto, più di una vasca alta. Gli esemplari allevati da soli hanno dimostrato di vivere più a lungo e sembrano avere un rapporto migliore con i loro allevatori.
La maggior parte va d'accordo con i conspecifici ed altri compagni di vasca salmastri più piccoli, come gobidi e piccole specie di Molly (diffidate dei Molly più grandi - ho visto un biocellatus tiranneggiato dai Poecilia latipinna). Se allevate più T. biocellatus insieme, sarebbe meglio iniziare ad allevarli insieme da giovani e farli crescere insieme, in quanto pesci palla adulti possono non tollerare l'aggiunta di nuovi pesci palla nell’acquario.

Parametri per un acquario per i Tetraodon biocellatus

Sono pesci palla d’acqua calda, pesci tropicali, quindi una temperatura di circa 25,5° C. è la cosa migliore per loro. Si raccomanda un substrato di coralli schiacciati o sabbia aragonite per mantenere il pH ad un livello costante di circa 8.
I Tetraodontidi non hanno squame o opercoli branchiali e di conseguenza sono estremamente sensibili alle tossine presenti in un acquario appena avviato. Come è consigliabile per tutti i pesci, i palla devono essere inseriti in una vasca completamente avviata, SENZA ammoniaca o nitriti, e con nitrati bassi (sotto i 20 ppm di NO3-N).
Anche se in natura si trovano principalmente in acqua dolce, anni di allevamento di questi pesci in cattività hanno dimostrato che vivono meglio in condizioni d’acqua leggermente salmastra. Ciò significa una densità di circa 1,005-1,008. Se allevati in acqua dolce, il loro sistema immunitario appare compromesso, causando malattie e morte prematura per un pesce che può vivere almeno 15 anni. Il Tetraodon biocellatus più longevo documentato ha superato i 18 anni! Naturalmente, è stato allevato in acqua salmastra.

La maggior parte dei pesci palla salmastri sono in vendita presso i negozi in acqua dolce, quindi è meglio far maturare il vostro acquario (con un metodo che non richieda i pesci!) alla salinità con cui il pesce palla è tenuto presso il negozio in cui si acquista (portarsi il proprio idrometro/rifrattometro per controllare la densità).

Dopo che il pesce palla si è ambientato nella vasca, si può aumentare la salinità lentamente (corrispondente ad un aumento della densità di 0,001-0,002 a settimana), per garantire di non disturbare il filtro biologico dell’acquario appena maturato. Per raggiungere la condizione salmastra, è importante utilizzare sale marino, misurando correttamente la densità con un idrometro o un rifrattometro. Assicuratevi di trovare un idrometro che inizi a 1.000 (acqua dolce) – in quanto molti coprono solo la gamma dell’acqua marina. Due marchi consigliati che hanno densimetri che partono da 1.000 sono SeaTest e Instant Ocean, ma ce ne sono molti altri tra cui scegliere.
Se volete inserire un pesce prima tenuto in acqua dolce nel vostro acquario salmastro già maturo e stabile, potete acclimatarlo con il metodo goccia a goccia, utilizzando un tubicino da aeratore con un nodo, messo in modo che l’acqua della vostra vasca goccioli lentamente in un secchio con il pesce e l'acqua del sacchetto in cui l’avete comprato, fino a quando il livello di densità nel secchio sia uguale al livello all'interno della vasca.
Trovo che per l'acqua leggermente salmastra, la marca del sale non sia molto importante; io uso la più economica, l’importante è che sia adatto agli acquari marini.
E’ consigliabile una filtrazione molto potente - è quasi impossibile averla troppo potente. Cambi d’acqua settimanali del 50% sono il modo migliore per mantenere i vostri pesci palla sani e felici.

Arredare la vostra vasca dei Tetraodon biocellatus

I pesci palla sono creature intelligenti e curiose che si annoiano facilmente. Ho letto molte persone che lamentano il fatto che i loro pesci palla "passeggiano" continuamente su e giù contro il vetro. La soluzione è semplice: date loro qualcosa da esplorare! Il trucco è avere in acquario degli arredi visivamente complessi, rompendo le linee visuali, specialmente se i pesci palla sono più di uno - piante, grotte, rocce e anche tubi di plastica. Sono stati utilizzati per fornire un po' di divertimento ai biocellatus anche questi tubi qui!
Potete anche provare a coltivare qualcuna delle piante salmastre disponibili. In cima alla lista ci sono felce di Giava (Microsorum pteropus) e muschio di Giava (Vesicularia dubyana).
Anche con l'arredamento giusto, bisogna anche prendersi del tempo per osservare il loro comportamento, come tutti i pesci palla possono essere come minimo potenziali cattivi morsicatori di pinne, fino a feroci assassini. Anche il pesce palla apparentemente più mite può uccidere durante la notte. Osservate che le pinne non siano morsicate e che nessun pesce manchi all'appello, e intervenite immediatamente qualora lo riteniate necessario per separare uno dei colpevoli.

Alimentazione

Dal momento che i denti dei pesci palla (un “becco” formato da due piastre) sono in continua crescita, tutti hanno il potenziale per diventare così lunghi da inibire la capacità del pesce di aprire e chiudere la bocca per mangiare. A questo punto, l'unica risorsa è tagliarli a mano da parte dei loro allevatori.
Anche se i biocellatus in genere presentano meno questo problema degli altri pesci palla, è importante che essi abbiano un costante rifornimento di alimenti croccanti, sani, carnosi, come crostacei e molluschi. I pezzi più grandi di cibo possono essere tagliati in piccoli pezzi e congelati, poi scongelati in acqua fredda e trattati con vitamine acquistate nel negozio di acquari. Io uso la marca Zoe, ma ce ne sono molte altre. Il guscio può essere rotto con un martello o lasciato abbastanza aperto perchè il pesce palla possa infilarci la testa. I suoi denti si limeranno raschiando contro il guscio quando cerca di staccare la carne.

Alcuni esempi sono:

  • Mitili
  • Telline
  • Krill
  • Gamberi
  • Gamberetti
  • Granchi e chele di granchio
  • Chironomus
  • Blackworm

Si possono anche introdurre cibi vivi, quali:

  • Lumache (molti allevatori di pesci palla allevano le proprie lumache)
  • Granchi
  • Gamberi
  • Gamberetti
  • Lombrichi
  • Grilli (occasionalmente)
  • Chironomus
  • Blackworm

Poi c'è il cibo liofilizzato. Sono disponibili Krill, plancton e chironomus, e dovrebbero essere messi prima a bagno in acqua con vitamine, in modo che il pesce non aspiri aria sopra la superficie dell'acqua durante l'alimentazione.
I Tetraodontidi sono abili mendicanti, quindi cercate di non sovralimentarli. Alimentateli abbastanza perchè abbiano una pancia leggermente arrotondata, una volta al giorno, saltando un giorno a settimana per il digiuno. Io nutro i miei palla adulti a giorni alterni.

Identificare il Tetraodon biocellatus

I Tetraodontidi sono costantemente identificati e chiamati erroneamente dai fornitori e dai negozi. Molti Tetraodon biocellatus non hanno il disegno a forma di otto sulla schiena. I segni più costantemente identificabili sui Tetraodon biocellatus sono i due ocelli neri su ogni fianco del pesce. Uno di fronte alla pinna caudale e una sotto la pinna dorsale. Gli ocelli a forma di occhio si sono sviluppati in molti animali per ingannare i predatori, facendoli pensare che quella è la faccia, per cui la preda non sarà avvicinata da dietro. Da qui il Tetraodon biocellatus prende il suo nome scientifico - biocellatus significa due spot, due ocelli!

I Tetraodon biocellatus crescono solo fino a circa 8 cm. Se si sente parlare di un palla di dimensioni molto più grandi, si può presumere che sia in realtà il Tetraodon fluviatilis (Ceylon Puffer), che somiglia molto al biocellatus nel disegno della livrea, ad eccezione degli spot sulla pancia e delle dimensioni molto più grandi che raggiunge.

Scegliere e Curare i nuovi Tetraodon biocellatus

Mi piace acquistare tutti i miei pesci da giovani e farli crescere correttamente, con cibo buono, carnoso, aggiunto di vitamine, per renderli adulti sani. Attualmente, ho due Tetraodon biocellatus, che condividono un acquario da 130 litri con pochi Molly (per ripulire dal problema delle alghe filamentose che avevo) e un dragon goby. Sono sollevato nel vedere che non tormentano il lento gobide. Io credo che facciano fuori gli avannotti dei Molly, il che per me è un bene. E' un peccato che ho scoperto troppo tardi che grandi saltatori sono - purtroppo ho ne ho persi 2 che sono saltati fuori da piccole aperture nel coperchio del loro acquario. Ora so che è necessario tenere ogni apertura - per quanto piccola - coperta!

Io consiglio di non allevare i Tetraodon biocellatus con altre specie di pesce palla. Molti acquariofili sostengono di averli allevati con successo con i Tetraodon nigroviridis (Green spotted puffers). Questa combinazione però può funzionare solo per un breve periodo, quando sono entrambi giovani.
Alla fine, il nigroviridis diventa più cattivo, tre volte più grande e richiede una densità molto più alta, anche acquai marina da adulto.
Purtroppo, con questa combinazione emerge una storia comune: Un giorno, tutto sembra in ordine, il giorno dopo, trovate il vostro prezioso biocellatus morto. È una combinazione da evitare.

Si dovrebbe cercare un pesce palla che vi saluta con entusiasmo nella parte anteriore della vasca. Purtroppo, molti pesci palla nei negozi sono allevati in modo improprio, in condizioni di sovraffollamento, possono avere morsi e pinne sfilacciate, e godono generalmente di cattiva salute. Provate a scegliere quello che sembra più sano e se tutti sembrano malati, lasciate perdere - e denunciate la cosa al proprietario del negozio! Chiedete di vedere il vostro pesce potenziale mangiare, e verificare che non vi sia Ichthyo sul corpo e sulle pinne (l'Ichthyo appare come piccole macchie bianche, come se il pesce fosse cosparso di granellini di sale). Se mangia, non ha l'aspetto emaciato, nuota attivamente e sembra generalmente sano, allora portatevelo a casa!
I pesci palla possono essere facilmente trattati con un prodotto medicinale delicato come Melafix per morsi e pinne sfilacciate, e guarire in fretta in un acquario pulito e maturo. Assicuratevi che la persona che cattura il pesce lo prenda sott'acqua con un contenitore, non con un retino, perché se i pesci palla si gonfiano fuori dall'acqua, possono riempirsi d'aria, che non riescono ad espellere da soli.

Ciò può diventare mortale per il pesce palla, a meno che si riesca a fargli "ruttare" l'aria dallo stomaco del pesce, tenendolo in posizione verticale, con la testa sott'acqua, scuotendolo delicatamente avanti e indietro fino a quando l'aria viene espulsa.
Quello del gonfiarsi è un meccanismo naturale di difesa, spingendo fuori le spine e facendolo sembrare più grande di quanto non sia realmente. Non cercate di spaventare il vostro povero pesce palla per farlo gonfiare!

Poiché non vi è documentazione formale della riproduzione di questa specie con successo in cattività, si può presumere che i pesci palla siano catturati in natura. Molti pesci catturati in natura arrivano a noi con parassiti interni. I parassiti interni dovrebbero essere trattati internamente, per cui è importante assicurarsi che il pesce palla accetti i cibi morti che gli si offrono (i pesci in natura mangiano cibi vivi), prima di trattare il cibo con i farmaci. Se si hanno difficoltà con il passaggio a cibi morti, si può provare mettendo il cibo in ammollo con aglio, o scuotere il cibo alla fine di un filo di fronte al pesce, per far sembrare vivo il cibo offerto.

Quindi, se siete alla ricerca di una nuova aggiunta al vostro hobby, un pesce colorato, comico, compatto e il vostro impegno supplementare per mantenere un sistema d'acqua salmastra per loro, allora questi potrebbero essere proprio i pesci che fanno per voi!

© Pufferpunk, aka Jeni C. Tyrell - www.thepufferforum.com

Stai pensando di comprare dei pesci palla?
Vai alle pagine sui pro e contro del loro allevamento

Specie nel sito
Dichotomyctere ocellatus (ex Tetraodon biocellatus) - Foto di Emiliano Spada
Figure eight puffer
Aspettativa di vita: 15-20 anni
Dimensioni massime: 8 cm TL

Meglio conosciuto con il vecchio nome di Tetraodon biocellatus, è uno dei pesci palla che si trovano più comunemente in commercio, ma non è decisamente adatto a tutti, per le sue esigenze alimentari e la necessità di acqua salmastra e di altissima qualità. Quando allevato correttamente è un piccolo e affascinante pesce che può mostrare vera personalità.

Temperatura in natura: 22 - 26°C
Valori pH in natura: 6.5 - 7.5

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.