• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
9 minuti
Letto finora

Il Genere Trigonostigma Kottelat & Witte 1999 (O. Ahlander)

Dom, 19/Set/2004 - 00:00
Posted in:
0 comments

Descrizione e foto delle specie appartenenti al genere Trigonostigma, con descrizione della riproduzione di Trigonostigma espei

Traduzione dell''articolo
"Genus Trigonostigma  Kottelat  & Witte 1999" di Ola Åhlander
sul sito della Bollmora Akvarieklubb. Testi e foto di Ola Åhlander - Traduzione in inglese di Paul Stanton

Trigonostigma heteromorpha - Foto © Chantal Wagner (Flickr)

Genere Trigonostigma, precedentemente Rasbora
Famiglia Cyprinidae, sottofamiglia Rasborinae
Trigonostigma: da trigonon, triangolo, "accetta" e stigma, macchia, spot.

Introduzione

La specie tipo di questo genere, Trigonostigma heteromorpha, la rasbora arlecchino (harlequin rasbora), deve essere considerata uno dei più classici pesci d'acquario. E' stata descritta nel 1904 come Rasbora heteromorpha, ed è stata importata in Europa fin dal 1906. E' diventata subito un pesce d'acquario molto popolare, con i suoi bei colori, una posizione che ha mantenuto fino ad oggi.
Le tre specie rimanenti nel genere sono state descritte da Meinken durante gli anni 50 e 60, tutti come Rasbora. Quello che molti ittiologi ed acquariofili interessati avevano già sospettato è stato confermato quando Kottelat & Witte nel 1999 hanno raccolto questi pesci in un loro proprio genere, Trigonostigma. Oltre all'aspetto simile, che differisce dalle restanti specie di Rasbora, questi pesci hanno in comune il loro speciale comportamento riproduttivo.
Questo costituisce un bell'esempio di come gli acquariofili che studiano i pesci e pubblicano le loro osservazioni sul comportamento dei pesci, possono aiutare gli ittiologi.

Acquario con Trigonostigma (ex Rasbora)
 

Questi piccoli pesci provengono dall'Asia sud orientale, dove vivono in acque tenere e leggermente acide, nelle cosiddette paludi di torba. La deposizione delle uova avviene nelle zone sommerse quando il livello d'acqua si alza durante la stagione delle piogge. Anche se nessuna di queste specie è considerata in pericolo d'estinzione, il loro ambiente lo è. Le paludi tropicali di torba dell'Asia sono uno dei biotopi più ricchi di specie nel mondo, ma stanno diminuendo velocemente a causa della silvicoltura e degli scavi agricoli.

Nei libri sugli acquari e su Internet naturalmente c'è molto da leggere su questi pesci, principalmente sulla Trigonostigma heteromorpha. Purtroppo però c'è moltissima confusione tra le specie Trigonostigma hengeli e Trigonostigma espei, e su come distinguerle l'una dall'altra. Spesso viene menzionata soltanto una delle due specie e sembra quasi una lotteria vedere quale nome è stato usato per un'immagine.
In realtà, non è difficile distinguerle l'una dall'altra, per lo meno in esemplari adulti e pienamente colorati. Spero che le immagini sottostanti siano abbastanza chiare da evidenziare la differenza fra le due.

I pesci

Trigonostigma espei (Meinken 1967)

Origine: bacino del fiume Mekong; Cambogia, Tailandia orientale, forse anche nel Laos del sud.

Dimensioni: circa. 3-4 cm

Trigonostigma espei
Trigonostigma espei
 

Trigonostigma hengeli (Meinken 1956)

Origine: Sumatra e Borneo.

Dimensione: circa. 3-4 cm

Trigonostigma hengeli
Trigonostigma hengeli
 

Trigonostigma heteromorpha (Duncker 1904)

Origine: Penisola malese e Sumatra.

Dimensione: circa 4-5 cm

Trigonostigma heteromorpha
Trigonostigma heteromorpha

Trigonostigma heteromorpha "black" o "Black harlequin", una variante di colore ottenuta per selezioni artificiali

 

Trigonostigma somphongsi Meinken 1958 )

Origine: Bacino del fiume Mae khlong, Tailandia.

Dimensione: circa 2.5 cm

E' la più piccola specie del genere. Purtroppo non ho nessuna immagine di questo pesce, sembra essere molto raro e difficile da trovare (almeno nei negozi di acquari svedesi). C'è una buona immagine nel 3° volume dell'Atlante di Aquarium e conseguentemente nel volume 1-5, l'"indice".
Il colore di fondo è giallastro, con una striscia nera dalla coda alla metà del corpo.
Trigonostigma somphongsi non ha sui fianchi la grande macchia nera a forma di accetta-triangolare delle altre specie di Trigonostigma, la banda è soltanto un po' più larga nella parte posteriore.
La deposizione delle uova avviene come nelle altre specie, le uova vengono attaccate alle foglie.

Poiché non ho avuto l'occasione di allevare personalmente questa specie, non posso essere sicuro che il testo seguente sia valido anche per loro. Comunque secondo la letteratura che ho alla mano, non dovrebbero esserci delle differenze importanti tra l'una e l'altra nelle cure, nell'alimentazione e nell'allevamento.

Cure ed alimentazione

Le specie di Trigonostigma sono piccoli pesci pacifici, robusti e molto colorati, ideali per l'acquario di comunità. A causa delle loro dimensioni, possono non richiedere molto spazio, ma la cosa migliore per loro è allevarle in una grande vasca, in un banco di dieci esemplari o più. Un banco adeguato in un grande acquario è una vista sbalorditiva, paragonabile perfettamente nell'esposizione dei colori sia con i neon che con i cardinali.
Le piante fanno molto affinché i pesci crescano sani e forti, un ambiente ben piantumato fornisce sia riparo che luoghi per la deposizione delle uova.

Non hanno richieste particolari per i valori dell'acqua, tranne forse quando si devono riprodurre, quando preferiscono acqua tenera e leggermente acida. Valori adatti dell'acqua potrebbero essere: Temperatura. 23-27º C, pH 6-7.5, KH < 5. Considerateli come una guida di riferimento, questi sono pesci robusti e nella maggior parte dei casi vivono al meglio con l'ordinaria acqua di rubinetto. Una normale cura dell'acquario con normali cambi d'acqua va abbastanza bene per mantenere questi pesci in buone condizioni.

Poiché sono pesci piccoli, il cibo deve naturalmente essere del formato adatto. Un mangime in fiocchi di alta qualità è OK per l'allevamento, ma per indurre i pesci alla deposizione delle uova sembra preferibile fornire cibo vivo o congelato, delle dimensioni adeguate. Cyclops, dafnie e larve di zanzara sono altamente apprezzate. Andate fuori con il retino in mano negli stagni e nelle fosse!

Acquario con Trigonostigma espei
 

In questa vasca ho circa venti Trigonostigma espei che stanno crescendo. Le uova e gli avannotti sono riusciti a farcela, anche se nello stesso acquario oltre ai genitori vivono una coppia di Trichogaster leeri (pearl gourami, gourami perla), alcuni gamberetti Caridina sp. e Crossocheilus oblongus (siamese algae-eater).

Riproduzione

Difficili da riprodurre?
Per molti acquariofili la riproduzione è l'obiettivo primario dell'hobby, la prova finale che sono riusciti a prendersi cura degli animali il meglio possibile. Un tentativo di riprodurre le specie di Trigonostigma potrebbe non essere alla portata dei principianti, ma è una degna prova per tutti gli acquariofili con un poco di esperienza nella riproduzione dei pesci d'acquario.

Ci sono diverse opinioni sul fatto che questi pesci siano difficoltosi da riprodurre oppure no.
Alcuni autori considerano molto difficile far crescere gli avannotti, altri dichiarano che è abbastanza facile. Io sono di quest'ultimo parere. Sono persino riuscito a far sopravvivere degli avannotti di Trigonostigma espei nella mia vasca di comunità. E' un acquario ben piantumato con non troppi pesci, ma tranquilli.
Spesso si dice che la difficoltà sta nel trovare una coppia adatta per la riproduzione. Secondo me questo può avvenire se nei tentativi di riproduzione vengono utilizzati animali troppo giovani; sembra che questi pesci raggiungano la maturità sessuale più tardi delle altre specie di pesci delle stesse dimensioni.

Qui sotto descriverò come riprodurre questi pesci. E' la mia esperienza personale, e ci sono probabilmente molti altri modi di riuscirci.

Comportamento riproduttivo:
Una delle ragioni per cui queste quattro specie sono state collocate in un loro proprio genere è il loro speciale comportamento riproduttivo.
Nel deporre le uova, la femmina fissa le uova sulle foglie, spesso sul lato inferiore, ed il maschio arriva dopo per fecondarle. Questo viene ripetuto parecchie volte fino a che la deposizione delle uova finisce.
Prima della deposizione delle uova vi è un intenso corteggiamento da parte del maschio, e la coppia in riproduzione fa numerose "prove di deposizione" durante le quali non viene deposto nessun uovo. Possono andare avanti per ore prima che avvenga la reale deposizione delle uova.

Dimorfismo sessuale:
Se volete provare a riprodurre i vostri pesci, dovete naturalmente sapere se avete almeno un pesce di ogni sesso. I sessi sono abbastanza simili, ma ci sono alcune differenze. La macchia nera a forma di accetta è più accentuata nel maschio ed è più appuntita verso il basso, mentre nella femmina marcatura è più arrotondata. Questo è valido naturalmente soltanto per le Trigonostigma espei, hengeli e heteromorpha. Inoltre una femmina matura è spesso piuttosto più grande e tozza del maschio, ed ha un corpo vistosamente arrotondato. Questo è facile da vedere se si osservano dall'alto.

Hygrophila polysperma - Foto di Bjarne Sætrang (aquadigital.net)

Hygrophila polysperma - Foto di Bjarne Sætrang (aquadigital.net)

Preparativi per la riproduzione:
Uso un acquario ben pulito da 60 litri, con il fondo nudo, senza substrato. Ho messo una rete sul fondo alla quale ho attaccato un po' di Hygrophila polysperma, che costituisce un buon substrato per la deposizione delle uova. Uso la rete per salvare il più possibile le uova che non vengono attaccate correttamente alle foglie e cadono sul fondo.
Spesso è consigliata Cryptocoryne sp. come pianta per la deposizione delle uova, ma basterà qualsiasi pianta con le foglie abbastanza larghe. Probabilmente si potrebbero usare anche le piante di plastica, ma io non le ho mai provate.

Uso la mia acqua di rubinetto normale, che è molto tenera, KH 1-2. Se avete un'acqua dura, credo che sarete costretti a mescolarla con acqua R.O. per ottenere al massimo una durezza di KH 5-6.
Lascio aerare l'acqua per un giorno o due.
Un po' di torba può rendere l'acqua un po' più simile a quella della foresta pluviale d'origine, ma non è necessaria. Evitate valori estremi dell'acqua, non sono così esigenti. Ho avuto delle belle nidiate senza aver aggiunto niente del tutto all'acqua.
Uso un piccolo filtro, Tetra Billifilter, per la filtrazione e l'aerazione.

La coppia riproduttrice:
Diversamente per esempio dalla maggior parte dei tetra, mi sembra che gli esemplari riproduttori migliori nelle specie di Trigonostigma siano i pesci più vecchi, di circa un anno ed oltre.
Il modo migliore e più facile per selezionare una coppia riproduttrice è quella di lasciare i pesci in banco in un acquario di comunità e alimentarli due, tre volte al giorno con cibi congelati o (preferibilmente) vivi per un paio di settimane prima di tentare la riproduzione. Se si fa un massiccio cambio dell'acqua, fino al 50 %, quasi sicuramente qualche pesce comincerà con il corteggiamento.
Spostate allora una coppia di questi pesci in un 'acquario da riproduzione, in cui deporranno le uova, probabilmente la mattina dopo. Se non depongono le uova dopo tre o quattro giorni è inutile continuare, non deporranno. Non alimentate i pesci nella vasca da riproduzione!

Accoppiamento di Trigonostigma espei

Una coppia di Trigonostigma espei che depone le uova.
La femmina fissa le uova ad una foglia ed il maschio attende per fecondarle

 

Dopo la deposizione delle uova:
Non appena la coppia ha finito di deporre le uova dovrebbe essere trasferita di nuovo nell'acquario di comunità, sono spesso inclementi mangiatori di uova. Ho visto io stesso una femmina deporre le uova, girarsi intorno, e rapida come un lampo nuotare giù a mangiarsi le uova che non si erano fissate correttamente, prima che riuscissero ad affondare sotto la rete di protezione. Le uova che rimangono fissate correttamente vengono solitamente lasciate in pace finché continua la deposizione.
Dopo la deposizione abbasso la luce nell'acquario delle uova, per avere una schiusa migliore, ma non uso nessuna sostanza antibatterica o simile.
Le uova schiudono dopo circa 24 ore, ma gli avannotti nuotano liberamente dopo una settimana. Si possono vedere gli avannotti "appesi" alla foglia e sui vetri dell'acquario.
Gli avannotti non vanno alimentati fino a che non nuotano correttamente. Qualsiasi alimento sporcherà soltanto l'acqua ed aumenterà il rischio di infezioni batteriche o fungine.

La crescita degli avannotti:
far crescere gli avannotti solitamente non è un problema, iniziando con naupli di artemia salina appena schiusi. Do loro anche un po' di soluzione con infusori tipo "liquifry" o similari il primo giorno, ma non sono sicuro che sia veramente necessario.
Se gli avannotti superano la prima settimana, non rimangono grandi problemi, se non la necessità di fornire loro il cibo adatto. Fra parentesi, i microworms sono un buon supplemento il primo mese. Si può provare con bosmids o cyclops dopo tre o quattro settimane, se i pesci li mangiano potete smettere con le artemie. Ho visto anche moina congelate nei negozi, che potrebbero anche loro essere dati abbastanza presto.
Naturalmente è importante mantenere una buona qualità dell'acqua, facendo cambi regolari, per far crescere i pesci bene e velocemente.
Dopo quattro o cinque settimane iniziano ad apparire la striscia nera e la colorazione, rossa o gialla; a questo punto si può essere davvero lieti per aver avuto una riproduzione coronata da successo.

In conclusione

Sono pesci molto popolari, tenuti nei maggiori negozi d'acquari, per lo meno la Trigonostigma heteromorpha.
Con i loro colori belli e spiccanti, stanno bene in ogni acquario, e se ne avete un banco, perchè non provare a riprodurle? Non è difficile, e avere un banco fatto in casa di questi bellissimi pesci farebbe la gioia di ogni acquariofilo.

© Ola Åhlander - Bollmora akvarieklubb

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti al Genere

Trigonostigma espei - Foto © Choy Heng Wah (Fishbase.org)
Lambchop Rasbora
Aspettativa di vita: 5 - 10 anni
Dimensioni massime: 2.5 cm SL

La piccola specie Trigonostigma espei è a volte indicata come 'falso arlecchino', ed in effetti può essere confusa con le molto simili Trigonostigma heteromorpha e Trigonostigma hengeli, anche se in realtà sono abbastanza facili da distinguere, basta osservarle attentamente.

Temperatura in natura: 23 - 28°C
Valori pH in natura: 6.0 - 6.5
Trigonostigma hengeli - Foto © Paula D. (Deviantart.net)
Lambchop rasbora
Aspettativa di vita: 5 - 10 anni
Dimensioni massime: 3 cm SL

Spesso si trova in commercio con il nome di 'glowlight rasbora' , rasbora neon, per la striscia di un luminso arancione sopra la caratteristica macchia nera, non è facile da trovare ma è un ottimo abitante per gli acquari di comunità ben pensati.

Temperatura in natura: 23 - 28°C
Valori pH in natura: 6.0 - 6.0
Trigonostigma heteromorpha - Foto © JJPhoto (FishBase)
Glowlight rasbora
Aspettativa di vita: 5 - 10 anni
Dimensioni massime: 5 cm TL

E' stata esportata per il commercio acquariofilo nei primi anni del 1900 ed è diventata una tra le più popolari, familiari e durature specie d'acquario. A causa proprio di questa popolarità i pesci d'allevamento in commercio oggi stanno progressiva perdendo la bella colorazione degli esemplari selvatici.

Temperatura in natura: 22 - 25°C
Valori pH in natura: 5.0 - 7.0

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.