• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
2 minuti
Letto finora

Yasuhikotakia caudipunctata (M. Ophir)

Ven, 29/Ago/2003 - 00:00
Posted in:
0 comments

Racconto di un'esperienza personale di allevamento dei cadipunctata con consigli e descrizione generali

Traduzione dell'articolo:
"Botia caudipunctata" di Michael Ophir
la versione originale in inglese era presente sul sito dell'autore, non più online.

I riferimenti tassonomici nell'articolo sono ovviamente relativi a quanto si sapeva negli anni in cui è stato scritto; per avere un'idea dalla tassonomia attuale delle famiglie di Botiidae e Cobitidae visitate queste pagine.

Yasuhikotakia caudipunctata (ex Botia caudipunctata) - Foto di Bogdan J. Janiczak

I Botia caudipunctata e' una specie stupefacente di pesce, e anche se attualmente è forse una delle specie più rare del suo genere, a mio parere dovrebbe essere importata più frequentemente.

Ho visto per la prima volta questa specie di Botia nel 1998 in un negozio di animali. Trovandosi a soli 30 minuti da casa mia, decisi di comprare i due esemplari che erano rimasti.

Da allora, questi pesci sono vissuti senza problemi nella mia vasca da 210 litri, ma sono cresciuti soltanto di 2,5 cm. di lunghezza in più da quando li avevo comprati, a 13 cm. di lunghezza totale.

Botia caudipunctata - Foto di Michael Ophir

Il Botia caudipunctata è una specie interessante, solitamente non disponibile in commercio - Foto di Michael Ophir

Botia caudipunctata è una specie semi-aggressiva di Botia, diventando territoriale soltanto durante il momento dei pasti.
Proviene dai torrenti e dai fiumi della Thailandia, in cui si ciba di piccoli insetti e di altri cibi. In cattività, questa specie accetta una grande varietà di alimenti, andando dai mangimi in fiocchi ai chironomus congelati e vivi, che consumano ad una velocità strabiliante.

Nel loro acquario dovrebbero essere predisposti numerosi nascondigli tra cui possano scegliere il migliore, poiché sono molto esigenti nella scelta della loro residenza permanente.

Nonostante appaiano con un normale corpo grigio, i fianchi dei Botia caudipunctata virano ad un verde smeraldo ogni volta che la luce solare li colpisce. La coda è giallo chiaro, ricoperta da piccoli e pochi spot.

Appartenendo al complesso dei modesta, sono stato molto sorpreso di quanto fossero attivi questi pesci, che rimangono fermi solo per pochi minuti. Alla mattina, se siete soliti dargli da mangiare, volteggeranno tutto intorno alla vasca, vicino alla superficie. Non appena vi avvicinerete alla vasca, invece di scappare via, nuoteranno più velocemente in direzione del barattolo del mangime per pesci, come se sapessero quello che state per fare.

Botia caudipunctata - Foto di Michael Ophir

Botia caudipunctata nascosto in una conchiglia - Foto di Michael Ophir

Questo Botia è uno dei miei pesci favoriti di tutti i tempi.
La qualità dell'acqua dovrebbe essere la seguente: un pH di 6,5-7,0 e una temperatura di 24° -27° C.

Può essere allevato con altri Botia come: hymenophysa, helodes e lecontei. Consiglio anche di mettere molte piante, in quanto il Botia caudipunctata ama mangiare le lumache sulle loro foglie.

In generale, io raccomando altamente a tutta le persone di interessarsi ai Botia, per provare a trovare e allevare questa specie meravigliosa.

Botia caudipunctata - Foto di Michael Ophir

Botia caudipunctata osserva dal suo nascondiglio - Foto di Michael Ophir

© Michael Ophir

Specie nel sito
Yasuhikotakia caudipunctata (Botia caudipunctata) - Foto di Bogdan J. Janiczak
Speckletail loach, Botia coda puntinata
Aspettativa di vita: 15 - 25 anni
Dimensioni massime: 10 cm SL

Yasuhikotakia caudipunctata (era Yasuhikotakia caudipunctata) è uno tra i botia abbastanza difficili da trovare, in genere arriva nei negozi mescolato a grandi gruppi di Yasuhikotakia morleti. Nonostante le dimensioni contenute ha un'indole spiccatamente aggressiva e territoriale...

Temperatura in natura: 26 - 30°C
Valori pH in natura: 6.5-7.5

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.