• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
4 minuti
Letto finora

Microsorum "Windelov" e Microsorum "Tropica"

Ven, 13/Feb/2009 - 21:46
Posted in:
0 comments

Descrizione delle due nuove varietà di Microsorum pteropus commercializzate dall'azienda Tropica.

Traduzione dell'articolo:
"Microsorum 'Windeløv' and Microsorum 'Tropica'"
sul sito della Tropica Aquarium Plants che potete leggere al link seguente nella versione originale in inglese.

Microsorum pteropus - Foto di Tropica Aquarium Plants

Due varianti nuove e molto particolari del ben noto Microsorum pteropus. Piante solitarie da usare in primo piano o in piccoli acquari sono una rarità.

Recentemente si è assistito all’apparire nei negozi di molte nuove piante per gli acquari. Sono stati prodotti un grande numero di nuovi ibridi a partire da piante conosciute, specialmente all'interno del genere Echinodorus. Alcune piante provengono dalla natura - anche se queste non sono "nuove" come tali, ma piuttosto esemplari non precedentemente usati in acquariofilia. Sono arrivate inoltre un gran numero di nuove varietà, di cui è difficile definire l'origine precisa. Questa categoria include le mutazioni sia naturali che indotte artificialmente, che si presentano nel corso della coltura del tessuto (anche qui è vigorosamente rappresentato il genere Echinodorus).

Dal genere Microsorum, che enumera più di 40 specie, una soltanto ha trovato una diffusa applicazione negli acquari, Microsorum pteropus. Questa specie è stata usata per parecchie decadi ed esiste in parecchie varietà, alcune con le foglie leggermente più larghe, altre più strette, e con differenze secondarie nel colore delle foglie. Inoltre è stata disponibile nei negozi una felce dalle foglie estremamente lanceolate, con tutta probabilità anche quella era un Microsorum.

Nel 1991, l'azienda Tropica Aquarium Plants della Danimarca ha scoperto due nuove varietà di Microsorum pteropus, "Felce di Giava", entrambe in colture di piante che provenivano da un gruppo raccolto a Giava. Le piante probabilmente erano già presenti nel materiale vegetale originale e si deve presumere che rappresentino una mutazione naturale. E’ improbabile che esista in natura un grande numero di queste nuove piante, in quanto non è stata registrata nessuna scoperta di queste varietà prima o dopo di allora.

E' stata depositata una domanda di protezione della varietà per entrambe le piante e le autorità hanno accettato questa richiesta. La protezione della varietà può essere paragonata ad un brevetto per le piante, il cui effetto è quello di limitare la produzione commerciale a chi ne detiene la licenza. Questa limitazione non si applica ai normali acquariofili, che sono naturalmente i benvenuti se vorranno propagare queste piante! (L'applicazione è stata depositata per Microsorum pteropus "Win" e per Microsorum pteropus "Trop", ma i nomi commerciali sono quelli detti sopra).

Microsorum pteropus "Windeløv"

Questa graziosa varietà deve il nome a Holger Windeløv, proprietario della Tropica Aquarium Plants, Danimarca. La pianta sulla punta delle foglie si divide in due parti, e spesso in due nuove parti subito dopo. Dopo 5-10 mm le strette foglie si dividono ripetutamente, ogni foglia finemente divisa forma un ciuffo. Questo dà alla pianta un aspetto fortemente caratteristico, diverso da quello di qualunque altra pianta mai vista in acquario.

Mentre è relativamente bassa in altezza, raggiungendo in acquario altezze raramente superiori ai 20 cm, la pianta è caratterizzata da un folto sviluppo a cespuglio. Mostra parecchie caratteristiche nuove. La maggior parte delle piante solitarie sono alte. Tuttavia, il Microsorum pteropus "Windeløv" è adatto sia come pianta altamente decorativa per piccoli acquari che come pianta solitaria da primo piano in grandi acquari!

Come gli altri membri del suo genere, il Microsorum pteropus "Windeløv" sviluppa piccole piante giovani sui margini delle foglie. Queste piante avventizie assumono lo stesso aspetto caratteristico della pianta madre. Le foglie più vecchie formano degli sporangi sui lati delle foglie che assomigliano a punti neri. Questi sono spesso considerati come sintomi di malattia, ma in effetti non sono altro che i normali organi riproduttivi della pianta.

Microsorum pteropus "Tropica"

Questa specie deve il noma alla Tropica Aquarium Plants, Danimarca. Il margine delle foglie ha inizialmente una forma dentellata. In seguito, le sporgenze simili a denti diventano più lunghe e sulle vecchie foglie possono formarsi lobi relativamente fini. Le foglie ricordano quelle dei denti di leone. Il Microsorum pteropus "Tropica" è più forte e robusto del Microsorum convenzionale. Sulle piante più vecchie le foglie possono diventare grandi anche 30-40 cm. Le foglie nuove sulle piante più vecchie sono spesso divise in tre parti, che insieme ai lobi creano un effetto ornamentale ancora più grande.

Come nel Microsorum pteropus ordinario, si formano sulle vecchie foglie delle piante avventizie. Queste inizialmente si presentano sui margini delle foglie, ma possono anche formarsi sulla superficie stessa della foglia. Si possono formare anche tantissime piantine. Queste piante avventizie non acquisiscono le caratteristiche foglie lobate del Microsorum pteropus "Tropica", solitamente sviluppano soltanto una vaga somiglianza. Per mantenere i tratti caratteristici della pianta, queste piantine possono essere rimosse. Su questa felce non è ancora stata osservata la formazione degli sporangi. Il Microsorum pteropus "Tropica" è adatto sia per lo sfondo che come pianta solitaria in grandi acquari.

Un tratto caratteristico di entrambe queste nuove piante è che in acquario richiedono le stesse condizioni (tranne per il fabbisogno in dimensioni) del ben noto Microsorum pteropus. Entrambe possono ancorarsi velocemente a pietre e radici, come è il modo naturale di svilupparsi del genere Microsorum in natura. Nel piantarle, assicurate l'esemplare ad una radice (per esempio con un elastico o un filo da pesca), dopo di che si svilupperanno le radici speciali con i “ramponi”. Se le piantate nella ghiaia, bisogna prestare attenzione a non seppellire i tuberi orizzontali (rizomi). Tutte le specie di Microsorum hanno soltanto richieste molto modeste per gli acquariofili. Possono tollerare una  debole illuminazione (semplicemente in conseguenza crescono più lentamente). Possono tollerare una vasta gamma di condizioni dell'acqua, da molto tenera a dura e perfino acqua salmastra. La temperatura dell'acquario è di importanza soltanto secondaria; le piante crescono velocemente a temperature comprese tra 20-30° C, temperature più basse rallentano soltanto il loro tasso di accrescimento. Tutto considerato, devono essere forse le più robuste tra tutte le piante d'acquario!

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti al Genere

Microsorum pteropus in acquario salmastro - Foto di Emiliano Spada

Aspettativa di vita:
Dimensioni massime:

Pianta resistente e molto adattabile ad ogni valore dell'acqua, cresce anche con scarsa illuminazione. Forma dei bei cespuglioni che possono diventare enormi, ed offrono rifugio tra le foglie e le radici ai pesci più piccoli.

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.