• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette

Pogostemon stellatus

Splendida e maestosa, dal fogliame che diventa rosso se la luce abbonda, è una pianta d'acquario abbastanza esigente, di quelle considerate "difficili". Richiede una buona illuminazione, acqua tenera, e un materiale di fondo ricco di sostanze nutritive.

Pogostemon stellatus (ex Eusteralis stellata) - Foto © Jay Luto

Quella che era universalmente conosciuta come Eusteralis stellata, dopo una delle tante revisioni sistematiche è diventata Pogostemon stellata. Però è rimasta sempre la stessa: appartiene alla famiglia delle Lamiaceae, diffusa in Giappone, Cina, Taiwan, Malaysia, Nuova Guinea ed Australia; in natura vive in paludi, stagni, torbiere e risaie, fino ad un'altitudine di 2500 m.

E' una pianta d'acquario abbastanza esigente, di quelle considerate "difficili". Richiede una buona illuminazione, acqua tenera, e un materiale di fondo ricco di sostanze nutritive.
La Kasselmann comunque dice che anche se viene coltivata nel migliore dei modi, la pianta non raggiungerà mai in acquario le dimensioni che raggiunge in natura.

E' una pianta molto bella e decorativa, cresce molto velocemente. Il fusto è abbastanza carnoso, e si spezza facilmente nelle operazioni di sistemazione nel fondo. Se si recide l'apice del fusto si formano sulla parte restante numerosi getti laterali, che bisogna diradare, altrimenti diventano sempre più piccoli.
Nel mio acquario alterna periodi in cui cresce bene, formando steli grossi con tantissime e lunghe foglie, a momenti in cui butta tantissimi getti laterali che tendono a diventare striminziti, probabilmente dovrei "curarla" di più, eliminando per tempo i getti in sovrannumero. Questo comportamento però secondo la Tropica sarebbe una caratteristica della pianta.

Può essere usata come "indicatore" della presenza/assenza in acquario dei micronutrienti necessari per la crescita delle piante: se le foglie impallidiscono, passando da un color verde-chiaro a un colore giallastro, significa che c'è bisogno di reintegrare la fertilizzazione (principalmente il ferro); una volta riportata la fertilizzazione a valori ottimali, le foglie ritorneranno alla loro normale colorazione.

Spesso le piante che si trovano nei negozi, coltivate con metodi idroponici, non sembrano neanche avvicinarsi alla bellezza che raggiungeranno una volta coltivate in acquario.

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.

Tutto Quello Che Avreste Sempre Voluto Sapere Ma Non Avete Mai Osato Chiedere...
i messaggi più interessanti tratti da it.hobby.acquari

Riferimenti