• No ai pesci giganti in acquario
  • No ai pesci rossi nella boccia
  • I pesci pulitori non esistono!
  • No ai pesci colorati artificialmente
  • No ai pesci combattenti nei vasi
  • No alle tartarughe nelle mini vaschette
Tempo di lettura
4 minuti
Letto finora

Utricularia graminifolia, pianta carnivora da primo piano

Dom, 15/Feb/2009 - 22:17
Posted in:
0 comments

Descrizione e splendide foto dell'Utricularia graminifolia.

Traduzione dell'articolo:
"Utricularia graminifolia – the carnivorous foreground plant" di Ole Pedersen, Troels Andersen e Claus Christensen
sul sito di Tropica Aquarium Plants.

Utricularia graminifolia in acquario

L’Utricularia graminifolia è una delle piante acquatiche più interessanti. È carnivora e forma un attraente tappeto verde nel primo piano dell’acquario in un paio di mesi. L’Utricularia graminifolia può essere difficile da “far partire”, ma una volta che ha attecchito saldamente nell'acquario, offre all’acquariofilo un'esperienza unica. Le minuscole “trappole” possono ispirare lunghe discussioni fra i membri della famiglia e gli amici, mentre le piante carnivore stimolano sempre la curiosità della gente.

Utricularia graminifolia nel suo habitat naturale, sul bordo di un torrente ombreggiato  nel Vietnam meridionale. La pianta cresce parzialmente sommersa e parzialmente emersa fra il tappeto di foglie morte degli alberi.

 

L’Utricularia graminifolia appartiene alla famiglia delle Lentibulariaceae, dette “bladderwort” (letteralmente “piante-vescica”) e proviene dal Sudest Asiatico, dove è stato ritrovata in Cina, India, Sri Lanka, Birmania, Laos e Vietnam meridionale. In quelle zone, appare come pianta palustre anfibia, come pure completamente sommersa in primavera e lungo i piccoli corsi d'acqua. Il suo habitat naturale è spesso ombreggiato e raramente cresce alla luce solare diretta. E’ sempre stata ritrovata in acqua molto tenera, ed abbiamo avuto grosse difficoltà a mantenerla in vita durante il trasporto. Fortunatamente, la pianta che ora è in produzione è molto più robusta e quindi più adatta all’uso in acquari, ma rimane comunque una pianta per esperti.
L’Utricularia aurea è un’altra pianta acquatica carnivora che si può trovare occasionalmente nei negozi, ma ha un aspetto completamente differente, con una forma più simile alla specie di Ceratophyllum e Myriophyllum.

Utricularia graminifolia, pianta carnivora da primo piano - Tropica Aquarium Plants

Utricularia graminifolia
Tropica Aquarium Plants

Primo piano delle “trappole” dell’Utricularia graminifolia, utilizzate per catturare minuscoli crostacei e ciliati. Gli animali contengono azoto e fosforo, che possono essere usati dalla pianta dopo che il loro tessuto è stato disciolto dagli enzimi presenti nelle minuscole trappole.
Foto di Oliver Knott.

 

Le “Bladderworts” sono tutte piante carnivore e molte di loro sono associate con l’acqua. Il nome del genere "Utricularia" deriva dalle vesciche (trappole) dette “otricoli”, mentre il nome della specie "graminifolia" deriva dalla forma delle sue foglie, simili a steli d’erba. Le foglie simili a steli d’erba sono esattamente quello che la differenzia dalle altre circa 210 specie di “bladderworts” che sono state finora descritte.
Le minuscole foglie a stelo d’erba  formano una struttura disposta in strati parzialmente sovrapposti di foglie verdi più recenti, che normalmente coprono le vesciche che si formano sul rizoma e sulle venature. Fiorisce quando cresce emersa.

Tuttavia, quello che rende l’Utricularia graminifolia unica per ogni acquariofilo sono le minuscole vesciche, della lunghezza di circa 2 mm, che in natura intrappolano crostacei e ciliati che cercano riparo fra le foglie e il rizoma. Gli animali vengono digeriti dagli enzimi che secernono le vesciche e le sostanze nutrienti liberate sono utilizzate successivamente dalla pianta e per sostenere la nuova crescita. L’Utricularia graminifolia spesso riesce a crescere in ambienti molto poveri di nutrienti e quindi è un vantaggio enorme quello di potere esplorare fonti nutrienti alternative, specialmente di azoto (n) e fosforo (p), intrappolando animali nutrienti.

Utricularia graminifolia, pianta carnivora da primo piano - Tropica Aquarium Plants

Utricularia graminifolia
Tropica Aquarium Plants

Qui, l’Utricularia graminifolia è usata negli aquascaping dove forma un torrente verde  in acquario. La pianta può anche essere usata come una comune pianta da primo piano, dove forma un continuo e compatto tappeto verde circa 6-8 settimane dopo la piantatura.
Foto di Oliver Knott.

 

Tropica coltiva l’Utricularia graminifolia in forma emersa, e viene fornita su lana di pietra o sui dischi di fibra di cocco. Quanto si pianta nell'acquario, la zolla dovrebbe essere divisa in 6 - 8 parti più piccole, che vanno piantate ad una distanza di circa 5 cm l'una dall'altra nella parte anteriore dell'acquario o su un pendio dell’aquascape. È importante lasciare circa 1 cm di fibra di cocco o di lana di pietra, per fornire un buon ancoraggio alle piante. Usare delle pinzette per inserire nel substrato i minuscoli ciuffi della pianta rende l'intero procedimento molto più facile.
Perché cominci a crescere, bisognerebbe fornire all’Utricularia graminifolia una luce relativamente bassa, ma dopo le iniziali 6-8 settimane, dopo che le piantine hanno attecchito saldamente nell'acquario, la luce può essere aumentata. A questo punto, i minuscoli ciuffi si sono trasformati in un tappeto continuo d’erba, e questo è il momento dove bisognerebbe fornire un’adeguata fertilizzazione per impedire carenze di ferro e manganese [la Tropica, autrice dell’articolo, consiglia naturalmente il suo “PLANT NUTRITION liquid”].

La nostra esperienza con l’Utricularia graminifolia indica che cresce in modo migliore in acqua dal pH di 6.8 - 7.0 e dalla durezza di circa 7-10 dKh. Fertilizzazione con l’aggiunta di CO2 non è indispensabile, ma se viene fatto la crescita ne viene stimolata in maniera significativa.

Anche se la varietà disponibile in commercio è più robusta della varietà ritrovata in natura, la fase iniziale dopo la piantatura può dimostrarsi molto critica, perché l’Utricularia graminifolia è molto sensibile ai cambiamenti ambientali. Quindi, assicuratevi di aver seguito tutte le nostre raccomandazioni e coltivate anche altre piante a crescita rapida interno alle zone con l’Utricularia graminifolia, fino a che le piante non abbiano preso nell'acquario.
L’Utricularia graminifolia è una pianta relativamente fragile e pertanto non dovrebbe essere coltivata insieme a pesci che scavano.

© Ole Pedersen, Troels Andersen e Claus Christensen - Tropica Aquarium Plants

Elenco delle Specie presenti nel sito e appartenenti al Genere

Utricularia gibba

Aspettativa di vita:
Dimensioni massime:

Piccola pianta carnivora, con uno stelo sottile molto ramificato, dove si formano gli organi di cattura con cui la pianta riesce a catturare le piccole particelle che si muovono nell'acqua. Spesso arriva in acquario alla chetichella, nascosta tra piante come la riccia o il muschio di giava, a cui spesso vive aggrappata.

Utricularia graminifolia in acquario © Tropica.com

Aspettativa di vita:
Dimensioni massime:

Piccola pianta carnivora, le cui foglie possono formare una stuoia simile ad un pratino, ma la cui coltivazione in acquario è abbastanza difficoltosa.

Aggiungi un commento

Avviso per chi vuole lasciare un commento: Questo è un sito amatoriale, che vuole diffondere una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle specie allevate in acquario, ed è gestito da una sola persona. Se avete qualche commento da fare riguardo al sito o a questa pagina siete i benvenuti, ma per richieste d'aiuto e/o consigli per il vostro acquario è meglio rivolgervi dove ci sono più persone in grado di rispondervi, come i forum dedicati, posso consigliarvi i miei preferiti, acquariofiliafacile.it e acquarioacquadolce.it, per serietà ed attendibilità, ma ce ne sono molti altri :)

By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.